Mauro Vecchio

BSA, il costo dell'illecito

Il costo finale dell'impiego di software pirata sarebbe cresciuto del 234 per cento in un anno. Sulle aziende italiane del settore graverebbe un peso di 520mila euro

Roma - Si tratta di statistiche che hanno fatto scattare un nuovo allarme, illustrate di recente dalla Business Software Alliance (BSA): per le imprese italiane, il costo complessivo dell'utilizzo di software pirata nel 2010 sarebbe cresciuto del 234 per cento rispetto al 2009.

"Risultati molto interessanti", come sottolineato dalla stessa BSA in un comunicato. Sulle varie aziende di settore del Belpaese graverebbe un peso di oltre 520mila euro - che diventerebbero 13 milioni se considerata l'intera area EMEA - derivato dallo sfruttamento massivo di software pirata.
"Queste cifre rappresentano la somma dei costi sostenuti dalle imprese scoperte ad utilizzare programmi senza licenza per accordi extra giudiziali - si può leggere nel comunicato di BSA - e di quelli sostenuti per l'acquisto delle regolari licenze necessarie per dotarsi delle medesime risorse software legali".

Il presidente di BSA Italia Matteo Mille ha dunque sottolineato come - almeno stando ai dati ottenuti da IDC - il 49 per cento del software in Italia sia illegale. "Per quanto il dato sia statisticamente grezzo - ha continuato Mille - nel corso delle proprie indagini la Guardia di Finanza scopre aziende che utilizzano software pirata in ben il 62 per cento dei casi, percentuale ben più alta di quanto stimato da IDC".
La stessa BSA ha assistito la Guardia di Finanza nel corso di indagini che hanno portato al rilevamento di software illegale per un controvalore di oltre 1,5 milioni di euro. Sono state comminate sanzioni amministrative per 3 milioni di euro, con oltre 56 responsabili aziendali e imprenditori denunciati per infrazione della legge sul diritto d'autore.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàDiritto d'autore per tutti. O per troppi?Cronaca di una tavola rotonda ospitata al Senato per analizzare nel dettaglio la delibera di AGCOM sulla futura regolamentazione del copyright online. Non tutti gli invitati hanno gradito il pastone di proposte offerto dall'AutoritÓ
  • AttualitàBSA: il software pirata costa caroLe azioni portate a compimento dall'associazione con la Guardia di Finanza sono valse oltre 7 milioni di euro in sanzioni alle aziende. Secondo BSA, il software originale conviene
5 Commenti alla Notizia BSA, il costo dell'illecito
Ordina
  • Ma le cifre riportare non son un po' basse? Sono giuste?
    Da come parlano di solito sembra una catastrofe da miliardi e miliardi la pirateria.
    E adesso parlano di spiccioli?
    Perché in confronto ad altre "piaghe" son veramente spiccioli...
    Un altro dubbio poi, ma quanto costa tutta l'antipirateria? Perché se spendi più di quanto è il danno stai facendo una cazzata.
    ╚ come se al supermercato invece di un semplice antitaccheggio mettessero trecento guardie armate, cani e scanner millimetrici some in aeroporto...
    Mah
    non+autenticato
  • "Queste cifre rappresentano la somma dei costi sostenuti dalle imprese scoperte ad utilizzare programmi senza licenza per accordi extra giudiziali - si può leggere nel comunicato di BSA - e di quelli sostenuti per l'acquisto delle regolari licenze necessarie per dotarsi delle medesime risorse software legali".

    Se nessuno usasse software pirata, le sw house guadagnerebbero SOLO per le licenze, cosi invece guadagnano sulle licenze E sugli accordi extra giudiziali. Considerando che i costi dell'antipirateria sono a carico della GdF, alle sw cosa conviene di piu?
    non+autenticato
  • Qualcuno dovrebbe essere cosi' gentile da spiegarmi che cosa significa questa frase:

    "il costo complessivo dell'utilizzo di software pirata sarebbe cresciuto del 234 per cento rispetto a due anni fa"

    Perche' io non riesco a capire qual e' il costo dell'utilizzo di software pirata.

    E se c'e' un costo, mi dovete spiegare che convienienza c'e' ad usare software pirata, allora.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Qualcuno dovrebbe essere cosi' gentile da
    > spiegarmi che cosa significa questa
    > frase:
    >
    > "il costo complessivo dell'utilizzo di
    > software pirata sarebbe cresciuto del 234 per
    > cento rispetto a due anni
    > fa"

    >
    > Perche' io non riesco a capire qual e' il costo
    > dell'utilizzo di software
    > pirata.
    >
    > E se c'e' un costo, mi dovete spiegare che
    > convienienza c'e' ad usare software pirata,
    > allora.

    sono i soldi che hanno dovuto pagare dopo essere stati pizzicati, per le spese legali, per gli accordi extragiudiziali e per comprare le licenze mancanti.
    Gli sta bene, così imparano a usare SW chiuso a pagamento, e a provare a fare i furbiCon la lingua fuori
    Funz
    12980
  • Compro 20 licenze office o insegno ai 20 dipendenti ad usare LibreOffice(o simili) il valore decantato è ancora una volta falso xke a ogni copia pirata non corrisponde un mancato aquisto anzi se mai un possibile cliente futuro.
    non+autenticato