Mauro Vecchio

P2P, il giudice che sussurrava alla RIAA

Beryl Howell ha autorizzato tre citazioni di massa per migliaia di torrentisti. Dovranno subire lo stesso processo anche se residenti in diversi stati. Il passato del giudice affonda nell'industria del copyright

Roma - Al centro delle critiche è finito un nuovo giudice federale in terra statunitense, che ha subito partorito una decisione cruciale per le agguerrite speranze dei signori del copyright. I rappresentanti legali della Recording Industry Association of America (RIAA) potranno infatti procedere con la citazione di massa di migliaia di torrentisti e altri scariconi del P2P.

Una strategia legale più volte bocciata da varie corti a stelle e strisce, che avevano sottolineato come utenti così diversi dovessero subire un processo individuale nella propria area di residenza. Lo U.S. Copyright Group - supportato dalla società legale Dunlap, Grubb & Weaver - aveva infatti tentato di trascinare in una sola aula svariate migliaia di utenti BitTorrent, accusati di aver scaricato contenuti illegalmente.

Ma il giudice Beryl Howell di Washington D.C. ha ora rimosso questa forma di veto, autorizzando tre citazioni di massa in Texas, Illinois e West Virginia. Gli alfieri del copyright potranno in sostanza riunire migliaia di utenti anche se provenienti da stati diversi, in seguito al rastrellamento di indirizzi IP con la coatta complicità da parte dei singoli provider.
C'è un però, piuttosto significativo. Il giudice Beryl Howell - prima della nomina a Washington D.C. - aveva fatto parte della commissione del Senato al lavoro sul famigerato Digital Millennium Copyright Act (DMCA). Oltre ad aver ricoperto il ruolo di Executive Managing Director in una società chiamata Stroz Friedberg, specializzata nella gestione di illeciti digitali.

E qui va fatta un'altra significativa precisazione. Stroz Friedberg è stata - a partire dal 2004 - una delle principali società di lobbying al Congresso per conto della stessa RIAA. Che avrebbe versato cifre nell'ordine delle centinaia di migliaia di dollari per la tutela dei propri interessi presso le autorità a stelle e strisce. Questo conflitto d'interessi ha scatenato reazioni a dir poco piccate da parte di molti osservatori della Rete.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàUSA: scaricare soli, pagare insiemeEFF contro lo U.S. Copyright Group, che cerca di punire circa 6mila condivisori. Tutti sotto la giurisdizione di una corte di Washington. Che sembra averlo ribadito: si può fare. Con avvisi singoli ai colpevoli
  • Diritto & InternetP2P, quando il giudice perde la pazienzaUna massiccia campagna legale contro migliaia di sconosciuti condivisori a stelle e strisce è sull'orlo del fallimento: i legali vorrebbero 5 anni di tempo per individuare tutti i nomi ma il giudice non concede che pochi giorni
  • AttualitàP2P, caccia agli avvoltoi del copyrightAvviata una class action contro lo studio legale dello U.S. Copyright Group. Si denuncia un vero e proprio racket per estorcere migliaia di dollari imbrogliando con la burocrazia
18 Commenti alla Notizia P2P, il giudice che sussurrava alla RIAA
Ordina
  • Quando si è indagati la trafila non è così semplice come qualcuno crede. Prima di essere riconosciuto innocente, nel caso lo si sia, passano mesi ed anni con intervento di avvocati, spese, interrogatori, udienze, inoltre si rischia di essere ugualmente non creduto e condannato pur non avendo compiuto il misfatto, e non è teoria, ma casistica reale.
    non+autenticato
  • Per fortuna in Italia certi giudici, anzi certi PM, si limitano a spendere soldi e tempo per "valorizzare" in patria e all'estero le nostre istituzioni invece di dare giustizia rapida ai normali cittadini.
    non+autenticato
  • - Scritto da: silvan
    > Per fortuna in Italia certi giudici, anzi certi
    > PM, si limitano a spendere soldi e tempo per
    > "valorizzare" in patria e all'estero le nostre
    > istituzioni invece di dare giustizia rapida ai
    > normali
    > cittadini.

    Vi hanno fatto credere di avere il diritto a non essere giudicati. E neppure vi accorgete che non è un'idea vostra.
    Shiba
    4063
  • Sono convinto che se metto qualche centinaioo di investigatori ad indagare su di te per 20 anni, troverò tante di quelle nefandezze da poterti additare come criminale.

    bye
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Sono convinto che se metto qualche centinaioo di
    > investigatori ad indagare su di te per 20 anni,
    > troverò tante di quelle nefandezze da poterti
    > additare come
    > criminale.
    >
    > bye

    20 anni? Sono già in prescrizione, sempre per merito vostro.
    Shiba
    4063
  • - Scritto da: Francesco
    > Sono convinto che se metto qualche centinaioo di
    > investigatori ad indagare su di te per 20 anni,
    > troverò tante di quelle nefandezze da poterti
    > additare come
    > criminale.

    Puo' darsi, ma Shiba non governa.

    La miglior risposta che si puo' dare ad un giudice che ti accusa, e' quella di andare al processo, non quella di scansare il processo sfruttando un ruolo istituzionale.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Francesco
    > > Sono convinto che se metto qualche centinaioo di
    > > investigatori ad indagare su di te per 20 anni,
    > > troverò tante di quelle nefandezze da poterti
    > > additare come
    > > criminale.
    >
    > Puo' darsi, ma Shiba non governa.
    >
    > La miglior risposta che si puo' dare ad un
    > giudice che ti accusa, e' quella di andare al
    > processo, non quella di scansare il processo
    > sfruttando un ruolo
    > istituzionale.

    Ma per favore!
    Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i processi neanche si fanno, si archivia tutto subito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: chojin999
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Francesco
    > > > Sono convinto che se metto qualche centinaioo
    > di
    > > > investigatori ad indagare su di te per 20
    > anni,
    > > > troverò tante di quelle nefandezze da poterti
    > > > additare come
    > > > criminale.
    > >
    > > Puo' darsi, ma Shiba non governa.
    > >
    > > La miglior risposta che si puo' dare ad un
    > > giudice che ti accusa, e' quella di andare al
    > > processo, non quella di scansare il processo
    > > sfruttando un ruolo
    > > istituzionale.
    >
    > Ma per favore!
    > Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i
    > processi neanche si fanno, si archivia tutto
    > subito.

    Si archivia, nei casi che hai citato, perché si scopre prima che erano fondamentalmente tutte balle.

    Quando però un reato come il falso in bilancio viene depenalizzato o si punta alla prescrizione breve invece dell'assoluzione, il dubbio che qualcosa di vero sotto ci sia è bello forte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ashura
    > - Scritto da: chojin999
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: Francesco
    > > > > Sono convinto che se metto qualche
    > centinaioo
    > > di
    > > > > investigatori ad indagare su di te per 20
    > > anni,
    > > > > troverò tante di quelle nefandezze da
    > poterti
    > > > > additare come
    > > > > criminale.
    > > >
    > > > Puo' darsi, ma Shiba non governa.
    > > >
    > > > La miglior risposta che si puo' dare ad un
    > > > giudice che ti accusa, e' quella di andare al
    > > > processo, non quella di scansare il processo
    > > > sfruttando un ruolo
    > > > istituzionale.
    > >
    > > Ma per favore!
    > > Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i
    > > processi neanche si fanno, si archivia tutto
    > > subito.
    >
    > Si archivia, nei casi che hai citato, perché si
    > scopre prima che erano fondamentalmente tutte
    > balle.
    >
    > Quando però un reato come il falso in bilancio
    > viene depenalizzato o si punta alla prescrizione
    > breve invece dell'assoluzione, il dubbio che
    > qualcosa di vero sotto ci sia è bello
    > forte.

    Vale anche per la corruzione giudiziaria, e sono pronto a scommettere che applicheranno questi tentativi di prescrizione per la prostituzione minorile.

    Se c'e' gente che viene a fare campagna elettorale sul forum di PI, allora mi ci metto pure io a fare campagna elettorale.
  • - Scritto da: chojin999
    > Ma per favore!
    > Guarda caso su Coop, Unipol, Telekom Serbia i
    > processi neanche si fanno, si archivia tutto
    > subito.

    Quelli su B. invece finiscono tutti, eh?A bocca aperta
    Shiba
    4063
  • ABUSANDO del ruolo istituzionale prego... negli altri Paesi i processi si fanno, ci si dimette dalla carica e si va al processo... a Fantasilandia no...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > ABUSANDO del ruolo istituzionale prego... negli
    > altri Paesi i processi si fanno, ci si dimette
    > dalla carica e si va al processo... a
    > Fantasilandia
    > no...

    purtroppo a Fantasilandia ci sono anche processi durati vent'anni e risoltisi in bolle di sapone. Vedi alla voce Rino Formica o Giacomo Mancini.
  • - Scritto da: coincidenze
    > coincidenze

    Come sei malignoFicoso
    non+autenticato
  • insomma sbagliato nel principio e anche nell'opportunità

    complimentoni...

    il problema è che hanno il potere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01234
    > insomma sbagliato nel principio e anche
    > nell'opportunità
    >
    > complimentoni...
    >
    > il problema è che hanno il potere...

    Mica come da noi dove tutti i deputati, consiglieri regionali ed eletti in genere, agiscono sempre secondo coscienza, e mai per interesse personale ne' per favorire qualche ricco presidente del consiglio implicato in brutte storie!

    Che credibilita' puo' avere un paese che mette sotto processo un presidente per una Lewinsky sotto la scrivania?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 01234
    > > insomma sbagliato nel principio e anche
    > > nell'opportunità
    > >
    > > complimentoni...
    > >
    > > il problema è che hanno il potere...
    >
    > Mica come da noi dove tutti i deputati,
    > consiglieri regionali ed eletti in genere,
    > agiscono sempre secondo coscienza, e mai per
    > interesse personale ne' per favorire qualche
    > ricco presidente del consiglio implicato in
    > brutte
    > storie!
    >
    > Che credibilita' puo' avere un paese che mette
    > sotto processo un presidente per una Lewinsky
    > sotto la
    > scrivania?

    in realtà è finito sotto processo per aver dichiarato il falso Sorride
  • Noi invece il falso - quello in bilancio - l'abbiamo direttamente depennato come reato... vuoi mettere? Siamo millenni avanti!!!

    Dove starebbe la sorpresa sul giudice lobbista??? A quello servono le lobby... a pilotare i Paesi... Perché Cheney e compagnia bella che sono diventati ministri allora? Lo dicono chiaro e tondo, nero su bianco i paladini del copyright che devono influenzare, fare enormi pressioni, infiltrare e portare le istuzioni dalla loro parte.
    non+autenticato