NetBusiness abbandona la flat-rate

Infostrada aumenta il canone di Libero@Sogno per i vecchi abbonati e NetBusiness sceglie di tornare alla tariffazione a minuti. E se una nuova flat sembra sul punto di partire, ci si chiede se l'epoca flat non sia sul viale del tramonto

NetBusiness abbandona la flat-rateRoma - Nuovi problemi per i servizi flat italiani. Un popolare fornitore di accesso ad Internet via flat e semi-flat, NetBusiness, ha infatti deciso di abbandonare questo modello di business nel giro di quattro settimane e di tornare alla "vecchia" tariffazione a minuti.

In una lettera inviata ai propri abbonati nelle scorse ore, NetBusiness ha annunciato che dal primo maggio i servizi di accesso basati su canone mensile saranno cancellati e sostituiti da un "nuovo servizio" fondato sulla tariffazione a minuti. Una tariffazione che avrà costi diversi a seconda della fascia oraria in cui l'utente sceglie di collegarsi.

Stando alle molte segnalazioni giunte in redazione e nei newsgroup, gli utenti di NetBusiness sono perplessi sull'accaduto. Qualcuno sostiene che l'azienda non ha il diritto di "cambiare le carte in tavola", una tesi che sembra però scontrarsi con un contratto che, come già visto per altri fornitori in simili occasioni, permette a NetBusiness di trasformare liberamente il proprio modello di fornitura ("NetBusiness si riserva la facoltà di modificare le specifiche tecniche del servizio, per esigenze di fornitura e/o organizzazione").
Nella lettera inviata ai propri abbonati, NetBusiness ha naturalmente specificato che ciascuno è libero di non accedere ai servizi non-flat disdicendo il rapporto commerciale con NetBusiness entro il primo maggio, data in cui la flat-rate verrà definitivamente chiusa.

La decisione di NetBusiness di tornare sui propri passi arriva nel momento più difficile per le flat-rate italiane.
TAG: italia
72 Commenti alla Notizia NetBusiness abbandona la flat-rate
Ordina
  • Ok, il problema è come sempre di pubblicità ingannevole. Se è vero come dice Marcos che nelle due pagine di contratto il fornitore si tutela alla grande, nessuno tutela il consumatore dalla pubblicità ingannevole. Riporto pari pari da uno dei siti "Ma soprattuto con XXXXXXX potrai navigare liberamente in rete dalla 20.00 alle 8.00 dal lunedì al venerdì e tutto il giorno il sabato e la domenica." e questo in italiano cozza da morire con le affermazioni tipo rapporto utenti modem 1/5. Cosa vorrei? che per usare la parola flat rate e fornire un'offerta flat il rapporto sia 1 a 1. Come avviene negli USA.
    Dal mio canto, mai sottoscritto un'abbonamento flat, ne avevo sentite troppe negative..
    non+autenticato
  • E' oltremodo evidente che la tua opinione e' di parte.
    Hai perso una ottima occasione per non prendere in giro i lettori di questo forum.

    Todex


    ps: io sono d'accordo (non nella forma ) ma nella sostanza con chi giustamente stava polemizzando con te. Ha ragione da vendere. Certi conti bisognava farli prima e non inventarsi manager della new economy !!!!!!
    non+autenticato
  • Gent. Sig.ra Riccardi,
    mi aspettavo almeno una risposta di cortesia alla mia ultima mail di ieri. Cos'e' mancanza di educazione o mancanza di coraggio?

    Cordialità

    Anna Maria Grimaldi
    non+autenticato
  • In un grazioso negozio c'era scritto: "Il cliente ha sempre ragione se..." e di seguito una lista di 10 "se".

    Uno di questi "se" era: "Se non fa pretese assurde".

    Le pretese assurde sono quelle che la maggior parte degli utenti vogliono da una connessione flat ovvero: stare connessi per tutto il tempo che desiderano e trovare sempre la linea libera.

    Queste sono garanzie che il provider non ha mai dato e chi se ne intende un po' e sa fare due conti sa che l'offerta flat non funziona, se tutti si connettono dalle dieci ore al giorno in su.

    Insomm, tutti lo sanno ma tutti hanno fatto finta di non sapere. Si sono connessi tutto il tempo che volevano ed ecco la bella fine che hanno

    Allora, ripeto: il cliente ha sempre ragione se non fa pretese assurde.

    mARCOs



    - Scritto da: Dott. Anna Maria Grimaldi
    > Gent. Sig.ra Riccardi,
    > mi aspettavo almeno una risposta di cortesia
    > alla mia ultima mail di ieri. Cos'e'
    > mancanza di educazione o mancanza di
    > coraggio?
    >
    > Cordialità
    >
    > Anna Maria Grimaldi
    non+autenticato

  • - Scritto da: mARCOs

    > Le pretese assurde sono quelle che la
    > maggior parte degli utenti vogliono da una
    > connessione flat ovvero: stare connessi per
    > tutto il tempo che desiderano e trovare
    > sempre la linea libera.

    ehi pezzo di ***** spero solo che tu lavori per un provider fornitore di accessi Flat perchè se sei solo un cliente flat sei proprio un ****** a dire cose come queste...
    Quelli come te sono la molla che spinge certa gentaglia ad improvvisarsi venditori di "flat".
    Con gente come te i flattari ci vanno a nozze


    > Queste sono garanzie che il provider non ha
    > mai dato

    EHHHH???? che cazzo dici? le hai lette le pubblicità dei signori flattari?
    24 ore su 24. Se non è vero o impossibile basta che lo dicano.
    Il vero limite stà nella loro fame smisurata.
    1.. 10.. 100 1000 clienti e stì 4 gaglioffi si ingozzano a spese dei consumatori che nussuno protegge.
    E sperano nell'appoggio dei xxxxx come te.
    non+autenticato


  • - Scritto da: incazzatissimo®
    >
    > - Scritto da: mARCOs
    >
    > > Le pretese assurde sono quelle che la
    > > maggior parte degli utenti vogliono da una
    > > connessione flat ovvero: stare connessi
    > per
    > > tutto il tempo che desiderano e trovare
    > > sempre la linea libera.
    >
    > ehi pezzo di *****

    Hai perso un'occasione per passare per educato.

    > spero solo che tu lavori
    > per un provider fornitore di accessi Flat
    > perchè se sei solo un cliente flat sei
    > proprio un ****** a dire cose come queste...

    Ne hai persa una seconda.

    > Quelli come te sono la molla che spinge
    > certa gentaglia ad improvvisarsi venditori
    > di "flat".
    > Con gente come te i flattari ci vanno a
    > nozze
    >
    >    
    > > Queste sono garanzie che il provider non
    > ha
    > > mai dato
    >
    > EHHHH???? che cazzo dici? le hai lette le
    > pubblicità dei signori flattari?
    > 24 ore su 24. Se non è vero o impossibile
    > basta che lo dicano.

    Tesoro, secondo te è un caso che la pubblicità sia fatta da una sola frase, mentre il contratto sia costituito da due pagine? Che le hanno scritte a fare?

    Leggitelo e forse impari qualcosa.

    Le 24 ore su 24 si riferiscono al fatto che ti puoi connettere 24 ore su 24, non al fatto che possa stare connesso 24 ore al giorno.

    Se è vero che le pubblicità sono ingannevoli, è anche vero che i provider avranno vita facile, finché gli utenti saranno imbecillotti come te, che leggono "24" sulle pubblicità e si abbonano subito.

    > Il vero limite stà nella loro fame smisurata.
    > 1.. 10.. 100 1000 clienti e stì 4 gaglioffi
    > si ingozzano a spese dei consumatori che
    > nussuno protegge.
    > E sperano nell'appoggio dei xxxxx come te.

    E pure la terza.

    Mai pensato di cambiare hobby? Invece di collegarti ad Internet, che ne dici del giardinaggio?

    mARCOs
    non+autenticato


  • - Scritto da: mARCOs
    > In un grazioso negozio c'era scritto: "Il
    > cliente ha sempre ragione se..." e di
    > seguito una lista di 10 "se".
    >
    > Uno di questi "se" era: "Se non fa pretese
    > assurde".
    >
    > Le pretese assurde sono quelle che la
    > maggior parte degli utenti vogliono da una
    > connessione flat ovvero: stare connessi per
    > tutto il tempo che desiderano e trovare
    > sempre la linea libera.
    >
    > Queste sono garanzie che il provider non ha
    > mai dato e chi se ne intende un po' e sa
    > fare due conti sa che l'offerta flat non
    > funziona, se tutti si connettono dalle dieci
    > ore al giorno in su.
    >
    > Insomm, tutti lo sanno ma tutti hanno fatto
    > finta di non sapere. Si sono connessi tutto
    > il tempo che volevano ed ecco la bella fine
    > che hanno
    >
    > Allora, ripeto: il cliente ha sempre ragione
    > se non fa pretese assurde.
    >
    > mARCOs
    >
    >
    >
    Gent. Sig. mARCOs (gent. per modo di dire)
    innanzitutto vorrei sapere chi è Lei e che cosa c'entra con la domanda che ho rivolto specificatamente alla sig.ra Riccardi. E' per caso il suo segretario? E' stato autorizzato dalla sig.ra Riccardi a rispondermi, o più semplicemente si è degnato di leggere la mia mail prima di trattare un argomento che non era assolutamente pertinente al discorso tra me e la sig. Riccardi?
    Comunque, visto che ci tiene tanto, darò una risposta anche a Lei: la mia affermazione che "il cliente ha sempre ragione" deriva semplicemente dal fatto che leggendo le mail degli utenti Netbusiness (io per mia fortuna visti i fatti non lo sono) ho riscontrato che questi si lamentano semplicemente per un servizio che hanno già pagato del quale non hanno potuto usufruire.
    Gli utenti si lamentano di un servizio che evidentemente da qualche parte fa un po' acqua,
    ma anche e questa è la cosa più grave
    vi è modo e modo di rispondere alle lamentele degli utenti senza bisogno di insulti o appellativi inutili, che dimostrano solo la poca serietà delle persone che se ne servono.
    Gli utenti per una società che sia provider o altro sono sempre coloro che sborsano del denaro per un servizio e che quindi si aspettano sia il più efficiente possibile, altrimenti vista la libera concorrenza potrebbero andarsene da altre parti. Forse se Lei evitasse di insultare le persone, soprattutto quelle che le danno da mangiare (viste le Sue affermazioni Lei non può essere altri che un collaboratore della società in questione, altrimenti non si scalderebbe così tanto, vero?) e quindi Le consiglierei innanzitutto di imparare un po' di educazione che non fa mai male, e poi di usare il Suo brillante cervello per applicare l'educazione che ha imparato alle persone con cui ha a che fare.
    Io sono dell'opinione che l'intelligenza e la cultura di una persona, non vengono solamente dai titoli di studio (e questo le viene detto da una persona che ha conseguito 2 lauree) o dalle conoscenze, ma anche e soprattutto dalle piccole cose, tipo le risposte che si inviano in un forum come questo.
    E non mi sembra che Lei con le Sue risposte abbia dimostrato molta intelligenza...
    Ci pensi, e se poi il suo cervello non è troppo stanco mi faccia sapere la sua opinione, ci terrei molto.

    Cordiali Saluti

    Anna Maria Grimaldi

    non+autenticato


  • - Scritto da: Dott.ssa Anna Maria Grimaldi
    > Gent. Sig. mARCOs (gent. per modo di dire)

    E meno male che poi parla di educazione. Da che pulpito...!

    > innanzitutto vorrei sapere chi è Lei e che
    > cosa c'entra con la domanda che ho rivolto
    > specificatamente alla sig.ra Riccardi. E'
    > per caso il suo segretario? E' stato
    > autorizzato dalla sig.ra Riccardi a
    > rispondermi, o più semplicemente si è
    > degnato di leggere la mia mail prima di
    > trattare un argomento che non era
    > assolutamente pertinente al discorso tra me
    > e la sig. Riccardi?

    Questo è un forum pubblico e ci sono tante persone che non conosce che intervengono nelle discussioni.

    Se le dà fastidio che qualcuno si intrometta tra lei e la sig.ra Ricciardi, usi la posta elettronica e non questo forum.

    Il mio commento era unicamente sulla sua frase "Il cliente ha sempre ragione".

    > Comunque, visto che ci tiene tanto, darò una
    > risposta anche a Lei: la mia affermazione
    > che "il cliente ha sempre ragione" deriva
    > semplicemente dal fatto che leggendo le mail
    > degli utenti Netbusiness (io per mia fortuna
    > visti i fatti non lo sono) ho riscontrato
    > che questi si lamentano semplicemente per un
    > servizio che hanno già pagato del quale non
    > hanno potuto usufruire.

    E' tipico dei servizi flat.

    Il provider dichiara apertamente i propri limiti e chi vuole connettersi quando gli pare fa una pretesa assurda.

    Anche nelle connessioni dial-up è così, quindi perché stupirsi?

    Soltanto dove c'è scritto "linea dedicata" possiamo stare tranquilli e navigare per un mese di fila.

    > Gli utenti si lamentano di un servizio che
    > evidentemente da qualche parte fa un po'
    > acqua,
    > ma anche e questa è la cosa più grave
    > vi è modo e modo di rispondere alle
    > lamentele degli utenti senza bisogno di
    > insulti o appellativi inutili, che
    > dimostrano solo la poca serietà delle
    > persone che se ne servono.
    > Gli utenti per una società che sia provider
    > o altro sono sempre coloro che sborsano del
    > denaro per un servizio e che quindi si
    > aspettano sia il più efficiente possibile,

    Si aspettano che sia il servizio pattuito e basta.

    Se io pago per una stanza in un albergo ad una stella (~40mila a notte), non mi aspetto che sul mio cammino vengano gettati petali di rosa. Se invece alloggio nella più elegante suite di un albergo a cinque stelle (~4 milioni a notte), pretendo che tutti scattino ai miei ordini.

    Le flat e le connessione dial-up in generale sono chiaramente servizi di serie B, dai quali non si può pretendere la Luna.

    > altrimenti vista la libera concorrenza
    > potrebbero andarsene da altre parti.

    Ne dubito assai, visto che i contratti sono annuali.

    > Forse
    > se Lei evitasse di insultare le persone,
    > soprattutto quelle che le danno da mangiare
    > (viste le Sue affermazioni Lei non può
    > essere altri che un collaboratore della
    > società in questione, altrimenti non si
    > scalderebbe così tanto, vero?)

    Due lauree, e non sa fare altro che i soliti discorsi degli ignorantoni sospettosi del tipo: "Tu sei uno di loro"!

    Suvvia, si sprema un po'...

    > e quindi Le
    > consiglierei innanzitutto di imparare un po'
    > di educazione che non fa mai male, e poi di
    > usare il Suo brillante cervello

    Un altro esempio della sua sconfinata educazione.

    > per
    > applicare l'educazione che ha imparato alle
    > persone con cui ha a che fare.
    > Io sono dell'opinione che l'intelligenza e
    > la cultura di una persona, non vengono
    > solamente dai titoli di studio (e questo le
    > viene detto da una persona che ha conseguito
    > 2 lauree) o dalle conoscenze, ma anche e
    > soprattutto dalle piccole cose, tipo le
    > risposte che si inviano in un forum come
    > questo.
    > E non mi sembra che Lei con le Sue risposte
    > abbia dimostrato molta intelligenza...

    Toh, a me pareva di sì.

    E' semplice, sono sicuro che lei può arrivarci: il provider non promette né la connessione, né la banda. Perché vi lamentate se non mantiene promesse che non ha mai fatto?

    > Ci pensi, e se poi il suo cervello non è
    > troppo stanco mi faccia sapere la sua
    > opinione, ci terrei molto.

    E tre. Proprio educata, non c'è che dire.

    Signora Grimaldi, con tutte le sue lauree avrà ben di meglio fare che connettersi ad Internet per partecipare a questi forum.

    Mi dia retta, non sprechi il suo prezioso cervello per risponderci.

    Un saluto alla intelligentissima ed educatissima Anna Maria Grimaldi.

    mARCOs
    non+autenticato
  • meno male che c'e' lei a insegnarci l'educazione, senno' come faremmo???

    ritorni al suo superiore lavoro e lasci tutti noi poveracci nella nostra ignoranza e incivilta'!!!

    PiK
    non+autenticato

  • Gentile Dottoressa,

    mi dispiace non aver avuto altro tempo da dedicarLe ma sa, grazie a Dio, la mia vita e' composta da altro ben piu' interessante e costruttivo della polemica aperta cone Lei. E' evidente che Lei al contrario mio ha molto tempo a disposizione. Comunque la corrispondenza che ancora mi dedica mi conferma il fatto che ancora non Le e' ben chiaro il mio ruolo in questa azienda e cioe' di semplice dipendente-utente con incarico operativo. Spero con questo di averLe definitivamente chiarito la mia posizione e che il Suo accanimento ingiustificato e oserei dire fastidioso per la mia persona sta assumendo delle pieghe imbarazzanti.
    Mi scuso nuovamente per non averLa sufficientemente considerata e cordialmente La saluto.

    Laura Riccardi



    - Scritto da: Dott. Anna Maria Grimaldi
    > Gent. Sig.ra Riccardi,
    > mi aspettavo almeno una risposta di cortesia
    > alla mia ultima mail di ieri. Cos'e'
    > mancanza di educazione o mancanza di
    > coraggio?
    >
    > Cordialità
    >
    > Anna Maria Grimaldi
    non+autenticato
  • Ma quante persone che si sprecano a difendere NetBufala-Business.it!!!
    Siamo sicuri che dietro a questi Nick non ci siano dei NetBufala-Manager?

    Il dubbio, visto il "genere" di risposte date, é più che legittimo.
    non+autenticato
  • Egregia dottoressa Riccardi Laura, perché ha scritto tutti quei Post a difesa dell'operato da suicidio di Net Business, dichiarando addirittura di essere anche lei una cliente delusa (?) ed amareggiata (?) della Flat Net People, e caricando di insulti chi legittimamente protestava contro tale decisione ingiusta, quando non é mai stata messa in causa nè lei nè il ruolo da lei ricoperto in azienda?
    A che prò le serve lanciarsi a difesa di certi personaggi?

    Da Net Business ho imparato:
    1)Che esistono al mondo tanti titoli inutili di cui ci si può fregiare;
    2)Che si può protestare come dipendente della Net Business per le accuse infamanti ricevute da altri e poi poter rispondere nello stesso tono lamentato (molto originale: se lo dici tu sbagli, se lo dico io posso farlo!);
    3)Che é diventato un valore fondamentale di una certa New Economy, fregare i propri clienti (lo insegneranno all'Università con l'introduzione della riforma?);
    4)Che dal 01 Maggio 2001 molte braccia rubate all'Agricoltira torneranno al loro posto, ben meritato visto l'epilogo di questa avventura finita con una colata a picco dell'Incrociatore Net Business S.p.A., ossia nei campi, tanto tra poco ci sarà tanto lavoro fino ad Ottobre.

    Da un cliente felice di Net People 10026 ora costretto dal suicidio di Net Business a diventare un Ex cliente!

    P.S.: mi dispiace solo per tutti quei lavoratori e lavoratrici del 1926, che sono stati sempre molto gentili ed educati, dimostrando con il loro operato di possedere una professionalità che é invece latitante ai vertici aziendali, che in seguito a tali decisioni suicide, rischiano di perdere il posto di lavoro.
    non+autenticato
  • La cara signora Laura non e' altro che la MOGLIE del "signor" Lago... strano che dopo tutte le belle frasi che ha scritto non lo abbia menzionato. (ps. come sta' suo fratello Milko?)
    Comunque da vecchio utente Netbusiness tutto questo non mi sorprende. Sono anche convinto che se la Netbusiness avesse la scusa di chiudere questo forum per far tacere gli utenti delusi dei loro servizi (cari!), lo avrebbe gia' fatto, come lo fece circa 2 anni fa' con il forum sul loro sito e tutto per le troppe lamentele (a dire il vero con qualche indecenza, ma tutte sane!!).
    bahhh... che dire.....m'avevano quasi convinto di aver risanato l'azienda, ma mi ero sbagliato.. e alla grande....
    buon lavoro Signori visto che se siete fortunati questa volta dovrete ricominciare....
    ...

    non+autenticato
  • Laura, confermi o smentisci?

    StefanoR

    - Scritto da: Nettriste
    > La cara signora Laura non e' altro che la
    > MOGLIE del "signor" Lago
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)