Mauro Vecchio

Agcom non entra nel Tubo

Interrogato alla Camera, il ministro Elio Vito ha sottolineato come siti web e servizi di UGC siano da ritenersi esclusi dalle norme emesse a fine anno dall'Authority. Piattaforme come YouTube non selezionano ex-ante i contenuti

Roma - A chiarirlo è stato il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito: i siti web di natura privata, i motori di ricerca e più in generale tutti quei servizi basati su contenuti generati dagli utenti (UGC, user generated content) sono da ritenersi esclusi dalle norme varate allo scadere del 2010 dai commissari Agcom.

Piattaforme come YouTube e Dailymotion non saranno così assoggettabili al nuovo regolamento sui servizi media audiovisivi a richiesta, emesso dall'Authority per interpretare il mandato dall'allora viceministro Romani in materia di regolamentazione dei video online e delle web-radio.

Il ministro Vito ha così risposto ad un'interrogazione alla Camera di Flavia Perina (Fli), preoccupata che la censura possa colpire quei siti con contenuti audiovisivi, una volta equiparati ai palinsesti delle TV tradizionali. Almeno secondo le due delibere Agcom numero 606 e 607.
E Vito ha sottolineato come i siti che non selezionano ex-ante i contenuti generati dagli utenti, ma effettuano una mera classificazione dei contenuti stessi, non rientrino nel campo di applicazione della norma. "Tranne nel caso - precisa - in cui sussistano congiuntamente sia la responsabilità editoriale che lo sfruttamento economico".

Soddisfatta Flavia Perina: "Vito ha espressamente escluso l'assoggettabilità di YouTube, Vimeo e Dailymotion alla nuova regolamentazione. Un'interpretazione opposta avrebbe conseguenze molto pesanti per lo sviluppo della Rete nel nostro paese, sia in termini di libertà degli utenti che degli operatori, che potrebbero trovare non più profittevole la loro presenza in Italia".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
19 Commenti alla Notizia Agcom non entra nel Tubo
Ordina
  • se YT toglie tutti i contenuti che riguardano un certo nanerottolo con le orecchie da elefante, scommetto che tutto va a posto.
    Ma YT non lo farà mai, perchè questo nanerottolo è la macchietta del web: come poter togliere quattro sane risate su questo soggetto che non ha eguali in tutto il regno dei clown.
    non+autenticato
  • Già l'ha fatto e fa

    "Questo video è stato rimosso a causa della violazione dei termini e condizioni d'uso"
    non+autenticato
  • - Scritto da: SCF IS EVIL
    > Già l'ha fatto e fa
    >
    > "Questo video è stato rimosso a causa della
    > violazione dei termini e condizioni
    > d'uso"

    secondo me perché considerati osceni o pornografici A bocca aperta
  • Ora che è tutto chiaro, finalmente potremo tutti controllare e denunziare alla PolPost, anzi meglio la GdF (che collabora con l'AGCOM) tutti quei maledetti siti di video on demand che osano proporre gratis o a pagamento film inadatti ai minori (horror ad esempio) anche la mattina e il pomeriggio!
    Facciamo chiudere il webcubo di Telecom, Popcorntv, lo streaming di MediaWorld e compagnia briscola. La normativa dell'Agcom parla chiaro: niente contenuti lineari e non lineari inadatti ai minori prima di notte fonda, anche se criptati. Quindi i server vanno chiusi 18 ore su 24, niente storie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giancarlo Pr.
    > Ora che è tutto chiaro, finalmente potremo tutti
    > controllare e denunziare alla PolPost, anzi
    > meglio la GdF (che collabora con l'AGCOM) tutti
    > quei maledetti siti di video on demand che osano
    > proporre gratis o a pagamento film inadatti ai
    > minori (horror ad esempio) anche la mattina e il
    > pomeriggio!
    > Facciamo chiudere il webcubo di Telecom,
    > Popcorntv, lo streaming di MediaWorld e compagnia
    > briscola. La normativa dell'Agcom parla chiaro:
    > niente contenuti lineari e non lineari inadatti
    > ai minori prima di notte fonda, anche se
    > criptati. Quindi i server vanno chiusi 18 ore su
    > 24, niente storie.

    E se si collegano a un server in usa gli dichiariamo guerra affinche' anche loro chiudano ai nostri orari !!! Ecco !
    krane
    22544
  • Questo è il governo del fare! questo governo ha fatto tanto!
    che colpa ne ha se tutto si è ridotto ad uno spreco di carta e denaro solo perché al mondo esistono l'ambiguità, il buonsenso, la costituzione, le leggi internazionali...
  • Ok, youtube e i vari UCG NON sono assoggettati alla normativa... perche',
    precisa, "se eseguono mera classificazione dei contenuti stessi, non rientrino nel campo di applicazione della norma. "TRANNE NEL CASO - precisa - in cui sussistano congiuntamente sia la responsabilità editoriale che lo sfruttamento economico"".

    Ora e' lapalissiano che youtube (e tutti i siti di stream piu' grossi di quelli hostati sulla propria adsl di casa) promuovano uno sfruttamento economico (anche indiretto, certo = gli ads). Quindi gia' la 1'eccezione.

    La "responsabilita' editiorale" e' gia' piu sibillina... youtube cmq ce l'ha di sicuro.. anche perche' hanno gia condannato 2 dirigenti di youtube proprio per questo (il famigerato caso vividown). QUINDI?
    non+autenticato
  • google per google video, tra l'altro accusa e la condanna erano pure campate in aria Oo (comunque vanno in appello)
    Sgabbio
    26177
  • Esattamente.

    > - Scritto da: Sgabbio
    > google per google video, tra l'altro accusa e la
    > condanna erano pure campate in aria Oo (comunque
    > vanno in
    > appello)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Thepassenge r
    > Esattamente.
    >
    > > - Scritto da: Sgabbio
    > > google per google video, tra l'altro accusa e la
    > > condanna erano pure campate in aria Oo (comunque
    > > vanno in
    > > appello)
    e la precisazione cambia qualcosa alla sostanza del discorso?
    non+autenticato
  • Si, perchè non furono accusati di lucare del video nella sentenza ma per "violazione della privacy" se non vado errato, curioso visto che il video non l'hanno ne girato loro, ne tantomento caricato loro....
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Sgabbio
    > Si, perchè non furono accusati di lucare del
    > video nella sentenza ma per "violazione della
    > privacy" se non vado errato, curioso visto che il
    > video non l'hanno ne girato loro, ne tantomento
    > caricato
    > loro....
    no non hai capito cosa intendevo. Se li hanno puniti e' perche' gli contestano una "responsabilita' editoriale". Cioe' il secondo dei 2 punti che elencavo.
    non+autenticato
  • Vedo che la lungimiranza italiana non ha eguali: cosa succederà quando YouTube vorrà proporre lo streaming a pagamento anche in Italia?
    Si farà un'ulteriore norma apposita per la singola azienda che è YouTube per differenziare l'attività di hosting di materiale degli utenti, da quella di content provider ?
    Proprio adesso che negli USA tutti si buttano sullo streaming digitale, noi blocchiamo sul nascere... beh ovvio, a chi fa comodo che Mediaset e Rai rimangano le sole??? Ai soliti noti che guarda caso sono anche quelli che fanno le leggi.
    non+autenticato
  • Ma non mi dire, ci sei arrivato solo ora? Ecco perchè da noi la rete è qualcosa da terzo mondo.
    Tuttavia il progresso è inevitabile e non lo puoi bloccare, prima o poi saranno costretti a cedere anche se per ora cercano di restare a galla più che possono.

    > a chi fa comodo che
    > Mediaset e Rai rimangano le sole??? Ai soliti
    > noti che guarda caso sono anche quelli che fanno
    > le
    > leggi.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)