Alfonso Maruccia

Galileo, il GPS europeo sempre più costoso

Il network satellitare per la geolocalizzazione continua la sua collezione di critiche e aumento di costi. La sua messa in funzione richiede un altro paio di miliardi, dice la Commissione da Bruxelles

Roma - Dopo l'assegnazione delle prime commissioni per la costruzione e il lancio della rete di satelliti geostazionari europei, il progetto Galileo torna a far parlare di sé. E si tratta, come al solito, di notizie non particolarmente positive: la Commissione Europea prevede un forte rialzo per i costi di sviluppo e deployment, mentre un cablogramma pubblicato da Wikileaks rivela opinioni niente affatto lusinghiere sull'iniziativa diffuse in seno al management delle aziende di settore.

Da Bruxelles fanno sapere che la messa in orbita di un network di 30 satelliti - da usare per Galileo così come per European Geostationary Navigation Overlay Service (EGNOS) per il miglioramento dell'affidabilità di Galileo e GPS - costerà 1,9 miliardi di dollari in più rispetto ai 3,4 miliardi già stanziati dalla UE.

Nella sua comunicazione fatta pervenire al parlamento e al Consiglio europei, la Commissione identifica i fattori che hanno portato all'esplosione del budget nell'aumentato costo nella fase di sviluppo, l'aumento del prezzo dei razzi-vettore e la mancanza di concorrenza nell'assegnazione di alcuni contratti nella fase di messa in orbita.
I costi aumentano ma "gli obiettivi finali non vanno messi in discussione", dice la UE, perché il denaro già stanziato copre la costruzione e il lancio dei primi 18 satelliti del network e le infrastrutture di terra associate. Galileo permetterà all'Europa di giocarsela alla pari con gli USA nel settore della tecnologia spaziale, dice il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani.

Resta il fatto che una parte dell'industria europea non è affatto convinta della centralità di Galileo negli interessi europei, tutt'altro: secondo un cablogramma dei diplomatici USA spifferato da Wikileaks, il CEO dell'azienda tedesca OHB Berry Smutny - già partecipante all'assegnazione della prima tranche di commissioni - considererebbe Galileo un progetto "stupido", ridondante rispetto al GPS statunitense e nient'altro che un favore economico fatto dai potentati di Bruxelles alla lobby dell'industria aerospaziale francese.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
64 Commenti alla Notizia Galileo, il GPS europeo sempre più costoso
Ordina
  • I soldi non ci sono, inutile stare a girarci intorno. Il riscontro economico che sembrava tanto promettente non si realizzerà, quindi é necessario il coraggio da parte della Commissione Europea di chiudere il progetto per evitare ulteriori sprechi.

    Il denaro va utilizzato per incentivare le imprese e ridurre la pressione fiscale su cittadini e imprenditori, non per realizzare sogni privi di senso. Chiudere TUTTO il programma spaziale Europeo, ritirare ogni partecipazione agli inutili carrozzoni spaziali internazionali, sciogliere l'ESA. Subito.
    non+autenticato
  • Questo pianeta prima o poi farà una brutta fine, L'esa è la futura possibilità di avere una barca per andarcene anche noi.

    LA RICERCA E LA TECNOLOGIA deve progredire, se ci si impegna i soldi bastano, se non seguiamo gli americani in insulse missioni belliche.
    I soldi ci sono, abbiamo buttato 3 intere finanziarie per 35 aeroplanini che serviranno a niente.
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: Be&O
    > Questo pianeta prima o poi farà una brutta fine,
    > L'esa è la futura possibilità di avere una barca
    > per andarcene anche
    > noi.
    >

    E tu pensi di essere lì per dovertene preoccupare? L'umanità si sarà estinta da molto, molto tempo prima che questo pianeta faccia una "brutta fine" come credi tu e gli altri bambocci che guardano star trek.
    Inoltre, non c'é NESSUN POSTO dove andare. Non ci sono altri pianeti dove andare, non possiamo viaggiare più velocemente della luce. L'unica utilità delle costose e improduttive missioni lunari é stato chiarire questo una volta per tutte: possiamo vivere solo sulla Terra, quindi teniamoci i piedi ben piantati e lasciamo perdere tutte le fesserie.
    non+autenticato
  • 1) Bamboccione di StarTrek lo dici a qualcun'altro.
    2) L'evoluzione ha un unico scopo, lo stesso che porta the a scopare, che è quello di proseguire, il pianeta prima o poi muore, tutto invecchia.

    Però, sta a noi fare la differenza, un protozoo se non avesse deciso di evolversi, ora saremmo ancora un un fango primordiale.
    Il capire come è composta la materia, la nostra curiosità nell'esplorare, fa parte di una meccanica già scritta, e nessuno può accertare se quel fango primordiale abbia fecondato la terra dallo spazio.

    La velocità della luce non è aggirabile, con le conoscenze che abbiamo ora, nemmeno scindere l'atomo nel 1942 era possibile.

    Ricordati che in 50 anni abbiamo fatto un salto tecnologico che riesce a far più danni di quello che siamo riusciti a fare in 250.000 anni di esistenza di un essere senziente detto Homo.

    Quindi non venire a menar cazzate, se sei filoamericano son problemi tui, prenditi un biglietto e vai a fare l'emigrante in casa loro.

    In teoria, potremmo anche suicidarci in massa tanto in qualunque momento un brillamento solare può azzerare tutta la nostra tecnologia.

    L'indipendenza è sempre una cosa giusta, non esistendo un "Unione Mondiale" è l'unica strada.
    Il mondo industrializzato (20%) consuma l'80% delle risorse del pianeta.
    Il 50% delle ricchezze mondiali è in mano al 2% della popolazione.

    Prima o poi quel 98% si incazzerà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Be&O Unlogged
    > 1) Bamboccione di StarTrek lo dici a
    > qualcun'altro.

    Va bene anche "bamboccione di Guerre Stellari" se preferisci. Sempre ingenui bamboccioni senza contatto con la realtà siete.

    > 2) L'evoluzione ha un unico scopo, lo stesso che
    > porta the a scopare, che è quello di proseguire,
    > il pianeta prima o poi muore, tutto
    > invecchia.
    >

    E allora?

    > Però, sta a noi fare la differenza, un protozoo
    > se non avesse deciso di evolversi, ora saremmo
    > ancora un un fango
    > primordiale.

    Non hai studiato molto, vedo: l'evoluzione secondo Richard Dawkins (che ne sa molto più di te sull'argomento) é inevitabile. Il protozoo non ha "deciso" di evolversi, anche perché i protozoi non pensano (come i bamboccioni di star trek).

    > Il capire come è composta la materia, la nostra
    > curiosità nell'esplorare, fa parte di una
    > meccanica già scritta, e nessuno può accertare se
    > quel fango primordiale abbia fecondato la terra
    > dallo
    > spazio.
    >

    E anche se lo sapessi che differenza fa? Sei patetico.

    > La velocità della luce non è aggirabile, con le
    > conoscenze che abbiamo ora, nemmeno scindere
    > l'atomo nel 1942 era
    > possibile.
    >

    La velocità della luce non é aggirabile ora, non sarà aggirabile domani, e non lo sarà mai. Viceversa scindere l'atomo é SEMPRE stato possibile in quanto scientificamente possibile. La velocità della luce non é superabile. Inchinati alla scienza.

    > Ricordati che in 50 anni abbiamo fatto un salto
    > tecnologico che riesce a far più danni di quello
    > che siamo riusciti a fare in 250.000 anni di
    > esistenza di un essere senziente detto
    > Homo.
    >

    E allora? Sempre più patetico, prevedibile e divertente. Abbiamo fatto il salto tecnologico perché esisteva un motivo per farlo.

    > Quindi non venire a menar cazzate, se sei
    > filoamericano son problemi tui, prenditi un
    > biglietto e vai a fare l'emigrante in casa
    > loro.
    >

    LOOOL! Dove ho scritto di essere filoamericano? Io considero gli amerlocchi una specie inferiore a noi Europei, la cultura più avanzata di tutti i tempi. Vai tu negli stati uniti di amerlocchia, bamboccio di guerre stellari.Sorride

    > In teoria, potremmo anche suicidarci in massa
    > tanto in qualunque momento un brillamento solare
    > può azzerare tutta la nostra
    > tecnologia.
    >

    Non ci possiamo fare niente in ogni caso, quindi preoccupiamoci di quello che veramente possiamo fare: mettere in sesto l'economia, creare posti di lavoro e prosperità in modo da rendere QUESTO mondo un posto migliore e più vivibile invece di cercarne altri per sempre al di fuori della nostra portata.

    Ma questo i bambocci di star trek non possono capirlo.Occhiolino

    > L'indipendenza è sempre una cosa giusta, non
    > esistendo un "Unione Mondiale" è l'unica
    > strada.

    Non se costa troppo. Per questo esiste l'Unione Europea, così ogni nazione può concentrarsi su quello che può fare meglio invece di chiudersi nell'autarchia. Cosa nota a tutte le persone intelligenti e, ovviamente, sconosciuta ai bambocci di star trek.Occhiolino

    >
    > Prima o poi quel 98% si incazzerà.

    E allora lo schiacceremo. Quel 2% ha tutti i vantaggi militari e tecnologici dalla sua parte. Vuoi unirti al 98% dei perdenti, bamboccio di star trek?Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Feet on the Ground
    > - Scritto da: Be&O Unlogged
    > La velocità della luce non è aggirabile, con le
    > > conoscenze che abbiamo ora, nemmeno scindere
    > > l'atomo nel 1942 era possibile.
    > >
    >
    > La velocità della luce non è aggirabile ora, non
    > sarà aggirabile domani, e non lo sarà mai.
    > Viceversa scindere l'atomo è SEMPRE stato
    > possibile in quanto scientificamente possibile.
    > La velocità della luce non è superabile.
    > Inchinati alla scienza.

    Qui hai ciccato: la teoria della relatività è (a rigore) sbagliata, infatti non riesce a spiegare quanto avviene a scala subatomica (potrei anche dire che ci sono delle anomalie sulla velocità di rotazione delle galassie, e per non modificare la relatività secondo le osservazioni sono state introdotte prima la 'materia oscura' e poi l''energia oscura'... ma questi sono ancora argomenti di studio molto controversi). Questo non vuol dire che è da buttare via, ma è da perfezionare: non abbiamo ancora nessuna teoria del tutto che funzioni.

    Per quello che ne sappiamo ora la velocità della luce non è superabile, ma ci sono dei modelli teorici di "motore a curvatura" funzionanti: hanno dei grossi limiti (uno dei quali il motore che curva lo spaziotempo non può essere nella regione di spaziotempo curvata, cioè non può essere a bordo della 'nave spaziotemporale'...) e delle lacune che per adesso sembrano incolmabili (le equazioni dicono che curvando così e cosà lo spaziotempo si può 'superare' la luce accorciando in realtà lo spazio da percorrere creando una bolla etc. etc., ma nessuno ha idea di come piegare lo spaziotempo a piacimento).
    Per quello che gli scienziati sapevano, l'atomo non era scindibile, (ripassati i modelli atomici di Thomson, Rutherford e Bohr per vedere come si sono evoluti).

    Ricapitolando hai dimenticato una cosa fondamentale: la scienza non ha nessuna verità assoluta, quanto detto fino a oggi può essere smentito domani da una teoria che spieghi più cose e che sia in accordo con più esperimenti di quella precedente.
    Questo vale per l'atomicità dell'atomo, come per l'insuperabilità della velocità della luce.
  • - Scritto da: Feet on the Ground
    > I soldi non ci sono, inutile stare a girarci
    > intorno. Il riscontro economico che sembrava
    > tanto promettente non si realizzerà, quindi é
    > necessario il coraggio da parte della Commissione
    > Europea di chiudere il progetto per evitare
    > ulteriori
    > sprechi.
    >
    > Il denaro va utilizzato per incentivare le
    > imprese e ridurre la pressione fiscale su
    > cittadini e imprenditori, non per realizzare
    > sogni privi di senso.
    E' esattamente quelle che fanno ora: finanziano progetti che tengono in piedi aziende elettroniche e aerospaziali, più un discreto indotto, in cambio di un sistema GPS che potrà essere utile.
    Già ora, una parte delle spese per l'acquisto di materiale militare in Italia passa attraverso il bilancio del Ministero per lo Sviluppo Economico, quindi è chiaramente un incentivo alle imprese.

    Tu sembri parlare di aiuti a fondo perduto, in genere non consentiti in quanto alterano il mercato e sanno di aiuti di stato incompatibili con l'Unione Europea (ovviamente esistono, ma si cerca di mascherarli per evitare richiami e sanzioni).

    Gli USA fanno lo stesso. Chiudere le NASA costerebbe milioni di dollari in mancata produzione industriale, oltre a far mancare il finanziamento alla ricerca in tanti settori. Non ci fosse stata la ricerca sul fotovoltaico come energia per satelliti e sonde varie, ora sul pianeta non staremmo nemmeno a sognarci di ottenere impianti solari efficaci, per esempio.
    non+autenticato
  • Infatti! La ricerca aerospaziale è un investimento innanzitutto per il nostro pianeta. Dovendo escogitare soluzioni tecnologiche avanzatissime a causa dell'ostilità dell'ambiente (lo spazio è un posto alquanto insalubre), le ricadute nel mondo civile sono continue e tangibilissime.

    Non ci fosse stata la corsa per lo spazio, non avremmo i satelliti (niente previsioni meteo di qualità, niente GPS, telecomunicazioni limitate), ma non avremmo neppure un forno a µonde in ogni cucina.
    non+autenticato
  • dopo anni di sviluppo hw/sw qualche scienziatone non è ancora sicuro di come voglia usare tutto il sistema, dal caricamento dei dati fino alla modulazione del segnale...
    io non vi ho detto niente, eh!
    non+autenticato
  • - Scritto da: critico di passaggio
    > dopo anni di sviluppo hw/sw qualche scienziatone
    > non è ancora sicuro di come voglia usare tutto il
    > sistema, dal caricamento dei dati fino alla
    > modulazione del
    > segnale...
    > io non vi ho detto niente, eh!

    infatti non abbiamo capito niente
    non+autenticato
  • Ridondante un cavolo. A parte tutte le ragioni che non sto qui a spiegare sulla necessità per l'Europa di non dipendere dagli USA per la geolocalizzazione, Galileo è un progetto attuale e fornisce un'accuratezza che GPS si sogna. Possibile che nessuno si sia reso conto che, possiamo migliorare i navigatori quanto vogliamo, ma il livello di accuratezza erogato ai civili da GPS lascia alquanto a desiderare (5-10m). Con Galileo questo valore (sempre per i civili) scende a 1-2m, i navigatori diventeranno estremamente più precisi. Insomma, se non lo costruiscono loro un sistema GPS adeguato al XXI sec. lo costruiremo noi, e vi assicuro che ne godremo di tutti i frutti, funzionali, ma anche economici. Questo è il miglior progetto tecnologico europeo al momento, insieme a DESERTEC.
  • Come dicono in tanti gli usa fanno quello che va meglio per loro, e poi gli usa sono ad 10000km dal europa come e stato nella seconda guerra mondiale preferiscono farre la guerra in casa di altri che a casa loro mica stupidi!! e poi meglio che il pane me lo faccia io che prenderlo dal vicino che magari oggi non melo da per un motivo o per altro.
    Spero che cogliate i concetti del modo di oggi.
    non+autenticato
  • Personalmente reputo 10 metri di precisione una buona approssimazione, per un civile.
  • - Scritto da: gwala
    > Personalmente reputo 10 metri di precisione una
    > buona approssimazione, per un
    > civile.

    Parla per te. Con 10 metri di precisione non posso far passare il mio drone da ricognizione sul terrazzo della svedese 3km dal mio appartamento.
    non+autenticato
  • Se è per questo manco con 2 metri! Credo sarebbe meglio usare una telecamera. Anzi, se parliamo di donne meglio ancora la stereocamera biologica che madre natura ti ha fornito =)
    ps: cmq il gps integrato sul mio android fornisce un'approssimazione di 70 metri, che comunque reputo più che sufficiente per l'orientamento e la tracciazione dei miei percorsi in mountain bike.
  • Dipende dall'uso civile che ne vuoi fare. Per un navigatore satellitare 10 m vanno bene (funzionano...), ma per un'infinità di altri compiti no.

    Pensa ad esempio alla guida automatica di un veicolo. Non è fantascienza: già da molti anni esistono trattori (sperimentali) a guida automatica, dove il segnale GPS viene portato ad un'accuratezza centimetrica tramite correzione differenziale. Solo che la correzione differenziale è un investimento che pochi possono permettersi...
    non+autenticato
  • ...e, aggiungo, va bene per guidare un trattore, ma non un'autovettura (la stazione radio di correzione deve stare al massimo a poche centinaia di metri dal veicolo)
    non+autenticato
  • Pago volentieri le tasse per qualcosa come Galileo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luke1
    > se non lo
    > costruiscono loro un sistema GPS adeguato al XXI
    > sec. lo costruiremo noi

    Gli statunitensi hanno già un sistema GPS più potente, ma è ad uso solamente militare.
    Non ce lo daranno mai, se non quando ormai sarà totalmente obsoleto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sardugno

    > Gli statunitensi hanno già un sistema GPS più
    > potente, ma è ad uso solamente
    > militare.
    > Non ce lo daranno mai, se non quando ormai sarà
    > totalmente
    > obsoleto.

    Ad ogni modo, anche per gli scopi militari, Galileo ha una risoluzione nettamente superiore a quella di GPS.
  • ora, in tutta coscienza, per quanto uno possa essere americanofilo, non vedete dove stia il problema nel dipendere da una potenza terza (dal dipartimento della difesa per essere precisi) per un sistema che gestisce un sacco di settori essenziali?
    Qui non si parla solo del tom tom che l'omino x si mette sulla panda, ma di sistemi un po' più cruciali strategicamente.
    Due esempi per capirsi: il sistema di puntamento e tracciamento dei missili e la gestione dell'aviazione...serve aggiungere altro?
    Che poi i dispacci americani abbiano una certa visione in tal senso ed ambienti più vicini in Europa mi pare più che naturale.
    Costi ben maggiori son stati letteralmente sputtanati in vaccate ben meno importanti (si vada a vedere quanto la sola Italia, nella merda come siamo economicamente e socialmente, sta buttando nel cesso per gli "indispesabili" caccia f35 dello Zio Sam).
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno che si fida.

    > Due esempi per capirsi: il sistema di puntamento
    > e tracciamento dei missili e la gestione
    > dell'aviazione...serve aggiungere
    > altro?
    Io aggiungerei altre 2 cose molto più diffuse
    - l'elettricità: per immettere energia nella rete le centrali devono produrre in fase, e uno dei metodi utilizzati si basa sull'ora esatta del GPS
    - digitale terrestre: i canali vengono trasmessi sulla stessa frequenza su tutto il territorio nazionale, quindi devono essere trasmessi in fase da vari ripetitori, questo avviene grazie all' ora esatta (al nanosecondo) del GPS
  • - Scritto da: came88
    > - Scritto da: uno che si fida.
    >
    > > Due esempi per capirsi: il sistema di puntamento
    > > e tracciamento dei missili e la gestione
    > > dell'aviazione...serve aggiungere
    > > altro?
    > Io aggiungerei altre 2 cose molto più diffuse
    > - l'elettricità: per immettere energia nella rete
    > le centrali devono produrre in fase, e uno dei
    > metodi utilizzati si basa sull'ora esatta del
    > GPS
    > - digitale terrestre: i canali vengono trasmessi
    > sulla stessa frequenza su tutto il territorio
    > nazionale, quindi devono essere trasmessi in fase
    > da vari ripetitori, questo avviene grazie all'
    > ora esatta (al nanosecondo) del
    > GPS

    Se il segnale ci arriva 3 microsecondi dopo non muoriamo.
    E poi, prima del GPS, hanno inventato gli orologi atomici.

    Galileo è uno stupido doppione del GPS. Gli USA sono nostri alleati, non è la Cina o l'Iran, non è che ce lo tolgono di punto in bianco per dispetto.
    Facessero qualcosa di nuovo insieme, piuttosto.
    non+autenticato
  • Lo tolgono già ora durante le missioni militari, hai presente quei strani blackout..... Cylon
    Non diciamo cagate, nel momento propizio gli USA ci cagheranno in testa, come un qualunque altro paese nemico, già nell'europa unita ci mangiamo a vicenda.
    non+autenticato
  • Si si, affidiamo le chiappe senza remora al buon zio Sam...
    Allora a tuo cognato affida copia di ogni chiave -macchina,casa,ufficio-,
    ,codice del conto, della carta di credito,psw d'ogni cosa e non dimenticare tutti i tuoi dati di lavoro.   
    Tanto è un amico e familiare no?
    Cosa tocca sentire...
    non+autenticato
  • > Facessero qualcosa di nuovo insieme, piuttosto.

    Gli americani accettano di fare qualcosa solo assieme a quelli che si accontentano delle briciole.

    L'Italia ha participato al progetto del F-35 per ottenere niente di meno che la logistica (alta tecnologia). Gli inglesi hanno ottenuto di accedere alle parti più interessanti del progetto, però hanno dovuto minacciare parecchie volte gli americani.

    Quando poi gli americani sono entrati nel progetto ITER sono quasi riusciti a farlo fallire, giusto perchè erano gli ultimi arrivati e non potevano pretendere troppo.
    guast
    1319
  • - Scritto da: guast
    > Gli americani accettano di fare qualcosa solo
    > assieme a quelli che si accontentano delle
    > briciole.

    Beh, ancora meglio, il GPS l'hanno già fatto e ce lo fanno usare.
    Perché non ringraziare e guardare oltre? Invece di fare un doppione?

    > L'Italia ha participato al progetto del F-35 per
    > ottenere niente di meno che la logistica (alta
    > tecnologia). Gli inglesi hanno ottenuto di
    > accedere alle parti più interessanti del
    > progetto, però hanno dovuto minacciare parecchie
    > volte gli americani.

    Beh sui caccia direi che tutti si devono inchinare agli USA, anche se l'F-35 è solo un parente molto povero dell'F-22, e quello se lo tengono ben stretto solo per loro. Noi che competenze abbiamo in merito? Già tanto che ci fanno partecipare.

    > Quando poi gli americani sono entrati nel
    > progetto ITER sono quasi riusciti a farlo
    > fallire, giusto perchè erano gli ultimi arrivati
    > e non potevano pretendere troppo.

    L'Iter è un altro spreco di soldi. Per quanto mi piace teoricamente la fusione, non credo che fare ciambelle al plasma sia il modo più pratico di realizzarla. E' 50 anni che ci provano ma ancora non si vede il raggiungimento di un reattore realmente funzionale. Infatti l'hanno lasciato ai francesi (che è tutto dire).
    Meglio puntare su più pratiche centrali a fissione di nuova generazione magari al torio, auto-fertilizzanti, intrinsecamente sicure (sì sono possibili, e anche a breve, guarda p.e. http://www.youtube.com/watch?v=EHdRJqi__Z8).
    O alla fusione fredda: http://bologna.repubblica.it/cronaca/2011/01/14/ne.../
    Gli americani comunque cercano di fare la fusione calda con i Laser. Costosetta anche quella ma magari arriva prima di quella confinamento magnetico (http://en.wikipedia.org/wiki/Inertial_confinement_...)

    Questi ultimi sarebbero bei progetti per spendere soldi a livello europeo. Non il clone-GPS.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy

    > Perché non ringraziare e guardare oltre? Invece
    > di fare un
    > doppione?

    Dovresti saperlo meglio di me: siate affamati, siate FOLLI! Ficoso
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 gennaio 2011 03.51
    -----------------------------------------------------------
  • Si si....continuiamo a dipendere da fonti a consumo, tanto le scorie le seppelliamo, in "sicurissime" miniere di sale....ops...acqua ?
    Be&O
    1122
  • - Scritto da: MacBoy

    > Se il segnale ci arriva 3 microsecondi dopo non
    > muoriamo.
    > E poi, prima del GPS, hanno inventato gli orologi
    > atomici.
    Cosa pensi che usino i satelliti GPS, come timer? Orologi a pendolo? Occhiolino

    > Galileo è uno stupido doppione del GPS.

    Non lo è, ma anche se lo fosse si tratta ormai di un sistema di rilevanza altissima, del quale si deve acquisire conoscenza approfondita, altrimenti ci si riduce come serraviti indiani alla catena di montaggio.

    Know how è potere di scegliere e decidere.


    > Gli USA sono nostri alleati, non è la Cina o l'Iran, non
    > è che ce lo tolgono di punto in bianco per
    > dispetto.

    Se ti documenti un po' scopri che gli USA fanno SOLO i loro interessi: a volte questi includono benefici per altri paesi, altre volte no.

    Quando Airbus cominciò a infastidire Boing nelle vendite di velivoli, le forze armate USA passarono a Boeing intercettazioni ottenute con tecniche di spionaggio volte a facilitare la miglior offerta contro Airbus.

    Quando l'europea (e molto italiana) Agusta Westland vinse il contratto per fornire un nuovo gruppo di ottimi elicotteri per rinnovare la dotazione di mezzi che sposta il presidente USA, pur avendo rispettato le richieste di gara vennero costretti a tante modifiche da snaturare il progetto e far rescindere il contratto, per favorire un'azienda solo USA.

    Insomma, lì fuori tutti fanno solo i propri interessi. Altro che difensori della democrazia.


    > Facessero qualcosa di nuovo insieme, piuttosto.
    non+autenticato
  • Gli USA sono tanto nostri amici, che Paul Wolfowitz (l'amichetto di Bush Jr. che gli impiegati del Fondo Monetario Internazionale insultavano quando lo incontravano in ascensore) intimò al nostro commissario per gli affari esteri di piantarla con Galileo.
    Tolto di mezzo Wolfowitz, gli amici americani hanno continuato a fare pressioni (e secondo me a corrompere) sui responsabili politici europei. OHB-System, l'azienda tedesca che costruisce parte di Galileo, ha appena licenziato Berry Smutny, il suo AD, scoperto da WikiLeaks a parlar male di Galileo agli americani. Guardacaso (riflettici sopra) definendolo un sistema "stupido".
    non+autenticato
  • "il CEO dell'azienda tedesca OHB Berry Smutny - già partecipante all'assegnazione della prima tranche di commissioni - considererebbe Galileo un progetto "stupido", ridondante rispetto al GPS statunitense e nient'altro che un favore economico fatto dai potentati di Bruxelles alla lobby dell'industria aerospaziale francese."

    Quoto.
    Inutile carrozzone la CE. Che riducessero un po' le tasse, piuttosto...
    non+autenticato
  • Galileo è un sistema tecnologicamente molto più evoluto del GPS, e se lo si completasse sarebbero gli americani a dovercelo pagare (come già fanno con i laboratori del CERN). Chiedete l'arretrato di un vecchio numero di Limes interamente dedicato all'argomento, e capirete che di stupido, a parte il popolo che non si ribella al pizzo fatto da qualcuno a Bruxelles, non c'è davvero niente.
    non+autenticato
  • Concordo, il problema è che qualcuno ci mangia, e neanche poco.
    Non è possibile che lievitino così tanto i costi di un progetto concepito così tanti anni fa .. poi è meglio che non dica ciò che penso dell'adeguatezza di Tajani come commissario europeo ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.
    > Galileo è un sistema tecnologicamente molto più
    > evoluto del GPS, e se lo si completasse sarebbero
    > gli americani a dovercelo pagare (come già fanno
    > con i laboratori del CERN). Chiedete l'arretrato
    > di un vecchio numero di Limes interamente
    > dedicato all'argomento, e capirete che di
    > stupido, a parte il popolo che non si ribella al
    > pizzo fatto da qualcuno a Bruxelles, non c'è
    > davvero
    > niente.

    Qual'è il numero di limes s cui ti riferisci? Può interessarmi. Grazie.
    non+autenticato
  • Sono a qualche migliaio di chilometri da casa, e non posso controllare, ma secondo l'indice online è sicuramente il numero 5/04 ("Le mani sullo spazio"):
    http://temi.repubblica.it/limes/le-mani-sullo-spaz...
    Straordinariamente ricco di informazioni come sempre.
    non+autenticato
  • Ridondante si, stupido no.

    Dipendere dal sistema GPS vuol dire affidarsi ad un sistema ormai vecchio e poco preciso, con minori servizi e con la spada di Damocle del "blocco militare" (Il GPS, essendo nato per l'esercito americano, puù essere cifrato in caso di necessità in modo da impedirne l'uso da chiunque non sia un militare americano)

    Preferisco affidarmi ad un sistema Europeo, molto più evoluto e preciso, con servizi avanzati e soprattutto non legato ad un esercito estero.
    non+autenticato
  • Ultraquote e applausi.

    Chi ritiene il sistema europero inutile non intravede la servitù che deriva dalla dipendenza dal gps. Servitù.

    Perchè se ho veicoli e ARMI che non posso usare se TU dici che non posso, sono tuo schiavo.

    - Scritto da: Andreabont
    > Ridondante si, stupido no.
    >
    > Dipendere dal sistema GPS vuol dire affidarsi ad
    > un sistema ormai vecchio e poco preciso, con
    > minori servizi e con la spada di Damocle del
    > "blocco militare" (Il GPS, essendo nato per
    > l'esercito americano, puù essere cifrato in caso
    > di necessità in modo da impedirne l'uso da
    > chiunque non sia un militare
    > americano)
    >
    > Preferisco affidarmi ad un sistema Europeo, molto
    > più evoluto e preciso, con servizi avanzati e
    > soprattutto non legato ad un esercito
    > estero.
  • Infatti gran parte dei commenti negativi verso Galileo arrivano dagli USA o da chi tendenzialmente ha molti affari con le loro aziende piuttosto che con quelle europee. E' chiaro che Galileo dia fastidio agli Stati Uniti come concorrente "civile" del "demilitarizzato" GPS più per questioni di potere che economiche o militari. Gli USA hanno un altra rete di satelliti di geoposizionamento più potente e non devono certo noleggiare Galileo dall'uUnione Europea, però questa rete è a solo uso militare e non è disponibile per i navigatori satellitari ad uso civile. Probabilmente temono che se Galileo si dimostrerà più efficiente molti produttori di navigatori possano progressivamente abbandonare il GPS, segnando per loro una sconfitta "morale" più che economica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sardugno
    > Gli USA hanno un altra rete di
    > satelliti di geoposizionamento più potente e non
    > devono certo noleggiare Galileo dall'uUnione
    > Europea, però questa rete è a solo uso militare e
    > non è disponibile per i navigatori satellitari ad
    > uso civile.

    Non ne sapevo niente, sai darmi qualche informazione in più?
  • Servo degli americani fino in fondo, vedo.
    guast
    1319