Cristina Sciannamblo

Porno, Facebook prende le distanze

Il sito in blu ha denunciato FacebookOfSex.com. Il motivo dichiarato è la similarità tra la struttura dei due siti. E il sito denunciato è decisamente troppo piccante

Roma - FriendFinder Networks è l'ultimo nome coinvolto in una una causa legale intentata da Facebook. L'azienda ha lanciato il sito per adulti FacebookOfSex.com, piattaforma dedicata ai contenuti sessuali espliciti.

Secondo i legali di Facebook, FaceBookOfSex presenterebbe alcune caratteristiche simili al sito in blu come i profili con le foto e la pagina delle informazioni personali, la possibilità di caricare e condividere contatti nonché la chat live. L'unica differenza, secondo l'accusa, sarebbero i contenuti pornografici.

Il sito incoraggia i propri iscritti a promuovere il proprio lato sexy. Per questo motivo, Zuckerberg chiede di cancellare o trasferire sotto il proprio controllo una manciata di domini, incluse le varianti internazionali come facebookofsex.co.uk, facebooksex.de, facebokofsex.us, fbookofsex.com, facebookfosex.com, facebookofsexysingles.com, facebook-of-sex.com e molti altri. Sono stati anche chiesti 100mila dollari di risarcimento danni per ciascuno dei domini oltre ad altre, non meglio specificate, pene.
Da parte sua, FriendFinder rilancia sostenendo che il termine "friend finder", anche questo marchio registrato, sia utilizzato indebitamente dal sito in blu.

Secondo gli osservatori, ci sono pochissime probabilità che Facebook possa vincere la causa. Si presume, dunque, che l'azione legale sia partita unicamente per la volontà di Zuckerberg e soci di distanziare l'immagine del loro sito da una pagina densa di contenuti ritenuti compromettenti.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • AttualitàFacebook brevetta i feed socialIl brevetto concesso ai founder del celebre network fa tremare le vene e i polsi per le possibili implicazioni sull'intero web. E l'inventore degli RSS avverte: non fidatevi delle grandi corporation
  • AttualitàFacebook e il dominio della terraAnnunciato da Mark Zuckerberg l'acquisto del dominio appartenente alla federazione degli agricoltori statunitensi. 8,5 milioni di dollari il costo dell'operazione. Perché sborsare questi soldi?
  • AttualitàSe a Facebook non piacciono le parodie in bluMinacciato legalmente un sito satirico, dallo stile grafico troppo simile a quello ormai arcinoto del social network. Contromossa di Lamebook: una causa per ottenere protezione dal Primo Emendamento
3 Commenti alla Notizia Porno, Facebook prende le distanze
Ordina