Mauro Vecchio

Copyright, Hotfile risponde al fuoco

Controffensiva legale da parte del noto servizio di file hosting. Che avrebbe sempre rispettato i dettami del DMCA, non permettendo inoltre la ricerca interna dei contenuti illeciti. Gli armadietti digitali resterebbero neutri

Roma - Un memorandum di oltre 20 pagine, recentemente depositato dai legali di Hotfile Corp. presso una corte distrettuale della Florida. I vertici del noto servizio di file hosting hanno così risposto al fuoco scatenato dalla Motion Picture Association of America (MPAA), che si era scagliata agli inizi di febbraio contro il cittadino russo Anton Titov.

La controffensiva legale del cyberlocker con base a Panama ha subito voluto mettere le cose in chiaro: i gestori di Hotfile si sarebbero sempre attenuti scrupolosamente ai principi dettati dal Digital Millennium Copyright Act (DMCA). Di conseguenza, l'armadietto digitale panamense dovrebbe godere del riparo offerto dal cosiddetto safe harbor.

In altre parole, i vertici di Hotfile avrebbero semplicemente messo a disposizione degli utenti una serie di spazi vuoti. Secondo la difesa, il servizio di file hosting non avrebbe mai permesso la ricerca interna di contenuti in violazione del copyright. Offrendo semplicemente un armadietto neutro dove depositare file di ogni genere. Le accuse mosse da MPAA dovrebbero dunque cadere nel vuoto.
Le varie major avevano però sottolineato come Hotfile approfittasse di migliaia di film caricati sulla sua piattaforma, offrendo ai suoi utenti la possibilità di abbonarsi per un mese di download illimitati. Al giudice di Miami era stato chiesto di optare per i cosiddetti statutory damage, una sanzione di circa 150mila dollari a contenuto scaricato.

I legali di MPAA hanno subito risposto alla controffensiva lanciata da Titov, sottolineando come Hotfile non abbia alcun bisogno di un search engine interno. Ci penserebbero già motori come quello di Google ad indicizzare i vari contenuti presenti sulla piattaforma. Il gestore del cyberlocker ha però puntato i piedi: tutto sarebbe avvenuto in assoluta buona fede.

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • AttualitàMegaupload, attacco a luci rosseIl cyberlocker nel mirino di Perfect 10, specializzata in contenuti per adulti. Megaupload non avrebbe denunciato il suo business negli Stati Uniti e non meriterebbe la tutele previste dal DMCA. Chiesti 5 milioni di dollari
  • AttualitàDi pornografia, vergogne e P2PCorbin Fisher, specializzata in contenuti per adulti, ha offerto un periodo d'amnistia a centinaia di utenti. Che avranno due settimane per riflettere: affrontare una causa per violazione del copyright o pagare mille dollari
  • AttualitàRapidShare non significa pirateriaIl servizio di file hosting contro gli analisti di MarkMonitor, accusati di diffamazione per aver parlato dei cyberlocker come dei nuovi luoghi della pirateria web. Un gran numero di visite non vuol dire affatto violazione del copyright
22 Commenti alla Notizia Copyright, Hotfile risponde al fuoco
Ordina
  • cirsto che è sto delirioA bocca aperta
    Sgabbio
    26177
  • ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere

    sciocchezze dette da uomini politici e gestori di videoteche che se le bevono senza nemmeno rendersi conto delle assurdità (avvisi di qua, avvisi di là.... se ci spiegassero come sarebbe possibile potremmo dar lor la laurea ad honorem in ingegneria informatica) questa è roba per cui occorrerebbe la MAGIA

    È triste constatare che si è pronti a barattare la libertà per l'illusione di un profitto. Più triste ancora è vedere il disprezzo verso le persone, trattate come bestie da contenere, confinare, opprimere, che devono solo spendere e spandere senza fiatare
  • contenuto non disponibile
  • consiste nel:

    - ripetere pedissequamente parole scritte da altri
    - senza spirito critico
    - senza approfondire
    - senza controllare (che è la parte più importante)

    perché facendo queste cose il VERO giornalista avrebbe scritto: "non si saprebbe dire con precisione quale effetto si voglia ottenere con queste denunce, se non quello di criminalizzare hotfile agli occhi di chi non ne conosce la natura o non s'informa sulle fonti serie. Cosa è infatti hotfile? Un servizio di scambio file, come ce ne sono tantissimi altri. Come si sostengono? Come fanno tantissimi altri: parte con pubblicità, parte con piani a pagamento con più caratteristiche rispetto a quelli free. ad esempio il piano free può avere limiti di dimensioni per i vostri file personali o di tempo, passato il quale sono cancellati sul server, mentre pagando potete conservarli finché vi dura l'abbonamento. Hotfile, come tantissimi altri, ha un programma di reward per pubblicizzare il suo servizio, ricevete punti in base al numero di download. Perché tutto ciò? Più download significano più visitatori, più visitatori più potenziali clienti. Hotfile mica è una ASSOCIAZIONE CRIMINALE che fa soldi con la droga, il crimine, o la prostituzione o con i balzelli illegittimi sui CD, è un servizio di hosting file e più è conosciuto più può allargare il parco clienti.

    Hotfile mica dice ai suoi fruitori: VENITE E CARICATE MATERIALE ILLEGALE E NOI VI RICOMPENSEREMO: questo piace farlo pensare da gente in malafede: hotfile offre lo spazio (come un proprietario affitta la casa), se l'affittuario vi fa esercitare la prostituzione e nasconde il crimine, che colpa ne ha? Vedete, questi soggetti (quelli che siscagliano contro il file hosting) sanno che non potrebbero perseguire (illegittimamente e incostituzionalmente) migliaia di utenti alla volta e tentano di attribuire a hotfile una responsabilità che non ha, dal momento che per ottenere un RIMOZIONE basta scrivere e dimostrando la proprietà del file, chiederne la rimozione.

    Veniamo quindi alla domanda finale: MA PERCHÉ INVECE DI CHIEDERE LA RIMOZIONE SI SCAGLIANO CONTRO HOTFILE? Forse perché credono di poter strumentalizzare la legge e rpianare i loro debiti tartassando servizi come hotfile. bisogna altresì ricordare che se uno fosse in malfede e volesse farsi i soldi lanciando false accuse, non avrebbe che da cricare file sotto copyright da account fasulli o con falsi dati o, quel che è peggio, carpendole credenziali di account esistenti per poi addossare lacolpa agli ignari proprietari (magari cambiando anche password per impedire che il legittimo titolare sappia cosa è accaduto al suo account)

    Per tutte queste ragioni, i titolari del diritto di sfruttamento dimateriale audio-scritto-visivo, dovrebbero sempre avere torto in queste ingiuste accuse, imparando a rispettare prima di tutto essi stessi la legge ed agire solo se il servizio di hosting non CANCELLA i file indicati"

    che differenza con lo spot a favore della disinformazione che avete letto su puntoinformatico, vero?
  • io non bevo alcolici prima di commentare un articolo, ti invito a fare lo stesso
    non+autenticato
  • ottima argomentazione.....
    Sgabbio
    26177
  • - Scritto da: allora
    > io non bevo alcolici prima di commentare un
    > articolo, ti invito a fare lo stesso
    Molto offensivo.
    Come minimo dovevi produrre:
    - un tuo check con l'etilometro per dimostrare che al momento del post non eri sotto l'influenza dell'alcool;
    - il SUO test che dimostrri il contrario.

    In assenza, troll. 1/10
  • una domanda: hotfile fa i soldi grazie ai contenuti illegali si o no?
    immaginiamo di togliere tutti i file coperti da copyright:cosa ci vai a caricare sulla piattaforma? il tuo filmino delle vacanze? e chi dovrebbe scaricare il tuo filmino a parte tua suocera? e immaginiamo che tua suocera volesse scaricarsi il filmino, credi che si faccia un account premium a pagamento per scaricarlo?

    senza contenuti illegali hotfile,così come tutti gli altri servizi di hosting,non avrebbe luogo di esistere.
    non+autenticato
  • E allora, basta eliminare i contenuti protetti da copyright... smettendo di produrli.

    PS. Personalmente, ho usato diverse volte mediafire per distribuire contenuti creati da me.
    non+autenticato
  • > una domanda: hotfile fa i soldi grazie ai contenuti illegali si o no?
    [..]
    controdomanda: cosa hai capito del funzionamento di hotfile? Nulla a quanto pare

    né sembra che tu abbia mai usufruito di un servizio di file hosting che si mantiene offrendo piani a pagamento per caricare propri file, non è che dica: *pacate, pacate e vi potrete vetere lo più belli filme de lo mundo, noi ci abbiamo i più megli file illegalissimi*

    in hotfile non c'è nemmeno il motore di ricerca interno

    ma questa errata concezione è solo in parte frutto di ignoranza individuale e deriva bensì dalla disinformazione studiata di chi vuole attaccare questi servizi

    > cosa ci vai a caricare sulla piattaforma?
    [...]
    - programmi - fatti da te
    - immagini - create da te
    - codice - scritto da te
    - musica - composta da te
    ecc...

    tu non *produci* nulla? Non sai programmare, comporre, scrivere ma solo *fruire passivamente?* Mi dispiace, ma non per questo devi gettare fango su servizi neutri come hotfile e tanti altri che offono uno spazio che ogni utente gestisce come vuole e preferisce e se commette reati, durano finché non vengono scoperti o qualcuno li denuncia ad hotfile che chiude l'account. O non vogliamo più affittare le case perché uno potrebbe usarle per spaccio di droga, prostituzione e altro?

    sebbene infatti la maggior parte della gente, la sola cosa *creativa* che sa fare è *ingravidare* le femmine, esistono i veri *creativi* (programmatori, artisti ecc...) che amano condividere le loro creazioni

    una volta ho pacchettizzato openoffice per la mia distribuzione: = 30.000 download
    ho altresì compilato da sorgente programmi per editing pdf = 130.000 download

    poi se la gente si lascia irretire dalla disinformazione e fa l'equazione:

    file hosting = *latri matriculati che solo caricheno filme porne o dello cinemo o craks di fotosciop*

    fa il gioco di chi vuol togliere la libertà di scambiarsi il prodotto della propria creatività, così che le industrie possano detenere il monopolio (software ad esempio)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 aprile 2011 15.17
    -----------------------------------------------------------
  • dissero cosi anche per altre cose....
    Sgabbio
    26177
  • A parte il fatto che la maggior parte dei file che si scaricano contengono un txt con un link per affiliarsi come uploader, per la qual cosa hotfile paga... pensa te che buona fede,
    a parte questo io ti sparo in bocca ma in assoluta buona fede... mica vorrai denunciarmi? minkia ero in buona fede....
    non+autenticato
  • hotfile e simili meriterebbero una medaglia, altro che denuncia.

    Offrono un servizio utile.
    non+autenticato
  • si, utile a rubare, diamo pure la medaglia ai piedi di porco, all'esplosivo al plastico e alle pistole per le rapide
    non+autenticato
  • > si, utile a rubare, diamo pure la medaglia ai
    > piedi di porco, all'esplosivo al plastico e alle
    > pistole per le
    > rapide

    No: rubare significa prendere qualcosa a qualcuno contro la sua volontà.

    Invece chi carica qualcosa su hotfile lo fa volontariamente. Quindi, non è rubare.

    Se carichi un film su hotfile, hai scelto tu di farlo: non ti sono entrati in casa a prenderlo.
    non+autenticato
  • si una medaglia come carcerato dell'anno, quella si ...
  • - Scritto da: spacevideo
    > si una medaglia come carcerato dell'anno, quella
    > si
    > ...

    Perchè mai dovrebbero essere incarcerati? Offrono un servizio molto più utile di quello che offri tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: spacevideo
    > si una medaglia come carcerato dell'anno, quella
    > si
    > ...

    Scusa, eri tu il videotechino disperato che si è visto ieri sera a Report?
    non+autenticato
  • Fermo: che mi sono perso? Sorride
  • - Scritto da: Valeren
    > Fermo: che mi sono perso? Sorride

    Niente, hanno intervistato un videotechino che ha fatto vedere come è facile vedere un film in streaming mesi prima che esca per l'home video (quello di checco zalone per la cronaca).

    Bisogna dire che il tipo aveva ben chiaro che chi gli sta facendo fare una brutta fine commerciale non sono i "pirati", ma le major e i nuovi content provider (ha citato anche cubovision, mi pare).
    non+autenticato
  • Oltra a paragonare due cose totalmente diverse, hotfile non ha mai invogliato al download coperto dal copyright.
    Sgabbio
    26177