Alfonso Maruccia

Schmidt: il futuro è mobile

Il quasi-ex CEO di Google parla di telefonini androidi, di tecnologia al servizio degli esseri umani e di una ricerca ubiqua che ti segue ovunque tu vada. Advertising, pagamenti e grandi alleanze tra le priorità del Googleplex

Roma - La giornata di martedì del Mobile World Congress di Barcellona si è conclusa con il keynote di un ospite eccellente, vale a dire Eric Schmidt di Google. Il CEO del colosso californiano - che presto lascerà il posto a Larry Page passando alla carica di presidente esecutivo - ne ha cantate di cotte e di crude sulla bontà ultima della tecnologia, dell'advertising personalizzato e della ricerca ubiqua a prova di coordinate GPS, fornendo altresì alcune statistiche e notizie fattuali sulle novità in arrivo per la piattaforma Android.

Schmidt ha prima di tutto confermato che Google ha provato, in passato, a convincere Nokia ad adottare il sistema operativo androide ma alla fine l'ha spuntata Microsoft. Poco male, comunque, visto che Mountain View è più che mai convinta del fatto che in un futuro molto vicino la tecnologia mobile, l'advertising e la ricerca "automatica" lavoreranno per l'uomo piuttosto che il contrario, gli utenti di smartphone non saranno "mai smarriti, mai soli, mai annoiati e mai senza idee" e Google, ovviamente, ne potrà trarre vantaggio.

Con o senza Nokia - anche se l'offerta di adottare Android è sempre valida, dice Schmidt - Google metterà presto a frutto il lavoro di un search ubiquo che, "con il permesso dell'utente", terrà traccia dei gusti, le esigenze, le esperienze e le abitudini di ogni netizen smartphone-dotato fornendo advertising e suggerimenti in tempo reale sui luoghi da visitare, le cose da comprare/fare/mangiare nelle vicinanze delle attuali coordinate del ricevitore GPS.
Schmidt è inguaribilmente ottimista sul futuro della tecnologia mobile ma soprattutto su quello di Android, e ne ha ben donde: il sistema operativo androide può vantare più di 300mila attivazioni al giorno, partnership con 169 carrier in 69 paesi diversi e le applicazioni disponibili sul marketplace ammontano oramai a 150mila, un numero triplicato nel corso degli ultimi nove mesi.

Tra i settori su cui Google ha intenzione di puntare per incrementare il suo giro d'affari c'è quello dei pagamenti istantanei resi possibili dall'inclusione dei chip NFC (near-field-communication) negli smartphone più recenti, un mercato in cui Schmidt vede potenzialità per i venditori ma anche per i pubblicitari grazie alla ricerca ubiqua di cui sopra.

Passando dai sogni alle notizie più concrete, il CEO uscente di Google rivela alcuni dettagli riguardanti il futuro prossimo di Android: le due versioni attualmente esistenti dell'OS mobile (Android 2.3 per smartphone e Android 3.0 per tablet) sono destinate a convergere verso un'unica piattaforma, mentre non è ancora dato conoscere il destino del discusso Chrome OS.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàStallman: Chrome OS è roba da stupidiL'alfiere del copyleft torna a maltrattare l'idea di un computing "tra le nuvole". Con i dati degli utenti presi in ostaggio dalle multinazionale, e il Governo libero di curiosarci
  • TecnologiaGoogle e i nuovi pagamenti mobileBigG pronta a gettarsi nella mischia delle tecnologie NFC, offrendo agli utenti di Android la possibilità di effettuare acquisti con un semplice gesto del telefono. In un chip verranno memorizzati dati finanziari e buoni fedeltà
  • AttualitàGoogle mischia gli assiScambio di ruolo al vertice di Mountain View. Page (ri)diventa CEO, Schmidt presidente. Una ristrutturazione in vista dell'impegno mobile sempre più massicio?
  • TecnologiaNokia-Microsoft, non ci rimette solo MeeGoIl sistema operativo open source è la prima vittima eccellente dello storico accordo. Intel comunque dice di crederci ancora. E che fine farà il framework Qt?
27 Commenti alla Notizia Schmidt: il futuro è mobile
Ordina
  • Ormai è chiaro che Google stia puntantando sulla nfc.
    http://www.nearfieldcommunication.it/notizie/andro.../
    Il nuovo os Android la supporta e se anche apple con il nuovo iphone sosterrà questa tecnologia, ne vedremo delle belle.
    non+autenticato
  • Come non mi piace essere obbligato a comprare un sistema operativo particolare assieme al computer, allo stesso modo mi piacerebbe poter scegliere il SO pure per smartphone e tablet.
    Tanto le varie piattaforme girano quasi tutte su quasi tutti i tipi di dispositivo, non mi pare un problema serio tecnicamente.
    Figuratevi quanto mi attizza essere obbligato a scegliere pure il carrierCon la lingua fuori
    Funz
    12995
  • mmmmm sul carrier concordo in pieno... sul sistema operativo non saprei... se vedi già con il solo Android ci sono problemi di frammentazione e problemi di compatibilità...
    MeX
    16902
  • - Scritto da: MeX
    > mmmmm sul carrier concordo in pieno... sul
    > sistema operativo non saprei... se vedi già con
    > il solo Android ci sono problemi di
    > frammentazione e problemi di
    > compatibilità...


    eh.. pensa la apple che fa 2 dispositivi in croce ma riesce a frammentare il proprio sistema piu di android.. ma.. il problema della frammentazione secondo te quale è?
  • Secondo me le diverse implementazioni hardware...
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream
    >
    > eh.. pensa la apple che fa 2 dispositivi in croce
    > ma riesce a frammentare il proprio sistema piu di
    > android..

    sei il top A bocca aperta dei troll
    non+autenticato
  • - Scritto da: lordream
    > eh.. pensa la apple che fa 2 dispositivi in croce

    Osserva in che croce stanno:
    http://www.macitynet.it/macity/articolo/MWC11-iPho...

    > ma riesce a frammentare il proprio sistema piu di
    > android..

    Il tuo cervello è frammentato!

    > ma.. il problema della frammentazione
    > secondo te quale
    > è?

    Chiedilo agli sviluppatori. Ti potrebbero illustrare la difficoltà di sviluppare per 16 risoluzioni differenti di display, e dopo tanta fatica nessuno gli compra l'applicazione.
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: lordream
    > > eh.. pensa la apple che fa 2 dispositivi in
    > croce
    >
    > Osserva in che croce stanno:
    > http://www.macitynet.it/macity/articolo/MWC11-iPho
    >
    > > ma riesce a frammentare il proprio sistema piu
    > di
    > > android..
    >
    > Il tuo cervello è frammentato!

    # 2 Prima versione

        * 2.1 OS 1.0
        * 2.2 OS 1.0.2
        * 2.3 OS 1.1
        * 2.4 OS 1.1.1
        * 2.5 OS 1.1.2
        * 2.6 OS 1.1.3
        * 2.7 OS 1.1.4
        * 2.8 OS 1.1.5

    # 3 Seconda versione

        * 3.1 OS 2.0
        * 3.2 OS 2.1
        * 3.3 OS 2.2

    # 4 iOS 3

        * 4.1 Terza versione
        * 4.2 OS 3.1
        * 4.3 OS 3.1.2
        * 4.4 OS 3.1.3
        * 4.5 OS 3.2

    # 5 Quarta versione

        * 5.1 OS 4.0
        * 5.2 OS 4.0.1
        * 5.3 OS 4.0.2
        * 5.4 OS 4.1
        * 5.5 OS 4.2
             o 5.5.1 Caratteristiche introdotte per tutti i dispositivi
             o 5.5.2 Solo per iPhone e iPod touch
             o 5.5.3 Solo per iPad
        * 5.6 OS 4.2.1
        * 5.7 OS 4.3


    >
    > > ma.. il problema della frammentazione
    > > secondo te quale
    > > è?
    >
    > Chiedilo agli sviluppatori. Ti potrebbero
    > illustrare la difficoltà di sviluppare per 16
    > risoluzioni differenti di display, e dopo tanta
    > fatica nessuno gli compra
    > l'applicazione.

    ah quindi la colpa della frammentazione è dell'hardware e non del sistema.. mettiti d'accordo con te stesso se riesci

    owned
  • Tu sei molto rimbambito, cosa c'entra quante versioni sono state fatte di un sistema operativo?
    Quello che conta è quante versioni SONO IN USO.

    E quella è la frammentazione dei sistemi operativi. Che nel caso Android è quella che impedisce a quasi la metà degli utenti di utilizzare gli attuali Adobe Flash Player e Google Mail, tanto per fare un esempio. O agli utenti del Galaxy S con il 2.1 di non poter usare Skype, mentre tutti gli altri, con la stessa versione di sistema operativo, possono.

    Poi abbiamo la frammentazione dell'hardware, in cui il solo display si presenta, nel mondo Androide, in 16 differenti risoluzioni. Che non sono a partire da 1024*768, quindi qualunque software funziona, ma sono tutti schermini piccoli, quindi le varie interfacce devono essere riviste una per una.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 17 febbraio 2011 21.25
    -----------------------------------------------------------
    ruppolo
    33147
  • - Scritto da: ruppolo
    > Tu sei molto rimbambito, cosa c'entra quante
    > versioni sono state fatte di un sistema
    > operativo?
    Come si vede che hai pochi argomenti. Passi all'offesa quando non sai cosa dire...
    E tu saresti l'adulto grande lavoratore? Come minimo hai 15 anni e ti compri i prodotti Apple con i soldi della mamma...

    > E quella è la frammentazione dei sistemi
    > operativi. Che nel caso Android è quella che
    > impedisce a quasi la metà degli utenti di
    > utilizzare gli attuali Adobe Flash Player e
    > Google Mail, tanto per fare un esempio.
    Un esempio idiota direi, visto che il problema non si pone, essendoci workaround appositi....

    > O agli
    > utenti del Galaxy S con il 2.1 di non poter usare
    > Skype, mentre tutti gli altri, con la stessa
    > versione di sistema operativo,
    > possono.
    Gli utenti di Samsung Galaxy S possono aggiornare il loro Android alla versione 2.2, versione ufficialmente supportata da Skype. Quindi il problema non si pone....

    > Poi abbiamo la frammentazione dell'hardware, in
    > cui il solo display si presenta, nel mondo
    > Androide, in 16 differenti risoluzioni. Che non
    > sono a partire da 1024*768, quindi qualunque
    > software funziona, ma sono tutti schermini
    > piccoli, quindi le varie interfacce devono essere
    > riviste una per
    > una.
    Potresti portare un link (possibilmente autorevole, non i siti degli applefan) che dimostri quello che stai dicendo?
    Darwin
    5126
  • - Scritto da: ruppolo
    > Tu sei molto rimbambito, cosa c'entra quante
    > versioni sono state fatte di un sistema
    > operativo?
    > Quello che conta è quante versioni SONO IN USO.
    >

    eccoti acontentato:
    http://www.quora.com/What-proportion-of-all-iPhone...
    4.2.1: 52.89 %
    4.1: 27.50 %
    3.1.3: 6.43 %
    4.0.2: 3.36 %
    4.0.1: 2.95 %
    4.0: 2.94 %
    3.1.2: 2.52 %
    3.2.2: 0.49 %
    3.0: 0.22 %
    3.1: 0.21 %
    3.0.1: 0.10 %
    3.2: 0.10 %
    3.1.1: 0.10 %
    4.2: 0.09 %
    3.2.1: 0.07 %
    2.2.1: 0.02 %
    2.2: 0.00 %
    non+autenticato