Claudio Tamburrino

Warner Bros, film APPetitosi

Nuovo canale di offerta per i film della major: giungeranno via app ai dispositivi con la Mela

Roma - Warner Bros esordirà con un nuovo canale di distribuzione per i suoi film: le applicazione per dispositivi Apple. Si tratta di una via alternativa a iTunes (che però non verrà abbandonato): lo store ufficiale di Cupertino, d'altronde, in 23 dei 35 paesi in cui è attivo non offre film nel suo catalogo.

Il progetto della major esordirà con due blockbuster, entrambi del regista Cristopher Nolan: "Il Cavaliere Oscuro" e "Inception".

L'app verrà messa in vendita gratuitamente e conterrà i primi cinque minuti del film e contenuti extra come curiosità, quiz, giochi e integrazione Facebook e Twitter. Se volesse continuare la visione, l'utente poi dovrà spendere negli Stati Uniti 10 dollari per il nuovo capitolo di Batman e 12 (due in più della versione senza extra di iTunes) per il film con Leornardo Di Caprio.


Nel resto dei paesi interessati i prezzi variano dagli 8 dollari chiesti per il Cavaliere Oscuro in alcuni paesi dell'Europa dell'Est ai 24 per vedere Inception in Nuova Zelanda.

Secondo i primi osservatori la qualità del video sembra alta (non HD ma comparabile, per esempio, a quella iTunes) e sono due le possibilità di fruizione: download o streaming.

Fra i mercati esclusi da iTunes e ora raggiunti vi sono Cina, Russia, Grecia, Ungheria, Portogallo e Repubblica Ceca. Il menù della app mostra 16 diverse lingue supportate e i sottotitoli per il film sono disponibili in 34 lingue differenti.

L'esordio in Russia e Cina coincide con l'annuale rapporto "Special 301" dell'International Intellectual Property Alliance che inserisce questi Paesi tra quelli che "non prevedono misure adeguate di protezione per la proprietà intellettuale".

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, major alla prova antitrustVia libera da parte della Corte Suprema. Le quattro sorelle del disco dovranno difendersi da almeno trenta cause raccolte in una. Avrebbero stretto accordi in segreto per stabilire una soglia di prezzo condivisa per i brani online
  • BusinessSony, grande fuga da iTunes?Gli editori sarebbero stati rapiti dai rigidi ambienti distributivi di Apple. Parola di Sony Music, che spera nel successo del servizio musicale Unlimited per pianificare il grande esodo dei contenuti
18 Commenti alla Notizia Warner Bros, film APPetitosi
Ordina
  • Proprio lo schermo adatto....
    non+autenticato
  • nel video a dire il vero si vede subito un ipad ;D
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Proprio lo schermo adatto....

    Si, ma devi considerare anche le cuffiette!
  • ma prezzo ancora decisamente troppo alto se intendono contrastare il p2p per davvero.
    Il noleggio non dovrebbe superare i 4/5 usd al massimo imho
  • Anche a un centesimo, non è conveniente: perchè mai dovrei darti dei soldi per vedere per un tempo limitato un film su un solo dispositivo, quando con rapidshare posso vederlo su quanti dispositivi voglio per il tempo che voglio, gratis e senza violare la legge?

    Perchè mai dovrei pagare per avere meno di quanto posso avere gratis?
    non+autenticato
  • Questa è apologia del furto, quindi lascia perdere che è meglio!
    non+autenticato
  • Non è furto, e lo sai. Furto è se ti prendono qualcosa contro la tua volontà: ma da megavideo non prendi nulla che megavideo non ti metta a disposizione volontariamente. Quindi, è condivisione.
    non+autenticato
  • poi mica è furto la copia di una serie di bit che per caso utilizzando un programma ed un codec diventano un film... potrebbero benissimo essere un megadocumento di power point pieno di immagini (ne ho davvero fatto uno da 700 mega -.-), chi lo sa?
    non+autenticato
  • pero' devi ammettere che la volonta' di chi ha prodotto il film non e' certo di condividere.
    Se tu spendessi diciamo 10 milioni di dollari per un tuo prodotto ( cifra a caso ) saresti felice di vedertelo prelevato a sbafo da P2p o torrent?
  • - Scritto da: deactive
    > pero' devi ammettere che la volonta' di chi ha
    > prodotto il film non e' certo di
    > condividere.
    > Se tu spendessi diciamo 10 milioni di dollari per
    > un tuo prodotto ( cifra a caso ) saresti felice
    > di vedertelo prelevato a sbafo da P2p o
    > torrent?

    Facciamo un passo indietro e chiediamoci perche' ho speso 10 milioni di dollari per fare un certo prodotto.

    Se me lo hanno commissionato, me lo pagano e la questione finisce li'.

    Se non me lo hanno commissionato, l'ho fatto per il piacere di farlo, e quindi se la gente lo guarda e lo apprezza, ho ottenuto il mio scopo.
  • > Facciamo un passo indietro e chiediamoci perche'
    > ho speso 10 milioni di dollari per fare un certo
    > prodotto.
    *************************************************
    non capisco proprio perche' interrogarsi sulla cifra iniziale.



    > Se me lo hanno commissionato, me lo pagano e la
    > questione finisce
    > li'.
    *****************************************************
    ad un produttore non commissionano il lavoro, e non riceve soldi per cio' che sta facendo, direi piuttosto il contrario. Lui finanzia, e i soldi, se la produzione varra' il suo prezzo, verranno in seguito a film nelle sale.

    >
    > Se non me lo hanno commissionato, l'ho fatto per
    > il piacere di farlo, e quindi se la gente lo
    > guarda e lo apprezza, ho ottenuto il mio
    > scopo.
    ****************************************************
    non penso che nessuno voglia spendere 2 anni di vita a girare e lavorare un kolossal se non e' un minimo certo del rientro delle spese.

    Pardon, ma stiamo parlando della stessa cosa ?
  • - Scritto da: deactive

    > > Se me lo hanno commissionato, me lo pagano e la
    > > questione finisce
    > > li'.
    > **************************************************
    > ad un produttore non commissionano il lavoro, e
    > non riceve soldi per cio' che sta facendo, direi
    > piuttosto il contrario. Lui finanzia, e i soldi,
    > se la produzione varra' il suo prezzo, verranno
    > in seguito a film nelle
    > sale.

    Benissimo.
    Ma non e' il produttore quello che gira, che realizza o che comunque firma il film.
    Il film lo firma il regista.

    > > Se non me lo hanno commissionato, l'ho fatto per
    > > il piacere di farlo, e quindi se la gente lo
    > > guarda e lo apprezza, ho ottenuto il mio
    > > scopo.
    > **************************************************
    > non penso che nessuno voglia spendere 2 anni di
    > vita a girare e lavorare un kolossal se non e' un
    > minimo certo del rientro delle
    > spese.
    >
    > Pardon, ma stiamo parlando della stessa cosa ?

    Non lo so.
    Pero' se vuoi posso citarti un discreto elenco di titoli di film che sono costati molto di piu' di quanto hanno reso al botteghino, e non certo per colpa della pirateria.
  • - Scritto da: deactive
    > > Facciamo un passo indietro e chiediamoci perche'
    > > ho speso 10 milioni di dollari per fare un certo
    > > prodotto.
    > *************************************************
    > non capisco proprio perche' interrogarsi sulla
    > cifra
    > iniziale.

    Semplice: perchè se io spendo 10 milioni per realizzare un prodotto, non lo vendo per meno di 11.
    E se non trovo nessuno disposto a pagarmelo quella cifra, ho sprecato 10 milioni.
    Ecco perchè la cifra iniziale conta: perchè da essa dipende la cifra finale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: deactive
    > pero' devi ammettere che la volonta' di chi ha
    > prodotto il film non e' certo di
    > condividere.

    E allora se lo tiene lui, e non lo dà a nessuno. Lo guarderà solo lui.

    Se invece lo vende, non è più suo, e la sua volontà non ha nessun valore. Se io ti vendo una bottiglia di vino, e tu invece di berla la fai bere a qualcun altro, io non posso certo oppormi (anche se magari non volevo che l'altro bevesse il vino fatto da me).

    > Se tu spendessi diciamo 10 milioni di dollari per
    > un tuo prodotto ( cifra a caso ) saresti felice
    > di vedertelo prelevato a sbafo da P2p o
    > torrent?

    E come ha fatto ad arrivare sul p2p? Se non ce l'ho messo io, deve averlo messo qualcuno a cui io l'ho venduto: ma se a me è costato 10 milioni, io non lo vendo per meno di 11 milioni. E a quel punto, tu mettilo pure sul p2p, se ti gira di farlo; se te l'ho venduto, io ho recuperato i miei soldi.
    non+autenticato