Cristina Sciannamblo

Libia, ribelli di nuovo al telefono

Ripristinati i contatti via cellulare per favorire la comunicazione tra gli insorti. Il nuovo network ha richiesto l'aiuto dei paesi arabi. Ma l'uso diffuso del telefono è ancora limitato

Roma - Il blocco totale delle rete Internet e telefonica di circa un mese fa aveva lasciato la Libia in pieno isolamento. Ora, sembra che i ribelli abbiano trovato una nuova soluzione per riprendere i collegamenti telefonici.

Un team guidato da un dirigente di una telco ha fornito aiuto agli insorti per ristabilire le comunicazioni e mettere sotto controllo il cellulare di Gheddafi. Ousama Abushagur, libico di origini statunitensi, ha approntato un piano per riprendere il controllo delle onde radio e costruire un network intorno alla zona di Tripoli dove risiedono gli uffici di intelligence del Colonnello e da cui partono tutte le chiamate del regime.

Il nuovo sistema, assemblato grazie all'aiuto degli stati arabi, ha restituito i canali di comunicazione a più di due milioni di libici rimasti isolati per circa un mese. Dal momento dell'interruzione, l'uso delle bandiere era diventato l'unico modo per comunicare nel teatro degli scontri. Adesso i leader dei ribelli sperano di sfruttare le nuove risorse tecnologiche per richiamare l'appoggio internazionale, procurare le armi e meglio organizzarsi con i fuoriusciti all'estero.
Per rendere possibile il ripristino sono serviti milioni di dollari di attrezzature che Abushagur è riuscito a raccimolare grazie al sostegno dall'Unione degli Emirati Arabi e del Qatar. Tutto il materiale è stato poi trasportato in Libia sotto scorta di ingegneri e body guard. In ultimo, si è proceduto all'installazione e all'attivazione del network per mezzo di un satellite fornito dall'azienda araba Etisalat.

Free Libyana, questo il nome del progetto, metterà in contatto gli insorti tra loro e con il resto del mondo, anche se le chiamate internazionali dalla Libia saranno limitate solo alla zona est del paese.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàLibia, divieto di accesso alla ReteIl paese di Gheddafi procede al blocco completo delle connessioni attraverso la dispersione dei dati inviati ai server. Una tecnica nuova rispetto ai casi precedenti, che consente la discrezionalità nella censura
  • AttualitàLibia, connessione col contagocceLe proteste scoppiate nel paese hanno portato al drastico rallentamento delle connessioni e alla sostanziale chiusura di Facebook. È il coprifuoco digitale. Internet censurata anche nel Bahrain
1 Commenti alla Notizia Libia, ribelli di nuovo al telefono
Ordina