Claudio Tamburrino

Affectiva, un sorriso per incominciare

Una tecnologia per individuare le emozioni nascoste dietro le espressioni facciali. A mezzo webcam

Roma - La startup Affectiva, grazie a nuovi fondi riconosciutigli dalla National Science Foundation (NSF), sta lavorando allo sviluppo di una tecnologia per interpretare le emozioni nascoste dietro i volti umani attraverso la webcam dei computer: si chiama Affdex (che sta per Affectiva's facial expression recognition technology) e si tratta di una versione commerciale della tecnologia FaceSense sviluppata al MIT, da cui vengono anche i due fondatori, le scienziate Rana El Kaliouby e Rosalind Picard.

Si tratta ancora di una tecnologia acerba, una promessa di quello che potrebbe essere: per il momento si limita ad analizzare una singola espressione facciale associata alla felicità, il sorriso. I volontari vengono sottoposti alla visione di un trailer e la tecnologia identifica i sorrisi e a visione completa
effettua "un tracciato del sorriso".
Ed è solo uno il prodotto messo a disposizione per il momento: si tratta di Q sensor, un dispositivo da indossare per questo tipo di misurazioni emozionali.

Il software è già in grado di analizzare altre espressioni, ma le deve ancora codificare associandole a stati mentali: l'obiettivo è il santo graal della biometria, quello di decifrare l'uomo attraverso il volto e i suoi micromovimenti.
Nata originariamente per aiutare i pazienti con alcune forme di autismo a comprendere meglio le emozioni, la tecnologia a cui lavorano il MIT e la startup punta adesso ad una serie di applicazioni pratiche: misurare le emozioni può rappresentare lo strumento definitivo per valutare l'impatto di un prodotto o di un film sulle menti del pubblico, così come per studiare a livello accademico le emozioni e le reazioni. Un filone talmente allettante che sono numerosi gli esperimenti e le tecnologie che cercano di andare in questa direzione.

Il servizio che sarà ora messo disposizione, Affdex, permetterà, più prosaicamente, agli inserzionisti di valutare le reazioni del pubblico alle loro pubblicità e ai loro video, sfruttando la webcam del computer. Sul sito è già disponibile una demo per testarlo su se stessi.

Ma proprio guardando alle opportunità future Affectiva si è vista aggiudicare un premio di 150mila dollari da NSF (che si vanno ad aggiungere a circa 2 milioni di dollari raccolti in fondi) per continuare la ricerca: i nuovi fondi permetteranno, innanzitutto, di trasferire la tecnologia (nell'arco di sei mesi) in un ambiente cloud e poi di continuare le ricerche in autonomia almeno nell'immediato futuro.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàLe cam pervasive e il delirio di TrumanCam che osservano i consumatori, li profilano e gli propinano pubblicità personalizzata. Accade in Giappone, mentre nel resto del mondo c'è chi si sente involontario protagonista di uno show
  • AttualitàSe è la tv a guardare lo spettatoreUn intruso nel salotto riconoscerà i membri della famiglia, apprenderà i loro gusti televisivi, propinerà loro programmi e pubblicità personalizzata. Comcast spierà la sua audience
  • AttualitàLa pubblicità che sa se la guardiUn nuovo dispositivo consente di realizzare nuove forme di pubblicità, capaci di monitorare il movimento degli occhi di più persone contemporaneamente, per sapere dove si rivolge la loro attenzione
  • TecnologiaLa PS3 ora spia le facceUna delle novità introdotte dall'ultimo firmware per la console Sony è il riconoscimento dei volti nella foto-gallery, capace pure di indovinare l'età di una persona. Aggiornato anche quello di PSP