Ballmer: Linux è una sfida che vinceremo

In una nota interna a Microsoft e trapelata all'esterno, il CEO dell'azienda parla di Linux e dell'open source come di una sfida competitiva. E delinea le strategie per rintuzzare un nemico che non ha più alcuna intenzione di sottovalutare

Ballmer: Linux è una sfida che vinceremoRedmond (USA) - Negli ultimi tre anni il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, ha rilasciato moltissime dichiarazioni in merito a Linux e al software libero, utilizzando talvolta definizioni come "cancro", "giocattolo" e "clone". Al di là delle affermazioni più pepate e provocatorie, Ballmer è stato il primo alto dirigente del big di Redmond ad ammettere pubblicamente che Linux rappresenta, per la propria azienda, "una delle più grandi minacce" e una "sfida senza precedenti".

Il boss di Microsoft è tornato a parlare della grande sfida rappresentata da Linux e dall'open source in una recente nota interna indirizzata ai propri dipendenti e trapelata in questi giorni.

"I software non commerciali in generale, e Linux in particolare, - ha scritto Ballmer - rappresentano una sfida competitiva per noi e per l'intera industria, e richiedono da parte nostra una forte concentrazione e attenzione".
"In queste condizioni (del mercato IT, NdR), caratterizzate da scarni budget e dalle preoccupazioni circa l'attenzione di Microsoft verso i clienti, i software non commerciali come Linux e OpenOffice vengono visti come interessanti, abbastanza buoni o alternative gratuite", ha scritto Ballmer, ribadendo così quel concetto secondo cui il fascino del free software starebbe prevalentemente nel suo prezzo, spesso nullo.

Ballmer afferma poi che, al di là del fattore economico, Linux e il software libero hanno acquisito forza sul mercato anche grazie al forte appoggio di IBM.

"Il sostegno di IBM - ha detto Ballmer - ha aggiunto credibilità a Linux e ha dato l'illusione che ora esista una fonte di supporto e responsabilità, sebbene in realtà non vi sia nessun centro di gravità né organismo centrale che stia investendo nella salute e nella crescita del software non commerciale o che stia innovando in aree cruciali quali l'engineering, la manageability, la compatibilità e la sicurezza".

Le strategie di Ballmer per contrastare l'avanzata di Linux e del free software sono sostanzialmente due: continuare ad attaccare la licenza GPL, bersaglio preferito di Bill Gates, e promuovere con maggior decisione i punti di forza del software commerciale. Ecco il Ballmer-pensiero.
702 Commenti alla Notizia Ballmer: Linux è una sfida che vinceremo
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | Successiva
(pagina 1/15 - 74 discussioni)