Claudio Tamburrino

ACTA, via libera europeo

Primo voto al Parlamento. La differenza tra favorevoli e contrari è minima, ma ha prevalso il fronte del sì

Roma - Via libera dal Parlamento Europeo al proseguo delle trattative sull'accordo commerciale anticontraffazione (ACTA) che, dopo mesi di segretezza pretesa dagli Stati Uniti, è arrivato sui banchi di Bruxelles.

A votare a favore (331 contro 299 con 11 astenuti) di una risoluzione che si complimenta con la Commissione per i negoziati finora condotti e non impone alcuna clausola specifica all'ACTA giunto in Parlamento sono stati i gruppi conservatori EPP (con gli italiani Pdl e UDC) e ECR. Bocciata, viceversa, (306 favorevoli, 322 contrari, 26 astenuti) la risoluzione comune contro ACTA dei gruppi di sinistra S&D, Alde, Verdi e GUE.

Questo dovrebbe rappresentare il preludio all'approvazione dell'accordo multilaterale da parte del Parlamento Europeo. Ma i numeri tra favorevoli e contrari si differenziano davvero per un'inezia, quindi al photo finish non sono esclusi ribaltoni nella votazione finale di gennaio.
Ora, in ogni caso, la Commissione Europea potrà procedere all'incontro che si svolgerà a Sydney dal 30 novembre al 3 dicembre (la fase finale di contrattazione per ACTA) con l'approvazione del Parlamento sui principi finora stabiliti, con l'unico appunto che riguarda genericamente la necessità che non vi sia "alcun impatto sulle libertà fondamentali" e che non modificherà la legislazione comunitaria in materia di diritti di proprietà intellettuale, "visto che il diritto dell'Unione Europea è già molto più avanzato rispetto alle norme internazionali in vigore".

Inoltre, in quanto accordo multilaterale, gli obblighi imposti da ACTA potranno essere modulati e, per esempio, il Parlamento Europeo ha già sottolineato che "non potrà obbligare nessuna parte firmataria, e in particolare l'Unione Europea, a introdurre la procedura dei three strikes o sistemi analoghi.

I dubbi che hanno finora accompagnato (insieme alle segretezza nelle trattative) il dibattito su ACTA restano: dall'applicazione della dottrina dei tre colpi, che pur non essendo imposta sembra quanto meno essere permessa (e addirittura "suggerita"), alla previsione di misure anti-aggiramento delle protezioni ai contenuti, passando per la complessa questione dei brevetti sui farmaci (il cui stesso inserimento nell'accordo è dibattuto), l'esclusione della "contraffazione delle indicazioni geografiche" (tema che, peraltro, sarebbe di marcato interesse per il vecchio continente) e le responsabilità degli Internet Service Provider.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàVoilà ACTADivulgata dalla UE la prima bozza del trattato internazionale sulla contraffazione
  • AttualitàCopyright, per chi canta il GalloApprovato dall'Europa il Rapporto che contiene stringenti misura di controllo sulla proprietà intellettuale: sull'onda della dottrina Sarkozy (e sulla scorta di petizioni con firme di dubbia provenienza) l'Europa si avvicina al modello ACTA
  • Diritto & InternetACTA, in versione elasticizzataApparsa online quella che dovrebbe risultare la formula definitiva del trattato globale anti-contraffazione. Nessuna responsabilità per i provider, meccanismi flessibili di DRM. Chi ha apprezzato, chi no
17 Commenti alla Notizia ACTA, via libera europeo
Ordina
  • A questo punto che la UE vada pure in malora. Speriamo che la crisi finanziaria in corso colpisca duro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alessio
    > A questo punto che la UE vada pure in malora.
    > Speriamo che la crisi finanziaria in corso
    > colpisca
    > duro.

    - Scritto da: Alessio
    > A questo punto che la UE vada pure in malora.
    > Speriamo che la crisi finanziaria in corso
    > colpisca
    > duro.

    Consolati...gia' il vecchio leone non ruggisce piu'...presto smetteranno di "ruggire" anche le altre
    industrie del settore...
    perche' e' quello che meritano!!!
    (Cmq questo articolo dimostra ancora una volta che la gente dovrebbe imparare a votare,quelli della
    Lega sono inaffidabili anche riguardo alle promesse che fanno, non solo alla loro politica...
    per salvare la faccia hanno pensato bene di non votare sapendo benissimo che l'acta sarebbe passata...
    dato che in campagna elettorale avevano detto che le leggi sul copyright erano troppo rigide...
    ed il popolo bue dei creduloni li ha votati...)
    Verdi,Radicali,movimento5stelle (gli altri...sono inaffidabili!!!)
    ma scusate il link al gruppo del partito pirata svedese che fine ha fatto?
    Intendo dire questo:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Verdi_Europei_-_Allea...

    non+autenticato
  • Un certo Luigi Di Liberto ha scritto:
    «In sostanza, a parte Ciriaco De Mita (che ha votato a favore della risoluzione S&D, ALDE, Verdi e GUE), tutti gli eletti nelle liste UDC e PdL, anche coloro che avevano sottoscritto la dichiarazione scritta 12/2010, si sono schierati per sostenere il trattato ACTA come attualmente definito.
    Gli eletti della Lega Nord invece hanno pilatescamente non partecipato al voto.»

    La lista dei nomi è a pagina 105 e 106 del seguente pdf:

    http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubR...

    dove mancano i leghisti in quanto non sono andati a votare.

    Un duro e dettagliato testo dove ho preso il commento virgolettato si trova qui:

    http://blog.tntvillage.scambioetico.org/?p=7141
  • - Scritto da: ullala
    > I NOMI!

    E dopo cosa pensi di fare?
    Il "popolo di internet" ha perso da tanto tempo. Non ha mai contato, non conta e non conterà mai nulla.
    Se persino i sindacati, un tempo tanto potenti, e le organizzazioni dei lavoratori senza i quali un intero Paese dovrebbe fermarsi, hanno dovuto arrendersi davanti al potere di Stato e Industria uniti, che speranza ha chi non é in grado di portare neanche un centinaio di persone in piazza?
    non+autenticato
  • > Il "popolo di internet" ha perso da tanto tempo.
    > Non ha mai contato, non conta e non conterà mai
    > nulla.

    Solo gli slacktivisti hanno perso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: ullala
    > > I NOMI!
    >
    > E dopo cosa pensi di fare?
    > Il "popolo di internet" ha perso da tanto tempo.
    > Non ha mai contato, non conta e non conterà mai
    > nulla.

    Sei sicuro di quanto affermi ? Un signore di nome Julian Assange sta in queste ore preoccupando i governi di mezzo mondo grazie alla divulgazione di 3 mln di documenti la cui divulgazione probabilmente cambiera' politica ed alleanze di mezzo mondo....

    > Se persino i sindacati, un tempo tanto potenti, e

    HIHIHI i sindacati italiani!!!! Ma dai...credi veramente che facciano sempre gli interessi dei lavoratori ? Ho seri dubbi...
    E poi vuoi mettere a confronto il nostro piccolo mondo provinciale italiano con il cosmopolitismo mondiale della rete...
    per far viaggiare 1/millesimo di informazione ad un sindacato occorre una settimana... poi ovviamente le manifestastioni le motivazioni delle manifestazioni vengono filtrate dai vari giornalisti baubau che scambiano fischi con fiaschi volontariamente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Get Real
    > - Scritto da: ullala
    > > I NOMI!
    >
    > E dopo cosa pensi di fare?
    > Il "popolo di internet" ha perso da tanto tempo.
    > Non ha mai contato, non conta e non conterà mai
    > nulla.
    > Se persino i sindacati, un tempo tanto potenti, e
    > le organizzazioni dei lavoratori senza i quali un
    > intero Paese dovrebbe fermarsi, hanno dovuto
    > arrendersi davanti al potere di Stato e Industria
    > uniti, che speranza ha chi non é in grado di
    > portare neanche un centinaio di persone in
    > piazza?
    Appunto, la vecchia piazza.
    Qui tutti voglion cambiare le cose standosene al calduccio
    dietro la tastiera!!!!
    non+autenticato
  • ma a nessuno interessa tutelare la parte più debole ovvero il cittadino?
    solo sporchi interessi commerciali
  • - Scritto da: picard12
    > ma a nessuno interessa tutelare la parte più
    > debole ovvero il
    > cittadino?
    > solo sporchi interessi commerciali

    Se non altro mi rimane la magrissima consolazione di non aver votato PDL (o UDC) alle europee.

    GT
  • - Scritto da: Guybrush
    > - Scritto da: picard12
    > > ma a nessuno interessa tutelare la parte più
    > > debole ovvero il
    > > cittadino?
    > > solo sporchi interessi commerciali
    >
    > Se non altro mi rimane la magrissima consolazione
    > di non aver votato PDL (o UDC) alle
    > europee.
    >
    > GT

    guarda io sono un liberista...da come si evince ( e dalle opinioni della gente che scrive su PI lo siamo in maggioranza)...quindi sono di parte...ma votare i partiti conservatori e' da rimbambiti....
    il guaio e' che il PD farebbe carte false per allearsi con UDC che e' il partito conservatore per definizione...e la politica del PD non sembra per nulla una politica liberista...dato che hanno piu' volte fatto leggi contro la rete
    e non sembra che abbiano le idee chiare nemmeno sulla laicita' dello stato...meglio i radicali ed il Movimento5stelle e nel caso delle elezioni europee sarebbero un bene anche i Verdi...dato che i Verdi europei sono grandi....(riguardo al partito nostro italiano non e' un gran che...pero' nel parlamento europeo se fosse stato forte magari l'ACTA non sarebbe passata...)
    non+autenticato
  • - Scritto da: picard12
    > ma a nessuno interessa tutelare la parte più
    > debole ovvero il
    > cittadino?

    Il cittachi?
    Ah, quello che mette i soldi?
    No, basta che mette i soldi.
    non+autenticato
  • > Il cittachi?
    > Ah, quello che mette i soldi?
    > No, basta che mette i soldi.

    Ficnhe' non va a finire come l'argentina, poi mette fuori il fucile a canne mozze Sorride
    non+autenticato
  • Ma anche per quello ci vogliono i soldi!Occhiolino Specie x le cartucce!
    non+autenticato
  • - Scritto da: picard12
    > ma a nessuno interessa tutelare la parte più
    > debole ovvero il
    > cittadino?
    > solo sporchi interessi commerciali

    Tu, cittadino, hai miliardi di euro da sborsare?
    No?
    Allora non conti niente.
    Benvenuto nel mondo reale, dove il forte prevale sul debole. Sempre.
    non+autenticato
  • Non sempre, altrimenti tu saresti già stato schiacciato
    non+autenticato