Alfonso Maruccia

Oracle vuole altri 200 milioni da SAP

Il già salato conto presentato a SAP dalla giuria dovrebbe essere maggiorato ancora degli interessi sulla multa, sostiene Oracle. Piuttosto comprensibilmente, SAP non è affatto d'accordo

Roma - Non contenta di aver ottenuto una vittoria schiacciante contro SAP in tribunale, Oracle quantifica l'ennesima richiesta monetaria nei confronti della azienda software tedesca. Il colosso dei database pretende ora il pagamento di altri 212 milioni di dollari, vale a dire gli interessi sugli 1,3 miliardi di dollari già stabiliti dalla giuria come risarcimento per la violazione del diritto d'autore ammessa da SAP.

Conteggiando assieme gli interessi, la multa e le spese legali già pagate da SAP per 120 milioni di dollari, il "costo" complessivo del verdetto favorevole a Oracle lieviterebbe fino alla cifra astronomica di 1,63 miliardi di dollari. A quel punto l'acquisto di TomorrowNow da parte di SAP si rivelerebbe essere uno dei peggiori investimenti hi-tech mai intrapresi.

Neanche a dirlo, SAP non vuole in alcun modo pagare Oracle più dei 28 milioni di dollari calcolati come compenso per l'uso non autorizzato dei suoi file a opera della suddetta TomorrowNow: "Non crediamo che Oracle abbia diritto ad alcun compenso aggiuntivo oltre quello del giudizio finale emesso per il caso", dice un portavoce dell'azienda, mentre resta non confermata l'intenzione di ricorrere in appello contro il verdetto.
La richiesta di Oracle dei 212 milioni aggiuntivi è stata formulata in vista del verdetto finale che il giudice dovrà emettere nelle prossime settimane. In più, Oracle ha chiesto la restituzione di qualunque materiale protetto da copyright di sua proprietà entro e non oltre 30 giorni.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàSAP deve 1 miliardo a OracleFinisce male, anzi malissimo lo scontro in tribunale, con l'azienda tedesca condannata a risarcire lautamente la statunitense. Garantito l'appello: e dire che Oracle aveva chiesto anche di più
4 Commenti alla Notizia Oracle vuole altri 200 milioni da SAP
Ordina