Mauro Vecchio

Ricette elettroniche: partenza, pronti?

Saranno i medici di famiglia della Valle d'Aosta i primi a sperimentare il nuovo sistema di trasmissione dei dati relativi alle prescrizioni mediche. Ma in regioni come il Piemonte non si è ancora giunti alla piena sperimentazione

Roma - Ad inaugurarne la definitiva implementazione sarà per prima la Valle d'Aosta, seguita a ruota dall'Emilia Romagna e poi da Abruzzo, Campania e Piemonte. Il decreto emesso dal ministero dell'Economia e delle Finanze - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale in data 5 marzo - darà così avvio all'adozione nazionale delle cosiddette ricette elettroniche.

Una nuova incombenza telematica per i vari medici di famiglia del Belpaese, che dovranno ora trasmettere allo stesso ministero delle Finanze tutti quei dati relativi alla quotidiana prescrizione delle ricette. La pratica verrà effettuata tramite il predisposto Sistema di accoglienza centrale (Sac).

Ma quali dati verranno inviati al ministero dai medici di famiglia? Il pacchetto di informazioni da trasmettere comprenderà il codice fiscale del paziente, il codice specifico della ricetta, i dati relativi ad eventuali esenzioni. Ma anche la data di compilazione e l'indicazione del tipo di visita effettuata.
Dal prossimo primo aprile saranno così i medici della Valle d'Aosta a prendere dimestichezza con il sistema di trasmissione voluto dal governo, seguiti dai loro colleghi dell'Emilia Romagna (primo maggio) e poi - a partire dal prossimo primo luglio - dalle regioni Campania, Molise, Abruzzo e Piemonte.

Stando alle direttive stabilite dal decreto, i medici saranno costretti a trasmettere i dati relativi ad almeno l'80 per cento delle ricette prescritte ogni mese. Altrimenti "è prevista - come spiegato dal segretario nazionale della Federazione medici di famiglia Giacomo Milillo - una riduzione del compenso pari all'1,15 per cento. Ma i camici bianchi saranno sanzionabili solo se in possesso di tutti gli strumenti idonei a far funzionare il sistema".

E proprio su questo stesso funzionamento è scoppiata la polemica. "A parte la Lombardia - ha continuato Milillo - dove da tempo la ricetta elettronica è già una realtà, nelle altre regioni i medici non sono ancora in grado di partire con le ricette online. Ad esempio in Piemonte è stata condotta una sperimentazione incompleta".

Il ministro della Pubblica Amministrazione e Innovazione Renato Brunetta aveva già parlato di un risparmio pari al 30 per cento sulla spesa farmaceutica dei pazienti. Una parte di questo stesso risparmio - circa 800/900 milioni di euro - deriverebbe dal taglio della carta.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia Ricette elettroniche: partenza, pronti?
Ordina
  • Le ricette dovrebbero estendersi anche alle guardie mediche. Ma prima che le ASL le dotino di PC e linea ADSL passeranno millenni.
    Allora il medico cosa deve fare? Portarsi il NetBook da casa con la chiavetta? Perché le sanzioni della non trasmissione se le becca il medico e non la ASL.
    non+autenticato
  • Ma in Lombardia è già cosi' da un pezzo, due mesi fa il mio medico ha tirato giù l'intero calendario di santi (con particolare attenzione a S.Brunetta) perché non riusciva a collegarsi e ha perso mezz'ora per poi rinunciare e farmi il cartaceo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > Ma in Lombardia è già cosi' da un pezzo, due mesi
    > fa il mio medico ha tirato giù l'intero
    > calendario di santi (con particolare attenzione a
    > S.Brunetta) perché non riusciva a collegarsi e ha
    > perso mezz'ora per poi rinunciare e farmi il
    > cartaceo.

    Potevo anche finire di leggere Rotola dal ridere però anche voi, "pronti, partenza via", "avvio delle ricette elettroniche" e poi "in Lombardia è gia realtà"...

    Comunque prepariamoci al botto, il mio medico era convinto che fosse gia attiva in tutta Italia visto i casini immensi, figuriamoci ora che partono altre regioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: nome e cognome
    > Ma in Lombardia è già cosi' da un pezzo, due mesi
    > fa il mio medico ha tirato giù l'intero
    > calendario di santi (con particolare attenzione a
    > S.Brunetta) perché non riusciva a collegarsi e ha
    > perso mezz'ora per poi rinunciare e farmi il
    > cartaceo.

    che sapevo io anche in piemonte è dato tempo che le ricette devono inviarle a non so chi ( e non mi interessa ).

    Fonte della notizia: un farmacista.
  • - Scritto da: pippo75
    > - Scritto da: nome e cognome
    > > Ma in Lombardia è già cosi' da un pezzo, due
    > mesi
    > > fa il mio medico ha tirato giù l'intero
    > > calendario di santi (con particolare attenzione
    > a
    > > S.Brunetta) perché non riusciva a collegarsi e
    > ha
    > > perso mezz'ora per poi rinunciare e farmi il
    > > cartaceo.
    >
    > che sapevo io anche in piemonte è dato tempo che
    > le ricette devono inviarle a non so chi ( e non
    > mi interessa ).
    >
    >
    > Fonte della notizia: un farmacista.

    Tramite un paio di passaggi intermedi tra ASL e Regione, sono poi destinate al MEF (Min. Economia e Finanze). Il tutto però attraverso la digitalizzazione del cartaceo, che non è nè efficace nè economica.
    non+autenticato
  • Con l'avvento della ricetta elettronica, penso che per i medici dovrà essere messo a disposizione un sistema di crittografia che sia comprensibile solo ai farmacisti, come avviene ora per le ricette scritte a mano...
  • dai, bella questaA bocca aperta
    Hai ragione, dovrebbero imparare ad usare lo stampatello.
  • - Scritto da: Rokko
    >
    > C.D.O.

    causa del decesso del paziente?
    la grafia illeggibile del medico.

    è successo e succederà ancora

    quindi?
    non+autenticato
  • Ho quasi perso una cornea per la scrittura illeggibile del medico.
    Per fortuna il farmacista conosceva i miei trascorsi ed era decisamente sveglio.
  • Allora, invece che stare qui a cazzeggiare, dai una mano a SOGEI a sistemare il software.
    Produci qaulcosa in più che i soliti flames!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rover
    > Allora, invece che stare qui a cazzeggiare, dai
    > una mano a SOGEI a sistemare il
    > software.
    > Produci qaulcosa in più che i soliti flames!

    mi sa che volevi rispondere a Rokko,
    dato che io non ho criticato il sw,
    anzi!
    non+autenticato
  • E finalmente, per non rimanere dietro a Cicciobello (nelle sue innumerevoli versioni, tra le quali ricordiamo "Cicciobello bua", "Cicciobello Rock", "Cicciobello sciatore" e mi fermo qui per non farvi assuefare troppo), ora anche il medico di famiglia avrà le sue meravigliose mansioni extracurricolari con le quali colorire la propria monotona e superflua professione!
    Dopo "medico di famiglia denuncia-immigrati", "medico di famiglia controllore fiscale" e "medico di famiglia certificatore matto", sta per uscire in tutti i negozi anche l'ultimissima, scoppiettante versione, "medico di famiglia aspetta-che-il-sito-delle-ricette-torni online-mentre-i-pazienti-si-accalcano-in-sala-d' attesa-e-la-ressa-genera-un-nuovo-ceppo-di-ebola"!
    Sempre più varietà, sempre più impicci, sempre più sfide stimolanti.... e sempre meno tempo per fare il medico!!
    Affrettatevi, prima che finisca nel negozio sotto casa!
  • - Scritto da: ephestione
    > E finalmente, per non rimanere dietro a
    > Cicciobello (nelle sue innumerevoli versioni, tra
    > le quali ricordiamo "Cicciobello bua",
    > "Cicciobello Rock", "Cicciobello sciatore" e mi
    > fermo qui per non farvi assuefare troppo), ora
    > anche il medico di famiglia avrà le sue
    > meravigliose mansioni extracurricolari con le
    > quali colorire la propria monotona e superflua
    > professione!
    > Dopo "medico di famiglia denuncia-immigrati",
    > "medico di famiglia controllore fiscale" e
    > "medico di famiglia certificatore matto", sta per
    > uscire in tutti i negozi anche l'ultimissima,
    > scoppiettante versione, "medico di famiglia
    > aspetta-che-il-sito-delle-ricette-torni
    > online-mentre-i-pazienti-si-accalcano-in-sala-d'
    > attesa-e-la-ressa-genera-un-nuovo-ceppo-di-ebola"!
    > Sempre più varietà, sempre più impicci, sempre
    > più sfide stimolanti.... e sempre meno tempo per
    > fare il
    > medico!!
    > Affrettatevi, prima che finisca nel negozio sotto
    > casa!

    Ti dimentichi del medico che dovrà mettere a disposizione del ministero della insanità tutti i dati delle pazienti che ricorrono alla RU486!
  • - Scritto da: il solito bene informato
    > Ti dimentichi del medico che dovrà mettere a
    > disposizione del ministero della insanità
    > tutti i dati delle pazienti che ricorrono alla
    > RU486!
    No, quelle le compri dai pedopornoterrosatanisti su internet Deluso
    non+autenticato
  • - Scritto da: ephestione
    > E finalmente, per non rimanere dietro a
    > Cicciobello (nelle sue innumerevoli versioni, tra
    > le quali ricordiamo "Cicciobello bua",
    > "Cicciobello Rock", "Cicciobello sciatore" e mi
    > fermo qui per non farvi assuefare troppo), ora
    > anche il medico di famiglia avrà le sue
    > meravigliose mansioni extracurricolari con le
    > quali colorire la propria monotona e superflua
    > professione!
    > Dopo "medico di famiglia denuncia-immigrati",
    > "medico di famiglia controllore fiscale" e
    > "medico di famiglia certificatore matto", sta per
    > uscire in tutti i negozi anche l'ultimissima,
    > scoppiettante versione, "medico di famiglia
    > aspetta-che-il-sito-delle-ricette-torni
    > online-mentre-i-pazienti-si-accalcano-in-sala-d'
    > attesa-e-la-ressa-genera-un-nuovo-ceppo-di-ebola"!
    > Sempre più varietà, sempre più impicci, sempre
    > più sfide stimolanti.... e sempre meno tempo per
    > fare il
    > medico!!
    > Affrettatevi, prima che finisca nel negozio sotto
    > casa!

    divertente Sorride ma vorrei ricordare che nel 2011 giriamo ancora con ricette scritte a mano, che spesso sono causa di errori e fraintendimenti. ci sono farmacie che per il controllo ricette hanno un apparecchio che *SCANSIONA* Deluso le ricette e le trasmette

    questa è follia
    non+autenticato
  • follia davvero, io in effetti sono un forte sostenitore dell'ecosostenibilità, e lo spreco di carta è un crimine contro la natura.
    Allo stato delle cose tuttavia, un sito web alla stregua del sistemats per i certificati di malattia è una scemenza, comportando perdite di tempo colossali. Appaltiamo ad una fabbrica cinese un tablet con software open sviluppato da una startup italiana, che serve ai medici alla stregua di un ricettario elettronico. I medici scarabocchiano (o battono sulla tastiera virtuale, meglio) la prescrizione, e quando premono "invia" il tablet si occupa di inviarlo automaticamente tramite un protocollo sempre open al sito predisposto dal SSN. Così digitalizzi tutto senza passare per il cartaceo, e non guadagni, ma nemmeno perdi (soprattutto), tempo.
  • - Scritto da: ephestione
    > follia davvero, io in effetti sono un forte
    > sostenitore dell'ecosostenibilità, e lo spreco di
    > carta è un crimine contro la
    > natura.

    Fosse solo uno spreco di carta!
    E i costi di digitalizzazione?
    E la scarsa attendibilità del dato, sia per il monitoraggio economico sia epidemiologico?
    non+autenticato
  • > Affrettatevi, prima che finisca nel negozio sotto
    > casa!

    Ma anche se esaurito potrete sempre comprare il "medico con in mano la tangente per prescrivere il farmaco di marca" ... tu credi che lo facciano perché ci godono o perché gli amati medici di famiglia hanno il vizietto di accettare regalini dagli informatori scientifici?
    non+autenticato
  • non sono medico di famiglia, ma al meglio della mia conoscenza questa è una affermazione falsa, visto che le linee guida ufficiali richiedono di prescrivere il principio attivo piuttosto che il nome commerciale, e ad ogni modo non comprendo il nesso di questo discorso con quello delle ricette elettroniche...
  • - Scritto da: ephestione
    > non sono medico di famiglia, ma al meglio della
    > mia conoscenza questa è una affermazione falsa,
    > visto che le linee guida ufficiali richiedono di
    > prescrivere il principio attivo piuttosto che il
    > nome commerciale,

    Appunto: se prescrivo il principio attivo di qualcosa che mi e' stato consigliato da un commerciale e' tutto in regola no ?

    > e ad ogni modo non comprendo il
    > nesso di questo discorso con quello delle ricette
    > elettroniche...
    krane
    22544
  • Se ti prescrivo un pantalone di jeans, in che modo avrei avvantaggiato Levis, D&G, Armani, o non piuttosto lo stock che vende all'ingrosso sotto casa?
    Ma d'altronde se non conosci neppure un pizzico di farmacologia è normale che tu non sappia di cosa parloSorride
  • - Scritto da: ephestione
    > Se ti prescrivo un pantalone di jeans, in che
    > modo avrei avvantaggiato Levis, D&G, Armani, o
    > non piuttosto lo stock che vende all'ingrosso
    > sotto
    > casa?
    > Ma d'altronde se non conosci neppure un pizzico
    > di farmacologia è normale che tu non sappia di
    > cosa parlo
    >Sorride

    Mi spiace contraddirti anche qui, davvero non ce l'ho con te!
    ;)

    Ma quanto dici è solo parzialmente vero: in commercio sono disponibili gli equivalenti generici solo per i farmaci con brevetto "scaduto" (20 anni).
    Per tutti i farmaci più recenti, e credimi non sono pochi, non esiste quindi l'obbligo di prescrizione generica.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)