Telecom: hai l'ADSL? Non ti stacco la linea

Questo è quanto è accaduto ad un lettore che vorrebbe disdettare la linea telefonica Telecom ma non può, perché sulla sua linea è attivo un servizio ADSL di un altro operatore

Roma - Caro Punto Informatico, visto che più volte vi siete occupati dei problemi che gli utenti incontrano nei loro rapporto con gli operatori telefonici, voglio aggiungere al bagaglio di esperienze comuni anche la mia, visto che non ho mai letto di qualcuno che fosse incappato nello stesso (grave) problema.

Brevemente riepilogo i fatti. Mi trasferirò entro fine mese in un nuovo appartamento e tra le mille incombenze di un cambio di residenza ci sono pure quelle di disdire le utenze di luce, acqua, gas, e ahimè, telefono. Devo dire subito che ho potuto fare tutto comodamente per telefono e che non ho incontrato alcun problema se non con Telecom Italia.

Ecco il problema: ho una linea ADSL di un gestore diverso da Telecom Italia. Per questo motivo Telecom non mi può disdire il contratto, almeno secondo quanto riportato dagli operatori del 187. Pare infatti che io debba prima disdire la linea ADSL e solo successivamente Telecom Italia sarà pronta a cancellare l'utenza in una decina di giorni.
Il problema è che io l?ADSL lo volevo tenere fino all?ultimo giorno in cui rimango nell?attuale residenza, anche perché non ho intenzione di disdire il servizio ADSL ma solo di farlo trasferire al nuovo indirizzo (che avrà anche un nuovo numero di telefono).

Ho chiesto al 187 se esiste un modo per evitare che un altro inquilino che subentra nella mia attuale residenza possa continuare ad utilizzare la mia linea telefonica, quella che poi devo pagare io. Ebbene l?unica possibilità è la ?sospensione? che però non si può fare per meno di due mesi, in cui il canone, manco a dirlo, si paga regolarmente.

Dunque, secondo il 187 io posso tenere l?ADSL fino al giorno in cui lascio l?appartamento e poi una volta che l?ADSL gli risulterà trasferito potrò avere finalmente la cessazione dell?utenza. A nulla sono valse le mie suppliche di fare semplicemente in modo che dal telefono non si potessero fare chiamate oltre la data del mio trasferimento, un sistema che la stessa Telecom utilizza quando non si paga una bolletta: si possono infatti ricevere telefonate, anche l?ADSL funziona ma non si può chiamare. Oppure rassegnarmi a pagare il canone per due mesi in più chiedendo la ?sospensione?, che di fatto blocca la linea telefonica.

Mi sembra che questa situazione sia una vera e propria prepotenza di un?azienda che non punta alla mia soddisfazione in quanto cliente ma (evidentemente) a quella dei propri ingranaggi.

Grazie e scusate per lo sfogo

Lettera firmata
63 Commenti alla Notizia Telecom: hai l'ADSL? Non ti stacco la linea
Ordina
  • Questa volta pero T.I. non c'entra ... o meglio diciamo che applica la legge. Se T.I. facesse fronte alla richiesta di cessazione della linea telefonica automaticamente cesserebbe il servizio ADSL rimanendo passibile di denuncia dall'altro operator per interruzione di servizio pubblico. (la mia ipotesi che "l'utimo miglio sia in gestione a TI). Questa volta se bisogna prendersela con qualcuno prendiamocela con le burograzia.....!!
  • Ma se uno deve traslocare d'urgenza?
    rischia che poi il nuovo inquilino gli scrocchi le telefonate sia con Telecom che con tutti gli altri operatori a cui il precedente inquilino era abbonato?
  • ho disdetto la ADSL con l'altro provider ma son opiù di 2 mesi che telecom mi continua a dire di non poter staccare la linea voce per colpa dell'ADSL attiva.
    ho fatto molti reclami e mandato fax e raccomandate ma nulla di fatto.
    il mio vecchio provider mi ha anche mandato la loro email di comunicazione interna con telecom dove chiedeva la cessione dell'ADSL.......l'ho addirittura inviata via fax alla Telecom ma nulla di fatto.
    insomma sono mesi che pago il canone e telefonate di un altro inquilino.
    uno schifo!
    DoubleGJ
  • Questa è la mia storia... leggete... leggete....:


    PREMESSA:
    Vi scivo da Roma da via Tor Vergata (nei pressi della famosa università Tor Vergata e precisamente a poche centinaia di metri da DECATLON e città mercato LA ROMANINA)... tengo a precisare il luogo per il semplice fatto che in zona ci sono molte attività commerciali, Cinecittà è a circa 2 km, palazzi che crescono come i funghi etc..etc...

    1) primi di dicembre 2001: telefono al 187 per attivare il contratto Telecom non per avere il telefono fisso a casa ma
    SPECIFICANDO all'operatrice che tale attivazione serve SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per poter successivamente attivare un contratto ADSL !
    L'operatrice capita la situazione controlla preventivamente se la mia zona è coperta dal servizio ADSL... ebbene si... mi rispose che il servizio era disponibile (effettivamente giorni prima avevo controllato sul sito delle telecom con il numero telefonico di un mio amico che abita al piano superiore del mio condominio e risultava "zona coperta dal servizio") ! Quindi contento di tale risposta attivo il contratto specificando inoltre che non desideravo il noleggio dell'apparecchio telefonico dato che la linea telecom serviva solo ed esclusivamente per l'ADSL; (connessione h24).

    2) dopo pochi giorni (dicembre 2001): un tecnico Telecom attiva la linea comunicandomi il numero telefonico: 06 723xxxx.

    3) lo stesso giorno: telefono alla telecom per attivare il contratto ADSL. L'operazione è andata a buon fine.

    4) la settima successiva: ricevo una telefona, una bruttissima telefonata, una maledetta telefonata... da un operatore telecom: "Sig. 06723xxxx siamo spiacenti ma non possiamo attivarle l'ADSL perchè la sua zona non è coperta da tale servizio"!!!
    In quel momento mi è cascato il mondo addosso..., sono andato su tutte le furie, ho inviato reclami a tutti gli indirizzi email che ho trovato sul sito della telecom.. ma mai nessuna risposta... !!!

    5) Dopo pochi giorni sono riuscito a contattare un dirigente della Telecom il quale mi ha rassicurato che potevo benissimo disdire il contratto e che sarei stato rimborsato sino all'ultima lira... Per mia fortuna, tutto questo perchè al momento dell'attivazione del contratto (la prima telefonata al 187) avevo specificato che tale servizio serviva solo ed esclusivamente per attivare successivamente l'adsl... (infatti risultava anche che non desideravo il noleggio dell'apparecchio telefonico).

    6) Nei giorni successivi, vista la situazione in cui ero stato "truffato" ho ricevuto un sacco di telefonate (sul cellulare) dalla telecom con varie proposte.. Teleconomy 24, Teleconomy NO STOP etc.. etc... ma nulla che potesse soddisfare una connessione h24 a costo fisso con la rete internet o meglio ancora proposte ADSL !!! Triste

    7) Passano i giorni e finalmente trovo nella rete internet una proposta di Infostrada: Tariffa TEMPO ZERO, ovvero internet h24 a costo fisso e cioè 90 mila lire + iva al mese... naturalmente + il canone di Telecom !

    8) Luglio 2002: una mattina esco di casa e trovo dei tecnici telecom i quali lavoravano nell'armadio telecom (cocice MA0002) sotto casa mia; chiedo lumi sul problema ADSL... la loro riposta fù decisa ed esaudiente: "Sig. 06723xxxx ci dispiace ma il suo problema è in questa piccola cabina la quale non supporta l'ADSL e nemmeno l'ISDN"!!! NO COMMENT !!!

    9) Ottobre 2002: vengo a conoscenza del CANONE ZERO di WIND & INFOSTRADA, il mio numero è abilitato per tale servizio.
    Come avete ben compreso con telecom voglio chiudere per sempre...

    10) 10 Ottobre 2002: chiamo l'155 per avere informazioni in merito al CANONE ZERO... inoltre in preda alla disperazione della misera e quotidiana connessione a 56k chiedo info riguardanti l'attivazione ADSL (diciamo che in quel momento cercavo di sognare ad occhi aperti)... ma non fù così !!! La risposta dell'operatore fù: "Sig. 06723xxxx la sua zona è coperta dal servizio ADSL... desidera procedere con il contratto????" NON CI POTEVO CREDERE !!! Come? Cosa ? L'ADSL a casa mia ???
    "Si, signore... dal nostro database risulta che può attivare l'ADSL!"
    Non ho dormito tutta la notte... pensavo e ripensavo a quelle parole !!!

    11) 11 Ottobre 2002: richiamo l'155 per conferma. L'operatore mi comunica le stesse cose del giorno prima...

    12) 12 Ottobre 2002: visto che non ho più fiducia di quello che comunicano ai vari servizi 155, 187, 148 etc.. etc..
    (mancanza di fiducia no nei riguardi degli operatori ma bensì dei loro "database") mi sono recato personalmente in un punto WIND & INFOSTRADA e precisamente a Cinecittà 2, la ragazza al banco ha confermato che il mio numero telefonico è coperto da servizio ADSL ma venuta a conoscenza della mia "STORIA" non si è presa la responsabilità di procedere con il contratto e mi ha invitato di contattare direttamente la Sede Operativa di WIND ubicata in Via C.G. Viola,48 00148 Roma !

    13) Tutt'oggi non ho ancora cambiato tipo di contratto (da TEMPO ZERO a CANONE ZERO con relativa ADSL)

    ORA CHIEDO:

    Tutto questo è possibile... com'è possibile attivare l'ADSL quando la cabina sotto casa mia è del tipo analogico !!

    COSA FARE ?

    Mi preoccupa il semplice fatto che una volta attivato il servizio CANONE ZERO (per poi avere l'ADSL) e successivamente non sia possibile avere sta benedetta ADSL per motivi tecnici (comè successo con telecom). Peggiorerei la mia situazione contrattuale con altri eventuali operatori di fornitura ADSL (forse MAI) dato che CANONE ZERO impone solo connessioni "dati" solo verso i lori punti d'accesso.

    Non vorrei essere preso di nuovo per i fondelli (il ricordo dell'attivazione telecom mi fà venire i brividi)

    SONO COMBATTUTO ! NON SO' A CHI CHIEDERE GARANZIE...

    AIUTO SONO DISPERATO.

    PS: ...qualcuno potrebbe pensare e chiedere...: "Ma a Roma, (capitale del mondo) succede tutto questo"??? Triste

    Risposta: Succede questo è oltre...

    ...Ahhh dimenticavo... al primo canone telecom era compreso il noleggio dell'apparecchio telefonico il quale non l'avevo mai richiesto... NO COMMENT !!!

    Distinti saluti.
    non+autenticato
  • Il problema e` che tu vuoi internette, che e` una tecnologia troppo libertina, troppo avanzata, e poco latina. In Italia ovviamente dovresti propendere di piu` per i telefoni cellulari, con una penetrazione sociale del 90% mentre ovviamente la "banda larga" (che larga non e`, solo non cosi` stretta) e` a un livello di penetrazione del 12%.

    (post intenzionalmente cinico, ma da intendersi come piu` faceto che serio, eh?)
    non+autenticato
  • Anch'io avevo l'ADSL di Infostrada sulla mia linea telefonica, ma quando ho traslocato ho scoperto che Telecom non poteva traslocare la linea se c'era un servizio di un altro operatore. Allora ho chiesto ad Infostrada di sospendere temporaneamente l'ADSL, ma dopo 2 mesi e continue telefonate ad entrambi i gestori mi sono scocciato e ho fatto un nuovo contratto Telecom per la nuova casa (pagando il doppio rispetto al trasloco), ho disdetto l'ADSL di Infostrada (pagando anche la penale perche' avevo firmato un contrato anuale).
    Qualcuno dovrebbe interessare l'autority per questi soprusi.

    Gianpaolo
    non+autenticato
  • Ho disdetto il 23 maggio la linea alice adsl e ad oggi ho ancora il segnale e nessuna comunicazione per restituire il materiale a noleggio.
    Premetto che telefonando al 187 per avere lumi sulla procedura di cessazione del servizio ho ricevuto tre versioni diverse da altrettanti operatori.
    Ad oggi dopo 4-5 chiamate al 187 per info sullo stato della mia richiesta di disattivazione, l'unica cosa che mi sanno dire è che la richiesta è pervenuta (anche se non tutti gli operatori ne sono sicuri) e di attendere.

    Evviva la serietà, amen
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 20 discussioni)