Roberto Pulito

Exchange può contare su Gmail

Il servizio di posta Google garantisce la continuità di servizio a tutte le aziende che lavorano con i server Microsoft. Una nuvola sincronizzata a prova di tempesta

Roma - Scegliere il giusto servizio di posta elettronica non è affatto semplice, soprattutto per chi basa il proprio lavoro sulle email spedite e ricevute. A questo proposito, il colosso di Mountain View propone un gemellaggio strategico tra Gmail ed Exchange. La proposta, dedicata alle aziende, prevede di utilizzare lo spazio "cloud" offerto da Google per eseguire un backup di tutti i file presenti nei server Microsoft.

Il servizio, conosciuto come Google Message Continuity, clonerà i messaggi email di Exchange per assicurare la possibilità di continuare ad esercitare il proprio business aziendale, anche di fronte ad eventi "catastrofici". Nel caso in cui i server Microsoft dovessero crollare, anche solo per un semplice aggiornamento tecnico, l'utente finale potrà momentaneamente appoggiarsi al frontend di Gmail.

La sincronizzazione automatica (fornita al costo di 25 dollari l'anno, per utente) consentirà di gestire appuntamenti, contatti e messaggi, sempre aggiornati, a prescindere dall'account utilizzato in quel momento. E gli strumenti di collaborazione in tempo reale resteranno sempre a portata di mano, in tutti e due gli ambienti.
Con questa ennesima mossa, Google spera anche di convincere le imprese a compiere il passaggio definito da Exchange a Google Apps, la suite online che comprende tra l'altro Gmail, Google Calendar e Google Contacts. L'ammiccante slogan studiato da Mountain View sottolinea il cambio di filosofia e la semplicità della migrazione: "Usa il tuo tempo per gestire i tuoi affari, non il server della posta!".

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • BusinessGmail schiaccia Microsoft ExchangeLa più ampia installazione Gmail del Mondo rimpiazzerà il server Microsoft: ne fruiranno 1,3 milioni di utenti scolastici in Australia. Una bella compensazione per Gmail, che in Germania perde il suo nome per la via
  • AttualitàFacebook: verrà la fine di GmailPronto al lancio un client di posta elettronica web, pensato per spodestare quello di Google. Il sito in blu aprirà anche un nuovo data center, fiducioso della propria futura crescita
  • SicurezzaGmail, la posta elettronica col bucoLa webmail di Mountain View presterebbe il fianco agli spammer permettendo l'invio di posta elettronica (indesiderata) agli utenti che visitino un sito appositamente progettato
14 Commenti alla Notizia Exchange può contare su Gmail
Ordina
  • IBM, MS e Google stanno spingendo per questa direzione e gli IT manager vedono di buon occhio questi servizi perchè alla fine gestire un'infrastruttura di collaboration è complesso, costoso e a rischio.

    quindi è normale che i big "si facciano le scarpe" l'un l'altro per mangiare le fettine altrui, mi sembra solo strano che sia così caro questo servizio che alla fine è solo una sorta di backup. MS per circa 9 euro al mese ti dà la casella di posta online per utente...

    per la privacy non è sicuramente un tocca sana, ma d'altronde il protocollo SMTP non è proprio a prova di bomba di natura...
    Quello che potrebbe impressionare è che TUTTE le mail interne aziendali dove magari qualche scheletruccio c'è, sono in pancia a qualcun'altro.
    Però pagando (ovviamente) puoi avere la facoltà di criptare le tue informazioni...
  • ma va, è solo una mossa pubblicitaria di google

    exchange ha un sistema di cluster molto interessante ed efficiente e una volta scelto e messo in piedi exchange solo un cretino (che comunque ne è pieno il mondo) userebbe google per fare i backup, soprattutto a quel prezzo, se non con l'intenzione di migrare tutto a google. in questo caso se ne potrebbe discutere.
    non+autenticato
  • Tanti bei discorsi per il cloud...
    Tanti bei servizi ma fino a che manca la connettività o cmq va a singhiozzio, tutti questi discorsi sono un'ottima lettura di lunedì mattina
  • certo la connettività è fondamentale, ma oggigiorno moltissime aziende hanno già affrontato il problema con almeno due linee dati di cui una solitamente su rete e un'altra su ponte radio o altro carrier.
    certamente ci sono zone di territorio e (assurdità) zone industriali/artigianali dove portare connettività decente costa troppo e chi realizza le reti se ne impippa, lasciando le imprese ad arrangiarsi.

    io personalmente, per uso privato, sto usando google docs per alcune cose che mi capita di fare in più posti da postazioni diverse.
    vi assicuro che dopo floppy, cd e dvd ormai anche le chiavette usb per me sono tecnologia obsoleta.

    se poi chiude google o telecom sono fregato!
    vado a fare un backup e stampare tuttoCon la lingua fuori
  • > certamente ci sono zone di territorio e
    > (assurdità) zone industriali/artigianali dove
    > portare connettività decente costa troppo e chi
    > realizza le reti se ne impippa, lasciando le
    > imprese ad
    > arrangiarsi.
    >

    Fidati ci sono situazioni simili e la stessa TELECOM è la prima a fregarsene con la scusa più banale al mondo: area poco reditizia!
    Poi quando esiste connettività adsl, purtroppo la qualità è scarsa e quindi anche il sysadmin più esperto deve arrendersi alla carenza di banda.
    E' anche ovvio che io imprenditore non posso permettermi di spendere $cifra_assurda per accedere anche ai servizi cloud. Non ne vale la pena o cmq la spesa verrà ripagata in troppi anni avvenire.
    Alla fine il problema non sono gli imprenditori che non vogliono spendere anzi forse è il contrario!
    E poi vogliamo crescere a livello economico??
    Mi fanno ridere quando nei tg o nei vari talk show di parla di progresso economico grazie alla tecnologia...

    > se poi chiude google o telecom sono fregato!
    > vado a fare un backup e stampare tuttoCon la lingua fuori

    Il backup è sempre cosa buona e giusta! Con la lingua fuori
  • - Scritto da: fox82i
    > E poi vogliamo crescere a livello economico??
    > Mi fanno ridere quando nei tg o nei vari talk
    > show di parla di progresso economico grazie alla
    > tecnologia...
    ma nooooo cosa dici mai, siamo troppo avanti noi:
    presto avremo il wimax Fantasma
    non è per fare del qualunquismo, ma purtroppo da sempre viene prima la piccola (in senso di misera) grande (nel senso dei numeri) speculazione e poi se avanza qualcosa qualche vantaggio per chi vuole fare le cose...

    >
    > Il backup è sempre cosa buona e giusta! Con la lingua fuori
    sempre sia lodato!
  • "Nel caso in cui i server Microsoft dovessero crollare"
    non+autenticato
  • - Scritto da: vac
    > "Nel caso in cui i server Microsoft dovessero
    > crollare"

    Cosa molto probabile tra l'altro..
    E' la caratteristica che affascina i winari di tutto il mondo, si xche poi c'è il formattone, in quel caso si sentono dei supertecnici e iniziano a sparare le loro caxxate...

    Troppo lol... una banda di ciabattini!
    non+autenticato
  • Giaggià, e immagino le aziende siano ben contente di buttare le mail aziendali in pancia ad un servizio che ha sempre fornito interessanti spunti di discussione sulla gestione dei dati stessi...
    non+autenticato
  • Beh, con Exchange il tuo admin si diverte a leggere i tuoi però...
    Alla fine sempre in quel posto la prendi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giechi Cian
    > Beh, con Exchange il tuo admin si diverte a
    > leggere i tuoi
    > però...
    > Alla fine sempre in quel posto la prendi!

    LOL!

    Se poi il tuo admin ti ha preso in antipatia è ancora peggio...

    Rotola dal ridere
  • E sai le PA che si affidano ad esso, con il discorso dei contratti e dei concorsi? Che goduria di privacy!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giechi Cian
    > Beh, con Exchange il tuo admin si diverte a
    > leggere i tuoi però...

    le aziende fanno copie di tutta la posta in entrata in uscita e non usano gli admin, che hanno altri compiti, per leggerla.

    comunque si chiama posta aziendale e non posta personale. se usi la posta aziendale per le cose private (se ammesso) devi rinunciare alla privacy. altrimenti usi il gestore per la posta personale che più ti da fiducia.

    > Alla fine sempre in quel posto la prendi!

    alla fine ti devi sempre fidare dell'IT che gestisce i tuoi dati.
    certo che wikileaks non fa venir voglia di fidarsi di qualcuno.
    non+autenticato