Cristina Sciannamblo

Internet Archive, via al prestito digitale

L'organizzazione non profit annuncia la collaborazione con 150 biblioteche canadesi e statunitensi per digitalizzare e preparare al prestito circa 80mila testi. Con l'auspicio che altre biblioteche seguano l'esempio

Roma - Un'iniziativa in favore della circolazione della conoscenza universale attraverso vie digitali: Internet Archive, in collaborazione con centocinquanta biblioteche sparse tra Canada e USA, è pronta a creare una collezione di 80mila ebook che saranno resi disponibili per il prestito su laptop, e-reader e i computer delle biblioteche.

Si tratta di un prestito digitale in grado di espandere enormemente le collezioni presenti sugli scaffali e di aggiornare il profilo della biblioteca tradizionale aggiungendo titoli fatti di bit.

Le ragioni della partecipazione al progetto non sono le medesime per ciascuna biblioteca. "Abbiamo centinaia di libri che sono troppo fragili per circolare. Questo sistema di digitalizzazione e prestito ci consente di offrire l'accesso a questi libri vecchi senza mettere in pericolo la copia materiale", afferma Judy Russell, della biblioteca dell'Università della Florida.
Il prestito digitale permette anche di accedere a testi rari e unici nel proprio genere, riguardanti la storia delle famiglie, argomento popolare tra i genealogisti. Tale collezione combinata consentirà alla Boston Public Library e alla biblioteca pubblica di Allen County, nell'Indiana, di condividere i propri documenti e metterli a disposizione su scala globale.

"I genealogisti sono alcuni dei nostri utenti più entusiasti, e la biblioteca pubblica di Boston possiede alcuni testi sulla materia introvabili altrove", sostiene Amy E. Ryan, presidente della famosa istituzione. "Questo sistema di prestito consente ai nostri utenti di ricercare per la prima volta i nomi presenti all'interno dei testi e ci permette di procedere col prestito a distanza in maniera efficiente".

Per Brewster Kahle, fondatore di Internet Archive, la speranza è che uno sforzo del genere solleciti le biblioteche a fornirsi di un servizio di prestito digitale.

Gli utenti che approfitteranno dell'opportunità potranno scegliere la versione fruibile in-browser, il file PDF o ePUB.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Internet Archive, via al prestito digitale
Ordina