Alfonso Maruccia

UE, database unico dei voli

Bruxelles propone l'istituzione di un sistema di controllo unificato per tenere sotto controllo i potenziali terroristi dei cieli nel Vecchio Continente. I dati verranno anonimizzati in tempi rapidi

Roma - La Commissione Europea ha formulato la sua nuova proposta in fatto di sicurezza dei voli passeggeri, chiedendo l'istituzione di un sistema di controllo unificato valido per tutti i 27 paesi dell'Unione e la gestione dei dati sui voli attraverso un database unico. E la privacy? Verrà garantita dall'anonimizzazione delle informazioni in tempi molto rapidi, promette Bruxelles.

Elemento centrale della cosiddetta PNR Directive a opera della Commissione, il sistema di controllo unificato raccoglierà informazioni direttamente dai codici di prenotazione (PNR) assegnati ai passeggeri in volo da e verso il Vecchio Continente. I diversi vettori europei saranno ovviamente chiamati a fare la propria parte con l'obbligo ex-lege di fornire agli stati membri le informazioni richieste.

La proposta della Commissione prevede inoltre che i dati corrispondenti ai PNR vengano "anonimizzati" dopo soltanto un mese, fatto che dovrebbe garantire un adeguato rispetto della privacy dei cittadini.
Il principale vantaggio della gestione centralizzata delle informazioni sui voli dovrebbe ovviamente scaturire dall'istituzione di un approccio comune alla questione, contro l'attuale situazione in cui ogni singolo paese decide come meglio comportarsi con il problema della sicurezza sui voli.

La speranza, a ogni modo, è che un sistema centralizzato si presti molto meno ad abusi da parte del personale addetto alla sicurezza, affinché casi come quello dell'ignoto agente di dogana britannico che ha inserito il nome della moglie in una "watch list" di terroristi solo per togliersela dai pieni non si verifichino più.

Alfonso Maruccia
2 Commenti alla Notizia UE, database unico dei voli
Ordina