SCO revoca a IBM la licenza Unix

Un conflitto senza precedenti su Unix, con possibili ripercussioni su IBM AIX e su Linux, tra accuse a Torvalds e opportunismi di big del settore. Una situazione esplosiva in cui si rincorrono proclami e smentite - UPDATE CONTINUO

Lindon (USA) - Dalle minacce, SCO Group è passata ai fatti e, con una mossa clamorosa, ha annunciato l'immediata revoca della licenza di Unix System V a IBM. In soldoni, questo significa che Big Blue non possiede più il diritto di usare o distribuire il proprio sistema operativo AIX e qualsiasi altro software basato sul codice di Unix System V.

"Abbiamo ritirato a IBM la licenza che le consentiva di utilizzare sviluppare, distribuire e vendere AIX", ha spiegato Chris Sontag, general manager di SCOsource, la divisione che SCO ha creato lo scorso anno con l'obiettivo di massimizzare i guadagni derivanti dalle proprietà intellettuali relative a Unix.

SCO ha sottolineato che la revoca dei diritti di IBM su Unix significa che tutti i clienti aziendali di quest'ultima che utilizzano AIX non dispongono più di una licenza valida per l'uso del software. "La revoca - ha scritto SCO in un comunicato - si applica anche alle copie esistenti di AIX che si trovano installate presso tutti i clienti di IBM. Queste devono essere tutte distrutte".
Fra i clienti di IBM che adottano AIX vi sono nomi del calibro di Lawrence Livermore National Laboratory, Colgate-Palmolive e National Weather Service. Lo scorso anno i proventi di Big Blue derivati dalla vendita di server Unix sono ammontati a 3,6 miliardi di dollari.

Nella giornata di ieri SCO ha anche presentato una richiesta aggiuntiva alla causa in corso con IBM dove chiede al tribunale un'ingiunzione permanente che costringa quest'ultima a "cessare e desistere dall'uso e dalla distribuzione di AIX e la obblighi a distruggere o rimandare indietro tutte le copie del codice sorgente di Unix System V". In questo emendamento SCO ha inoltre chiesto una nuova somma a titolo di risarcimento danni, pari a due miliardi di dollari, che va ad aggiungersi al miliardo già reclamato in precedenza.

SCO aveva minacciato di revocare a IBM la licenza per l'uso e la vendita di Unix il 6 marzo scorso, dando all'avversaria 100 giorni di tempo per "correggere certe gravi azioni che violano i nostri accordi". Come noto, nello steso mese SCO aveva citato in giudizio Big Blue accusandola di aver copiato tecnologie e codice di Unix in Linux. SCO, in particolare, sostiene che queste azioni, oltre a costituire una violazione della propria licenza, hanno finito per danneggiare l'intero mercato Unix e, per tale ragione, costituiscono una forma di concorrenza sleale.

"I Software and Sublicensing Agreements e i relativi accordi che SCO ha con IBM includono chiare disposizioni relative alla protezione del codice sorgente, dei lavori derivativi e dei metodi", ha affermato Mark J. Heise, Boies Schiller & Flexner, lo studio legale che segue SCO. "Attraverso il riversamento del codice sorgente di AIX in Linux e l'uso dei metodi di Unix per accelerare e migliorare Linux come sistema operativo free, con la conseguente distruzione di Unix, IBM ha chiaramente dimostrato di aver utilizzato il codice di Unix per usi illeciti e ha violato i termini del suo contratto con SCO".

IBM ha risposto all'azione di SCO con un comunicato firmato da Trink Guarino, direttore delle pubbliche relazioni, in cui conferma le posizioni del passato e bolla le azioni di SCO come "un tentativo di creare timore, incertezza e dubbio fra i clienti di IBM e la comunità open source".

"La licenza Unix di IBM - ha scritto Guarino - è irrevocabile, permanente e completamente acquisita. Non può essere revocata. Questa questione verrà eventualmente risolta nel corso del normale processo legale".

"IBM continuerà a vendere, supportare e sviluppare AIX, un prodotto che rappresenta anni di innovazione firmata IBM, centinaia di milioni di dollari di investimenti e molti brevetti. Come sempre, IBM sosterrà i propri prodotti e i propri clienti".
449 Commenti alla Notizia SCO revoca a IBM la licenza Unix
Ordina
  • Quando non si riesce a competere sul mercato ci si prova con gli avvocati.
    non+autenticato
  • sco detiene i diritti su system V

    sco distribuisce e sviluppa una distro linux

    ogni azienda è responsabile dei prodotti che lavora e commercializza

    l'indipendenza tra le due sezioni di sco di cui sopra non è dimostrabile

    del codice di system V è stato messo in linux (ammesso e non concesso, potrebbe anche essere il contrario)

    fino ad una certa data sco ha distribuito sotto gpl linux con annessi e connessi della sua distro, tra cui le righe di codice incriminato

    dove stanno i problemi? sco, soggetto che detiene i diritti su system V è responsabile per avere distribuito un linux che conterrebbe codice del system V, sotto gpl.
    ora, se anche sco dicesse nome e cognome di chi ha messo lì quel codice e questo confessasse di averlo fatto in assoluta indipendenza da sco (tutto da vedere), questo non cambierebbe nulla, sco HA distribuito quel codice che aveva il preciso dovere e i mezzi (e il tempo) di controllare sotto gpl e dati i diritti che detiene sul codice lo ha legalmente messo sotto gpl.

    Ora quindi al limite ci sarebbero per sco se volesse usare gli sviluppi (sotto gpl) del codice che lei ha messo (colpevole forse di omissione, il che non la solleva certo dalle sue responsabilità, nel migliore dei casi) dentro il suo unix commerciale, e di qui a catena su chi ha il codice in licenza da sco, non viceversa per la comunità linux!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > sco detiene i diritti su system V

    ?? veramente Novell non è dello stesso parere;
    Sco detiene il diritto di Usare il codice System V assieme a Novell e a Xopen...
    I diritti sul "marchio" System V e altri sono sicuramente di Novell e Xopen
    su SCO mi pare che la situazione sia tutta da chiarire.

    >
    > sco distribuisce e sviluppa una distro linux
    >

    Vero

    > ogni azienda è responsabile dei prodotti che
    > lavora e commercializza
    >

    Vero

    > l'indipendenza tra le due sezioni di sco di
    > cui sopra non è dimostrabile
    >

    Vero

    > del codice di system V è stato messo in
    > linux (ammesso e non concesso, potrebbe
    > anche essere il contrario)
    >

    Quasi sicuro (al limite dell' ovvio) ma non dimostrabile

    > fino ad una certa data sco ha distribuito
    > sotto gpl linux con annessi e connessi della
    > sua distro, tra cui le righe di codice
    > incriminato
    >

    Vero

    > dove stanno i problemi? sco, soggetto che
    > detiene i diritti su system V è responsabile
    > per avere distribuito un linux che
    > conterrebbe codice del system V, sotto gpl.
    > ora, se anche sco dicesse nome e cognome di
    > chi ha messo lì quel codice e questo
    > confessasse di averlo fatto in assoluta
    > indipendenza da sco (tutto da vedere),
    > questo non cambierebbe nulla, sco HA
    > distribuito quel codice che aveva il preciso
    > dovere e i mezzi (e il tempo) di controllare
    > sotto gpl e dati i diritti che detiene sul
    > codice lo ha legalmente messo sotto gpl.
    >
    > Ora quindi al limite ci sarebbero per sco se
    > volesse usare gli sviluppi (sotto gpl) del
    > codice che lei ha messo (colpevole forse di
    > omissione, il che non la solleva certo dalle
    > sue responsabilità, nel migliore dei casi)
    > dentro il suo unix commerciale, e di qui a
    > catena su chi ha il codice in licenza da
    > sco, non viceversa per la comunità linux!

    Infatti In germania SCO è stata denunciata (ed è scappata chiudendo addirittura il sito www.sco.de) dagli sviluppatori tramite un loro rappresentate (denuncia collettiva).

    Negli States ha appena ricevuto oltre 400 denuncie (individuali) da developper del kernel per violazione del Copyright e della GPL.
    ... CHI DI COPYRIGHT FERISCE DI COPYLEFT PERISCE!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    ...
    > Infatti In germania SCO è stata denunciata
    > (ed è scappata chiudendo addirittura il sito
    > www.sco.de) dagli sviluppatori tramite un
    > loro rappresentate (denuncia collettiva).

    Io godrei come un pazzo se SCO avesse chiuso il sito tedesco.
    Purtoppo www.sco.de funziona.
    non+autenticato
  • A mio parere e' quasi una fortuna che SCO abbia intrapreso questa causa. Pensate solo a cosa siamo giunti ragionando intorno a questa vicenda:

    si puo' far causa a software open sorce perche' e' liberamente consultabile da chiunque, non si puo' far causa a Microsoft (in qualche post qualcuno ha ricordato l'episodio SQL 7) ed altri che sviluppano software proprietario perche' non si sa cosa ci sia dentro.

    Bene, imponiamo a lor signori di rendere pubblici i loro sorgenti, affiche' chiunque possa sincerarsi dalla bonta' intellettuale dei loro programmatori...

    Voi credete che SCO, o Micosoft sarebbero disposti a questo?, sicuramente no.

    Ma perche' no?. Perche' hanno paura che qualcuno faccia il copia incolla dei loro sorgenti?. Non credo, visto che poi ci sarebbe la SCO di turno che le farebbe causa. Ma allora perche'?...

    L'UNICO MOTIVO CHE MI VIENE IN MENTE, E' CHE NON RENDONO PUBBLICI I SORGENTI PERCHE' PIENI DI scoPIAZZATURE!!!

    Il sofware open sorce, allo stato attuale delle cose, E' INTOCCABILE ed e' stata SCO a metterlo in evidenza. In tribunale andrebbe sostenuta questa tesi, ed obbligare SCO a rendere pubblici i sorgenti di sua proprieta'...

    Concludendo,
    IL SOFTWARE CLOSE, E' IL RIFUGIO IDEALE DI CHI PLAGIA COPIA E SI APPROPRIA DEL LAVORO ALTRUI


    non+autenticato
  • ahahaSorride))

    come logica non fa una piega, ma nella realta' le cose sono un po piu' complesse e la tua analisi e' alquanto affrettata.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ahahaSorride))
    >
    > come logica non fa una piega, ma nella
    > realta' le cose sono un po piu' complesse e
    > la tua analisi e' alquanto affrettata.

    Io sono per l' 0pen source anzi per il GPL ma è vero che la faccenda è un poco più complicata di come è stata descritta....... In lacrime
    non+autenticato
  • Fonte ?

    Quei comunistacci del nasdaq e il dipartimento della difesa americano (quindi comunista)!
    ma sono solo 200 "undisclosed" vulnerabilities! di cosa volete preoccuparvi!

    "MSFT
    Microsoft Corporation Nasdaq-NM
    Back to Headlines | Previous Story

    iDEFENSE Identifies More Than 200 Undisclosed Cyber Threats; Vulnerability Contributor Program Protects Enterprises Against High-Risk Security Holes

    RESTON, Va., Jun 18, 2003 (BUSINESS WIRE) -- iDEFENSE Inc. today announced that its Vulnerability Contributor Program (VCP) has identified more than 200 exclusive threats to various applications, hardware and operating systems. By rapidly developing mitigation strategies for potentially devastating vulnerabilities or exploits before a patch is available, the VCP is dramatically changing how various industries, as well as the government, are protecting their critical infrastructures and information.

    Through the VCP, iDEFENSE has identified potentially damaging vulnerabilities in some of the industry's most widely used applications, including Microsoft Corp.'s Internet Security and Acceleration (ISA) Server, Apple Computer Inc.'s QuickTime Player and the Apache Software Foundation's Apache HTTP Web server, which powers more than 22 million Web servers worldwide.

    The Vulnerability Contributor Program, launched in August 2002, is the only vendor-independent incentive program specifically designed to identify exploits and vulnerabilities. iDEFENSE enlists the skills of hundreds of researchers and specialists worldwide to unearth new threats long before they are widely recognized or distributed. "
    .....[cut]
    il resto lo trovate a:
    http://www.nasdaq.com/asp/quotes_news.asp?selected...
    non+autenticato
  • > ma sono solo 200 "undisclosed"
    > vulnerabilities! di cosa volete
    > preoccuparvi!

    Scusa, ma l'hai letta la roba prima di citarla? O il titolo è random? C'è scritto anche Apache!
    Erba tagliata con lo Svelto Piatti?

  • - Scritto da: Ekleptical
    > > ma sono solo 200 "undisclosed"
    > > vulnerabilities! di cosa volete
    > > preoccuparvi!
    >
    > Scusa, ma l'hai letta la roba prima di
    > citarla? O il titolo è random? C'è scritto
    > anche Apache!
    > Erba tagliata con lo Svelto Piatti?

    Io ho letto benissimo ho buttato l'amo e tu hai abboccato!
    Infatti se vai sul sito di Apache hanno gia pubblicato le patches se vai sul sito di M$ ...... heheheh!

    beeello Pesciolone mio!!!!
    non+autenticato

  • che grande, certo che il mondo è pieni di boccaloni, vero ekleptical ?
    non+autenticato
  • ..ma mi viene da dire una cosa sola, chiamo Scpalmen, e gli faccio spalmare la faccia di merda, perchè è quello che si meritano!Arrabbiato
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | Successiva
(pagina 1/13 - 63 discussioni)