Cristina Sciannamblo

USA, l'informazione è mobile

Quasi la metà degli adulti d'Oltreoceano si serve di dispositivi mobile per informarsi. L'uso di applicazioni è in crescita, anche se la strada da fare è ancora molta

Roma - Lo stato dell'accesso alle informazioni negli Stati Uniti: è quanto si propone di indagare l'ultimo studio del Pew Research Center, il quale rileva, in prima battuta, che le informazioni locali diventano sempre più mobile.

La ricerca, condotta nel mese di gennaio su un campione di 2251 adulti, mostra che quasi la metà dei cittadini statunitensi adulti (47 per cento) attinge informazioni sulla realtà locale di riferimento dal proprio telefono cellulare o tablet. Le informazioni ricavate dai gadget si rivelano essere pratiche e aggiornate: il 42 per cento dei possessori di dispositivi mobile afferma di richiedere le previsioni meteorologiche, mentre il 37 per cento si serve di informazioni sui ristoranti e altre attività locali. Una percentuale minore si informa sul traffico, trasporti o su altre questioni.

Le applicazioni mobile ovvero una delle fonti di informazione più innovative rimangono, tuttavia, ancora poco utilizzate: solo il 13 per cento degli intervistati dichiara di servirsi di app per reperire informazioni e local news, una percentuale che rappresenta l'11 per cento dell'intera popolazione adulta a stelle e strisce.
Se, dunque, quasi la metà degli adulti si serve di dispositivi mobile per rimanere aggiornata, solamente 1 su 10 usa applicazioni per raggiungere le informazioni: una sorta di "app gap", come suggerito dai ricercatori del Pew.
Secondo il sondaggio, il 10 per cento degli adulti che dichiara di usare app per connettersi alle notizie locali paga per tale servizio. In generale, il 36 per cento della stessa categoria di individui sostiene di spendere denaro per accedere alle informazioni, mentre la stragrande maggioranza preferisce aprire il portafoglio per eseguire una sottoscrizione ai quotidiani.

"Molte organizzazioni che si occupano di informazione stanno guardando alle piattaforme mobile, in particolare alle app, per approntare nuovi modi di generare guadagni da parte di sottoscrittori e pubblicitari sui mercati locali" nota Lee Rainie, direttore Pew Research Center's Internet & American Life Project. E aggiunge: "Il sondaggio suggerisce che c'è ancora molta strada da fare prima che ciò accada".

Il profilo dell'utente dedito all'uso delle applicazioni si rivela essere un giovane più piccolo della media di età considerata, di buona istruzione e più probabilmente nero o ispanico: dato sicuramente interessante per i giornali con una base di sottoscrittori relativamente giovane.

Nonostante la penetrazione di tablet sia in forte crescita rispetto agli altri dispositivi, i dati di Pew indicano che le tecnologie mobile restano, per ora, una piattaforma supplementare di accesso alle informazioni e non la fonte primaria.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • Digital LifeUSA, l'informazione è sempre più onlineInternet è lo strumento più usato dai giovani adulti per l'accesso alle notizie. Numeri positivi anche per le altre fasce di età. La radio mantiene la sua fetta fedele di ascoltatori
  • Digital LifeUSA, il consumo di gadgetUn sondaggio del Pew Research Center dimostra che il gadget più diffuso tra gli adulti d'Oltreoceano sia il telefono cellulare. Seguono computer, lettori musicali e console. I giovani adulti sono i più equipaggiati
  • BusinessUSA, l'immateriale vendeUna ricerca del Pew Research Center segnala che il 65 per cento degli utenti intervistati spende denaro per fruire di contenuti digitali. Musica e software i beni più scaricati. Quasi nulla la disparità di genere
8 Commenti alla Notizia USA, l'informazione è mobile
Ordina
  • Piuttosto che avere cento app ognuna per un sito / servizio diverso, la gente preferisce il buon vecchio browser.

    Però sbagliano, perché non hanno Ruppolo a insegnargli come devono fare a fare le cose per beneCon la lingua fuori
    Funz
    12980
  • - Scritto da: Funz
    > Piuttosto che avere cento app ognuna per un sito
    > / servizio diverso, la gente preferisce il buon
    > vecchio
    > browser.



    Sbagli.

    Parli così perché non hai mai usato iPhone e le App.

    Esempio di oggi, tappo applicazione 3bmeteo, vedo le previsioni sulla città dove mi trovo (grazie al GPS) in meno di 4 secondi. Chiudo.

    Tappo app di Fineco e do una controllata al portafoglio azionario. 12 secondi.

    Un paio di notifiche push di Facciabuco, mi notificano in tempo reale due messaggi personali.

    Perché usare un browser quando non serve e ci perdi molto più tempo per fare le stesse cose?

    Fan AppleFan Linux
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 marzo 2011 18.53
    -----------------------------------------------------------
  • Usare i link memorizzati nei preferiti non è ancora più veloce?
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Usare i link memorizzati nei preferiti non è
    > ancora più
    > veloce?


    Ad oggi, no.

    Un sito internet non si comporta MAI attivamente come farebbe una app. Forse un domani... sicuramente NON oggi.

    Ho fatto un esempio chiaro:

    http://www.3bmeteo.com

    Se apro il sito DEVO inserirgli la città su cui voglio informazioni perché il sito NON controlla il GPS.

    Su un dispositivo mobile è scomodo (a prescindere) dover selezionare una città da una select, molto più comodo che sia il dispositivo a presentarmi di default la città in cui mi trovo senza richiedere interazione da parte mia.

    L'App inoltre sa chi sono e si ricorda le mie città preferite senza bisogno di fare login al sito (richiedendo ancora più interazione) da parte mia.

    Anche la GUI dell'app è ovviamente pensata per un uso ottimale da mobile e non deve rendere conto delle limitazioni della programmazione in HTML (5).

    Velocità di esecuzione: Website: 0 - App: 3

    E questo capita 1000 volte al giorno per 1000 servizi diversi.

    Poi ci sono le App "vere" tipo questa... che ti fanno apprezzare l'iPhone.

    http://itunes.apple.com/it/app/my-measures-dimensi...

    Prova a farla con un sito internet...

    Fan AppleFan Linux
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 marzo 2011 18.57
    -----------------------------------------------------------
  • > Ad oggi, no.
    >
    > Un sito internet non si comporta MAI attivamente
    > come farebbe una app. Forse un domani...
    > sicuramente NON
    > oggi.
    >
    > Ho fatto un esempio chiaro:
    >
    > http://www.3bmeteo.com
    >
    > Se apro il sito DEVO inserirgli la città su cui
    > voglio informazioni perché il sito NON controlla
    > il GPS.
    >
    >
    > Su un dispositivo mobile è scomodo (a
    > prescindere) dover selezionare una città da una
    > select, molto più comodo che sia il dispositivo a
    > presentarmi di default la città in cui mi trovo
    > senza richiedere interazione da parte
    > mia.
    >
    > L'App inoltre sa chi sono e si ricorda le mie
    > città preferite senza bisogno di fare login al
    > sito (richiedendo ancora più interazione) da
    > parte
    > mia.

    Si può fare anche con i cookies, questo.


    >
    > Anche la GUI dell'app è ovviamente pensata per un
    > uso ottimale da mobile e non deve rendere conto
    > delle limitazioni della programmazione in HTML
    > (5).

    Non ci va molto a controllare che il browser usato è per un dispositivo mobile, e a presentare una pagina fatta apposta.

    Se poi lo sviluppatore del sito ha fatto il sito in modo inadeguato, è ovvio che la app sarà migliore... ma a questo punto, il problema che si pone è analogo a quello di chi usa flash per realizzare un semplice menu; perchè ha usato flash? Non perchè sia migliore, ma perchè "va di moda".


    >
    > Velocità di esecuzione: Website: 0 - App: 3
    >
    > E questo capita 1000 volte al giorno per 1000
    > servizi
    > diversi.
    >
    > Poi ci sono le App "vere" tipo questa... che ti
    > fanno apprezzare
    > l'iPhone.
    >
    > http://itunes.apple.com/it/app/my-measures-dimensi
    >
    > Prova a farla con un sito internet...

    Cioè, vediamo se ho capito: tu fotografi un mobile, poi misuri tutti i lati, poi inserisci i valori sulla foto. Se hai fatto diverse foto del mobile, riporti su ogni foto solo i valori che ti interessano.

    Io, invece, faccio diverse foto del mobile, misuro anche solo un lato, poi uso Insight3D, e il computer mi calcola da solo tutti i lati e gli angoli (basandosi sulla differenza di prospettiva delle diverse foto), e mi riporta i riferimenti su ogni foto, oltre a darmi il modello 3d.
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno qualsiasi
    > Non ci va molto a controllare che il browser
    > usato è per un dispositivo mobile, e a presentare
    > una pagina fatta
    > apposta.
    >
    > Se poi lo sviluppatore del sito ha fatto il sito
    > in modo inadeguato, è ovvio che la app sarà
    > migliore...

    Quale parte di: Un sito internet non si comporta MAI attivamente come farebbe una app. Forse un domani...sicuramente NON oggi.

    non hai capito?

    Fammi vedere un sito Meteo che faccia quello che dici, ADESSO e in questo universo, non nel tuo fantasioso mondo parallelo da NERD...


    > Io, invece, faccio diverse foto del mobile,
    > misuro anche solo un lato, poi uso Insight3D, e
    > il computer mi calcola da solo tutti i lati e gli
    > angoli (basandosi sulla differenza di prospettiva
    > delle diverse foto), e mi riporta i riferimenti
    > su ogni foto, oltre a darmi il modello
    > 3d.

    Allora tu stai visitando una casa che vorresti comprare, o un mobile.
    Fai una foto, chiedi al venditore se ti presta un PC, ci installi il tuo software 3d preferito e ti ci fai le **** sopra.... oppure fai le foto, ti segni solo un lato su un foglietto (sperando di non perderlo), arrivi a casa, cerchi il foglio, apri il PC e ti ci fai sempre le **** sopra...

    Mi ricordi tanto il Nerd di questa storia:

    “The conversations usually go like this:

    - That thing sucks, dude! You have to manually edit the ID3 tags! So? It looks cool. Yes, but you’re locked into Apple’s proprietary format for downloaded songs! No support for other obscure formats whose very existence validates the rebel worldview of geeks like me!

    - True, but who cares? The iPod looks so cool. And did you know I can tell where you scratch yourself because there’s orange Cheetoes-dust smears.

    - But this Sanyo FG4983 MP3 player has a Marine Band tuner and a GPS module that lets you listen in to Pacific Ocean shipping chatter, and you can overclock it so it runs Warcraft in emulation mode!


    - Sorry, I didn’t hear you, I was listening to a song a FEMALE gave me. Oh, did I use a cruel word? FEMALE? Yes, I know several. You’d meet some, too, if you came to the secret iPod parties. Directions are included with every model.”

    Fan LinuxFan Apple
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 15 marzo 2011 20.08
    -----------------------------------------------------------
  • > Quale parte di: Un sito internet non si
    > comporta MAI attivamente come farebbe una app.
    > Forse un domani...sicuramente NON
    > oggi.

    >
    > non hai capito?

    Strano... allora tutti i siti con funzioni interattive in javascript (inclusa la gestione del gps) non esistono?

    Ovviamente la gestione del gps di default non è attiva... ma non vorrai mica che qualsiasi sito possa vedere dove sei?

    E comunque, per il meteo non serve la localizzazione precisa al metro.


    >
    > Fammi vedere un sito Meteo che faccia
    > quello che dici, ADESSO e in questo
    > universo, non nel tuo fantasioso mondo parallelo
    > da
    > NERD...

    Mi ricordi molto uno che si vantava di aver comprato una centralina meteo connessa a internet, e che raccontava "questa centralina mi indica, istante per istante, con la massima precisione le condizioni meteo del posto in cui mi trovo: mi dice se piove, se c'è il sole... "; c'è rimasto male quando gli hanno chiesto "ma per sapere se piove o c'è il sole in questo istante, non ti basta guardare dalla finestra?"

    >
    >
    > > Io, invece, faccio diverse foto del mobile,
    > > misuro anche solo un lato, poi uso Insight3D, e
    > > il computer mi calcola da solo tutti i lati e
    > gli
    > > angoli (basandosi sulla differenza di
    > prospettiva
    > > delle diverse foto), e mi riporta i riferimenti
    > > su ogni foto, oltre a darmi il modello
    > > 3d.
    >
    > Allora tu stai visitando una casa che vorresti
    > comprare, o un
    > mobile.
    > Fai una foto, chiedi al venditore se ti presta un
    > PC, ci installi il tuo software 3d preferito e ti
    > ci fai le **** sopra.... oppure fai le foto, ti
    > segni solo un lato su un foglietto
    > (sperando di non perderlo), arrivi a casa, cerchi
    > il foglio, apri il PC e ti ci fai sempre le ****
    > sopra...

    Non mi segno un lato su un foglietto, semplicemente faccio la foto del mobile con il metro accostato al lato da misurare. Semplice, no?


    >
    > Mi ricordi tanto il Nerd di questa storia:
    >
    > “The conversations usually go like this:
    >
    > - That thing sucks, dude! You have to manually
    > edit the ID3 tags! So? It looks cool. Yes, but
    > you’re locked into Apple’s proprietary format for
    > downloaded songs! No support for other obscure
    > formats whose very existence validates the rebel
    > worldview of geeks like me!
    >
    >
    > - True, but who cares? The iPod looks so cool.
    > And did you know I can tell where you scratch
    > yourself because there’s orange Cheetoes-dust
    > smears.
    >
    >
    > - But this Sanyo FG4983 MP3 player has a Marine
    > Band tuner and a GPS module that lets you listen
    > in to Pacific Ocean shipping chatter, and you can
    > overclock it so it runs Warcraft in emulation
    > mode!

    >
    >
    > - Sorry, I didn’t hear you, I was listening to
    > a song a FEMALE gave me. Oh, did I use a
    > cruel word? FEMALE? Yes, I know several.
    > You’d meet some, too, if you came to the secret
    > iPod parties. Directions are included with every
    > model.”


    Se tutto quello che ottieni dalle donne è che ti diano qualche canzone, non ti conviene dare degli sfigati agli altri.
    non+autenticato
  • un vantaggio dei cms è che basta un plugin per rendere un sito "accessibile comodamente" da dispositivo mobile.

    ps.su blogspot basta mettere l'estensione /?m=1 alla fine dell'url...
    non+autenticato