Roberto Pulito

Razer Switchblade, la Cina vicina

Per il lancio del suo ambizioso miniPC, tutto incentrato sul gaming online, l'azienda statunitense sceglie di puntare prima al mercato cinese

Roma - Un bizzarro "palmare" a conchiglia con display multi-touch e tasti personalizzabili. Un piccolissimo netbook (172 x 115 x 25mm) tutto incentrato sul gaming online. Il progetto Razer Switchblade sembra avere diversi punti in comune con il (fu) Jungle proposto da Panasonic: dispositivo tascabile con tanto tastiera QWERTY, dedicato ai giocatori PC, che avrebbe dovuto collocarsi in un segmento a parte rispetto a PSP, 3DS e iPhone.

Sotto il cofano dello Switchblade, ripresentato all'IDF di Pechino, c'è un system-on-chip a basso consumo Z670 Oak Trail, l'Atom da tablet proposto da Intel che lavora alla frequenza di 1.5GHz, insieme ad un core grafico (Intel GMA 600) operante a 400MHz. Il dispositivo include anche USB 3.0, connessione video mini-HDMI e un jack dedicato all'accoppiata cuffie-microfono, pensato per sessioni online.

Questo minicomputer, che ricorda anche il Toshiba Libretto W100, si presenta con uno schermo capacitivo da 7 pollici ma utilizza un secondo pannello OLED per la tastiera nella parte inferiore, completamente configurabile dal punto di vista del layout. Gli utenti avranno quindi la possibilità di spostare o aggiungere icone, lettere e shortcut a piacimento. Il sistema operativo scelto dalla Razer è Windows 7.

L'azienda americana sta iniziando a distribuire lo Switchblade sul mercato cinese, dove l'online gaming PC va fortissimo, ancora prima di puntare a Giappone e USA. L'azienda ha appena annunciato una partnership con Tencent, colosso dei servizi online locale, famoso in patria per videogame come Dungeon and Fighter, Crossfire o League of Legends, oltre che per il servizio di messaggistica QQ.

Roberto Pulito
Notizie collegate
4 Commenti alla Notizia Razer Switchblade, la Cina vicina
Ordina
  • come da titolo
    non+autenticato
  • In bocca al lupo per questo nuovo prodotto innovativo
    non+autenticato
  • già... spettacolare, un computerino focalizzato perfettamente sullo scopo del gioco, e ci riesce così bene grazie allo schermo da 7", una CPU atom rinomata da tutti i videogiocatori 3d, ed un sensazionale chippetto grafico intel GMA... insomma, finalmente sarà possibile pensare SOLO al gaming mobile online, senza l'inutile distrazione di una grafica fluida e in tempo reale, ma concentrandosi solo sui tastini che cambiano colore.
  • - Scritto da: ephestione
    > già... spettacolare, un computerino focalizzato
    > perfettamente sullo scopo del gioco, e ci riesce
    > così bene grazie allo schermo da 7", una CPU atom
    > rinomata da tutti i videogiocatori 3d, ed un
    > sensazionale chippetto grafico intel GMA...
    > insomma, finalmente sarà possibile pensare SOLO
    > al gaming mobile online, senza l'inutile
    > distrazione di una grafica fluida e in tempo
    > reale, ma concentrandosi solo sui tastini che
    > cambiano
    > colore.

    in effetti un 7" e in generale un netbook sono quanto di peggio uno potrebbe volere per videogiocare, ma i "tastini che cambiano colore" sono interessanti. mi ricordo che qualcuno tempo fa aveva fatto delle tastiere senza tasti e vendeva a parte i layout per i vari giochi (a prezzi esorbitanti peraltro). questa soluzione mi garberebbe parecchio di più