Raffaella Gargiulo

AMD, altre due defezioni

Rimpasti nella catena di comando della società. Dopo le dimissioni del CEO, Dirk Meyer, l'azienda perde anche il COO e il responsabile CPU. Cambiamenti inevitabili per un cambio di strategia?

Roma - Altre due grosse perdite per AMD. A circa un mese dalle dimissioni del CEO Dirk Meyer, avvenute per disaccordi in merito alle strategie aziendali della società per entrare nei mercati emergenti, altri due dirigenti lasciano l'azienda: si tratta del COO, Bob Rivet, e del vicepresidente e direttore generale dell'unità di business per microprocessori Marty Seyer.

"Entrambi stanno lasciando AMD per perseguire nuove opportunità", si legge nella email rilasciata dalla azienda, nella quale non sono state fornite delle vere e proprie ragioni per la dipartita dei manager. Nella missiva si legge, inoltre, che entrambi continueranno a mantenere le proprie posizioni per un breve periodo di tempo per aiutare AMD durante la transizione.

Successivamente, sarà il vic presidente delle operazioni di produzione, John Docherty, ad assumere le responsabilità di Rivet occupandosi di tutti gli aspetti del processo produttivo di AMD, mentre Thomas Siefert, un mese fa nominato come sostituto di Meyer, continuerà ad occupare temporaneamente la posizione di CEO dell'azienda. Tuttavia, AMD non ha fornito indicazioni sui piani per la sostituzione di Rivet e di Seyer.
Un mese fa l'azienda, seconda produttrice di CPU per PC al mondo, aveva costretto il CEO, Dirk Meyer, a rassegnare le dimissioni. La scelta potrebbe essere stata determinata, stando a quanto poi fu riportato dal Wall Street Journal, per la lentezza con la quale la società, sotto la guida di Meyer, si era mossa in alcuni settori di mercati emergenti, come quello dei tablet e del mobile.

"La partenza di dirigenti chiave può rappresentare una svolta nella strategia di business di AMD nel tentativo di arrivare a competere meglio con la rivale Intel" ha affermato Nathan Brookwood, analista principale di Insight 64.

"Probabilmente - ha continuato Brookwood - stanno facendo alcuni cambiamenti in attesa di avere un nuovo CEO" e di "razionalizzare e ristrutturare un po' l'intera organizzazione aziendale"

Raffaella Gargiulo
Notizie collegate
  • AttualitàAMD, il congedo inatteso di Dirk MeyerIl CEO del chipmaker di Sunnyvale rassegna le dimissioni, concordate con il consiglio di amministrazione. La carica sarà ricoperta ad interim dal direttore finanziario Thomas Seifert
  • BusinessAMD: siamo fuori dal tunnelIl chipmaker di Sunnyvale torna a guadagnare dopo un'astinenza durata più di quattro anni. Merito del nuovo business model, secondo il CEO Dirk Meyer
2 Commenti alla Notizia AMD, altre due defezioni
Ordina
  • due errori:
    * i processori amd mobili notoriamente scaldano di più nei portatili (la diceria è questa)
    * l'atom nei netbook regna incontrastato
    non+autenticato
  • Guarda che l'errore principale non è quello.
    I limiti delle CPU di AMD sui consumi sono legate al processo di produzione, e l'anno e mezzo di vantaggio che ha Intel su tutti non è uguagliabile da nessuno, per pure ragioni forza economica.

    L'errore di Meyer e colleghi è stata la vendita di Infineon a Qualcomm; questa era la divisione di ATI che aveva iniziato a produrre SOC su base ARM ... una carenza di visione non da poco visto quel che è successo da iPhone in poi!!!