Claudio Tamburrino

AMD abbandona ATI

Come annunciato, AMD mette da parte il marchio ATI, acquistato nel 2006. Una questione di riconoscimento da parte dei consumatori

Roma - Nonostante le opinioni negative circa l'annunciata strategia di re-branding, Advanced Micro Devices (AMD) ha ufficialmente mandato in pensione il marchio ATI.

La storica azienda informatica, ATI Technologies, rappresentata da tre lettere in rosso, da ben 25 anni era sul mercato e nel 2006 era stata acquistata da AMD.

AMD ha giustificato la decisione di accantonare il brand con la coerenza e riconoscibilità del marchio: secondo sue indagini condotte tra i consumatori, il riconoscimento di brand del nome AMD è molto più forte di quello ATI. Si tratta, d'altronde, a giudicare dalla tempistica (cinque anni sono ormai passati dal suo acquisto), di una scelta ponderata.
Nello specifico, si spiega, "la combinazione AMD-Radeon si è dimostrata molto più forte di quella ATI-Radeon nella mente dei consumatori attenti per quanto riguarda la scelta di processori".
Nei prodotti a partire dalla serie Radeon HD 6000 non cambierà dunque nulla tecnologicamente: cambierà solo il nome apposto sul prodotto, da ATI a AMD Radeon.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàAMD, mai (più) dire ATIAnnunciato lo smantellamento di un logo storico per le Graphics Processing Units (GPU). AMD attirerÓ l'attenzione solo su di sÚ, dopo l'acquisizione di ATI Technolgies avvenuta quattro anni fa
  • TecnologiaMacBook Pro, Apple mette AMD al posto di NvidiaI nuovi laptop in alluminio segnano un cambio nel comparto grafico. Sandy Bridge e GPU integrata nella CPU, dai 15 pollici si passa alle VGA AMD. Debutto anche per Facetime e per l'anteprima di Mac OS X Lion
19 Commenti alla Notizia AMD abbandona ATI
Ordina
  • Sciocchezze. Il marchio ATI era comunque largamente più riconosciuto.
    Quello che in realtà vorrebbero ottenere è l'effetto traino per i microprocessori, in cui il brand AMD sta perdendo piede a favore della integerrima rivale Intel. Confidano che accoppiando CPU AMD all'hardware della scheda grafica (AMD), i consumatori pensino che ci sia una migliore sinergia ed efficienza.
    non+autenticato
  • Quoto quasi tutto anche se, a dire il vero, mentre ATI è Leader del proprio settore (o perlomeno si scambia spesso la leadership con Nvidia) AMD è una pulce rispetto ad Intel.

    Se poi sia più noto il Brand AMD di ATI non lo saprei dire; certo è che se AMD è ancora in vita ed oggi è in grado di sfornare Fusion lo deve ad ATI. Per il resto spero che ATI non venga gestita come lo è stata AMD ngli ultimi 3 anni.
  • - Scritto da: James Kirk
    > Quoto quasi tutto anche se, a dire il vero,
    > mentre ATI è Leader del proprio settore (o
    > perlomeno si scambia spesso la leadership con
    > Nvidia) AMD è una pulce rispetto ad
    > Intel.
    >
    > Se poi sia più noto il Brand AMD di ATI non lo
    > saprei dire; certo è che se AMD è ancora in vita
    > ed oggi è in grado di sfornare Fusion lo deve ad
    > ATI.

    Eppure proprio perché AMD punta su Fusion, non sarebbe logico avere un processore amd ed una scheda integrata ati visto che si tratta di un prodotto unico.
    Il marchio ATI ha di sicuro più prestigio, ma secondo voi se Intel comrprasse Nvidia ne assumerebbe il nome?

    Per il resto spero che ATI non venga
    > gestita come lo è stata AMD ngli ultimi 3
    > anni.

    Non capisco a cosa ti riferisci; se parli dell'annuncio ai 4 venti del progetto Fusion quando erano ben lontani dall'uscita, sono d'accordo.
    non+autenticato
  • Ingannevole come al solito, ma scrivere AMD abbandona il marchio ATI non sarebbe stato altrettanto sensazionalistico.
    non+autenticato
  • Concordo al 100%.
  • Mi son sempre trovato favolosamente coi processorei AMD e sempre penosamente con le schede ATI (causa driver). Non avevo pi˙ intenzione di comprarle ma mi sono fatto fregare ancora una volta dal prezzo pi˙ basso e dal consiglio di un amico. MAI PIU'. In futuro sempre cpu AMD e video NVidia. E vedremo un pˇ com'é stˇ FUSION...
    non+autenticato
  • - Scritto da: terminator2
    > Mi son sempre trovato favolosamente coi
    > processorei AMD e sempre penosamente con le
    > schede ATI (causa driver). Non avevo pi˙
    > intenzione di comprarle ma mi sono fatto fregare
    > ancora una volta dal prezzo pi˙ basso e dal
    > consiglio di un amico. MAI PIU'. In futuro sempre
    > cpu AMD e video NVidia. E vedremo un pˇ com'é stˇ
    > FUSION...

    Mah, io ho avuto problemi anche con le NVidia di fascia alta. Certo comunque sempre meglio di ATI, quello è sicuro.
    non+autenticato
  • > quello è
    > sicuro.

    A dire la verità più o meno si equivalgono, quindi no, non è sicuro.
    non+autenticato
  • lascia stare, certa gente si fissa e nessuno puo' fargli cambiare idea...

    Io , ad esempio preferisco intel ad amd, ma almeno ho la dignita' di dire che e' una questione di abitudine, oppure si puo' dire che sono affezionato, ma non inizio a dire "sono superiori, lo sanno tutti... " o altre panzane del genere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: jiraya
    > lascia stare, certa gente si fissa e nessuno puo'
    > fargli cambiare idea...
    >
    >
    > Io , ad esempio preferisco intel ad amd, ma
    > almeno ho la dignita' di dire che e' una
    > questione di abitudine, oppure si puo' dire che
    > sono affezionato, ma non inizio a dire "sono
    > superiori, lo sanno tutti... " o altre panzane
    > del
    > genere...

    D'accordissimo, troppi fanboy e persone che usano un loro caso particolare come se fosse un paradigma.

    In quanto rapporto prestazioni prezzo amd è la migliore, per quanto riguarda le prestazioni pure intel è decisamente avanti, insomma le differenze ci sono (come viene testimoniato dai benchmark) ma non sono assolute e bisogna guardarle in prospettiva.
    A seconda delle esigenze ti converrà scegliere un prodotto piuttosto che un altro, ma ciò non togle che entrambi siano validi. Lo stesso discorso si può applicare alla disputa ATI-Nvidia.
    non+autenticato
  • Pensa te che io ho formattato il computer di un mio amico, scheda video ATI: windows (XP SP3) riconosce la scheda video e la fa andare oltre il classico VGA, ma io voglio mettere su i driver "originali", quindi vado sul sito ATI, scarico i driver, installo, riavvio... e mi trovo in 640x480 a 16 colori... Inutile dire che i driver sono rimasti poco e sono tornato a quelli generici microsoft, che perlomeno funzionano...
  • Aaaah però!
    Mai capitato un problema simile...
    Sicuro di aver installato correttamente?
  • Il modello della scheda per cui ho scaricato i driver è quello giusto (l'ho rifatto perché era venuto il dubbio anche a me), e ho provato a reinstallare tutto (anche riformattando...) ma niente da fare.
    Alla fine li ho installati e disinstallati in modo da avere il catalyst control center (che forse però non funziona)
  • E' capitato anche a me poco tempo fa, avrò scaricato quei maledetti driver una decina di volte e mi si impallava tutto con una risoluzione max di 800x600. Poi da Google sono capitato sul sito in inglese anziché in italiano, da lì ho scaricato i driver e tutto funziona a meraviglia! Mah! Se vuoi provare...
    non+autenticato
  • Se ti affidavi a Linux non avevi tutti questi problemi: tutto funzionante al meglio fin da prima dell'installazione (da live)
    non+autenticato
  • Io infatti sul mio computer uso linux, anche se ho un dual boot con win7, e non ho nessun problema di driver (salvo da live che non ho gli effetti grafici e la scheda wireless, ma installando su disco rigido, installando i driver che vengono consigliati e riavviando funziona tutto).
    Per fortuna o purtroppo non tutti usano linux, quindi bisogna convivere con tutti i sistemi operativi.