Alfonso Maruccia

Intel, 4G e CPU per smartphone

Santa Clara presenta i nuovi prodotti per le comunicazioni mobile di nuova generazione (3G e 4G) accanto al nuovo sistema integrato (SoC) per smartphone. Nel primo caso la scommessa è già vinta, nel secondo è piena di incognite

Roma - Dopo aver finalizzato l'acquisizione del produttore di chip Infineon, per Intel è venuto il momento di passare all'incasso e di presentare le nuove linee di microprocessori per comunicazioni baseband. Santa Clara sfrutta il palcoscenico del Mobile World Congress di Barcellona per introdurre ufficialmente i chip XMM 6260 e XMM 7060, pensati per gestire il flusso di dati su reti 3G e 4G (LTE).

Il primo prodotto, XMM 6260, è pensato per affiancare un "application processor" negli smartphone o per equipaggiare modem e soluzioni stand alone da collegare al PC. Compatibile con tecnologia HSPA+/3G, XMM 6260 supporta connessioni fino a 21 Mbps in downlink e 11,5 Mbps in uplink.

Per quanto riguarda le tecnologie di connessione di (quasi) quarta generazione, invece, Intel commercializzerà presto XMM 7060, un chip pensato per l'integrazione sui dispositivi portatili compatibili LTE o "altre soluzioni embedded".
XMM 6260 è già in produzione - e non potrebbe essere altrimenti visto che Infineon era fornitore, tra gli altri, di Apple per i suoi iPhone/iPad - mentre il debutto sul mercato di XMM 7060 è previsto per la seconda metà del 2012. In entrambi i casi, diversamente da quanto succede con i suoi chip x86, Intel si servirà di una fabbrica di microchip asiatica per la produzione in volumi.

Accanto ai chip di comunicazione 3G/4G, al Mobile World Congress Intel ha presentato anche la sua nuova piattaforma di computing per smartphone nota come Medfield. Il nuovo SoC di Intel è basato su design Atom ed è realizzato con un processo produttivo a 32 nanometri.

Stando a quanto sostiene il chipmaker, con Medfield i produttori di MID e smartphone avranno a disposizione il microchip più veloce in circolazione, con una durata della batteria stimata in 8 ore - per i tablet - e capacità grafiche migliorate. Resta da capire le reali chance della nuova piattaforma Intel su un mercato oramai appiattito su design ARM, anche se la compatibilità con il sistema operativo Android dovrebbe in tal senso aiutare e non poco.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
15 Commenti alla Notizia Intel, 4G e CPU per smartphone
Ordina
  • di avere un concorrente come Intel per i processori baseband....Sorride
    non+autenticato
  • Eh beh, non so se mi spiego!A bocca aperta
    Praticamente un netbook... ma un po' più piccolo. Quindi è pura magia?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > Eh beh, non so se mi spiego!A bocca aperta
    > Praticamente un netbook... ma un po' più piccolo.
    > Quindi è pura magia?
    >A bocca aperta

    O ulteriore Downclock del processore? Mah certo non capisco perchè quelli di Intel continuino a spingere una architettura scarsamente efficente come quella di atom, perchè non ottimizzano un core 2 come hanno fatto per gli ULV?
  • al momento la superiorità di ARM su x86 (pure con le ottimizzazioni di atom) in termini di prestazioni/consumi è schiacciante...
    poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il gap architetturale è difficilmente superabile. certo basterebbe che acquistassero una licenza da ARM e con le loro risorse umane, finanziarie e infrastrutturali, se ci si mettessero, potrebbero certamente conquistare nel giro di qualche anno un quasi monopolio anche dei SOC mobile
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il gap
    > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM e
    > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > infrastrutturali, se ci si mettessero, potrebbero
    > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > un quasi monopolio anche dei SOC
    > mobile

    Ce l'avevano la licenza ARM e la relativa linea produttiva (xscale), l'hanno venduta pochi anni fà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: MacBoy
    > - Scritto da: max
    > > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il
    > gap
    > > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM
    > e
    > > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > > infrastrutturali, se ci si mettessero,
    > potrebbero
    > > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > > un quasi monopolio anche dei SOC
    > > mobile
    >
    > Ce l'avevano la licenza ARM e la relativa linea
    > produttiva (xscale), l'hanno venduta pochi anni
    > fà.

    ma adesso il panorama è cambiato....
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > al momento la superiorità di ARM su x86 (pure con
    > le ottimizzazioni di atom) in termini di
    > prestazioni/consumi è
    > schiacciante...

    Qualunque architettura è superiore a x86.
    x86 vive solo per colpa di Windows, altrimenti sarebbe stata abbandonata oltre 15 anni fa.

    > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il gap
    > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM e
    > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > infrastrutturali, se ci si mettessero, potrebbero
    > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > un quasi monopolio anche dei SOC
    > mobile

    Si vede che non vogliono fare la fine di Nokia.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: max
    > > al momento la superiorità di ARM su x86 (pure
    > con
    > > le ottimizzazioni di atom) in termini di
    > > prestazioni/consumi è
    > > schiacciante...
    >
    > Qualunque architettura è superiore a x86.
    > x86 vive solo per colpa di Windows, altrimenti
    > sarebbe stata abbandonata oltre 15 anni
    > fa.

    Quindi apple quando l'ha adottata è tornata indietro invece di innovare, confermi quindi che Apple usa tecnologie vecchie.

    Che squallore che sei più che informatico mi sembri infornatico
    non+autenticato
  • - Scritto da: Punto
    > Quindi apple quando l'ha adottata è tornata
    > indietro invece di innovare, confermi quindi che
    > Apple usa tecnologie
    > vecchie.

    L'architettura x86 è la peggiore, ma l'implementazione sui processori desktop è quella con il miglior rapporto costo/prestazioni grazie al monopolio Windows che ha permesso ad Intel di investire capitali ordini di grandezza superiori ai concorrenti in questa fascia di processori.

    Però quando si va sia in basso, dove conta l'efficienza, sia in alto, dove contano le prestazioni pure senza badare a spese, gli x86 dimostrano la loro pochezza uscendo con le ossa rotte rispettivamente contro ARM e POWER IBM. E sarà sempre così.

    E quando gli ARM saranno "buoni abbastanza" anche in ambito desktop, sarà la fine di Intel degli x86.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: max
    > > al momento la superiorità di ARM su x86 (pure
    > con
    > > le ottimizzazioni di atom) in termini di
    > > prestazioni/consumi è
    > > schiacciante...
    >
    > Qualunque architettura è superiore a x86.
    > x86 vive solo per colpa di Windows, altrimenti
    > sarebbe stata abbandonata oltre 15 anni
    > fa.

    perché i processori dei mac chi li fa? steve job nel suo garage dorato?

    >
    > > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il
    > gap
    > > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM
    > e
    > > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > > infrastrutturali, se ci si mettessero,
    > potrebbero
    > > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > > un quasi monopolio anche dei SOC
    > > mobile
    >
    > Si vede che non vogliono fare la fine di Nokia.

    ma che c'entra?
    mi sembri peggiorato ruppolo....
    non+autenticato
  • > Qualunque architettura è superiore a x86.
    > x86 vive solo per colpa di Windows, altrimenti
    > sarebbe stata abbandonata oltre 15 anni
    > fa.
    >
    Anche quella che ho appena inventato che ha solo operazioni sui bit e non operazioni matematiche? Ah e ha due soli registri, per non sprecare transitor. Poi niente cache, niente pipeline e giusto per non sbagliarmi ogni 1000 cicli di clock si ferma per 100 cicli per raffreddarsi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: max
    > al momento la superiorità di ARM su x86 (pure con
    > le ottimizzazioni di atom) in termini di
    > prestazioni/consumi è
    > schiacciante...
    > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il gap
    > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM e
    > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > infrastrutturali, se ci si mettessero, potrebbero
    > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > un quasi monopolio anche dei SOC
    > mobile

    Dai non esageriamo. Colossi come Samsung hanno licenze per produrre processori ARM. Poi Intel, come ti hanno gia` risposto, in passato non ha creduto in ARM.
  • - Scritto da: Thescare
    > - Scritto da: max
    > > al momento la superiorità di ARM su x86 (pure
    > con
    > > le ottimizzazioni di atom) in termini di
    > > prestazioni/consumi è
    > > schiacciante...
    > > poi non so cos'abbia in cantiere Intel, ma il
    > gap
    > > architetturale è difficilmente superabile. certo
    > > basterebbe che acquistassero una licenza da ARM
    > e
    > > con le loro risorse umane, finanziarie e
    > > infrastrutturali, se ci si mettessero,
    > potrebbero
    > > certamente conquistare nel giro di qualche anno
    > > un quasi monopolio anche dei SOC
    > > mobile
    >
    > Dai non esageriamo. Colossi come Samsung hanno
    > licenze per produrre processori ARM.

    ma samsung fa di tutto, intel fa processori... e il suo brand ha un peso commerciale nell'ambito dei processori... il cliente medio non sa nemmeno che nel suo smartphone c'è un processore samsung, o texax instrument, e saperlo non gli cambierebbe gran che... ma Intel un nome da spendere ce l'ha, anche il mio salumiere sa cosa fa intel... e poi chi pensi che arriverebbe prima sui 22 o sui 15 nm, samsung o intel?

    > come ti hanno gia` risposto, in passato non ha
    > creduto in
    > ARM.

    adesso farebbe bene a crederci... il che non significa che lo farà. ovvio che le queste sono chiacchiere da forum. dico che se si mettessero a fare soc mobile basati su ARM sarebbero cavoli acidi per la concorrenza
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max
    > ma samsung fa di tutto, intel fa processori... e
    > il suo brand ha un peso commerciale nell'ambito
    > dei processori... il cliente medio non sa nemmeno
    > che nel suo smartphone c'è un processore samsung,
    > o texax instrument, e saperlo non gli cambierebbe
    > gran che... ma Intel un nome da spendere ce l'ha,
    > anche il mio salumiere sa cosa fa intel...

    Appunto. A meno che Intel non produca in toto uno smartphone chi produce la cpu non e` importante. E poi anche Samsung ha un certo nome....

    > e poi
    > chi pensi che arriverebbe prima sui 22 o sui 15
    > nm, samsung o
    > intel?

    Samsung, come credo Intel, produce gia` chip a 20 nm. Credo che sia ARM nel progetto dei chip a decidere il processo costruttivo. Comunque a parte questo discorso quello che volevo dire e` che mi sembra improbabile un monopolio Intel in ambito ARM.



    > adesso farebbe bene a crederci... il che non
    > significa che lo farà. ovvio che le queste sono
    > chiacchiere da forum. dico che se si mettessero a
    > fare soc mobile basati su ARM sarebbero cavoli
    > acidi per la
    > concorrenza

    In ambito ARM la concorrenza non si chiama AMD o VIA, ma e` fatta da colossi.