Mauro Vecchio

Btjunkie, accesso inibito

Bloccato l'accesso dall'Italia al popolare search engine del torrentismo. FIMI plaude all'intervento della Magistratura, che lascerà ai responsabili della piattaforma una sola strada per il ricorso in Cassazione

Roma - È stata soprannominata Poisonous Dahlia ed è una recente operazione compiuta dalla Magistratura insieme alla Guardia di Finanza di Cagliari, che ha di fatto inibito l'accesso dall'Italia al motore di ricerca BitTorrent Btjunkie.org. O, nelle parole dei vertici della Federazione Industria Musicale Italiana (FIMI), uno dei più importanti supermercati mondiali del falso multimediale.

E Poisonous Dahlia è stata descritta come un'operazione particolarmente innovativa, almeno da un punto di vista giuridico. L'accesso a Btjunkie.org è stato infatti bloccato a partire da un ordine di inibizione emesso direttamente dal PM, che lascerà aperta solo una strada per un eventuale ricorso in Cassazione. Nel famoso caso di The Pirate Bay, il sequestro tramite inibizione era stato convalidato dal GIP, poi appellabile al riesame.

Stando ai dati forniti da FIMI, la piattaforma del torrentismo può poteva vantare oltre 500mila accessi quotidiani dall'Italia. Grazie ai numerosi banner pubblicitari, i responsabili di Btjunkie.org sarebbero riusciti a raggranellare qualcosa come 3,5 milioni di euro l'anno. La recente inibitoria è stata imposta sulla base della normativa sul commercio elettronico, ovvero gli articoli 14 e seguenti del D.Lgs 70 del 2003.
"Il blocco del sito pirata Btjunkie è un importante messaggio mandato dalla Magistratura italiana alle organizzazioni criminali che prosperano sulla distribuzione illegale di musica- ha dichiarato il presidente di FIMI, Enzo Mazza - L'indagine della Guardia di Finanza e l'intervento della Procura di Cagliari non raccolgono solo il plauso delle imprese che producono contenuti, ma anche di tutti quei partner tecnologici che oggi in Italia contribuiscono allo sviluppo del mercato legale della musica digitale".

Mauro Vecchio
Notizie collegate
  • Diritto & InternetThe Pirate Bay, ritorno al sequestroIl Tribunale di Bergamo sposa la decisione della Cassazione. Si può rendere meno agevole l'accesso alla Baia, i provider sono tenuti a mettere in campo dei filtri. C'è chi paventa a breve nuovi sigilli
  • Attualità10 agosto 2008, l'Italia blocca Pirate BayDa ieri il più famoso sito di riferimento della comunità internazionale BitTorrent non è più liberamente accessibile dagli utenti italiani
  • AttualitàUSA, web sotto sequestroChiusi 18 domini legati alla contraffazione di beni di lusso. Una manovra azzardata dei federali avrebbe portato all'oscuramento di 84mila siti non direttamente collegati alla pedopornografia. Mentre il dibattito su COICA divampa
450 Commenti alla Notizia Btjunkie, accesso inibito
Ordina
  • Ma è tutta la solita messa in scena. Vogliono far vedere che le cose vanno come VOGLIONO LORO. "LORO" sono gli uomini di POTERE, che per il POTERE farebbero qualunque cosa. In realtà lo sappiamo benissimo tutti che a comandare sono le persone e la loro subdola coscienza. Finchè esisterà un uomo libero su questa terra e finchè la conoscenza sarà libera, queste persone continueranno a lottare contro gli uomini liberi per cercare d'incatenarli al loro volere, senza capire che la libertà è dentro l'uomo ed è inattaccabile. Il potere è questa cosa stupida che vi ho descritto, così è sempre stato e così sarà per sempre
    non+autenticato
  • - Scritto da: Rob K
    . In realtà lo
    > sappiamo benissimo tutti che a comandare sono le
    > persone e la loro subdola coscienza.

    La stessa coscienza di chi scarica a scrocco materiale per il quale dovrebbe pagare.

    > Finchè
    > esisterà un uomo libero su questa terra e finchè
    > la conoscenza sarà libera, queste persone
    > continueranno a lottare contro gli uomini liberi
    > per cercare d'incatenarli al loro volere, senza
    > capire che la libertà è dentro l'uomo ed è
    > inattaccabile.

    Certo, anche la libertà di rubare! Oltre alla subdola coscienza c'è anche l'ipocisia di usare l'argomento 'liberta' per giustificare dei furti.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 22 aprile 2011 15.07
    -----------------------------------------------------------
  • condividere = rubare ? siamo alle solite....

    sti pirate haters....
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: James Kirk
    > - Scritto da: Rob K
    > . In realtà lo
    > > sappiamo benissimo tutti che a comandare sono le
    > > persone e la loro subdola coscienza.

    > La stessa coscienza di chi scarica a scrocco
    > materiale per il quale dovrebbe pagare.

    Stai parlando di apple store o lo store di android per caso ?

    http://www.mobilejournal.net/android/molte-app-ope...
    krane
    22528
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: James Kirk
    > > - Scritto da: Rob K
    > > . In realtà lo
    > > > sappiamo benissimo tutti che a comandare sono
    > le
    > > > persone e la loro subdola coscienza.
    >
    > > La stessa coscienza di chi scarica a scrocco
    > > materiale per il quale dovrebbe pagare.
    >
    > Stai parlando di apple store o lo store di
    > android per caso
    > ?
    >
    > http://www.mobilejournal.net/android/molte-app-ope

    magari parla di qualche televisione che trafuga notizie prese da internet senza dire ne' da dove prende le notizie...ne' chi e' l'autore dello scoop...forse parla di questi....
    non+autenticato
  • - Scritto da: James Kirk

    > Certo, anche la libertà di rubare! Oltre alla
    > subdola coscienza c'è anche l'ipocisia di usare
    > l'argomento 'liberta' per giustificare dei
    > furti.

    Se non c'è consistenza fisica non c'è furto. E` inutile "annaspare" in modo così spasmodico per cercare di introdurre il concetto di furto in questo campo (dove peraltro se valesse quel concetto non ci sarebbe stato nessun bisogno di inventarsi il copyright).

    Chi si occupa di cose immateriali deve sapere che queste sono copiabili, e lo saranno sempre più facilmente. Se non riesce a farsene una ragione è meglio che cambi mestiere e si dedichi a qualcosa di più tangibile, come fare il panettiere o il muratore, perché rubare un panino o un mattone quello si che è furto. Fra l'altro sono convinto che per far soldi con l'immateriale non occorra affatto trattarlo come se fossero mele o banane, e visto che nonostante i produttori stiano piangendo miseria almeno sin dal momento in cui è stato inventato il registratore a cassette, nonostante da allora in realtà abbiano fatto sempre più quattrini, direi che la cosa è ampiamente dimostrata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: James Kirk
    > La stessa coscienza di chi scarica a scrocco
    > materiale per il quale dovrebbe pagare.

    Perché dovrei pagare per una COPIA?
    Mi dessero il negativo originale 35mm e posso anche pensare di pagare.
    E mi sorprende che uno che usa un nick da Star Trek non arrivi a capire che in un mondo dove i replicatori permettono di avere tutto, il denaro viene usato per le uniche cose non replicabili.

    > Certo, anche la libertà di rubare!

    Si chiama REPLICARE.

    E' esattamente il contrario. Sono i soldi ad essere rubati ai clienti.
    Se il film fa schifo me li ridai indietro?
    No?
    E allora perché fai con i MIEI soldi quello che vuoi TU e non posso fare con il film che ho COMPRATO quello che voglio IO?
    O forse posso essere libero di importi limitazioni (come fai TU con ME) all'uso che puoi fare dei MIEI soldi? In tal caso ti obbligo a usarli solo per andare in farmacia a comprarci supposte di glicerina, se li usi diversamente, l'accordo (che nessuno di noi, nemmeno io, ha mai firmato) non è più valido: o mi restituisci i miei soldi e io ti restituisco il film, oppure non puoi più pretendere nessuna limitazione su quello che io ho PAGATO.
    Non ti preoccupare, la limitazione te la scrivo in piccolo sulle banconote. E ci scrivo "l'hai accettata nel momento in cui hai preso i soldi in mano", la copro con la mano (come tu copri le tue limitazioni col bollino siae o col prezzo) e ti dico "ah beh hai preso i soldi hai accettato le mie condizioni".

    Perché con i libri posso avere il diritto di recesso se il libro non mi piace (anche aperto, chiaramente: come faccio a sapere se mi piace se non lo leggo?) e con i film e i dischi no?

    Come potrei mai dare retta a uno che è tanto arrogante da pretendere "diritti" su una cosa che mi ha VENDUTO e non accetta di stare alle mie regole per quello che gli ho dato (I MIEI SOLDI) in cambio?

    In quale parte del mondo i contratti con clausole limitative (si chiamano VESSATORIE) verso una delle parti vengono accettati senza LA FIRMA?

    Ah, dimenticavo: hai accettato il mio contratto che dice che visto che hai definito "licenza di rubare" la copia sul forum di Punto Informatico dove io scrivo, devi pagare venti miliardi di euro a me.
    Come dici?
    Non vuoi farlo perché non hai firmato niente?
    E io perché dovrei dare retta a ciò che scrivi e che io non firmo?
    Solo perché un nano le cui aziende vivono di copyright l'ha deciso facendosi una legge ad personam? Beh, allora ti rispondo che quello stesso nano ha dichiarato pubblicamente "mi sento moralmente autorizzato ad evadere questa legge dello stato". Prenditela con lui: la persona che in Italia è il principale proprietario di aziende che guadagnano col copyright.

    > Oltre alla
    > subdola coscienza c'è anche l'ipocisia di usare
    > l'argomento 'liberta' per giustificare dei
    > furti.

    Ti sfugge la differenza tra FURTO e COPIA
    FURTO: tu compri un'auto. Io te la rubo.
    CONSEGUENZA DEL FURTO: io guido l'auto e tu non la guidi più.

    COPIA: tu compri un'auto. Tu di TUA SPONTANEA VOLONTA' la metti in un replicatore e mi regali la copia dell'auto.
    CONSEGUENZA DELLA COPIA: entrambi ci guidiamo ognuno la propria auto: tu quella che hai comprato e io quella uscita dal replicatore.

    Capitano Kirk... sistema i nuclei di curvatura nel tuo cervello...
  • beh pure l'ipocrisia di chi usa il termine "rubare"...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01234
    > beh pure l'ipocrisia di chi usa il termine
    > "rubare"...

    "L'economia del futuro è piuttosto diversa: il denaro non esiste nel XXIV secolo. Noi lavoriamo per migliorare noi stessi e il resto dell'umanità" J.L.Picard

    Capitano Kirk... imparaOcchiolino
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: 01234
    > > beh pure l'ipocrisia di chi usa il termine
    > > "rubare"...
    >
    > "L'economia del futuro è piuttosto diversa: il
    > denaro non esiste nel XXIV secolo. Noi lavoriamo
    > per migliorare noi stessi e il resto
    > dell'umanità"
    > J.L.Picard
    >
    > Capitano Kirk... imparaOcchiolino

    E' lo stesso pensiero che ho avuto io...questo guarda star trek...ma non ha capito niente del messaggio che gli autori del telefilm stesso cercano di trasmettere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: James Kirk
    > - Scritto da: Rob K
    > . In realtà lo
    > > sappiamo benissimo tutti che a comandare sono le
    > > persone e la loro subdola coscienza.
    >
    > La stessa coscienza di chi scarica a scrocco
    > materiale per il quale dovrebbe
    > pagare.
    >
    > > Finchè
    > > esisterà un uomo libero su questa terra e finchè
    > > la conoscenza sarà libera, queste persone
    > > continueranno a lottare contro gli uomini liberi
    > > per cercare d'incatenarli al loro volere, senza
    > > capire che la libertà è dentro l'uomo ed è
    > > inattaccabile.
    >
    > Certo, anche la libertà di rubare! Oltre alla
    > subdola coscienza c'è anche l'ipocisia di usare
    > l'argomento 'liberta' per giustificare dei
    > furti.
    >
    ma che noia...ancora con questa idiozia? Ma non vi vergognate a dire sempre questa castroneria? Cosa c'entra la violazione di una licenza esclusiva commerciale con il reato di furto? Niente proprio il resto di niente...e menumale che c'e' il codice penale che te lo dice...se lo vai a leggere e perfino una sentenza dedicata della corte di cassazione...
    non+autenticato
  • Questi provvedimenti fanno un po' ridere, purtroppo l'Italia in questo modo non difende in alcun modo gli artisti, ma i suoi enti (vedi siae) che nonostante si inalzino a difesa degli autori ben poco fanno per loro. "Poisonous Dahlia".. mah.. forse era più giusto "keep feeding siae".
    non+autenticato
  • - Scritto da: evelyn spark
    > Questi provvedimenti fanno un po' ridere,
    > purtroppo l'Italia in questo modo non difende in
    > alcun modo gli artisti, ma i suoi enti (vedi
    > siae) che nonostante si inalzino a difesa degli
    > autori ben poco fanno per loro.

    OTTOCENTO MILIONI DI EURO DI DEBITI DI SIAE NEI CONFRONTI DEGLI ASSOCIATI
    http://www.rocklab.it/2011/03/12/buco-di-800-milio.../
  • - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
    > - Scritto da: evelyn spark
    > > Questi provvedimenti fanno un po' ridere,
    > > purtroppo l'Italia in questo modo non difende in
    > > alcun modo gli artisti, ma i suoi enti (vedi
    > > siae) che nonostante si inalzino a difesa degli
    > > autori ben poco fanno per loro.
    >
    > OTTOCENTO MILIONI DI EURO DI DEBITI DI SIAE NEI
    > CONFRONTI DEGLI
    > ASSOCIATI
    > http://www.rocklab.it/2011/03/12/buco-di-800-milio

    Notevole! Chissà dove sono finiti 'sti soldi...Mi sa che è colpa della pirateriaOcchiolino
  • Non capisco perchè si sprechi denaro pubblico per inutili operazioni tipo questa, che può essere aggirata in pochi secondi.
    Nulla e nessuno sarà in grado di fermare la libertà di comunicazione e di espressione sul web.
    Come ha già detto chi ha commentato prima di me, le compagnie discografiche e quant'altro devono solo accettare la volontà del pubblico e adattarvisi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: utente

    > Nulla e nessuno sarà in grado di fermare la
    > libertà di comunicazione e di espressione sul
    > web.

    Vallo a dire in cina.
    non+autenticato
  • Non metto in dubbio che la maggiorparte della popolazione sia vittima della censura, ma chi ha le competenze tecniche necessarie è perfettamente in grado di ottenere le informazioni che cerca
    non+autenticato
  • - Scritto da: NS256
    > - Scritto da: utente

    > > Nulla e nessuno sarà in grado di fermare la
    > > libertà di comunicazione e di espressione sul
    > > web.

    > Vallo a dire in cina.

    Anche in cina la rete e' uno dei mezzi di informazione piu' potenti nonostante i tentativi di filtraggio.
    krane
    22528
  • - Scritto da: utente
    > Non capisco perchè si sprechi denaro pubblico per
    > inutili operazioni tipo questa, che può essere
    > aggirata in pochi
    > secondi.

    Infatti basta configurare i router pubblici per bloccare il traffico p2p, invece di limitarlo di banda come fanno ora.

    > Nulla e nessuno sarà in grado di fermare la
    > libertà di comunicazione e di espressione sul
    > web.

    Certo, nulla e nessuno. Tranne una Legge che autorizzi o obblighi i provider a segare il traffico p2p, cosa che possono attuare in pochi minuti.

    > Come ha già detto chi ha commentato prima di me,
    > le compagnie discografiche e quant'altro devono
    > solo accettare la volontà del pubblico e
    > adattarvisi.

    La legge del più forte?
    ruppolo
    33081
  • - Scritto da: ruppolo
    > - Scritto da: utente
    > > Non capisco perchè si sprechi denaro pubblico
    > > per inutili operazioni tipo questa, che può
    > > essere aggirata in pochi secondi.

    > Infatti basta configurare i router pubblici per
    > bloccare il traffico p2p, invece di limitarlo di
    > banda come fanno ora.

    Cosi' chi gioca a wow non puo' piu' aggiornare, le nuove tv via streaming vengono bloccate e il mulo passa a un altro protocollo in un attimo.

    > > Nulla e nessuno sarà in grado di fermare la
    > > libertà di comunicazione e di espressione sul
    > > web.

    > Certo, nulla e nessuno. Tranne una Legge che
    > autorizzi o obblighi i provider a segare il
    > traffico p2p, cosa che possono attuare in pochi
    > minuti.

    E perche' vorresti bloccare le tv ? O i software che usano il protocollo per gli aggiornamenti ?

    > > Come ha già detto chi ha commentato prima di me,
    > > le compagnie discografiche e quant'altro devono
    > > solo accettare la volontà del pubblico e
    > > adattarvisi.

    > La legge del più forte?

    La forza non serve, non puoi fermare tutti i protocolli di internet senza tobgliere internet.
    krane
    22528
  • - Scritto da: krane
    > - Scritto da: ruppolo
    > > - Scritto da: utente
    > > > Non capisco perchè si sprechi denaro pubblico
    > > > per inutili operazioni tipo questa, che può
    > > > essere aggirata in pochi secondi.
    >
    > > Infatti basta configurare i router pubblici per
    > > bloccare il traffico p2p, invece di limitarlo di
    > > banda come fanno ora.
    >
    > Cosi' chi gioca a wow non puo' piu' aggiornare,
    > le nuove tv via streaming vengono bloccate e il
    > mulo passa a un altro protocollo in un
    > attimo.

    E pensare che ruppolo si spaccia pure per tecnico... Dovrebbero vietare di dichiararsi tale a chi non sa come funzionano le cose che dovrebbe usare per mestiere.
    non+autenticato
  • l'albo degli operatori di rete? Sorride

    cmq ruppolino ne dice tante, ma tante...
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01234
    > l'albo degli operatori di rete? Sorride

    No che ti viene in mente peccarita'...pure questa idea mo gli vuoi dare?
    Non bastano l'ordine dei giornalisti...e gli altri ordini professionali a limitare l'accesso alle professioni...e nel caso dei giornali a limitare la concorrenza e la qualita' dell'informazione...
    Non date idee strane ai politici...prima lo psicoreato adesso l'albo degli operatori di rete....?
    sono daccordo sul fatto che Ruppolo probabilmente non ha mai sentito parlare di p2ptv e non si e' mai interessato di streaming online probabilmente...se no non avrebbe detto quello che ha detto...pero' attenti a dare involontariamente idee strane...siamo in Italia...cercate di ricordarvelo...qui se si puo' limitare l'accesso ad una professione,tentare di controllare la libera informazione...lo si fa'...o per lo meno cercano di farlo...

    >
    > cmq ruppolino ne dice tante, ma tante...

    concordo...pure questo fatto della legge del piu' forte...voglio dire cosa diamine vuol dire? Perche' chiunque puo' aprire una attivita' commerciale e non pagare le tasse, forse? Certo che no...esiste una licenza commerciale che bisogna possedere...e le tasse vanno pagate...e chi lo ha stabilito? lo stato...la collettivita'...o meglio i rappresentanti della collettivita'...quindi la "legge del piu' forte" in democrazia si chiama "interesse pubblico" vs "interesse individuale"...
    ed ovviamente ci deve essere un equilibrio fra i due...se questo equilibrio manca qualcosa non va...ma Ruppolo non lo vuole capire...
    non+autenticato
  • Non condivido.

    Il traffic shaping viene attuato su determinati protocolli dopo un'analisi del traffico. Se però il traffico è cifrato, non c'è NULLA da fare. Il packet inspection diventa impossibile.
    Sappiamo infatti che da qualche anno i più popolari software p2p supportano questa funzione.

    Concludo citando uno dei principi della crittologia, perfettamente applicabile in questo caso: "La mente umana non può concepire un sistema di sicurezza che non sia violabile dall'ingegno di un'altra persona"
    non+autenticato
  • - Scritto da: utente
    > Concludo citando uno dei principi della
    > crittologia, perfettamente applicabile in questo
    > caso: "La mente umana non può concepire un
    > sistema di sicurezza che non sia violabile
    > dall'ingegno di un'altra persona"

    Principio non proprio vero... cifra un file (es. con truecrypt) in AES o serpent o simili (basta a 256 bit, ma puoi andare a 512 o più su) e chiedi a chiunque di aprirlo.
    Ce la farà col brute-force, ma se la pass è decente ci vorrà anche con un supercomputer un tempo paragonabile all'età dell'universo, quindi di fatto non è violabile
    non+autenticato
  • Perchè altro non sa fare...
    Deve giustificare il suo non essere in una organizzazione che non ha senso.
    Sono morti da un pezzo, eppure non lo sanno !
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tenerone
    > Perchè altro non sa fare...
    > Deve giustificare il suo non essere in una
    > organizzazione che non ha
    > senso.
    > Sono morti da un pezzo, eppure non lo sanno !

    Quoto. E so anche cosa fare del suo cognome. Ma non posso dirlo perché la redazione mi censurerebbe.
  • Posso capire che chi fa soldi con attività illegali debba essere punito. Ok.

    Ma..

    Chiudono un sito e ne riaprono un'altro. Quanto tempo ci vorrà perchè nascano altri siti di torrent ecc..?

    Mi pare una strategia completamente inutile o quanto meno che non risolve il problema alla radice. E' come per le emergenze: incendio, spazzatura, ecc.. (qui in italia)

    Finchè non si cambia qualcosa a monte (mentalità consumistica,abbandono delle montagne, ecc...) non si riusciranno mai ad ottenere importanti risultati duraturi.

    Ma questa gente lo capisce o meno?
    non+autenticato
  • Cosa vuoi che capisca.... ancora oggi pensano di avere inibito the pirate bay quando è semplicissimo raggiungerla e non bisogna essere un eseperto informatico per farlo.
    Detto questo esistono migliaia di siti identici, come è già accaduto ogni volta che succedevano cose simili le persone hanno transitato in meno di 24 ore da un sito ad un'altro, mi ricordo le dichiarazioni trionfalistiche alla caduta di colombo ma nessuno oggi, a differenza di allora, afferma che grazie a questa chiusura in italia si è ridotto il torrentismo, semplicemente la maggioranza di chi frequentava colombo si è trasferita in altri lidi.

    Quando capiranno che le strade sono altre tutte le major saranno fallite già da tempo, quindi facciamoci una risata ed iniziamo a prendere confidenza con vpn e proxyA bocca aperta
    non+autenticato
  • Certo che se loro pensano che mr-X che vuole il nuovo album della monnezza-lady-gaga di turno, va su suo bel sitarello oscurato dalle potenti autorità del regime italiano per scaricarlo, lo trova per l'appunto chiuso, a quel punto mette il broncio esce, fa il pieno di benzina alla macchina (+ accise) magari si compra anche un pacchetto di sigarette per stemperare il nervoso (+ tasse) va al negozio di turno, paga il parcheggio (+ tasse), entra nel negozio e compra il cd ?

    Ceeeeeerto proprio cosi funziona! continuate a crederci...
    non+autenticato
  • - Scritto da: korn
    > Cosa vuoi che capisca.... ancora oggi pensano di
    > avere inibito the pirate bay quando è
    > semplicissimo raggiungerla e non bisogna essere
    > un eseperto informatico per
    > farlo.
    > Detto questo esistono migliaia di siti identici,
    > come è già accaduto ogni volta che succedevano
    > cose simili le persone hanno transitato in meno
    > di 24 ore da un sito ad un'altro, mi ricordo le
    > dichiarazioni trionfalistiche alla caduta di
    > colombo ma nessuno oggi, a differenza di allora,
    > afferma che grazie a questa chiusura in italia si
    > è ridotto il torrentismo, semplicemente la
    > maggioranza di chi frequentava colombo si è
    > trasferita in altri
    > lidi.

    Concordo...Pero' non dirglielo!!! Lasciagli credere che abbiano risolto il loro ***presunto problema***...contenti loro...

    >
    > Quando capiranno che le strade sono altre tutte
    > le major saranno fallite già da tempo,

    E no...qui non ci siamo... queste non falliscono fatturano miliardi solo dai diritti di radio e filodiffusione...solo per fare un esempio...
    Fallire non falliscono e purtroppo il loro potere economico capace di condizionare la politica mondiale non e' destinato a diminuire...

    Daccordo ovviamente sul fatto che anzicche' perdere tempo e soldi...(ma d'altra parte gli avvocati devono pur mangiare,no?) in cause assurde...sarebbe meglio per loro puntare su una migliore strategia di economica di distribuzione che tenga conto del fatto che i tempi sono mutati...

    > quindi
    > facciamoci una risata ed iniziamo a prendere
    > confidenza con vpn e proxy
    >A bocca aperta

    infatti...solo che poi rompono le scatole ai gestori delle VPN se usi le VPN per i torrent...diverso il discorso se le usi solo per bypassare le censure ed accedere ai siti censurati...d'altronde esistono per garantire la sicurezza e la privacy delle comunicazione ed appunto per bypassare le censure di governi totalitari... o altre organizzazioni antidemocratiche che non vogliono che determinate informazioni siano accessibili da una particolare nazione....
    non+autenticato
  • > Fallire non falliscono e purtroppo il loro potere
    > economico capace di condizionare la politica
    > mondiale non e' destinato a
    > diminuire...
    >
    Vero ma di contro hai anche il potere delle telecom che sanno benissimo che senza il magna magna di film e musica 20 mb di banda servono come un frigorifero al polo nord.... certo se si iniziasse a fare come netflix e si iniziasse a creare un abbonamento multipiattaforma fruibile con pagamento di pay-tv e comodità del void molto probabilmente la pirateria calerebbe di suo.
    Per esperienza personale da 2 mesi ho mysky hd e i miei download sono talmente calati che a volte penso che per vedere solo l'email potrei sfruttare una connessione wi-fi free di una palestra risparmiandomi parecchie centinaia di euro/anno....

    > Daccordo ovviamente sul fatto che anzicche'
    > perdere tempo e soldi...(ma d'altra parte gli
    > avvocati devono pur mangiare,no?) in cause
    > assurde...sarebbe meglio per loro puntare su una
    > migliore strategia di economica di distribuzione
    > che tenga conto del fatto che i tempi sono
    > mutati...
    >
    Questo è l'uovo di colombo ma fino a che non capiranno che è il momento di aggiornare il metodo di distribuzione e di abbassare i prezzi di fruizione non credo che potranno fare altro che pagare milioni di euro in avvocati rimanendo con un pugno di mosche.

    >
    > infatti...solo che poi rompono le scatole ai
    > gestori delle VPN se usi le VPN per i
    > torrent...diverso il discorso se le usi solo per
    > bypassare le censure ed accedere ai siti
    > censurati...d'altronde esistono per garantire la
    > sicurezza e la privacy delle comunicazione ed
    > appunto per bypassare le censure di governi
    > totalitari... o altre organizzazioni
    > antidemocratiche che non vogliono che determinate
    > informazioni siano accessibili da una particolare
    > nazione....

    Ma sai bisogna vedere anche come muoversi... poniamo che si usi una vpn a cui associamo un servizio alla real debrid per scaricare direttamente dal megaupload della situazione...
    Così facendo rendi la vita molto difficile, il primo ip tracciato è quello del servizio premium che sblocca i link, una volta che hanno ottenuto da loro il tuo indirizzo ip si trovano davanti un ip di un servizio di vpn a cui richiedere il tuo reale ip, se poi la vpn tiene i log solo 2 mesi (ma anche meno a seconda dei paesi dove risiede al ditta che offre il servizio) capirai che il tutto diventa complesso, se in più tieni conto che il servizio tra megaupload e chi scarica avviene tramite http e non è in giro come con i torrent ed emule converrai con me che il tutto diventa ingarbugliato e non so quanto possa convenire venire a capo di una situazione del genere... o sbaglio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: korn


    > Così facendo rendi la vita molto difficile, il
    > primo ip tracciato è quello del servizio premium
    > che sblocca i link, una volta che hanno ottenuto
    > da loro il tuo indirizzo ip si trovano davanti un
    > ip di un servizio di vpn a cui richiedere il tuo
    > reale ip, se poi la vpn tiene i log solo 2 mesi
    > (ma anche meno a seconda dei paesi dove risiede
    > al ditta che offre il servizio) capirai che il
    > tutto diventa complesso,

    Si', ma loro sai che fanno? Mandano una notifica legale al gestore della
    VPN per violazione del copyright..., quindi in pratica tutti i gestori delle VPN cercano di tutelarsi..infatti il mio gestore tempo fa ha inviato una newsletter a tutti in cui spiegava che gli era arrivata una di queste notifiche, ed ha fatto sapere sempre nella newsletter che non intende andarci di mezzo lui...e che quindi sospendera' il servizio a chi si e' fatto beccare anche se ha pagato....capisci qual'e' il problema? Non e' tanto beccare l'utente...quanto il fatto che se la prendono con il gestore che ha usato quel servizio...(ovviamente il mio gestore sta dalla parte degli utenti...ma non vuole avere guai legali...)...
    Diverso e' il discorso per esempio per quanto riguarda Tor...li mandano la lettera alla EFF...ma la EFF prima di tutto e' un'organizzazione per la difesa dei diritti digitali...e poi molti membri della Eff sono anche membri del "liberty party" ...(che e' il terzo partito statunitense...poco conosciuto...si tende sempre a nominare democratici e repubblicani...) ragion per cui alla EFF gli fanno un baffo....

    >se in più tieni conto
    > che il servizio tra megaupload e chi scarica
    > avviene tramite http e non è in giro come con i
    > torrent ed emule converrai con me che il tutto
    > diventa ingarbugliato e non so quanto possa
    > convenire venire a capo di una situazione del
    > genere... o
    > sbaglio?

    Guarda da quanto si dice in rete la cosa piu' sicura per i torrent e' Vuze su I2p (pero' sottolineo su I2p)....per quanto riguarda gli altri tipi di download credo che bisogna trovare qualcosa di simile a Tor...tieni presente che l'EFF ha limitato la banda per evitare la congestione di Tor...ed aumentare quindi la velocita' di navigazione...
    l'eff va sapere che tor non e' stato progettato per poter sostenere download voluminosi....anche se gli utenti non sono daccordo...
    non+autenticato
  • assolutamente si....ma tutti se ne fregano...
  • a parte che a me funziona ancora... mah!
    non+autenticato
  • - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > Anche a me.

    Siete in ufficio ? magari non uscite con un ip italiano... io ad esempio esco con un ip USA.
    non+autenticato
  • - Scritto da: NS256
    > - Scritto da: dont feed the troll/dovella
    > > Anche a me.
    >
    > Siete in ufficio ? magari non uscite con un ip
    > italiano... io ad esempio esco con un ip
    > USA.

    Hai ragione non c'avevo pensato, anche io esco con ip estero
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Precedente | ... | 7 | 8 | 9 | 10 |
(pagina 10/10 - 50 discussioni)