C'è Amiga sui nuovi PDA di Sharp

Alla fiera di St.Louis Amiga Inc. annuncia la partnership con Sharp e con Psion per portare il nuovo ambiente digitale sui dispositivi palmari e portatili

St. Louis (USA) - Al Gateway Computer Show 2001 che si è tenuto questo fine settimana a St.Louis, Amiga Inc. e Sharp hanno annunciato una partnership per sviluppare contenuti digitali per la nuova generazione di computer palmari Sharp. La linea di PDA Zaurus, già disponibili in Giappone e presto negli Usa ed in Europa, sono i primi dispositivi portatili basati su Linux.

Amiga è diventata partner di sviluppo software di Sharp ed i nuovi PDA saranno forniti con il nuovo ambiente operativo digitale AmigaDE funzionante in maniera hosted sopra Linux, per poter usufruire di tutte le applicazioni sviluppate per il nuovo sistema, soprattutto in settori quali il divertimento elettronico, la grafica 3D, le applicazioni video-digitali e musicali. Esemplari funzionanti di PDA Zaurus con AmigaDE installato sono stati mostrati alla fiera e le foto sono visibili qui.

Nel battage per il nuovo AmigaDE è stata annunciata anche una collaborazione con Psion, per altri palmari, tavolette digitali e successivamente un laptop con AmgaDE. La data prevista di uscita dei primi frutti di questa collaborazione è tra due mesi.
È stato anche mostrato un dispositivo PocketPC con AmigaDE funzionante in hosted su WindowsCE. Annunci di altre partnership sono previsti nelle prossime settimane. Tutti gli annunci e alcuni approfondimenti sono disponibili (tradotti in italiano) sul sito di Quantum Leap.

Per le macchine della linea Classic (quelle attuali) invece è stata presentata la roadmap del SO attuale.

La versione 4.0 sarà disponibile tra qualche mese, completamente funzionante su processori Motorola PPC. La nuova versione del SO classico funzionerà sui computer che seguono le specifiche "Zico" rilasciate da Amiga Inc. qualche mese fa, comprese le macchine attuali dotate delle nuove schede di espansione basate su processori PPC. Sopra la nuova versione del SO potrà funzionare AmigaDE in maniera hosted. A questa versione seguiranno aggiornamenti regolari ogni sei mesi, fino a giungere all'uscita della versione 5.0 prevista per la fine del prossimo anno, completamente integrata con il nuovo AmigaDE in modalità nativa.

È stato anche rilasciato il primo aggiornamento per la versione attuale del So classico, la 3.9, denominato BoingBag1.

Pietro Bianchi
7 Commenti alla Notizia C'è Amiga sui nuovi PDA di Sharp
Ordina
  • ...crepi in santa pace. Non ne possiamo più di tutte le cazzate che propina Amiga.inc all'utenza che pende ancora da questo nome. Lasciate che amiga CREPI, come hanno voluto quelle teste di cazzo che ne tirano i fili.
    non+autenticato
  • Ciao,

    sono un ex coder della scena Amiga e inguaribile appassionato. E' triste quello che dici, è brutto, ma concordo sul fatto che troppe volte hanno detto "amiga tornerà" e non è successo niente...

    Con tristezza...

    Lorenzo TAD

    - Scritto da: SDK sux
    > ...crepi in santa pace. Non ne possiamo più
    > di tutte le cazzate che propina Amiga.inc
    > all'utenza che pende ancora da questo nome.
    > Lasciate che amiga CREPI, come hanno voluto
    > quelle teste di cazzo che ne tirano i fili.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Lorenzo TAD
    > Ciao,
    >
    > sono un ex coder della scena Amiga e
    > inguaribile appassionato. E' triste quello
    > che dici, è brutto, ma concordo sul fatto
    > che troppe volte hanno detto "amiga tornerà"
    > e non è successo niente...
    >
    > Con tristezza...


    Dear TAD (e tutti gli ex, amighisti, e tutti gli altri),
    sono stato censurato, e sta bene. Spero che mi censurino ancora perchè i post segnati con la crocetta sono in assoluto i più letti.
    Non ho capito bene se al Grande Fratello di PI non sia andato giù il linguaggio scurrile o il presunto off topics. Ad ogni modo non c'era OT.

    Mi fa molto inca**are il fatto che si continui a usare il nome di amiga per operazioni commerciali che spesso assumono la forma di truffe male organizzate.
    Es: quella ciofeca chiamata Amiga SDK, assolutamente inusabile sotto qualunque punto di vista pratico, che previo SALATO pagamento mi fornisce un ambiente di sviluppo che al confronto anche la più cialtrona delle VM che posso scaricare sotto licenza open o freeware si mette a piangere dalle risate. Questo accrocchio di codice e routine lo hanno acquistato in molti a scatola chiusa, scucendo 250 pali ballanti e sonanti solo perchè sulla scatola c'era il logo della palla di amy ... STRO***TE!

    Io sono nato e cresciuto su amiga. Il mio primo C=A+B l'ho fatto su una cosa che quando partiva visualizzava "Microsoft Amiga Basic" (... e pensare che oggi appena sento il nome di tale azienda dò di stomaco) ho imparato cosa fosse il vero multitasking, ho imparato unix su un 68k ed e' diventato un fatto pratico per me associare la parola "desktop" al colore "blu". Adesso tutto questo semplicemente NON C'E' PIU'. Fine. Stop. Basta. Finito. (E anche a me fa male dirlo/ammeterlo).
    Tutti gli amighisti hanno il loro perchè, tutti discordanti e tutti concordi (e sono tutti più o meno imbestialiti).

    BASTA! E' ora di farla finita di sfruttare il nome di amiga e campare di rendita. Amiga.inc sta producendo della roba che con buona approssimazione possiamo definie NIENTE. E mi stupisce che i ragazzi di QuantumLeap non se ne rendano conto (Petty in primis).

    Quella cosa che girarà sul PDA _non_è_affatto_ AmigaOS, nè un suo porting per altre piattaforme (cosa peraltro molto comica dato che amigaOS e' fatto prevalentemente in assembler nativo 68k... come riscrivere l'elenco del telefono di Milano in klingoniano... *senseless* !!).
    Amiga non era un SO singolo e neppure una macchina singola. Amiga era un _connubio_ particolare di soluzioni harware, firmware e software talmente azzardato (per l'epoca) da divenire una piattaforma semplicemente unica, e per questo non riesumabile una volta morta.
    E' appunto per questo che sto scassando le scatole a tutti qui su PI: lasciate che il morto riposi in pace!!
    Amiga.inc, cambiate nome alla vostra risibile azienda oppure abbiate il coraggio di cambiare nome ai vostri risibili prodotti togliendo "Amiga*" da tutte le confezioni... così almeno fallirete ugualmente, ma con la coscienza a posto per non aver più truffato nessuno.

    Salutoni a tutti! ...Agli amighisti dico invece arrivederci; tanto ci becchiamo sempre tutti ai mercatini dell'usato...
    non+autenticato


  • - Scritto da: SDK sux
    >

    > - Scritto da: Lorenzo TAD

    > > Ciao,

    > >

    > > sono un ex coder della scena Amiga e

    > > inguaribile appassionato. E' triste
    > quello

    > > che dici, è brutto, ma concordo sul fatto

    > > che troppe volte hanno detto "amiga
    > tornerà"

    > > e non è successo niente...

    > >

    > > Con tristezza...

    >
    >
    > Dear TAD (e tutti gli ex, amighisti, e tutti
    > gli altri),
    > sono stato censurato, e sta bene. Spero che
    > mi censurino ancora perchè i post segnati
    > con la crocetta sono in assoluto i più
    > letti.
    > Non ho capito bene se al Grande Fratello di
    > PI non sia andato giù il linguaggio scurrile
    > o il presunto off topics. Ad ogni modo non
    > c'era OT.
    >
    > Mi fa molto inca**are il fatto che si
    > continui a usare il nome di amiga per
    > operazioni commerciali che spesso assumono
    > la forma di truffe male organizzate.
    > Es: quella ciofeca chiamata Amiga SDK,
    > assolutamente inusabile sotto qualunque
    > punto di vista pratico, che previo SALATO
    > pagamento mi fornisce un ambiente di
    > sviluppo che al confronto anche la più
    > cialtrona delle VM che posso scaricare sotto
    > licenza open o freeware si mette a piangere
    > dalle risate. Questo accrocchio di codice e
    > routine lo hanno acquistato in molti a
    > scatola chiusa, scucendo 250 pali ballanti e
    > sonanti solo perchè sulla scatola c'era il
    > logo della palla di amy ... STRO***TE!
    >
    > Io sono nato e cresciuto su amiga. Il mio
    > primo C=A+B l'ho fatto su una cosa che
    > quando partiva visualizzava "Microsoft Amiga
    > Basic" (... e pensare che oggi appena sento
    > il nome di tale azienda dò di stomaco) ho
    > imparato cosa fosse il vero multitasking, ho
    > imparato unix su un 68k ed e' diventato un
    > fatto pratico per me associare la parola
    > "desktop" al colore "blu". Adesso tutto
    > questo semplicemente NON C'E' PIU'. Fine.
    > Stop. Basta. Finito. (E anche a me fa male
    > dirlo/ammeterlo).
    > Tutti gli amighisti hanno il loro perchè,
    > tutti discordanti e tutti concordi (e sono
    > tutti più o meno imbestialiti).
    >
    > BASTA! E' ora di farla finita di sfruttare
    > il nome di amiga e campare di rendita.
    > Amiga.inc sta producendo della roba che con
    > buona approssimazione possiamo definie
    > NIENTE. E mi stupisce che i ragazzi di
    > QuantumLeap non se ne rendano conto (Petty
    > in primis).
    >
    > Quella cosa che girarà sul PDA
    > _non_è_affatto_ AmigaOS, nè un suo porting
    > per altre piattaforme (cosa peraltro molto
    > comica dato che amigaOS e' fatto
    > prevalentemente in assembler nativo 68k...
    > come riscrivere l'elenco del telefono di
    > Milano in klingoniano... *senseless* !!).
    > Amiga non era un SO singolo e neppure una
    > macchina singola. Amiga era un _connubio_
    > particolare di soluzioni harware, firmware e
    > software talmente azzardato (per l'epoca) da
    > divenire una piattaforma semplicemente
    > unica, e per questo non riesumabile una
    > volta morta.
    > E' appunto per questo che sto scassando le
    > scatole a tutti qui su PI: lasciate che il
    > morto riposi in pace!!
    > Amiga.inc, cambiate nome alla vostra
    > risibile azienda oppure abbiate il coraggio
    > di cambiare nome ai vostri risibili prodotti
    > togliendo "Amiga*" da tutte le confezioni...
    > così almeno fallirete ugualmente, ma con la
    > coscienza a posto per non aver più truffato
    > nessuno.
    >
    > Salutoni a tutti! ...Agli amighisti dico
    > invece arrivederci; tanto ci becchiamo
    > sempre tutti ai mercatini dell'usato...

    Cosa dire: a Lorenzo di non essere triste, operche qui' si sta cominciando a fare qualciosa di nuovo.
    A SDK sux invece (che potrebbe anche firmarsi seriamente, invece di nascondersi dietro un nick per sputare giudizi) dico che quello che rimane di Amiga nel nouvo sistema e'... l'Amiga.
    Cioe' rimane lo spirito di fondo, la filosofia che l'ha fatto andare avanti. E' questo quello che c'e' rimasto dell'Amiga di una volta a noi "vecchi amighisti", e cio' che ci tiene uniti (e ci fa' litigare), e che rispuntera' fuori, bene o male.
    Nel tecnico mi sembra che tu non ci sia molto:l'SDK costa meno di 250 carte, e' usabile (a meno che uno non sappia usare solo il VisualBasic) , ed AMiga OS non e' scritto in assembler 68k (lo e' solo in piccola parte, e con i sorgenti e' possibile rifarlo in C, la vera difficolta' e' slegarlo dall'HW proprietario).
    Se ne vuoi parlare scrivimi pure, ma possibilmente senza nasconderti.
    Ciao
    non+autenticato
  • - Scritto da: why
    > il link giusto alle foto è:
    >
    > http://ql.programmazione.it/articolo.asp?id=5
    >
    > e non
    >
    > http://ql.programmazione.it/it/articoli/artic

    E' vero, il link preciso e'
    http://ql.programmazione.it/default_frame.asp?id=5...
    Scusate, ma l'hanno cambiato in corsaTriste
    Ciao
    Pietro
    non+autenticato
  • > E' vero, il link preciso e'
    > http://ql.programmazione.it/default_frame.asp
    > Scusate, ma l'hanno cambiato in corsaTriste

    Purtroppo il server che ci ospita ha un solo difetto: avere Windows + IIS installato.
    Il che ha provocato non pochi problemi tecnici, ritardando l'implementazione di nuove feature di QL. Abbiamo dovuto anche cambiare la struttura del sito. ;((

    Ciao
    Petty
    non+autenticato