Roberto Pulito

Data Center, il cablaggio secondo Intel

Santa Clara propone una rete semplice e unificata per ridurre la spesa delle infrastrutture IT. ╚ il primo tra gli obiettivi della Open Data Center Alliance

Roma - L'organizzazione Open Data Center Alliance,ha una precisa missione da compiere: diventare un punto di riferimento per l'intero mercato IT passato al cloud. Entro il 2015. Dietro l'iniziativa ci sono diversi giganti del settore IT, ma è ad Intel che spetta l'ultima parola sugli standard da adottare e sui requisiti che deve avere una nuvola dal profilo interoperabile.

In questi giorni il chipmaker di Santa Clara ha compiuto un altro passo verso la meta, presentando una tecnologia che utilizza le schede ethernet X520 per far passare tutto il traffico di un data center dentro un unico cavo.

Grazie al software Open FCoE, rilasciato come aggiornamento gratuito da Intel, è possibile utilizzare queste schede di rete da 10 Gigabit per ridurre ai minimi termini il cablaggio e dimezzare il consumo energetico, senza la necessità di aggiungere altro hardware proprietario che mandi avanti l'infrastruttura.
La soluzione Open Fiber Channel over Ethernet fornisce una struttura unificata semplice, flessibile e di facile comprensione, che farà risparmiare oltre centoventimila chilometri di cavo (e tre miliardi di dollari l'anno) al settore dei data center. Tra le compagnie che hanno già scelto di utilizzare questa corsia preferenziale da 10GbE ci sono NetApp, Red Hat, Cisco, Oracle e Dell.

Roberto Pulito
Notizie collegate
2 Commenti alla Notizia Data Center, il cablaggio secondo Intel
Ordina