18 mesi a mr. Warez

Il suo gruppo, insieme al più noto DrinkOrDie, ha distribuito in rete centinaia di videogame craccati a migliaia di persone. Ora passerà un anno e mezzo dietro le sbarre

Roma - Un anno e mezzo, questo è quanto il 31enne americano Shane "Pitbull" Pittman dovrà passare dietro le sbarre per aver ideato e messo in piedi un network di distribuzione illegale di software craccati, in particolare videogiochi.

Pittman, considerato il leader del gruppo Razor1911, è stato individuato nel corso di quell'operazione "Bucaneer" che ha costituito la più imponente caccia al warez della storia del warez. Una caccia che ha portato molti frutti ai procuratori americani che, per l'occasione, hanno potuto contare sulla collaborazione di numerosi altri paesi. Nella rete della polizia sono infatti finite decine di persone compresi i principali membri delle organizzazioni illegali warez più note, come DrinkOrDie.

Secondo i procuratori americani, quelli di Razor1911 "si dimostravano orgogliosi dell'attività di cracking e distribuzione illegale dei videogiochi più popolari, distribuzione che spesso iniziava prima della data ufficiale di lancio dei titoli stessi, di titoli come Quake, Red Alert, Terminal Velocity o Warcraft". "L'arresto e la sentenza di Shane Pitman - hanno commentato - dovrebbero mandare un messaggio forte a quei gruppi organizzati su internet come Razor1911, cioè che rubare e distribuire illegalmente videogame sulla rete non è un gioco".
Va detto che condanne ancora più pesanti sono già state comminate ad alcuni dei leader dei gruppi coinvolti in Bucaneer. La più pesante è stata inflitta a "EriflleH", nickname del 28enne John Sankus, boss di DrinkOrDie, condannato a 4 anni di carcere.
TAG: cybercops
87 Commenti alla Notizia 18 mesi a mr. Warez
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 18 discussioni)