Alfonso Maruccia

IcedRobot, fork di Android contro Oracle

Un piccolo gruppo di sviluppatori annuncia di aver dato vita all'ennesimo "fork" del mondo open source: IcedRobot č pensato per mettere Android al sicuro dalle pretese legali di Oracle e per renderlo compatibile con sistemi desktop x86

Roma - C'è un'ombra che incombe minacciosa sul mondo dei sistemi operativi mobile, ed è la battaglia legale scatenata da Oracle nei confronti di Google per la presenza di codice protetto da copyright all'interno di Android. Le conseguenze della nuova contesa tra colossi dell'IT potrebbero essere significative, e per mettere il giovane OS mobile al riparo un gruppo di sviluppatori si è industriato producendo la fork IcedRobot.

Annunciato al FOSDEM 2011 da David Fu e Mario Torre, IcedRobot è un nome-ombrello che in realtà comprende due progetti diversi: GNUDroid (IcedRobot Micro Edition) mira a creare un'implementazione di Android basata su OpenJDK (implementazione open source delle specifiche di Java); GNUBishop (IcedRobot Standard Edition) vuole estendere le funzionalità di Android a quelle tipiche dei sistemi desktop.

L'obiettivo primario di IcedRobot è naturalmente quello di "estirpare" la virtual machine Dalvik - il motivo del contendere tra Oracle e Google - e sostituirla con una nuova VM basata su OpenJDK, mentre quello secondario prevede la possibilità di far girare l'OS creato da Google su qualsiasi versione del kernel Linux e non solo su quella customizzata da Mountain View per il suo assalto al mercato dei MID.
Creato a partire dalla base di codice di Android 2.3, IcedRobot ha infatti molte più probabilità di venire adottato dagli enthusiast dei PC (x86) propriamente detti piuttosto che dai grandi produttori di smartphone e tablet. Gli autori dell'annuncio al FOSDEM 2011 non sembrano essere particolarmente organizzati dal punto di vista delle comunicazioni al pubblico, nondimeno dimostrano coraggio fissando obiettivi ambiziosi che potrebbero avere ricadute positive anche per Google.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàOracle-Android, polemiche in blogosferaSi infiamma la battaglia partita dal codice relativo alla macchina virtuale Java Dalvik: altri 43 file individuati da un blogger potrebbero rientrare nel caso. Ci sarebbe tanto di disclaimer SUN
  • BusinessJava, uno statuto per OpenJDKOracle e IBM pubblicano quella che dovrebbe essere la nuova "carta fondativa" della rinnovata collaborazione tra i due colossi del software. In gioco c'č il destino del codice sorgente di Java.
18 Commenti alla Notizia IcedRobot, fork di Android contro Oracle
Ordina
  • Prima minacciano di far scomparire tutte le iniziative opensource di Sun, poi stringono alleanze con IBM e altri per valorizzare lo stesso opensource.
    Come se non bastasse, sostengono con sempre maggiore forza la loro distribuzione Oracle Linux definendola migliore e più robusta delle altre; come se non bastasse, si tratta in realtà di una RedHat Enterprise a cui hanno tolto il logo RedHat. Praticamente, gli stessi metodi di cui accusano Google.

    http://www.oracle.com/us/technologies/linux/index....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Alvaro Vitali
    > Prima minacciano di far scomparire tutte le
    > iniziative opensource di Sun, poi stringono
    > alleanze con IBM e altri per valorizzare lo
    > stesso
    > opensource.
    > Come se non bastasse, sostengono con sempre
    > maggiore forza la loro distribuzione Oracle Linux
    > definendola migliore e più robusta delle altre;
    > come se non bastasse, si tratta in realtà di una
    > RedHat Enterprise a cui hanno tolto il logo
    > RedHat. Praticamente, gli stessi metodi di cui
    > accusano Google.

    Considera che anche Oracle (o meglio Ellison) odia Microsoft, quindi se spinge Linux per far girare i suoi database è, se non altro, per fargli un dispetto. Ma ovviamente è anche suo interesse controllare tutto il sistema e ottimizzarlo per i suoi database. D'altra parte ad un software come Oracle un OS generico non serve, sul computer in cui gira Oracle tipicamente ci gira solo lui, quindi un OS ottimizzato allo scopo è sicuramente un vantaggio rispetto ad un OS generico come Windows con 1000 servizi inutili che non verrebbero utilizzati.

    Per quanto riguarda le cose OpenSource... Oracle non è la Sun di Schwartz... che infatti è FALLITA. Sì bello l'opensource, ma se ad una corporation non porta guadagni (anzi COSTA svilupparlo) a cosa serve? A niente, appunto. Quindi è normale che cerchi di farci soldi in qualche modo (vedi causa contro Google per Java), l'alternativa è abbandonare tali progetti.
    non+autenticato
  • Anche io ho avuto esperienze negative con OpenJDK, poi magari ora e' migliorata. Quindi gia' questo non depone a favore di questo nuovo progetto. Sara' anche figo far girare andorid sul PC (salvo non avere il touchscreen, il GPS, il GSM/UMTS, l'accelerometro e la fotocamera), ma alla fine dei conti a che cosa mai potrebbe servire?
    non+autenticato
  • è ancora ben lungi dall'essere utilizzabile nel quotidiano. Ergo immagino cosa possa venire fuori da qualcosa "basato" su qualcosa "basato" su qualcos'altro...

    La soluzione migliore a mio avviso è Google compra Oracle.
    non+autenticato
  • Sarebbe un bel boccone da mandar giù, è anche vero che se esiste al mondo una società nelle condizioni economiche (soprattutto..) e di assetto nel mercato in grado di comprare Oracle questa è Google..
    non+autenticato
  • Non sarebbe una brutta cosa l'acuqisto di Oracle! Java, OpenOffice, VirtualBox nelle mani di Google...

    IcedRobot data la possibilità di girare su qualsiasi kernel linux potrebbe essere il sistema fastboot da associare a tutte le distro linux condividendo il kernel
    non+autenticato
  • Ma stiamo scherzando???

    Oracle ha una capitalizzazione di oltre 160 MILIARDI di dollari.

    Per comprarla servirebbe un offerta di almeno 200 MILIARDI di dollari (che guardacaso è il valore di google).

    Non diciamo scemenze, un colosso come Oracle non potrebbe essere comprato da nessuno ora come ora. Doveva pensarci prima quando era sul mercato SUN, oramai è tardi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: NS256

    > La soluzione migliore a mio avviso è Google
    > compra
    > Oracle.

    Oracle ha piu` di 100 mila dipendenti e un valore stimato di circa 60 miliardi di dollari.
    Google ha circa 30 mila dipendenti e un valore stimato di circa 45 miliardi di dollari.


    A meno di una fusione piu` o meno alla pari e` impossibile che una compri l'altra.
  • No per polemizzare, ma dove li leggi i dati?
    Google ha una capitalizzazione di 200 miliardi, Oracle di 170.
    Precisato questo dato, concordo che sarebbe un boccone grosso da digerire.
    non+autenticato
  • - Scritto da: me medesimo
    > No per polemizzare, ma dove li leggi i dati?
    > Google ha una capitalizzazione di 200 miliardi,
    > Oracle di 170.
    >
    > Precisato questo dato, concordo che sarebbe un
    > boccone grosso da
    > digerire.

    Ho fatto una veloce ricerca su Wikipedia.
    La capitalizzazione non sempre riflette il reale valore di un'azienda quotata ma dipende anche dal grado di fiducia degli investitori.

    Comunque tutto era per dire che allo stato attuale sono due aziende piu` o meno simili in valore e una non puo` comprare l'altra.
  • ???

    Spero che nella vita tu non decida mai di fare il consulente finanziarioSorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Cla
    > ???
    >
    > Spero che nella vita tu non decida mai di fare il
    > consulente finanziario
    >Sorride

    Sicuramente no. Ma non credo di aver detto qualcosa di troppo sbagliato. La capitalizzazione non dipende dal valore delle azioni? Il valore delle azioni riflette sempre il reale valore di un'azienda?
  • perchè dici che non è usabile? io ce l'ho su linux e ci faccio girare praticamente qualsiasi programma java, da eclipse fino alla più banale webapplication
    non+autenticato