Roberto Pulito

AMD, cinque per Opteron

Nuovi processori server da 8 e 12 core si aggiungono alla famiglia Opteron. Prezzo ridimensionato e bassi consumi, per piccole e medie imprese

Roma - A partire da questa settimana, cinque nuovi modelli di CPU Opteron 6100 Magny-Cours entrano ufficialmente nel catalogo di Advanced Micro Devices. Si tratta di processori per server a due e quattro socket, che spaziano tra gli otto e i dodici core, realizzati con processo a 45 nanometri.

I cinque nuovi prodotti, studiati per dare filo da torcere ai server Intel Xeon, si propongono di dare una mano alle piccole e medie imprese, perché possono gestire la virtualizzazione e i carichi di lavoro del cloud computing senza far lievitare i costi del data center. Il loro Average CPU Power (ACP), parametro AMD che aiuta a stimare un preciso preventivo energetico, si mantiene sui 65, 80 e 105 Watt.

I modelli Opteron in questione sono il 6132, 6140, 6166, 6176 e il 6180. In linea di massima, i processori 12 core, che partono da 1,8GHz, sono pensati per applicazioni altamente scalabili, mentre i due modelli a 8 core, che arrivano a 2,6GHz, possono contribuire alla causa con una maggiore velocità di clock. Tutti gli Opteron 6100 hanno comunque 512KB di cache L2 per core e 12MB di cache L3 condivisa.
I prezzi di questi chip, riferiti a ordini minimi di 1.000 unità spaziano invece dai 591 dollari del processore base 6132, ai 1.500 dollari del sostanzioso 6180. Durante questo trimestre alcuni partner chiave come Acer, Dell e HP inizieranno a distribuire nuovi sistemi basati proprio sulla piattaforma AMD Opteron serie 6100. Un ultimo giro di giostra prima di passare agli Opteron 16 core, realizzati a 32 nm e basati su architettura Bulldozer.

Roberto Pulito
Notizie collegate
  • TecnologiaAMD corteggia il cloud computingUna nuova famiglia di Opteron a basso costo e basso consumo indirizzata alle applicazioni sul web. Tra questi chip c'Ŕ anche un modello con prezzo sotto i 100 dollari. Intel prepara uno Xeon a 10 core
  • TecnologiaIntel, la forza di 1.000 coreSecondo BigI, nel futuro sarÓ possibile aggiungere transitor a volontÓ in un singolo die. Per gestire la scalabilitÓ basterÓ togliere il freno della coerenza della cache