Raffaella Gargiulo

Svizzera, accesso negato per Street View

Il servizio di Mountain View deve garantire la privacy dei cittadini al cento per cento. Volti, targhe, e aree interne delle abitazioni devono essere sfocate. A priori, anche manualmente

Roma - Il servizio Street View registra l'ennesima sconfitta. Questa volta è la Svizzera, stato da sempre attento alla tutela della privacy dei propri cittadini e che già da tempo aveva manifestato le sue perplessità sul grande occhio di Google, ad osteggiare il servizio. Una sentenza emessa dal tribunale amministrativo federale (TAF), al termine di un contenzioso che si trascina da tempo, ha dato torto al servizio di mappatura di Google concordando con le argomentazioni portate alla luce dall'Hanspeter Thur, l'ufficio federale per la protezione dei dati.

Il servizio di Mountain View dovrebbe garantire che le singole persone immortalate al passaggio delle Google Car non debbano essere riconosciute, che si debbano rimuovere assolutamente aree interne delle abitazioni, giardini e strade private e che le targhe dei veicoli debbano essere offuscate. Inoltre, si impone l'obbligo al servizio di mappatura di comunicare, con almeno una settimana di anticipo, le città che verranno fotografate e ciò che intendono pubblicare online.

Grazie anche all'ausilio di un software che interviene automaticamente, circa il 99 per cento dei volti e delle targhe sarebbero già stati resi irriconoscibili. Ma tale dato rappresenterebbe una quota ancora insufficiente per l'incaricato federale della protezione dei dati che si sta occupando della questione. BigG dovrà, pertanto, sfumare il resto delle immagini manualmente, nonostante tale soluzione - stando a quanto rammentato dalla società - abbia costi supplementari ed ingenti oltre che risultare un'operazione logisticamente impossibile.
Nella decisione il TAF ha ribadito che è vietato fotografare una persona senza esplicito consenso. "Ognuno ha diritto di proteggere la propria immagine e ciò fa parte del diritto più ampio della salvaguardia della personalità. "Nell'ambito della protezione dei dati - ha sottolineato il TAF - il diritto all'autodeterminazione in materia di informazione è garantito dalla Costituzione federale". Il Tribunale amministrativo federale tiene a precisare che non si tratta di vietare Google Street View ma che semplicemente vanno pubblicate online soltanto immagini che salvaguardano il diritto della personalità. e che tale protezione deve essere rispettata in maniera ancora più accurata in prossimità di luoghi "sensibili" quali ospedali, prigioni, tribunali o sedi di servizi sociali.

Per Google vi è ancora la possibilità di ricorrere in appello e portare il caso all'attenzione del Tribunale federale della Svizzera. Mountain View ha dichiarato di essere di essere contraria alla decisione presa dal TAF affermando che gli obblighi imposti a seguito della sentenza sono praticamente inattuabili.

A seguito della decisione Mountain View ha dichiarato: "Siamo molto delusi perché Street View ha dimostrato di essere molto utile a milioni di persone, ma anche ad imprese ed enti turistici. Più di un quarto della popolazione svizzera ha usato il servizio non appena è stato lanciato nel Paese". "Noi - ha concluso - chiediamo ora del tempo per considerare tale decisione e per valutare le nostre opzioni per ricorrere in appello".

Raffaella Gargiulo
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Svizzera, accesso negato per Street View
Ordina
  • Gli svizzeri sono persone formali e riservate.

    Non gradiscono i curiosi; specialmente se filmano, fotografano o - peggio ancora - se vanno in giro per Zugo a porgere domande indiscrete sugli immobili a regime fiscale agevolato dei V.I.P. residenti:


    http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/articol...


    Ci mancherebbe soltanto l'insolenza molesta delle Googlecar a turbare certe attività che necessariamente hanno bisogno di quiete, per funzionare.
    non+autenticato
  • a tutti si vedrebbe quanto assurda e' la richiesta.

    Andate su un qualunque giornale svizzero, pescate una foto di una manifestazione o un'evento, avranno chiesto a tutti quelli che erano li'
    il permesso per fotografarli? (ma quando mai...)

    http://www.bernerzeitung.ch/

    Andate su flickr o facebook, quante foto ci sono che ritraggono interni, o persone per strada di cui non c'e' il permesso?

    La difesa della privacy e' un'altra cosa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Miao
    > a tutti si vedrebbe quanto assurda e' la
    > richiesta.
    >
    > Andate su un qualunque giornale svizzero, pescate
    > una foto di una manifestazione o un'evento,
    > avranno chiesto a tutti quelli che erano
    > li'
    > il permesso per fotografarli? (ma quando mai...)
    >
    > http://www.bernerzeitung.ch/
    >
    > Andate su flickr o facebook, quante foto ci sono
    > che ritraggono interni, o persone per strada di
    > cui non c'e' il
    > permesso?
    >
    > La difesa della privacy e' un'altra cosa.

    Che razza di ragionamento!
    Se sei fotografato in un luogo pubblico è ben diverso dall'essere fotografato sul balcone di casa mentre magari si è con l'amante.
    non+autenticato
  • questi svizzeri mica si lasciano mettere i piedi in testa!
  • Giusto! Inattuabile? Troppo oneroso? Allora cara BigG, se non sei in grado di attuare un servizio con tutti i tuoi bei miliardini.... lascia perdere? Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca... Andiamo su che lo puoi benissimo fare l'oscuramento dei volti con le manine sante non diciamo idiozie... Quando ti fa comodo i dati scottanti li togli, no? Occhiolino Don't be evil... my 4$$!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio quanta ciccia
    > Giusto! Inattuabile? Troppo oneroso? Allora cara
    > BigG, se non sei in grado di attuare un servizio
    > con tutti i tuoi bei miliardini.... lascia
    > perdere? Non si può avere la botte piena e la
    > moglie ubriaca... Andiamo su che lo puoi
    > benissimo fare l'oscuramento dei volti con le
    > manine sante non diciamo idiozie... Quando ti fa
    > comodo i dati scottanti li togli, no? Occhiolino Don't
    > be evil... my
    > 4$$!

    ciccio quanta ciccia, ti cito... quasi con la stessa stima che ho per gli Svizzeri.
    non+autenticato
  • che, quando gli utenti svizzeri caricano street view, nei tile e nei panorama apparisse la scritta " Il VOSTRO tribunale federale e il VOSTRO governo impediscono a street view di funzionare. Se volete nuovamente il servizio, protestate nelle sedi opportune"Con la lingua fuoriCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > che, quando gli utenti svizzeri caricano street
    > view, nei tile e nei panorama apparisse la
    > scritta " Il VOSTRO tribunale federale e il
    > VOSTRO governo impediscono a street view di
    > funzionare. Se volete nuovamente il servizio,
    > protestate nelle sedi opportune"Con la lingua fuori
    >

    beh, che offuschino se vogliono offrire il servizio, mi pare chiara la richiesta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Kikko
    > beh, che offuschino se vogliono offrire il
    > servizio, mi pare chiara la
    > richiesta.

    Sono sempre a favore della privacy, ma c'è anche un ragionevole compromesso: Street View è incredibilmente comodo. Bisognerà quindi decidere dove mettere la linea di compromesso, dato che nessuno stato, credo, ha ancora legiferato in materia.

    Se conosci un po' di informatica, sai che un filtro che funziona al 100% è impossibile. Se conosci... boh, la matematica delle elementari?... sai che oscurare a mano è impossibile.

    Se quindi si chiede o un filtro al 100% o l'oscuramento a mano, si sta chiedendo di chiudere. Che è una richiesta perfettamente legittima. E fa benissimo il tribunale a farla, se la legge chiede quello: non è compito suo decidere le leggi, ma applicarle.

    Questo non vuol dire ovviamente che la legge sia giusta, o ottimale per i cittadini. La legge svizzera sulla privacy è stata fatta prima di internet, ovviamente non è in alcun modo ragionevole, né potrebbe esserlo: è la risposta ad un problema scritta prima che la domanda fosse formulata.

    Il legislatore deciderà cosa è meglio per la popolazione in un secondo momento. Da questo punto di vista la proposta nel primo post è assolutamente ragionevole, trovo sensato da parte di Google spingere chi vuole usare il servizio a fare pressione sul suo organo legislatore per chiedere cambiamenti nella legge, se la legge proibisce il servizio.

    E' così che funziona la democrazia rappresentativa.
    non+autenticato
  • A parte ad essere completamente d'accordo, aggiungo: ma che capperi hai paura che si violi la tua privacy?

    Non mi fido per niente di BigG (vedi storia WiFi e mille altre) ma Street View alla fine è forse il servizio più trasparente ed innocente tra quelli forniti.

    Si vede quello che chiunque vedrebbe se passasse in una strada a bordo di un autobus (quella è l'altezza dell'obbiettivo).

    Hai l'amente, stai commettendo un furto o bigando la scuola? Azzi tua! Come ti vede BigG ti potrebbe vedere chiunque.

    bye
    non+autenticato
  • Cosa ci sarebbe di tanto innocente e trasparente se tu stesso citi il problema wi-fi?? Serve a cercare le strade e avere un'idea di come sono fatte... non di chi ci cammina, degli interni delle abitazioni, delle automobili ecc. Se voglio mettere la foto del mio soggiorno su Internet lo faccio se decido IO di farlo non se lo fa Mr. G per poi venderci la pubblicità.

    Con la scusa del "ma tanto è così utile" piano piano ci stanno sfilando via pure le mutande e non ce ne accorgiamo.
    non+autenticato
  • scusa, non ho mai visto su quel servizio, foto di persone che camminano dentro le loro abitazioni, ma sempre da quando uso tale servizio, offuscano sempre le persone presenti nelle loro foto e le targhe.
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: Francesco
    > A parte ad essere completamente d'accordo,
    > aggiungo: ma che capperi hai paura che si violi
    > la tua
    > privacy?
    >
    > Non mi fido per niente di BigG (vedi storia WiFi
    > e mille altre) ma Street View alla fine è forse
    > il servizio più trasparente ed innocente tra
    > quelli
    > forniti.


    solo perchè non lo conosci.

    >
    > Si vede quello che chiunque vedrebbe se passasse
    > in una strada a bordo di un autobus (quella è
    > l'altezza
    > dell'obbiettivo).

    Google non vede, "registra". E' differente.

    >
    > Hai l'amente, stai commettendo un furto o bigando
    > la scuola? Azzi tua! Come ti vede BigG ti
    > potrebbe vedere
    > chiunque.
    >
    > bye
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > - Scritto da: Francesco
    > > A parte ad essere completamente d'accordo,
    > > aggiungo: ma che capperi hai paura che si violi
    > > la tua
    > > privacy?
    > >
    > > Non mi fido per niente di BigG (vedi storia WiFi
    > > e mille altre) ma Street View alla fine è forse
    > > il servizio più trasparente ed innocente tra
    > > quelli
    > > forniti.
    >
    >
    > solo perchè non lo conosci.
    >
    > >
    > > Si vede quello che chiunque vedrebbe se passasse
    > > in una strada a bordo di un autobus (quella è
    > > l'altezza
    > > dell'obbiettivo).
    >
    > Google non vede, "registra". E' differente.
    >
    > >
    > > Hai l'amente, stai commettendo un furto o
    > bigando
    > > la scuola? Azzi tua! Come ti vede BigG ti
    > > potrebbe vedere
    > > chiunque.

    Esci di casa sempre alle 7 e alle 12 vai a pranzo e io ti registro?
    Alle 17.50 vai a prendere tua figlia a scuola e non rientri prima delle 21 perchè ti fermi al bar con lei? Io alle 20.00 ti svaligio la casa....
    Azzi tua....

    Tranquillo... non sto a spiegartela... ne mi aspetto che ci arrivi.


    > >
    > > bye
    non+autenticato