Alfonso Maruccia

Fraunhofer e il display bidirezionale

Il prestigioso istituto tedesco è al lavoro su un display organico in grado agire contemporaneamente da dispositivo di visualizzazione e strumento per la cattura delle informazioni video

Roma - Il prestigioso Fraunhofer Institute - già "culla" dello standard di compressione audio universale noto come MP3 - lavora a una tecnologia OLED "bidirezionale", in grado cioè di funzionare sia da dispositivo di cattura video che da schermo per la visualizzazione delle immagini catturate in tempo reale.

L'ultimo prototipo della tecnologia - in attesa di essere messo in mostra all'expo Smart Systems Integration 2011 che si terrà questo marzo - consiste in un pannello AMOLED da 0,6 pollici con risoluzione QVGA da 320x240 pixel, che al suo interno integra anche un sensore CMOS da 160x120 pixel (QQVGA).

Il micro-pannello del Fraunhofer Institute (monocromatico sia per il display che per la videocamera) è in grado di inframmezzare l'azione dei pixel del pannello AMOLED con quella dei "fotorecettori" della videocamera CMOS, ottenendo come effetto finale la contemporanea cattura e visualizzazione delle immagini.
Eventuali applicazioni concrete di una simile tecnologia - come la scansione dei bigliettini da visita - sono ancora parecchio distanti negli anni, e nel mentre al Fraunhofer Institute provano a miniaturizzare i microchip e a raggiungere la risoluzione nativa dello standard VGA (640x480).

Alfonso Maruccia
16 Commenti alla Notizia Fraunhofer e il display bidirezionale
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)