Claudio Tamburrino

Google Latitude, esordio su iPhone

L'app nativa per iOS del servizio di geolocalizzazione di Google. Funziona anche in background. Era rimasta nel limbo della coda di approvazione per oltre un anno

Roma - Dopo l'apparizione a oriente durata appena poche ore, Google Latitude fa ufficialmente il suo esordio su App Store.

Nessun annuncio ufficiale per l'app del servizio di geolocalizzazione di Mountain View, che tuttavia è apparsa contemporaneamente sugli App Store nazionali. Stavolta sembra la volta buona.

Ritardato dalle strette maglie dello store digitale di Apple, il servizio (che Google aveva nel frattempo fornito agli utenti del melafonino con una versione HTML5) è ora dunque stato approvato da Cupertino e ha fatto il suo esordio in 27 lingue differenti.
I primi commenti sembrano positivi: il servizio funziona anche in background (aggiornando costantemente la propria posizione, se così si desidera) e individua dove i propri amici hanno effettuato l'ultima volta un checkin geolocalizzato, indicando quelli nelle vicinanze.

L'app di Latitude permette, inoltre, di decidere se ad un determinato contatto far vedere la propria posizione esatta, oppure solo la città in cui ci si trova: oppure nulla, rimanendo ai suoi occhi invisibili.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate