Mauro Vecchio

RapidShare, multa per distrazione al filtraggio

Il servizio di file hosting dovrà pagare 150mila euro per non aver implementato un adeguato meccanismo di controllo preventivo degli upload. Violata una precedente ingiunzione ordinata da un giudice di Amburgo per violazione del copyright

Roma - Colpevole di aver ignorato una precedente ingiunzione nei suoi confronti, di non aver applicato un adeguato meccanismo di filtraggio preventivo dei contenuti caricati dai suoi utenti. Questi i primi capi d'accusa che hanno recentemente portato una corte di Amburgo a condannare la piattaforma di file hosting RapidShare.

Nulla sarebbe stato fatto per impedire la circolazione online di circa 150 titoli caricati senza autorizzazione, in barba ai rispettivi detentori dei diritti. RapidShare dovrà ora pagare una multa di 150mila euro per non aver rispettato i termini di un'ingiunzione preliminare ordinata nello scorso febbraio in terra tedesca.

Una settimana di tempo era stata data al servizio di file hosting, per eliminare definitivamente i contenuti in questione dai suoi archivi elettronici. Un gruppo di editori - tra cui MacMillian e McGraw Hill - si erano precedentemente rivolti al giudice accusando RapidShare di violazione del copyright.
E i responsabili del sito non avrebbero implementato il meccanismo di filtraggio suggerito dalla stessa corte, che avrebbe permesso loro di effettuare ricerche per parole chiave alla caccia dei testi incriminati. Una mancanza che avrebbe permesso ai testi di continuare a girovagare tra un utente e l'altro.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetRapidShare, no ai filtri preventiviIl popolare servizio di hosting esce vittorioso per l'ennesima volta dai tribunali tedeschi. RapidShare non può impiegare filtri, ha stabilito il giudice, e gli utenti hanno diritto a fare copie private su suoi server
  • AttualitàRapidShare si appropria dei suoi emuliMolti i domini consegnati nelle mani del servizio di hosting, responsabili di aver approfittato del trademark. Non tutti, però, abusano: secondo la WIPO rapidbay.net non è sinonimo di RapidShare
  • AttualitàUSA, assolto il nemico RapidShareDopo essere stato incluso nell'asse del male del P2P, il servizio di hosting è stato liberato dalle accuse di un'azienda specializzata in contenuti per adulti. Non sarebbe affatto responsabile dei contenuti caricati dagli utenti
68 Commenti alla Notizia RapidShare, multa per distrazione al filtraggio
Ordina
  • Se vogliamo caricare Saw 3D su Rapidshare rinominiamolo come uuewrw03.rar e mettiamogli una bella password difficile da "sgamare" (diffusa altrove).

    Addio filtraggioA bocca aperta
  • - Scritto da: djechelon
    > Se vogliamo caricare Saw 3D su Rapidshare
    > rinominiamolo come uuewrw03.rar e mettiamogli una
    > bella password difficile da "sgamare" (diffusa
    > altrove).
    >
    > Addio filtraggioA bocca aperta

    Fatti una scheda tre e vai al cinema a vederlo gratis. oppure cerca una delle N promozioni online che ti consentono di avere biglietti del cinema ad 1 euro o addirittura gratis per le anteprime... ce ne sono modi per vedere film GRATIS e LEGALMENTE...
    non+autenticato
  • Non hai capito il senso del post: In pratica imporre a rapidshare, dei filtraggi è inutile quando dannoso.

    1 Io posso fare archivi compressi con un nome totalmente diverso per eludere i filtri
    2 Posso mettere una password quindi questo frena eventuali controlli sui contenuti
    3 l'impossibilità di fare controlli su tutti i file caricati, in parte per i motivi 1 e 2, altro motivo è che ci vuole un immensa risorsa umana per controllare ogni singolo file, cosa che è impensabile anche per realtà enormi come google. Per non parlare che se si viene a sapere che Servizio X controlla il contenuto dei file che carichi o usa politiche assurde come "Archivio con password = Roba illegale), tale servizio si sega le gambe perchè in primi viola la "privacy" degli utenti, la seconda si preclude utilizzi leciti per molte persone.

    Sono soluzioni di pirro.
    Sgabbio
    26178
  • > Fatti una scheda tre e vai al cinema a vederlo
    > gratis.

    No grazie, non vado in un posto dove mi trattano come un criminale invece che come un cliente.

    ... avevo quasi smesso di comprare DVD originali perchè i miei bimbi si spavantavano nel vedere il filmato anti-pirateria all'inizio (che non si può neppure saltare). Mi ero quasi rassegnato a dover comprare l'originale, estrarre solo il film col PC e masterizzarne una copia...

    Poi su P2P hanno cominciato a circolare le ISO già pronte e così ho potuto smettere di comprare l'originale...
    non+autenticato
  • >No grazie, non vado in un
    >posto dove mi trattano come
    >un criminale invece che
    >come un cliente.

    Mi associo.
    Quelli maltrattati sono le persone paganti.

    >avevo quasi smesso di comprare
    >DVD originali

    Mai piu' comperati, sommando
    anche la qualita' piuttosto
    scadente delle produzioni "moderne".

    >su P2P hanno cominciato a circolare le ISO

    Io resisto e mi affido al buon
    vecchio prestito o all'attesa della
    messa in onda e relativa registrazione.
    non+autenticato
  • Dipende dal film che cerchi purtroppoTriste
    Sgabbio
    26178
  • di tutte le boiate che si sentono questa è di gran lunga la migliore.
    spero non ti offenderai se la citerò qualche volta perchè è proprio uno spasso.
    non+autenticato
  • Non è vero che nei cinema ti trattano come criminale ? Ma ci sono milioni di casi di gente ce veniva pure perquisita, intimata a svuotare borse e lasciare oggetti personali per paura dei pirati, trattando in defult i clienti come dei criminali incalliti.

    E sinceramente i DVD con lo spot anti pirateria non saltabile sono fastidiosi, anche se con alcuni DVD della warner, la cosa era raggirabile direttamente con il DVD fatto da loro.

    Non lo definerei panzane....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 dicembre 2010 18.21
    -----------------------------------------------------------
    Sgabbio
    26178
  • a me non è mai successo e non ho mai assistito a scene del genere.
    per lo spot contro la pirateria è sempre meno fastistidioso della pubblicità del dixan.
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Sgabbio ha scritto che ci sono stati milioni di casi in italia così ho pensato di condividere il mio dubbio sull'importanza del fenomeno.

    non ti avranno ancora ucciso ma in compenso tu hai ucciso l'italiano.
    non+autenticato
  • la responsabilizzazione di questi servizi è un efficace arma contro la pirateria, sono 6/7 anni che lo diciamo, dopo le prime multe, si trova il sistema di filtrare, probabilmente ci penseranno la prossima volta, e la società farebbe bene a rivalersi sugli utenti che hanno uplodato i contenuti.
    non+autenticato
  • e come si fa ha impostare una logica di filtraggio quando gli stessi file hostati hanno nomi tipo: xkxkkkddddd.dldld.1 ? Forse Rapidshare o chi per esso dovrebbe controllare ogni archivio uppato?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giovanni
    > dovrebbe controllare ogni archivio
    > uppato?

    Nemmeno... ci metti una gran bella password evvai!
  • non sono problemi di chi produce contenuti ....

    sotto segnalazione devi provvedere alla rimozione, cosa che non è stata fatta, se ti vuoi tutelare devi rendere l'utente identificabile in modo da poterti rivalere, altrimenti paghi.
    non+autenticato
  • Vuoi che un azienda privata si sostituisce alla polizia e alla magistratura ???

    Stai delirando ?
    Sgabbio
    26178
  • ma è già così, in che paese vivi?
    metti un server emule sul tuo pc di casa e vediamo se entro una settimana non hai la finanza a casa.
    secondo te i dati li avranno indovinati o glieli avrà dati il tuo isp?
    e non è questo una misera azienda?
    non+autenticato
  • Lucciole per lanterne come al solito.

    PS: Emule non usa server da anniA bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • ti voglio a fare bootstrap senza un server
    non+autenticato
  • I kad son serverless...mica per caso, eh ?
    Sgabbio
    26178
  • e in ogni caso se il tuo isp da informazioni tue senza autorizzazione di un magistrato fa una cosa illegale e puoi farti pagare fior fior di soldini perchè un privato non puo' chiedere i dati di nessuno.A bocca aperta
    non+autenticato
  • nessuno ha detto questo
    si discuteva di memorizzare i dati dei clienti da parte delle società
    non+autenticato
  • Mentre iniziano ad attaccare rapidshare, il traffico si sta già spostando su megaupload.
    non+autenticato
  • Magari saranno loro i prossimi.

    Però, sai, l'idra per ogni testa che tagli se ne fa ricrescere due Con la lingua fuori
  • Per non parlare che esistono altri servizi analoghi e meno conosciuti.
    Sgabbio
    26178
  • come principio mi sembra giusto, poiché queste società fanno soldi mettendo a disposizione materiale protetto da copyright.
    resta il fatto che un filtraggio di qualunque tipo resta inutile e sempre aggirabile.
    non+autenticato
  • questo è vero, ma un conto è fare le cose illegali con la certezza dell'impunità come è stato fino ad ora, un conto è fare le stesse cose illegali sapendo che qualcuno vigila e se ti trova paghi ....

    la pirateria si è diffusa perchè ne puoi parlare liberamente e nessuno dice niente, non c'è la percezione dell'illegalità e questa è la prima cosa da ripristinare.

    un esempio stupido, ma già questo parlare ha fatto prendere coscenza a qualcuno che forse quello che faceva era sbagliato, parlo per esperienza personale, sto rivedendo in negozio persone che erano sparite e con alcuni con cui avevo comunque un rapporto più stretto ne abbiamo discusso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: spacevideo
    > questo è vero, ma un conto è fare le cose
    > illegali con la certezza dell'impunità come è
    > stato fino ad ora, un conto è fare le stesse cose
    > illegali sapendo che qualcuno vigila e se ti
    > trova paghi
    > ....

    Si si si...certo.... peccato che la questione è ben diversa dal misero copyright.

    > la pirateria si è diffusa perchè ne puoi parlare
    > liberamente e nessuno dice niente, non c'è la
    > percezione dell'illegalità e questa è la prima
    > cosa da
    > ripristinare.

    Arrestiamo le persone che parlano di pirateria, 20 anni di carcere e 500 mila euro per ogni volta che si è detto pirateria in un discorso, perchè ha provocato mancati introiti ?

    > un esempio stupido, ma già questo parlare ha
    > fatto prendere coscenza a qualcuno che forse
    > quello che faceva era sbagliato, parlo per
    > esperienza personale, sto rivedendo in negozio
    > persone che erano sparite e con alcuni con cui
    > avevo comunque un rapporto più stretto ne abbiamo
    > discusso.

    Certo...certo... stai facendo propaganda trollesca ?A bocca aperta
    Sgabbio
    26178
  • Le cattive abitudini si sviluppano
    quando manca del tutto o si riduce
    al minimo il controllo.

    Peggio, perche' le aumenta, quando
    le conseguenti punizioni sono
    palesemente sproporzionate, nel
    segno di "uno per educarne cento".

    Ad essere onesti, la maggior parte
    delle persone scarica perche' lo
    fanno gli altri.
    Veramente pochi per ribellione..
    non+autenticato
  • > la pirateria si è diffusa perchè ne puoi parlare
    > liberamente e nessuno dice niente, non c'è la
    > percezione dell'illegalità e questa è la prima
    > cosa da
    > ripristinare.

    La pirateria si è diffusa perchè la gente sta capendo che non ha senso pagare un pizzo per il permesso di fare una copia, e perchè le majors vogliono essere pagate dieci volte per la stessa cosa.

    Non si può tornare indietro. E non vogliamo provarci.
    non+autenticato
  • la pirateria si è diffusa perchè non costa niente, non c'è nessun ragionamento filosofico dietro.
    non+autenticato
  • Vero. E perciò perchè mai bisognerebbe far pagare, per ciò che non costa nulla?
    non+autenticato
  • beh non costa nulla perché qualcuno l'ha rubato per gli altri.
    se la tua auto è parcheggiata e uno te la ruba fa bene, tanto no gli è costata nulla, giusto?
    qui tutti inventano i motivi più assurdi per cui è giusto scaricare a scrocco, quando è ovvio che è un furto. anch'io scarico i film ma mi guardo bene dal dire che è giusto.
    il mio intervento era solo per constatare che ogni eventuale blocco è inutile.
    non+autenticato
  • Paragonare un bene matteriale ad uno immateriale e sbagliato.

    Parlare di furto nel p2p è sbagliato, non sottrai nessuno bene a nessuno, ma ne hai una copia.
    Sgabbio
    26178
  • non è una questione di coscienza puoi scaricare 2000 film ma non volerne mai acquistare nessuno, o acquistarlo online. Io consiglio a chi ha una videoteca di vendere il più presto possibile perchè non ha futuro, e non per colpa della pirateria un piarata se affitta un film su dvd è per ripparlo, le videoteche sono vecchie non c'è niente da fare il digitale ora mai sta sostituendo i dvd le cassette e tutto ciò che è materiale, basta guardare in america, i servizi online vanno benissimo hanno i video on demand da molto tempo (da noi si stanno svegliando ora), poi vallo a spiegare a tuo figlio che non puoi dargli da mangiare perchè pensavi che la pirateria era la causa di tutto, invece mediaset affitta i film che hai tu a 1€ direttamente da casa....
    E ovviamente continuerà ad esistere persone che scaricano perchè non hanno intenzione di comprare, per questa gente non vale la pena vedersi un film in HD o al cinema, ma si accontentano anche di CAM questa gente non comprerà MAI un film perchè ne può fare a meno.
    Poi ci sono quelli che scaricano per farsi una cultura conoscere nuove opere per magari aquistarle o andare ai concerti etc...

    Insomma c'è un pò di tutto in entrambi i casi chi scarica di più sono anche quelli che meno danneggiano il mercato legale, il primo scarica solo perchè gratis quindi cmq non comprerebbe.
    Il secondo compra solo dopo che ha conosciuto un opera, quindi ha bisogno cmq di qualcuno che gliela faccia vedere. quindi senza scaricare compra meno perchè ha meno fonti da cui attingere.
    non+autenticato
  • Fanno soldi sull'utilizzo della piattaforma, non su cosa ci mettono dentro...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 05 dicembre 2010 18.48
    -----------------------------------------------------------
    Sgabbio
    26178