Roberto Pulito

Opera 11, ritorno al desktop (in beta)

Il browser norvegese si esibisce con una prima versione test. Ora si può navigare con le schede organizzate in pile, pienamente supportati dalle estensioni

Roma - Anteprima pubblica per l'undicesima incarnazione del browser Opera, dedicato questa volta ai computer. La casa norvegese si allinea a Firefox, Chrome e Safari introducendo l'uso delle estensioni per ampliare le sue possibilità. Nella lista delle migliorie anche una nuova versione del motore di rendering (Opera Presto 2.6.37), una guida per le gesture eseguibili col mouse e un'interfaccia dal trucco parzialmente rifatto.

Da questo momento, gli sviluppatori di terze parti potranno estendere le funzionalità del browser e creare nuovi componenti aggiuntivi utilizzando le API specifiche o gli standard aperti (HTML 5, CSS e JavaScript). Per celebrare in maniera adeguata l'arrivo di questi addon gratuiti, che non richiedono neppure il riavvio del browser dopo l'installazione, è stato anche inaugurato un catalogo ufficiale, diviso per generi e compatibilità.

La nuova funzione Tab Stacking rivoluziona l'organizzazione della navigazione, e tornerà utile soprattutto a chi tiene tante schede aperte contemporaneamente. È ora infatti possibile trascinare le schede una sopra l'altra e impilarle per creare dei gruppi ordinati. Per visualizzare il contenuto dei livelli di uno stack basterà un passarci sopra col mouse, mentre con un semplice click la pila verrà nuovamente espansa.


A proposito di mouse, va detto che Opera 11 torna a puntare forte sulle tipiche "scorciatoie". Tenendo premuto il tasto destro sopra la pagina, è possibile richiamare una guida che illustra le mosse speciali (e le sotto-mosse) utilizzabili per navigare col mouse spostandosi avanti e indietro tra le pagine, senza toccare altro.

Le modifiche all'interfaccia includono un restyling al client di messaggistica integrato nel browser e un nuovo modo di mostrare gli indirizzi web nell'apposita barra. Alla maniera di Chrome, Opera 11 nasconde ora la parte iniziale del link, riferita al protocollo, e snellisce la coda nascondendo le confusionarie stringhe delle pagine dinamiche. In pratica, viene mantenuto il focus soltanto sulla parte più importante del dominio visitato: quella che dovrebbe aiutare ad identificare un sito sicuro da una pagina truffaldina.

La beta di Opera 11 è disponibile per Windows, GNU/Linux e Mac OS X: al momento l'inglese è l'unica lingua contemplata.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaL'operato di OperaLa versione Mobile arriverà su Android entro il prossimo mese. La release 11 del browser, rivolta al desktop, potrà offrire le stesse estensioni dei rivali
  • TecnologiaOpera Mobile sceglie AndroidRaggiunge gli smartphone equipaggiati con OS Google con tante funzioni interessanti e due grandi assenti: HTML5 e Flash
36 Commenti alla Notizia Opera 11, ritorno al desktop (in beta)
Ordina
  • A parte che sembra "l'innovativa" interfaccia di windows (non escludo sia presente in altri sistemi).
    In ogni caso o c'è o non c'è. Non mi pare utile avere uno stack fatto dall'utente. Lo facesse il sistema per me ok, ma così mi sembra un po' macchinoso, anche perchè io i tab li apro e li chiudo in continuazione, che senso ha organizzarli in stack manualmente?

    ...Però magari mi sbaglio e dopo l'uso non potrò farne a meno...
    non+autenticato
  • Secondo me è per fare contenti quelli che hanno su il browser con 50 tab come il sotto scrittoA bocca aperta Puoi fare dei gruppi in modo da diminuire il numero di tabA bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Emoticon e video

    > In ogni caso o c'è o non c'è. Non mi pare utile
    > avere uno stack fatto dall'utente. Lo facesse il
    > sistema per me ok, ma così mi sembra un po'
    > macchinoso, anche perchè io i tab li apro e li
    > chiudo in continuazione, che senso ha
    > organizzarli in stack
    > manualmente?

    Ho provato la beta e non e' male poter unire i tab (anche se non so quanto usero' questa funzione).
    Per stackare un tab basta portarlo sopra a un altro.
    Puo' essere utile per raggruppare tab su un argomento e poi guardarli dopo.
    Ma il meglio della 11 sono e saranno comunque le estensioni, credo.
    non+autenticato
  • Quoto Sgabbio!
    Anche io ho da un minimo di 30 tab costantemente aperti in su (Firefox rallenta un casino già se si superano i 10-15...). E molti sono su un argomento simile quindi raggrupparli mi è utile.
    non+autenticato
  • che ora finalmente sono disponibili i suggerimenti di ricerca, sia nella barra degli indirizzi che in quella di ricerca.

    opera è sempre stato un browser innovativo e copiato dalla concorrenza, ma la mia impressione è che negli ultimi anni stia un po' facendo fatica a stare dietro alla concorrenza (chrome).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Fai il login o Registrati
    > che ora finalmente sono disponibili i
    > suggerimenti di ricerca, sia nella barra degli
    > indirizzi che in quella di
    > ricerca.

    Che sono disponibili dalla versione 9....

    > opera è sempre stato un browser innovativo e
    > copiato dalla concorrenza, ma la mia impressione
    > è che negli ultimi anni stia un po' facendo
    > fatica a stare dietro alla concorrenza
    > (chrome).

    Non ne sono troppo convinto..
    non+autenticato
  • - Scritto da: Classical

    > Che sono disponibili dalla versione 9....

    Parlo dei suggerimenti della ricerca di Google, che non sono mai stati presenti in Opera (e a ragione, visto che è sempre stato boicottato da Google)

    > Non ne sono troppo convinto..

    Io purtroppo sì, e parlo da fanboy di vecchia data di Opera
    non+autenticato
  • i suggerimenti di google li avevano tolti perchè google stessa non gli andava bene, se non erro.
    Sgabbio
    26177
  • Opera, versione 11. Ancora non son supportati i server socks, solo i proxy. Ed io che voglio navigare via tunnel ssh, devo usare firefox o chrome o internet explorer... BAH.
    Non capisco: che ci vuole ad implementare i server socks?
    non+autenticato
  • ullala non me ne ero mai accorto.
    Sgabbio
    26177
  • Non devi mica cambiare browser, usa tsocks sotto linux o sockscap sotto windows.
    non+autenticato
  • anche io utilizzo questo metodo e funziona alla grande, rimane comunque una grossa mancanza, in particolare l'impossibilità di tunnellizzare il dns come può fare firefoxA bocca storta
    non+autenticato
  • "sochettizzando" tutta l'applicazione, credo che anche le richieste dns siano inoltrate al tunnel, o sbaglio?
    non+autenticato
  • no no, i tunnel ssh funzionano solo con tcp/ip non con udp e le richieste dns nel 99% dei casi usano udp. Per tunnellizzare le richieste dns devono essere reimplementate in tcp (cosa che opera non fa, mentre firefox può fare se si attiva l'opzione).

    Comunque se usi linux basta che provi a tunnellizzare le richiestte di un browser e (prima di aprirlo) elimini i nameserver da /etc/resolv.conf. Vedrai che non navighi più anche se sei tunnellizato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Opera, versione 11. Ancora non son supportati i
    > server socks, solo i proxy. Ed io che voglio
    > navigare via tunnel ssh, devo usare firefox o
    > chrome o internet explorer...
    > BAH.
    > Non capisco: che ci vuole ad implementare i
    > server
    > socks?

    Già... E vogliamo parlare anche della possibilità di supportare e gestire più profili? Il 2011 è in vista e ancora non si vede un profilemanager.
    non+autenticato
  • Che io sappia Opera supporta i profili da un pezzo; non so come li gestisce però, dato che non li ho mai usati.
    non+autenticato
  • Si e multi utente da un pezzo semplicemente i profili si basano su quanti accunt hai nel sistema operativo se non erro.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Si e multi utente da un pezzo semplicemente i
    > profili si basano su quanti accunt hai nel
    > sistema operativo se non
    > erro.

    E grazie, questo lo sapevo già. Quello che non si può fare agevolmente è avere più profili con lo stesso utente, io con firefox ne gestisco agevolmente diversi, in questo Opera è ancora al mesozoico.
    non+autenticato
  • Volere è potere, informarsi è potere.
    /usr/bin/opera -personaldir nomeprofilo
    non+autenticato
  • gli stack son già usati e si chiamano così anche in osx, giusto?

    ecco quà che arriva appena esce dalla beta si beccano la causa multimilionaria (e con la scusa eliminano anche un browser migliore di safari mobile in iOS)
    non+autenticato
  • - Scritto da: hp sucks
    > gli stack son già usati e si chiamano così anche
    > in osx, giusto?

    Se ti riferisci al termine stack, questo esiste da sempre in quasi tutti i software a basso livello.

    Se invece ti riferisci all'anteprima, pure quella esiste già da parecchio in diversi sistemi operativi.
  • - Scritto da: hp sucks

    > ecco quà che arriva appena esce dalla beta si
    > beccano la causa multimilionaria

    Fammi capire.
    Togli le virgole e le redistribuisci a caso sotto forma di accenti?
    Che idea..
    non+autenticato
  • LOL
    xD
    non+autenticato
  • bellissima!
    non+autenticato
  • I soliti troll...
    Inutire dire che è Opera che ha inventato i tab. Che ovviamente Safari ha copiato subito dopo...
    non+autenticato
  • "Opera 11 nasconde ora la parte iniziale del link, riferita al protocollo, e snellisce la coda nascondendo le confusionarie stringhe delle pagine dinamiche"

    'sta fissa di nascondere l'url non la condivido, soprattutto la parte finale che di solito è parecchio utile (per me sicuro).

    ma perchè ogni volta che qualcuno "innova" tutti gli altri cominciano a copiare anche se sono zozzerie? (tipo l'interfaccia di vsta)
    non+autenticato
  • Basta clickare sulla barra per visualizzare e/o copiare l'indirizzo completo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MaS
    > Basta clickare sulla barra per visualizzare e/o
    > copiare l'indirizzo
    > completo.

    è comunque una seccatura, come lo può esser l'url accorciato con chrome che esce in basso a sinistra quando si passa sui link (da tempo cerco l'estensione per eliminare quest'inutile "funzione")
    non+autenticato
  • - Scritto da: banca
    > 'sta fissa di nascondere l'url non la condivido,
    > soprattutto la parte finale che di solito è
    > parecchio utile (per me
    > sicuro).

    Personalmente sono d'accordo con te tuttavia capisco che per gli utonti è solo "confusionario" e "sporco" trovarseli innanzi. Comunque se rivuoi i parametri apri l'url opera:config e togli la spunta a "Hide URL Parameter" nella sezione "User Prefs" (sperando che nella versione finale facciano scegliere direttamente nel menù preferenze se usare il nuovo o il vecchio stile di barra).

    > ma perchè ogni volta che qualcuno "innova" tutti
    > gli altri cominciano a copiare anche se sono
    > zozzerie? (tipo l'interfaccia di
    > vsta)

    Perché gli utonti lo preferiscono ed essendo un buon 90% della popolazione mondiale, accontentare loro significa guadagnare utenti; comunque l'ideale sarebbe un filtro attivo di default facilmente disabilitabile in modo da accontentare tutti i tipi d'utenza.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)