Raffaella Gargiulo

Facebook, festa mesta

Copia e inoltra a milioni di utenti un invito per un festa di compleanno di una ragazza 16enne. In qualche giorno oltre 200mila erano gli intenzionati a partecipare. Il ragazzo rischia tre anni di reclusione

Roma - Un ragazzo di diciassette anni è stato individuato dalla polizia e arrestato per aver assunto l'identità di una ragazza australiana che aveva pubblicato e inoltrato degli inviti su Facebook ai suoi amici più stretti per festeggiare il suo sedicesimo compleanno.

Il ragazzo avrebbe modificato l'invito originale preparato dalla festeggiata e, completo di tutti i dati della ragazza compreso il numero di cellulare, lo avrebbe re-inoltrato a molti utenti del sito blu. In neanche 24 ore, più di 20mila persone avevano accettato il falso invito della sedicenne e fino a martedì erano quasi 200mila i potenziali invitati intenzionati a partecipare al party.

Il padre della ragazza, che ha chiesto di non essere identificato pubblicamente, ha dichiarato alla stampa che sua figlia aveva invitato gli amici più stretti su Facebook ma che ignorava le impostazioni sulla privacy necessarie per impedire agli sconosciuti di visualizzare le informazioni personali. "Mia figlia è stata una vittima innocente di una grande beffa".
La giovane studentessa è stata costretta ad annullare la sua festa di compleanno, mentre l'artefice dello scherzo è stato individuato dalla polizia e arrestato nella notte. Le forze dell'ordine hanno sequestrato due dei suoi hard disk e il ragazzo è stato accusato di uso del servizio del social network per molestie e offese.

Il ragazzo, che raggiungerà la maggior età questa settimana, dovrà comparire presso il tribunale dei minori di Hornsby il 7 di aprile. Il ragazzo rischierebbe, se dichiarato colpevole, un massimo di tre anni di reclusione.

Raffaella Gargiulo
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia Facebook, festa mesta
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)