Riciclaggio PC? Paghino i consumatori

Anche negli USA si fa largo questa concezione del problema. La si può vedere in tanti modi ma è comunque una prima risposta ad un problema irrisolto e urgentissimo

Roma - C'è qualcosa di europeo nella decisione assunta da un importante comitato americano sullo smaltimento e il riciclaggio dei rifiuti informatici ed elettronici. Come previsto dalla recente normativa UE, anche nella futura legislazione statunitense in materia al consumatore finale si chiederà di contribuire ai costi del riciclaggio.

Secondo i 45 membri della National Electronics Product Stewardship Initiative le nuove leggi sul riciclaggio dovranno prevedere una forma di collaborazione tra imprese produttrici e consumatori, collaborazione che si potrà esplicare proprio a partire dalla suddivisione degli oneri. D'altra parte proprio i produttori stanno spingendo da qualche tempo sul fronte del riciclaggio, segnale che l'industria è "pronta" a muoversi.

Il parere del Comitato è tutt'altro che secondario. Della NEPSI, infatti, fanno parte rappresentanti del Governo, esponenti dell'industria nonché gruppi ambientalisti. E sono proprio loro a formulare le bozze della normativa che verrà poi presentata e discussa al Congresso.
Nonostante i molti punti da chiarire, e il prezzo maggiorato dei prodotti che probabilmente intaccherà la propensione alla spesa dell'utente finale, da più parti viene apprezzato il tentativo di risolvere una delle conseguenze più gravi e inquietanti della rivoluzione dell'era digitale. Gli scandali che negli USA si sono succeduti sul traffico internazionale di rifiuti elettronici e la enorme produzione di dispositivi hi-tech da smaltire potrebbero spingere rapidamente all'approvazione una normativa basata sulla "collaborazione agli oneri".
TAG: hw
21 Commenti alla Notizia Riciclaggio PC? Paghino i consumatori
Ordina
  • tutti si sono dimenticati?

    ma davvero vi aspettate qualcosa di buono per il pianeta da chi tenta di prenderne le redini con la forza?


    chi NON ha aderito al protocollo di kyoto pur essendo con minor area il maggior produttore di inquinamento DEL MONDO?


    se vogliono farci ridere, lo possono fare in modi più sani e meno disonesti ... e senza prenderci per il culo, in modo ... letale
    non+autenticato
  • Mi ricordo di una iniziativa tempo fa dove i vecchi pc anziche' essere distrutti per riciclarne i materiali quando era possibile venivano passati in centri di revisione per poi essere rivenduti come usato a basso prezzo...
    Una cosa del genere sarebbe molto meno inquinante, dato che anche le fasi di riciclaggio purtroppo consumano energia e quindi inquinano...
    Sarebbe utile per l' industria avere componenti elettroniche di riciclo a basso costo, ad esempio non so con i pentium di prima generazione si puo' fare senza particolari problemi i computer di controllo di macchine a controllo numerico di usi industriale, tipo frese torni etc etc passando che so a i pentium 2 da mettere nelle scuole elementari al posto di pc nuovi che tanto non vengono sfruttati o usati per fare housing presso fornitori di host e via cosi' ...
    Un pc usato puo' avere sempre una collocazione a fare un qualche lavoro particolare che non richieda potenza di calcolo particolare.
    Un' iniziatriva del genere la acceterei molto piu' volentieri.
    non+autenticato
  • Non perchè non voglio pagare ma perchè mi sembra un peccato. Sarà che sono un fissato ma non solo conservo componentistica dei miei pc ma raccolgo pure quella dei miei amici! Se ci pensate, moltissimo materiale è riutilizzabile senza essere riciclato. Giusto per fare entrare Linux nel discorso, con una bella quantità di vecchi pc si può realizzare un bel cluster mosix (se si desidera uccidere la metà delle proprie cellule cerebrali, che nel mio caso sono già pochineA bocca aperta ) utilizzabile per varie piacevoli hackerate, volendo anche fini a se stesse, se ci si diverte così...

    OT
    Anzi, visto che ne ho l'occasione, se per caso voleste regalarmi qualcosa che volevate buttare con quella vostra insensibilitàA bocca aperta , postatelo (come OT mi raccomando!) e in caso vi do il mio indirizzo e-mail
    /OT
    non+autenticato
  • Beh, i cd bruciati, i floppy rovinati, i monitor ko, i drive cd con il laser consumato, gli hd strisciati.....

    Anch'io tengo tutto ciò che funziona, ma quello che non funziona lo devo buttare per forza....

    Sennò mia moglie mi uccide, non per altro....Sorride

    SymoPd
    1581
  • mmmh

    io ho ancora un vecchio Olivetti Prodest 128 che faccio lo butto???
    non+autenticato
  • Ho uno zx spectrum espanso a 48 k, una bomba Sorride Non l'ho mai buttato, ma qualcuno sa quanto potrebbe valere per un collezionista?

  • - Scritto da: Altf4
    > Ho uno zx spectrum espanso a 48 k, una bomba
    > Sorride Non l'ho mai buttato, ma qualcuno sa
    > quanto potrebbe valere per un collezionista?

    Dai un occhio a eBay, c'è sicuramente qualcuno che lo vende o lo ha già venduto e così ti fai un'idea del prezzo.
    non+autenticato
  • In realtà cosa accadrebbe se, per un motivo come il riciclo, i costi aumentassero?
    Si diventerebbe pià oculati nelle spese.

    Cosa accadrebbe se, per buttare via un hd rotto, dovessi pagare?
    1-Farei di tutto per non romperlo, diventanto un consumatore più attento
    2-Lo getterei via di nascosto, dato che, a parte per casi eccezionali come figoriferi e lavatrici troppo ingombranti, difficilmente qualcuno verrebbe a controllare. Inoltre, quanti se ne renderebbero conto di fare qualcosa di illecito (basti bensare alle batterie scariche....)?

    Ritengo tutta la situazione solo una scusa che permetta ai costruttori un leggero aumento, per coprire le perdite che li stanno colpendo da qualche anno....

    Secondo voi, poi, un'amministrazione come quella Bush, che ha, come prima cosa, rinnegato Kioto, si preoccupa davvero dello smaltimento dei prodotti hi-tech? O continuerà a mandare il tutto come deliziosi pacchetti regalo a paesi asiatici (cfr. l'aneddoto di M. Moore sulle bottiglie in plastica....)
    SymoPd
    1581
  • mah... secondo me da questo punto di vista Bush è come Berlusconi o come Saddam... alla fin fine della natura e dello smaltimento a _loro_ importa _'na sega_
    Akiro
    1904
  • e comunque penso che il costo per lo smaltimento te lo faranno pagare quando acquisti il prodotto, non quando lo butti via.
    troppo facile, sennò...
    non+autenticato
  • Appunto: lo faranno pagare prima, ma di quei soldi nemmeno un centesimo verrà usato per lo smaltimento.....
    non+autenticato
  • In Svizzera, dove l'immagine della bellezza è da sempre considereta la facciata della nazione stessa, la tassa sul riciclaggio esiste da parecchi anni (sui figoriferi da 15 anni) si paga qualcosa come 50 euro. per tutti gli altri apparecchi elettronici si paga circa 5 / 7 euro all'aquisto.
    In passato per smaltire un PC si pagava, 40 euro per il tower e 50 per il monitor......e si pagavo!!!!
    Il risultato è sempre lo stesso, alla fine questi soldi vengono usati per altri scopi e si paga per niente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)