Alfonso Maruccia

Adam, il tablet della discordia

Il chiacchierato tablet di Notion Ink comincia finalmente a prendere corpo con la possibilità di preordinare il prodotto. Che verrà comunque spedito non prima di un paio di mesi

Roma - Adam di Notion Ink vorrebbe essere il tablet che batterà iPad su tutti i fronti, sulle caratteristiche tecniche come sul prezzo e la possibilità di scelta tra modelli variamente accessoriati. Ma al contrario di iPad, di Adam si sa ben poco oltre a quello che è stato comunicato dalla casa produttrice. Sia come sia il nuovo gadget prende lentamente forma e Notion Ink comincia ad accettare i preordini, tra polemiche per immagini ritoccate e il presunto raggiro economico che si nasconde dietro un dispositivo che nessuno ha sin qui avuto modo di provare con mano.

Il CEO di Notion Ink Rohan Shravan ha confermato l'apertura dei preordini sul blog corporate, elencando le diverse varianti disponibili e confermando almeno una delle tante pretese strombazzate dalla società indiana: Adam costa meno di iPad, molto meno se si prende in considerazione un modello base. Le varianti attualmente disponibili per l'acquisto sono quattro, e vanno dalla versione "essenziale" con schermo LCD e connettività WiFi (375 dollari) a quella con schermo Pixel Qi, WiFi e 3G (549 dollari).

Piuttosto che rassicurare tutti sulla robustezza del business messo in piedi da Notion Ink, però, l'apertura dei preordini e l'annuncio dei primi modelli di Adam non hanno fatto altro che attirare nuove critiche sulla credibilità dell'azienda asiatica: l'infrastruttura responsabile della gestione degli ordini non ha retto alle richieste ed è finita gambe all'aria, mentre ha suscitato ulteriori polemiche la difficoltà di eseguire i pagamenti, l'assenza del circuito MasterCard, il prezzo delle spedizioni univoco per tutti i paesi del mondo (50 dollari).
Notion Ink ha provato a rispondere ad alcune delle critiche sul suddetto blog aziendale, rivelando che il costo per la spedizione dipende dal paese di partenza (la Cina), i termini della garanzia sono comparabili a quelli offerti dalle altre società tecnologiche. Per quanto riguarda la totale assenza di prove sul campo o dimostrazioni di come realmente sia un tablet Adam, Notion Ink promette di mettere online un video di approfondimento entro il prossimo 18 dicembre.

Ma il dubbio sulla legittimità di Adam viene al momento corroborato da un "trucco" di fotoritocco scoperto da Engadget, una modifica delle dimensioni dello schermo che appaiono più grandi in una versione successiva dello screenshot messo in bella mostra sul blog in occasione dell'annuncio dei preordini. A questo punto l'unica soluzione è toccare con mano il tablet una volta che verrà finalmente messo in mostra per quello che realmente è.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
30 Commenti alla Notizia Adam, il tablet della discordia
Ordina
  • Capisco che il nuovo tablet della Adam possa creare del panico, soprattutto a chi ha eletto l'Ipad come elemento superiore in assoluto.
    Nonostante ancora non sia stato reso nota la data di distribuzione dell'Adam , le sue super caratteristiche tecnologiche e le sue dotazioni vantate nel sito ufficiale lo faranno schizzare in brevissimo tempo nella top delle vendite di questa fetta di mercato motlo ambita dalle case mondiali di tablet; si preannuncia e soprattutto si teme da parte di alcuni un rivoluzionario tablet dal basso costo e dalla netta superiorita' tecnologica rispetto all'Ipad che si prevede destinato a finire nell'ombra...............
    non+autenticato
  • - Scritto da: ROBERTO ADORNO
    > le sue super
    > caratteristiche tecnologiche

    Ovvero, ce l'ha più lungo Sorride
    Sai che legnate nei denti prenderà se non gli confezionano un OS a dovere......
    Altro che "super caratteristiche"......
    non+autenticato
  • Non sono un apple fan, non ho l'ipad e non lo voglio nemmeno.... però il tuo intervento mi sembra un tantino azzardato.
    Tra l'altro come dicono in molti l'ipad utile o meno, bello o meno è uscito da un po'... di adam in giro non se ne vedono.
    Anche i netbook con linux dovevano spopolare.... POI CI HANNO MESSO XANDROS e le case farmaceutiche hanno fatto i soldi con l'imodium.
    Io ne ho preso un con suse e ho resistito 1 giorno prima di passare a mint.
    non+autenticato
  • Questo ha fatto "flop" ancora prima di partire.

    (il 2010 mi ricorda tanto la passerella degli iPod killer...)
    ruppolo
    33147
  • ........ed iPad continua a correre con un vantaggio incolmabile.

    I mesi passano, l'esperienza aumenta, il brnd si consolida e i difetti di gioventù vengono rimediati.

    I concorrenti devono ancora partire.

    Infine, vedo che si continua a strombazzare l'hardware "suppepotente", che fa "le buche in terra", che "c'ha tutto".... non comprendendo ancora che la gara a chi ce l'ha più lungo, nell'informatica, non serve a niente, se non a dimostrare il proprio infantilismo.

    Il nocciolo della questione, l'ago della bilancia fra successo e fallimento è un altro: IL SOFTWARE.

    E iOS è avanti anni luce.....
    non+autenticato
  • iOS sarà anni luce avanti per te, a me sa di gabbietta stretta stretta.

    Per carità, i dispositivi Apple hanno il loro perché, ma non credere che soddisfino il 100% della domanda...
  • La risposta che posso darti, è la solita: dipende.

    A me va più che bene, ma il mio giudizio è rapportato ai bisogni ed all'uso che ne faccio: ovvero scrivere, prendere appunti, leggere e inviare email, leggere le notizie in RSS, consultare i riferimenti (tutti: equivalenti a 10 kg di manuali) che mi interessano, avere con me sempre la Rubrica e l'agenda, chattare o telefonare via skype, consultare tutti i miei documenti archiviati in GoodReader (in locale) e su DropBox (in remoto), nonchè avere sempre con me un navigatore GPS e la mappa dei miei ristoranti e trattorie preferite.

    Il tutto in 740 grammi, senza accrocchi di fili, trasformatori, mouse etc, etc... che mi obbligano ad una borsa o, quanto meno, ad una tracolla.
    Ci lavoro, mi svago, senza problemi.

    Non ha l'USB? Pazienza. Ad oggi, dopo tre mesi, ancora non mi manca.
    Non posso caricare i programmi "che voglio"? Ma sì che posso, son tutti su iTunes. Non solo: la centralizzazione degli update è una comodità che, ancora, i più non hanno realizzato.

    Non va bene per tutti? Pazienza. Io sono in grazia di Dio Sorride

    Ultima nota: sulla scorta dell'esperienza più che positiva in ambito lavorativo, il prossimo pc di casa, sarà un iMac. E spero di poterlo comprare presto, molto presto.
    non+autenticato
  • DImenticavo: e non devo curarmi dei virus. Hai detto poco! Sorride
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > supponi che abbia 100 cartelle sul mio PC.
    > Ogni cartella contiene un insieme di immagini
    > numerate (es: i0001.jpg, ...,
    > i1000.jpg).
    > C'è modo di copiare tali cartelle in una botta
    > sola e successivamente visionarne il contenuto
    > scegliendo la 'cartella', avendo i tasti avanti e

    Dunque ti rispondo su Mac -> iPad (per il PC non so)

    Su Mac draggi la dir principale (quella che contiene le 100 sottodir) su iPhoto oppure
    selezioni le 100 dir e le draggi.

    iPhoto creerà 100 "Eventi" corrispettivi delle tue 100 directory.

    Poi dici ad iPad di sincornizzare le foto (tutte o i 100 Eventi selezionati) ed il gioco è fatto.

    > indietro (relativi alla singola cartella, non al
    > totale delle immgini) e la memorizzazione
    > dell'ultima posziione in ogni
    > cartella?

    Guarda, io per lavoro mi trovo spesso con gallerie di foto di backstage, eventi, etc, etc... ogni galleria di foto saranno almeno un 2000 foto ed oltre, sfogliarle su iPad non mi da problemi, ritrovare il punto in cui si era interrotto è sempre stato una questione di pochi secondi con il touch e l'esploso che genera iPad.

    Quello che realmente mi manca è la classificazione (da una a cinque stelle) per selezionare le foto che andranno mostrate al cliente.

    > Es:
    > -apro cartella 'porni' e smetto di sfogliare
    > all'immagine
    > i0400.jpg
    > -l'indomani apro cartella 'topine' e smetto di
    > sfogliare all'immagine
    > i0234.jpg
    > -l'infomani riapro la cartella 'porni' e devo
    > trovarmi automaticamente all'immagine i0400.jpg,
    > ovvero dove l'avevo
    > lasciata.

    Dimenticavo di dire che iPhoto scansionerà i volti di tutte le topine presenti nelle 100 DIR e ti presenterà anche su iPad delle altre gallerie di foto (logiche) raggruppate per singola topina, in questo modo potrai vedere tutte le avventure di "Moana" anche se cross-evento.



    >
    > C'è modo di fare tutto ciò in modo umananamente
    > sopportabile?

    Secondo me ti fai troppe seghe....mentali. Occhiolino

    Fan AppleFan Linux
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 dicembre 2010 18.57
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > bon, ci devo riflettere.

    Io mi sono limitato a dire quello che ti serviva, se ti dicessi cosa ci faccio io con iPhoto e iTunes su Mac che poi sincronizzo su iPhone e iPad scopriresti un mondo.

    La gente spesso critica iTunes reclamando la possibilità di poter copiare una dir di canzoni come hanno sull'HD invece è un concetto estremamente limitato.

    Poter gestire le proprie canzoni e foto tramite un DB (perché alla fine è quello che fanno iTunes e iPhoto) con migliaia di opzioni di personalizzazioni con regole estremamente complesse (fammi una playlist con le canzoni aggiunte negli ultimi 3 mesi che ho ascoltato meno di "3" volte, escludendo però tutto il genere "anni70" ed organizzamele in ordine di preferenza) non ha prezzo.

    > L'opzione di 'segnalibro' nelle cartelle di
    > immagini mi sarebbe
    > servito.

    In teoria l'opzione di 'segnalibro' potrebbe servire molto anche a me, ma non ne ho mai sentito la mancanza, anzi non ci avevo proprio mai pensato.

    Sui PDF ed eBook al contrario è fondamentale, specie su iPad.

    Comunque fai una cosa, quando ne hai l'occasione, passa ad un Apple Store o un qualunque punto dove puoi provare un iPad e prova a sfogliare una gallery di foto, toccherai con mano che scorrere da un punto all'altro anche con 2000 è molto intuitivo ed efficiente.

    Fan AppleFan Linux
  • contenuto non disponibile
  • - Scritto da: unaDuraLezione
    > - Scritto da: FinalCut

    >
    > > La gente spesso critica iTunes reclamando la
    > > possibilità di poter copiare una dir di canzoni
    > > come hanno sull'HD invece è un concetto
    > > estremamente
    > > limitato.
    >
    > sarà limitato, ma l'esigenza del 99% delle
    > persone è: 'adesso voglio ascoltare l'album
    > X'.
    > Questa possibilità deve essere *IMMEDIATA* (e il
    > modo più naturale è archiviare cartelle a due
    > livelli: artista/gruppo nel primo, album nel
    > secondo)
    > Poi si possono fare tutti i DB i tag, le stelline
    > i thumb up, quello che
    > vuoi.
    > Ma prima deve essere naturale la funzione
    > descritta sopra.

    http://images.apple.com/ipodtouch/features/images/...

    Hai presente quegli onnipresenti bottoni in basso dove c'è scritto, "Playlist, Artisti, Canzoni e Genius"?

    Se tappi Artisti appare automaticamente l'elenco di questi, se ne scegli uno vedrai tutti i suoi LP, con un tap puoi decidere di ascoltare tutti gli LP in sequenza oppure ne scegli uno solo.

    Rispetto al tuo metodo (quello dei files) iPod ha un vantaggio... le compilation, se ad esempio ho un brano di un artista che fa parte di una colonna sonora cosa fai?

    Con il tuo metodo non ti apparirà mai sotto la dir dell'artista... iPod avendo un DB invece te lo farà apparire comunque.

    Io comunque uso solo le playlist, molto più comode e belle. Anzi devo dire da quando ho Genius uso solo quello, parto con una canzone che mi va di ascoltare (rock, pop, disco, italiana, romantica, da allenamento, etc) e poi dico a Genius di seguire con quello stile...

    > Comunque non mi interessa parlare di musica.

    Ok

    > > In teoria l'opzione di 'segnalibro' potrebbe
    > > servire molto anche a me, ma non ne ho mai
    > > sentito la mancanza, anzi non ci avevo proprio
    > > mai
    > > pensato.
    >
    > Ti faccio un'esempio (senza tirare fuori i porni
    > di prima che ho introdotto per rendere divertente
    > l'intervento):
    > Sul Kindle puoi creare una cartella con un nome a
    > piacere e piazzarci dentro 5000 immagini che non
    > sono altro che le pagine di una serie a fumetti
    > in 50 volumetti.

    Ma scusa... Deluso ma vi piace tanto complicarvi la vita? A bocca storta

    Ma apri Acrobat (non serve il Pro, ci sono molte alternative gratuite) e gli dici di creare un PDF da una serie di jpg e magari di farti l'OCR del testo per renderlo indicizzabile...

    A quel punto hai un unico PDF (standard ISO) che potrai gestire dentro iBooks o un reader PDF con tutti i vantaggi di avere segnalibri multipli, note, evidenziazioni di passaggi, etc, etc...

    Dai su... 5000 jpg per leggere un fumetto... Deluso siamo nel 2011!!!


    > Quando esplori la home con i tuoi libri, ti
    > accorgi che c'è un nuovo titolo, ovvero quello
    > che hai dato alla cartella di
    > immagini.
    > Beh, lo puoi selezionare come se fosse un vero e
    > proprio libro, quindi leggi in sequenza tutte le
    > pagine di tutti i volumi del
    > fumetto.
    > Il segnalibro in questo scenario è a dir poco
    > indispensabile (il Kindle non ha l'anteprima
    > delle
    > immagini).
    > Comunque, ad occhio e croce una funzionalità del
    > genere (leggere in sequenza una serie di immagini
    > e ricordarsi dell'ultima) è molto semplice da
    > implementare e potrei farla io stesso (ho due
    > colleghi con account sviluppatore per IOS)...
    > magari ci faccio pure i soldi
    >Sorride

    Potresti provare, la vendi a 79c e se hai ragione tu magari ci fai un sacco di soldi. ...Io farei un PDF...

    Fan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 dicembre 2010 19.18
    -----------------------------------------------------------
  • contenuto non disponibile