Mauro Vecchio

UE e Google, nemici o amici?

BigG starebbe cercando di convincere le autoritÓ antitrust d'Europa a trovare un accordo in seguito all'inchiesta invocata da alcune aziende del web. Che l'avevano accusata di manipolazione dei risultati di ricerca

Roma - Si tratterebbe di una fonte ben informata, le cui indiscrezioni hanno subito fatto capolino in un recente lancio online dell'agenzia di stampa britannica Reuters. I vertici di Google sarebbero ormai nel vivo delle trattative con alcuni rappresentanti della Commissione Europea, per risolvere al più presto una difficile causa antitrust.

Nessuna proposta concreta sarebbe però arrivata sul tavolo del dialogo con i commissari del Vecchio Continente. L'azienda di Mountain View starebbe cercando di convincere le autorità europee a trovare un compromesso che eviti ulteriori lungaggini investigative. E dunque una salata multa per abuso di posizione dominante.

Le autorità antitrust avevano inforcato le lenti sul colosso del search, per studiare attentamente determinate dinamiche di mercato messe in atto da BigG, accusata di aver penalizzato i risultati di ricerca di alcune società che operano sul web. Di aver declassato i loro presidi online perché agguerriti concorrenti.
Una di queste società, la britannica Foundem, aveva accusato Google di aver utilizzato dei filtri per penalizzare certi suoi risultati di ricerca, rimossi completamente o messi così in basso da risultare praticamente introvabili. Alla causa si erano aggiunti il search engine legale Ejustice.fr e Ciao di Bing.

Lo stesso CEO uscente Eric Schmidt ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni al quotidiano britannico Sunday Telegraph, proprio in merito all'inchiesta annunciata lo scorso anno dalla Commissione Europea. Google preferirebbe trovare un accordo per evitare un lungo processo, mettendosi a disposizione delle autorità antitrust per l'eventuale implementazione di misure tecnologiche di correzione.

Un portavoce della stessa Commissione Europea ha però smentito le indiscrezioni pubblicate da Reuters: non ci sarebbe alcuna trattativa con i vertici di Mountain View. L'antitrust del Vecchio Continente rimane ancora in attesa di ulteriori risposte dai protagonisti del mercato, continuando nel frattempo con la sua scrupolosa indagine.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàItalia, l'antitrust fa pace con GoogleAccettati gli impegni promessi da Mountain View, chiede a Parlamento e Governo una normativa in materia di diritto d'autore che tenga conto delle innovazioni tecnologie ed economiche portate da Internet
  • AttualitàFrancia, antitrust contro GoogleUno studio transalpino evidenzia il suo dominio del settore dell'advertising online. Ma, aggiunge l'authority, Ŕ tutta farina del sacco di BigG. Le indagini in Europa proseguono
  • BusinessGoogle-Yahoo!: l'accordo di fuoco in GiapponeApprovato dall'antitrust nipponica l'accordo tra le due societÓ. Molte le preoccupazioni sulla decisione: contraria Microsoft. C'Ŕ il rischio, avvisa, che l'alleanza crei un monopolio pericoloso