Intel, 1 miliardo di chip in 25 anni

Mentre si avvicina il venticinquesimo anniversario dell'architettura x86, Intel festeggia la produzione del suo miliardesimo processore, un numero che conta di raddoppiare in meno di cinque anni

Santa Clara (USA) - Nel lontano 1978 con il termine "hand-held" si indicava una radio a transistor, i computer erano giganteschi mainframe e Internet era ancora un progetto di ricerca chiamato ARPANET. Venticinque anni più tardi Intel festeggia il venticinquesimo anno dal rilascio dell'8086, il primo processore basato su di un'architettura, quella x86, che ha notoriamente legato il proprio destino a quello del PC IBM.

Rifacendosi ai dati forniti dalla società di analisi di mercato Mercury Research, Intel afferma oggi di aver distribuito nel mondo oltre 1 miliardo di CPU x86, una quantità che, secondo Mercury, il chipmaker di Santa Clara potrebbe raddoppiare già nel 2007.

"Dal chip 8086 agli attuali processori Pentium 4 e Xeon e alla tecnologia mobile Centrino, l'Architettura Intel ha offerto i vantaggi dell'intelligenza digitale agli utenti di tutto il mondo, a dimostrazione che si tratta dell'architettura informatica più riuscita nella storia del computing", ha commentato Pat Gelsinger, senior vice president e chief technology officer di Intel. "L'aspetto più interessante è che questa architettura continua a incorporare innovazioni e a favorire nuovi modelli di utilizzo, ed è quindi destinata a trasformare ulteriormente gli ambienti informatici nei prossimi anni".
Introdotto l'8 giugno del 1978, il chip 8086 a 16 bit conteneva 29.000 transistor e operava con una frequenza di clock di 5 MHz. Questo chip fu accompagnato, dopo breve tempo, da una versione più economica, l'8088, che nel 1981 equipaggiò il primo PC IBM della storia.

Il traguardo appena raggiunto da Intel arriva a breve distanza dall'anniversario, lo scorso anno, del raggiungimento di quota 1 miliardo di PC venduti. Anche in questo caso, Gartner Dataquest prevede che il traguardo del secondo miliardo di PC venduti e distribuiti potrebbe essere tagliato in tempi molto più stretti: grazie alle enormi opportunità di crescita determinate da alcuni mercati emergenti ad altissimo potenziale come la Cina, l?America Latina e l?Europa dell?Est, l?evento è infatti atteso per il 2008.
TAG: mercato
15 Commenti alla Notizia Intel, 1 miliardo di chip in 25 anni
Ordina
  • Ma insomma, la vogliamo piantare di fare i saccenti?!

    Il RISC, come il CISC, ha vantaggi e svantaggi. Uno degli svantaggi è che l'ottimizzazione di programmi assembler RISC ha molte meno possibilità di un CISC.

    E finitela di fare i saccenti per cortesia! Quali sarebbe questa "sporcizia" associata al CISC? Potrei capire critiche del genere all'architettura intel, ma non al CISC in generale, che senso ha? Sarebbe come guardare haskell e dire "bellino si, ma non è a oggetti quindi è lontano anni luce dal C++". Che senso ha? Il CISC ha i suoi scopi, e infatti guarda caso attualmente un processore RISC che sia più veloce di un CISC (parliamo di utenza domestica) nn c'è. E prima di cominciare a sparare nuovi termini tecnici altisonanti ... codificate un divx, anzi meglio un xvid Occhiolino
    non+autenticato
  • Il CISC ha i suoi scopi,
    > e infatti guarda caso attualmente un
    > processore RISC che sia più veloce di un
    > CISC (parliamo di utenza domestica) nn c'è.
    > E prima di cominciare a sparare nuovi
    > termini tecnici altisonanti ... codificate
    > un divx, anzi meglio un xvid Occhiolino


    Mai sentito parlare del 970?
    Derivato dal Power 4 di IBM, prestissimo arriverà su mac, e
    su alcune linee di server blade linux.
    Il problema è che il maggior fruitore di chip ppc "prosumer" è sempre stata solo Apple.
    Ibm e motorola non si sono mai impegnate a definire una piattaforma standard aperta PPC.
    Tra l'altro motorola, sono anni che non rispetta le roadmap del suo fottutissimo G4.
    Ricordo che nel 1999 le cose erano ben diverse,
    a parità di clock i ppc erano veramente + performanti, ora invece la differenza è esagerata, in lentezza però!
    Vedremo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma insomma, la vogliamo piantare di fare i
    > saccenti?!
    >
    > Il RISC, come il CISC, ha vantaggi e
    > svantaggi. Uno degli svantaggi è che
    > l'ottimizzazione di programmi assembler RISC
    > ha molte meno possibilità di un CISC.
    >
    > E finitela di fare i saccenti per cortesia!
    > Quali sarebbe questa "sporcizia" associata
    > al CISC? Potrei capire critiche del genere
    > all'architettura intel, ma non al CISC in
    > generale, che senso ha? Sarebbe come
    > guardare haskell e dire "bellino si, ma non
    > è a oggetti quindi è lontano anni luce dal
    > C++". Che senso ha? Il CISC ha i suoi scopi,
    > e infatti guarda caso attualmente un
    > processore RISC che sia più veloce di un
    > CISC (parliamo di utenza domestica) nn c'è.
    > E prima di cominciare a sparare nuovi
    > termini tecnici altisonanti ... codificate
    > un divx, anzi meglio un xvid Occhiolino

    i processori attuali come i pentium 4 o gli athlon hanno cmq ben poco di cisc, solo il set di istrunzioni praticamente, che poi viene ridotto ad istruzioni più semplici in stile risc.
    Quello che oggi può fare la differenza nel campo del multimedia sono piuttosto le istruzioni vettoriali tipo mmx sse 3dnow altivec ecc, e queste le hanno sia i chip di intel sia i concorrenti.
    un'altra cosa che conta molto è il grado di parallelismo raggiunto, in questo campo è stata molto intelligente la mossa dell'hyperthreading di Intel,
    la disputa cisc/risc non ha + senso e non esiste un'architettura migliore di un'altra in maniera assoluta, dipende sempre dalle applicazioni.

    non+autenticato

  • > la disputa cisc/risc non ha + senso e non
    > esiste un'architettura migliore di un'altra
    > in maniera assoluta, dipende sempre dalle
    > applicazioni.
    >

    Oh, meno maleSorride Aggiungerei, "non ha MAI avuto senso". Ognuno dei due sistemi ha le sue applicazioni!
    non+autenticato

  • > un'altra cosa che conta molto è il grado di
    > parallelismo raggiunto, in questo campo è
    > stata molto intelligente la mossa
    > dell'hyperthreading di Intel,

    Mica tanto visto che AMD ha prestazioni analoghe (con meno clock) senza HT...
    non+autenticato
  • " ... a dimostrazione che si tratta dell'architettura informatica più riuscita nella storia del computing"

    hahaha ... l'architettura + sporca che esista!
    nata e vissuta male, sopravvive solo grazie all'enorme successo commerciale...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > " ... a dimostrazione che si tratta
    > dell'architettura informatica più riuscita
    > nella storia del computing"
    >
    > hahaha ... l'architettura + sporca che
    > esista!
    > nata e vissuta male, sopravvive solo grazie
    > all'enorme successo commerciale...

    Scusa non sono così esperto di architetture come te e quindi ti chiedo:
    1) sporca in che senso?
    2) vissuta male? SOPRAVVIVE? Sai che significa sopravvivere?

    Ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > " ... a dimostrazione che si tratta
    > dell'architettura informatica più riuscita
    > nella storia del computing"
    >
    > hahaha ... l'architettura + sporca che
    > esista!
    > nata e vissuta male, sopravvive solo grazie
    > all'enorme successo commerciale...
    guarda internamente tutti i processori x86 (dal PentiumPro) sono
    SuperScalari cioè pipeline a più vie!(e per esserlo c'è un layer nel processore che si occupa di tradurre le istruzioni x86 in microistruzioni RISC )

  • - Scritto da: Anonimo
    > " ... a dimostrazione che si tratta
    > dell'architettura informatica più riuscita
    > nella storia del computing"
    >
    > hahaha ... l'architettura + sporca che
    > esista!
    > nata e vissuta male, sopravvive solo grazie
    > all'enorme successo commerciale...
    guarda internamente tutti i processori x86 (dal PentiumPro) sono
    SuperScalari cioè pipeline a più vie!(e per esserlo c'è un layer nel processore che si occupa di tradurre le istruzioni x86 in microistruzioni RISC )
  • intanto un singolo p4 3000 HT e' piu' veloce di un dual g4 a 1700 mhz ... visto che i RISC non si sono spinti oltre con il clock ... poi su funzioni multimediali non puoi mettere l' accelerazione hardware di un cisc che fa in una sola istruzione quello che un risc fa in 20 istruzioni ... certo in risc su codice normale puo' andare piu' veloce, ma credo anche che poi alla fine tutte quelle istruzioni che mancano al risc te le ritrovi dentro i chip di accelerazione hardware che contornano il risc.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > intanto un singolo p4 3000 HT e' piu' veloce
    > di un dual g4 a 1700 mhz ...

    Magari a 1700 mhz, mi sa che sono fermi a 1420 mhz...
    com bus a 167 mhz, se non erro...

    Aspettiamo il PPC 970 a 64 bit, poi si vedrà...

    http://www.apple.com/powermac/





    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > intanto un singolo p4 3000 HT e' piu' veloce
    > di un dual g4 a 1700 mhz ... visto che i
    > RISC non si sono spinti oltre con il clock

    auahauah l'architettura RISC non coincide col G4... ce ne sono talmente tanti che hai voglia ad elencarli tutti... certo, per quanto riguarda l'ambito pc può anche darsi ma da qui a dire che i pentium sono grandi processori ne passa...
    non+autenticato
  • trovami dei processori attualmente + performanti dei pentium4 3000 HT e di uso commerciale... non valgono cose raffreddate ad azoto liquido !Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > trovami dei processori attualmente +
    > performanti dei pentium4 3000 HT e di uso
    > commerciale... non valgono cose raffreddate
    > ad azoto liquido !Sorride

    Di uso commerciale ce ne sono a bizzeffe... forse intendevi dire di uso domestico o cmq SOHO... è diverso...

    http://www.specbench.org/cpu2000/results/res2003q2/

    scorri... scorri... scorri ancora un po'... ecco, hai trovato i sistemi Intel... i risultati li ha mandati intel stessa, mica un utente...
    non+autenticato
  • Non mi sembra che vadano male, anzi!
    non+autenticato