Claudio Tamburrino

Sarà The Daily il quotidiano digitale?

Jobs e Murdoch uniti in un nuovo progetto editoriale: il primo metterebbe supporto tecnico per il quotidiano voluto da News Corp. Edito solo per iPad, senza corrispettivo neppure su Web

Roma - Rupert Murdoch ha una nuova idea per portare nuova linfa al suo impero editoriale: The Daily, un giornale (solo) digitale in costruzione sviluppato appositamente per iPad.

La fiducia del magnate australiano per il tablet con la Mela come salvatore dell'editoria potrebbe ora esemplificarsi in questo quotidiano di bit: per esso ha investito già 30 milioni di dollari e raggruppato uno staff di circa 100 giornalisti (tra cui spiccherebbero i critico musicale del New Yorker Sasha Frere-Jones e il produttore televisivo Steve Alperin) guidati, sembrerebbe, da Jesse Angelo, ex del New York Post.

Al centro della nuova idea di giornale le possibilità offerte dal nuovo mezzo: un giornale ricco di contenuti multimediali e fotografie. La forma è quella dell'applicazione per iPad da scaricare (senza corrispettivo online o cartaceo, in modo che non venga catalogato direttamente dall'acerrimo nemico Google News) al costo di 0,99 centesimi di dollari a settimana. Il tutto è atteso per i primi mesi del 2011 (con la beta attesa già per dicembre), con versioni apposite anche per altri dispositivi tablet diversi da quello con la mela.
A rendere interessante l'iniziativa anche il coinvolgimento di Apple: avrebbe messo a disposizione supporto tecnico per aumentare l'esperienza offerta ai lettori dalla pubblicazione, per esempio con la possibilità di aggiornalre il numero direttamente via Push

Per il resto Rupert Murdoch continua a cercare il modo per trovare un nuovo modello digitale remunerativo per le notizie che ricalchi quello tradizionale: con i dibattiti sugli esperimenti di paywall ancora aperti, e diverse forme di giornali online già portate avanti e in parte archiviate dal Tycoon australiano, The Daily rappresenterebbe un nuovo capitolo dei numerosi tentativi di News Corp.

Il nuovo giornale, inoltre, sembra rappresentare una prova sul campo di quanto la collaborazione tra Jobs e Murdoch possa essere stretta: i contenuti potranno spingersi, come preannunciato, su lidi poco apprezzati dal CEO di Apple come foto di modelle seminude per alcune rubriche? Vi sarà un controllo di Apple sui contenuti? Il modello distributivo potrà bypassare iTunes come desiderato dagli editori?

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Sarà The Daily il quotidiano digitale?
Ordina
  • La tv via satellite era una piattaforma indipendente, libera dalla censura nazionale, con pluralità di emittenti.

    Murdoch è riuscito a convincere gli utenti che tv via satellite=Sky

    E ora ci prova con internet...

    A proposito: anche se molti ci sono cascati, sul satellite non c'è solo sky: potete trovare molti canali interessanti, anche guardando solo quelli in chiaro. Sky ha solo cannibalizzato gli altri canali a pagamento, e basta.

    Ovviamente, dovete avere un ricevitore serio, non un crippleware come quello di sky (fatto in modo da non ricevere buona parte dei canali in chiaro).
    non+autenticato
  • Ci abbiamo messo anni per arrivare uno strumento che unificasse la conoscenza. Si chiama internet.

    Hanno incominciato a distruggerlo dalla Microsoft con IE.
    Hanno proseguito con iPad, Con Facebook e con altri servizi che al posto di facilitare la diffusione delle informazioni le rinchiudono in ambienti chiusi.
    Probabilmente il cloud non aiuterà, e si ritornerà ancora più indietro.

    Chiedetevi chi ha deciso questo per voi. Chiedetevi se è quello che volete veramente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zuzzurro
    > Ci abbiamo messo anni per arrivare uno strumento
    > che unificasse la conoscenza. Si chiama
    > internet.
    >
    > Hanno incominciato a distruggerlo dalla Microsoft
    > con
    > IE.
    > Hanno proseguito con iPad, Con Facebook e con
    > altri servizi che al posto di facilitare la
    > diffusione delle informazioni le rinchiudono in
    > ambienti
    > chiusi.

    Sono daccordo con quanto dici anche perche' proprio questa settimana
    sono stati pubblicati due articoli di due guru di internet che hanno proprio parlato di questo...
    sono indeciso su quale articolo postare questi due link....
    Non vorrei postarli su tutti gli articoli che hanno a che fare con Apple e facebook ed apparire come una specie di Troll...d'altronde pero' la gente deve riflettere su queste cose...e questi articoli stimolano parecchio la riflessione...

    > Probabilmente il cloud non aiuterà, e si
    > ritornerà ancora più
    > indietro.

    Qui non sono daccordo...gia' noi utilizziamo dei servizi di cloud ...anche se il passaggio e' talmente lento che nemmeno ci abbiamo fatto caso...prendi l'antivirus...una volta l'avevamo installato sul computer locale e ci avvisava nel momento in cui era troppo tardi...oggi utilizziamo "siteadvisor" e "wot" che sono in un certo senso degli antivirus che si avvalgono della collaborazione di milioni di utenti per dirti in anticipo se un sito e' sicuro o meno...un altro esempio di una applicazione cloud e' il "Social bookmarking" come "delicious" che consente di condividere i segnalibri fra utenti...e di avere la lista dei segnalibri in rete anzicche' in locale....altro esempio sono i programmi di traduzione ed i dizionari...una volta li avevamo offline sulla macchina...ora li abbiamo su un server come quello di google...e funzionano a meraviglia... anche l'enciclopedia prima la compravi su cd o cartacea e ora c'e' l'hai su un server liberamente accessibile e gratuita...(wikipedia-gratuita;l'enciclopedia Britannica-£3,00 al mese!)
    Voglio dire con il cloud finora si e' assistito ad una maggiore condivisione di risorse ed ad un potenziamento degli strumenti....
    come al solito il nuovo spaventa...ma poi risulta meglio del vecchio...
    >
    > Chiedetevi chi ha deciso questo per voi.
    > Chiedetevi se è quello che volete
    > veramente.

    no a me non sta bene che Apple decida cosa io debba vedere e cosa no...
    ne mi piace la sua politica commerciale del "qualunque cosa tu voglia devi comprarla"...ne mi piace lo standard chiuso dei suoi dispositivi...
    e nemmeno mi piace avere la mia vita interamente caricata su un sito insulso come facebook che puo' decidere di cancellare o meno quello che vuole quando vuole.... sono fondamentalmente daccordo con te...tranne per il cloud che se usato con lo spirito web 2.0 puo' essere una risorsa ottima se utilizzato in combinazione con il disco rigido locale...(non amo che tutti i miei dati siano immessi su un terzo sito...ci sono dati che sono piu' sicuri ed e' meglio che stiano in locale...sul proprio Hard Disk)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Franky

    > no a me non sta bene che Apple decida cosa io
    > debba vedere e cosa no...
    > ne mi piace la sua politica commerciale del
    > "qualunque cosa tu voglia io voglia venderti, devi comprarla"...

    Fixed.
  • Ciao a tutti,
    leggendo informazioni su questo giornale su iPad, ho trovato una notizia, che partendo dal Daily parla di una iniziativa che si chiama iGarbage. Mi pare lodevole.
    http://www.e-minds.it/blog/48/murdoch-annuncia-the...
    non+autenticato
  • Internet è nato per permettere la trasmissione d'informazione (gratuita o a pagamento) a prescindere dall'hardware posseduto.

    Grazie Murdoch, grazie Apple.
  • - Scritto da: r1348
    > Internet è nato per permettere la trasmissione
    > d'informazione (gratuita o a pagamento) a
    > prescindere dall'hardware
    > posseduto.
    >
    > Grazie Murdoch, grazie Apple.

    Tanto faranno un emulatore di ipad che, incapsulando il protocollo della app, permettera' di scaricare l'informazione anche a chi non ha ipad, proprio perche' i protocolli di comunicazione sono svincolabili da ogni hardware.
  • Dipende... se i dati sono criptati, con un sistema tipo trusted computing, potrebbe non essere così facile.

    Come non è facile "emulare" il decoder di sky. Puoi avere un ricevitore satellitare realizzato con tecnologie open, ma non ti prende i canali di sky.
    non+autenticato
  • come da oggetto: dopo tanti anni passati in compagnia delle vignette Marvel, un "Daily Bugle" non me lo farei sfuggire! Rotola dal ridere