CD a prova di copia. Le major ci riprovano

Ci risiamo. Una casa discografica americana ha annunciato a breve l'adozione di una nuova tecnica anti-copia in grado di rendere illeggibili i CD-Audio sui lettori CD-ROM. Una limitazione pesante ai diritti del consumatore

CD a prova di copia. Le major ci riprovanoNew York (USA) - Le case discografiche ci riprovano. Dopo il fallimento, qualche tempo fa, del CD-Audio anti-copia che BMG introdusse sul mercato tedesco, dagli USA arriva ora la notizia che l'etichetta Music City starebbe per introdurre sul mercato un CD con una tecnologia che renderebbe impossibile l'estrazione digitale delle tracce audio.

Questa nuova tecnologia anti-copia, sviluppata da SunComm, riuscirebbe a rendere i CD-Audio illeggibili sulle unità CD-ROM dei computer sfruttando le differenze fra lo standard Red Book dei CD-DA con quello Yellow Book dei CD-ROM.

I CD protetti con tale tecnica diverrebbero incompatibili con i lettori CD-ROM e perfettamente leggibili, invece, su normali lettori audio, e tutto ciò grazie all'introduzione di informazioni aggiuntive sia nella tabella dei contenuti (TOC) sia fra ogni traccia audio: questi bit "di troppo" verrebbero ignorati dai normali lettori di CD-Audio, ma confonderebbero invece i lettori di CD-ROM.
L'introduzione di errori fittizi all'interno dei CD è da tempo lo schema di protezione più utilizzato per proteggere i CD di dati, anche se è sempre stato facilmente superato sia dal software (i programmi di masterizzazione) che dall'hardware (i masterizzatori).

Non solo dunque questo schema di protezione potrebbe finire molto presto in una bolla di sapone, ma secondo alcuni esperti potrebbe anche creare problemi di incompatibilità con una piccola percentuale di lettori audio. Oltre a questo ci sono poi da considerare i diritti lesi dei consumatori che, in questo modo, vengono privati della possibilità di ascoltare la musica su computer, di fare copie di backup dei propri CD e di trasferire la musica regolarmente acquistata su di un player MP3 portatile.
68 Commenti alla Notizia CD a prova di copia. Le major ci riprovano
Ordina
  • Sono daccordo di copiare i cd audio, visto il loro
    costo, ma attenti a non svegliare can che dorme
    La pirateria si stronca in poco tempo.
    Basta aumentare il costo dei supporti vergini.
    Quando si dovrà pagare dalle 20-30.000 x un cd
    vergine, e chi lo copia più, altro che protezioni
    .......vero ? E che questi grandi produttori per
    il momento và bene così visti gli introiti che ricavano dalla vendita di questi supporti....
    Sui quali anche la siae ci guadagna qualcosa.
    Per cui copiate gente copiate

    Saluti combat55
    non+autenticato
  • Io sono completamente d'accordo sulla copia illegale dei cd-audio e dati

    e poi....fatta la legge, trovato l'inganno!!
    Non esistono protezioni che non possono essere superate, fino ad oggi.
    Se non si possono eseguire copie con il masterizzatore si usano i "glass master". Non ci sono problemi.

    Abbassate intanto i prezzi dei cd-audio originali (attualmente da 30.000 in sopra), poi si vedrà.
    Attualmente con 30.000 si fanno 15 cd!!!!

    CIAO
    non+autenticato
  • Cara casa discografica,
    vorrei sapere perche` anziche` inventarsi
    nuovi formati (come DVD-A e SACD) non torni
    a pubblicare i brani anche su . Fare un 333
    pirata e` difficile e costoso, difatti nessuno lo fa.
    Potresti anche fare in modo che le radio di un disco
    non facciano ascoltare sempre lo stesso brano,
    sai sospetto a volte che in rewalta` gli altri 10 brani siano una schifezza.
    Pero` un vantaggio il CD lo ha:
    quando compro un CD usato, non mi devo preoccupare se l'acquirente precedente lo ha ascoltato
    con una piezo da 5 g con il tracking e l'antiskating sballato.
    figurati che quest'anno ho comprato piu` di
    venti CD usati, e gli altri erano allegati a
    riviste, nessuno in negoizio a 40.000

    PS: non sono tirchio: sto pensando di spendere quattro milioni per le casse nuove (non ovviamente quelle cosine USB che ti piacerebbero tanto)
    Krell
    non+autenticato
  • Ti prendi un lettore cd con uscita digitale E/O ottica colleghi il tutto
    e hai la qualita digitale!
    tempo 75 minuti
    converti e torna tutto come prima
    Anzi boicottiamo tutto cio che e protetto
    in quanto NON NE ABBIAMO REALMENTE BISOGNO
    ricordiamoci che si vive anche senza.

    Alle Mayor ABBASSATE I PREZZI

    Agli autori FATE A MENO DELLE MAIOR
    un sito costa 150.000 all'anno su un buon server
    organizzatevi.


    non+autenticato
  • non credo affatto che riusciranno mai a trovare un sistema anticopia infallibile.
    io possiedo il masterizzatore da poco tempo e ancora non ho trovato nessun cd veramente incopiabile.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 25 discussioni)