Alfonso Maruccia

SSD, Micron fa le flash più sicure

Il produttore di semiconduttori annuncia la disponibilità di una nuova tecnologie per i chip di memoria NAND. Capace di migliorare l'affidabilità delle unità di storage, nonostante la miniaturizzazione

Roma - Per aumentare l'affidabilità dei chip di memoria NAND, e incrementare l'attrattiva di questo genere di soluzioni per lo storage dei dati, Micron ha realizzato ClearNAND: una tecnologia di correzione degli errori (ECC) integrata direttamente all'interno dei suddetti chip. Disponibile in due diverse versioni, ClearNAND dovrebbe fornire ai dischi a stato solido (SSD) un'arma in più nella lotta commerciale con i supporti a tecnologia magnetica.

Se infatti i chip NAND Flash hanno gli indubbi vantaggi di non richiedere parti in movimento e di avere tempi di accesso ai dati estremamente bassi, lo stesso non si può dire dell'affidabilità della scrittura delle informazioni su unità realizzate con processo produttivo a 20 nanometri o anche inferiori: in queste condizioni la gestione dei bit si fa erratica, e il livello di errori cresce oltre i limiti consentiti con l'aumentare dell'usura del semiconduttore.

ClearNAND affronta il problema implementando una tecnologia ECC direttamente all'interno dei chip NAND, liberando il processore centrale dal carico di lavoro necessario a gestire gli errori e fornendo ai chip stessi un'affidabilità superiore a dimensioni di transistor ridotte. Con ClearNAND Micron intende salvaguardare il ritmo della miniaturizzazione dei chip di memoria e con esso "l'incredibile crescita e il successo conosciuto dall'industria" negli ultimi anni, dice il vicepresidente Glen Hawk.
Basato sulla tecnologia multi-level cell (MLC) a 25 nanometri di Micron, ClearNAND è attualmente disponibile in due diversi "sapori": la versione Standard con chip da 8-32 Gigabit è pensata per il mercato consumer, mentre la versione Enhanced (chip MLC da 16-64 GB) si rivolge al mercato enterprise/server. Quest'ultima è dotata di non meglio classificate caratteristiche aggiuntive, specifiche per lo scenario di impiego che le è proprio.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaIntel e Micron svelano le flash più denseLe due partner hanno completato la tecnologia di processo a 25 nanometri per la produzione di memorie NAND flash multi-level cell ancora più dense ed economiche
  • BusinessNumonyx è tutta di MicronC'è movimento nel settore dei chip di memoria. Scontato il beneplacito di Intel che possiede buona parte dell'azienda. Incerto il destino del reparto memorie di ST Microelectronic
  • TecnologiaSamsung annuncia flash da 20nmIl colosso coreano ha consegnato i primi campioni di chip NAND prodotti con una tecnologia di processo classe 20 nanometri. Chip che verranno utilizzati per produrre, tra le altre cose, schede SD con capacità fino a 64 GB
1 Commenti alla Notizia SSD, Micron fa le flash più sicure
Ordina
  • D'accordo per la vita delle celle, ceh possono essere riscritte un certo numero di volte, d'accordo anche per il fatto che tale numero di volte tenda a diminuire insieme al processo produttivo, ma che la scrittura dei dati su un SSD sia inaffidabile ed "erratica" sinceramente mi pare una gran cavolata detta per dare un perchè a questo prodotto...