Mr Telecom innamorato dell'eBusiness

Colaninno stringe accordi con Banca di Roma per il web banking mentre la sua creatura, Tin.it, firma un'intesa con CartaSì per legare E-Vai alla internet commerciale. Ma, dice, non vuole mogli

Roma - "Quando ci si sposa, preferisco essere il marito. Ho paura che ci siano tante zitelle che hanno perso la freschezza, ma qualche ragazza da marito ci può essere, se c'è la sposeremo": così Mr.Telecom, Roberto Colaninno, amministratore delegato di Telecom Italia, ha spiegato perché la sua azienda sta stringendo alleanze ma senza andare oltre.

Colaninno arrivava da una intesa strategica con Banca di Roma: "Con Geronzi abbiamo deciso un percorso che deve essere svolto. Non è un'alleanza, non siamo soci. Abbiamo comunità di intenti". Per il web banking, ha continuato: "Noi ci rivolgiamo verso tutto il mondo delle banche". Rispetto al settore del credito: "Telecom non fa che massimizzare la competizione riducendo i costi di distribuzione".

Che Mr.Telecom sia sedotto dall'eBusiness è evidente da tempo, e ancora di più da ieri quando il gioiellino di famiglia, TIN.it, ha firmato un'intesa con Servizi Interbancari per realizzare insieme "un nuovo genere di carta di credito". Stando alle due aziende, si tratterebbe di un sistema che renderebbe più sicure le transazioni su web e potrebbe essere associato all'offerta E-Vai di Telecom. "La nuova offerta, ha pomposamente commentato Rocco Sabelli, responsabile mercato Italia di Telecom, rappresenta un passaggio fondamentale per lo sviluppo del commercio elettronico e per la diffusione di Internet in Italia".
Ma Mr.Telecom ha detto di non aver ancora deciso di sposarsi e lo ha dimostrato ulteriormente ieri quando, dopo l'accordo con Servizi Interbancari e Banca di Roma, il gruppo Telecom Italia ha annunciato un'altra intesa con la Banca Popolare di Verona. In particolare, in questo caso, il pacchetto di home banking e di trading online della Banca verrà distribuito in kit (Cd-Rom?) contenenti anche l'accesso a Clubnet, la freenet di Telecom Italia.