Alfonso Maruccia

GPU difettate, un sostituto vale l'altro

La corte definisce senza merito le richieste degli utenti di vedersi sostituito un laptop fallato con uno di potenza e caratteristiche equivalenti. E per i Mac val bene un sistema Windows

Roma - La class action delle GPU maledette pare concludersi in maniera del tutto positiva per NVIDIA: la corporation californiana era stata accusata di aver fornito laptop sostitutivi con caratteristiche parecchio inferiori a quelli affetti dal problema delle GPU GeForce serie 8XXX surriscaldanti, ma il giudice James Ware ha rimandato al mittente le richieste di "trattamento equo" pervenute presso di lui nelle scorse settimane.

Per il giudice Ware un notebook come il Compaq CQ-56 "rispetta o sopravanza quasi tutte le specifiche" dei laptop contenenti le GeForce fallate messe in commercio tra il 2005 e il 2010, anche se in realtà i sistemi affetti dal problema continuano a essere molto più performanti e capaci dei CQ-56 di cui sopra - anche a distanza di anni dalla loro commercializzazione.

Ware si improvvisa esperto informatico e arriva al punto da considerare un qualsiasi "sistema operativo avanzato" sufficiente per la sostituzione dei laptop problematici, con risultati che vanno ben oltre la soglia dell'assurdo: chi prima aveva un MacBook si è visto consegnare un sistema dotato di Windows 7, con tutto quel che consegue dal punto di vista degli investimenti fatti nel software originale specifico per la piattaforma Apple.
E parlando di Apple e GeForce fallate, non bastasse la beffa messa in pratica da NVIDIA la casa di Cupertino ci ha messo anche del suo: l'utilizzo di un sistema di test inadeguato avrebbe portato alla richiesta indebita agli utenti di migliaia di dollari per riparazioni che sarebbero dovute essere gratuite.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàMacBook Pro in panne, interviene AppleL'azienda di Cupertino non intende sfigurare rispetto alla concorrenza. Assistenza gratuita per i proprietari del suo laptop di punta in caso la GPU dovesse cedere. Almeno fino al 2010
  • AttualitàNVIDIA esorcizza le GPU maledetteLa class action per le schede video fallate mette con le spalle al muro il chipmaker californiano. Sostituzione gratuita e rimborso per le spese di riparazione già effettuate
  • AttualitàNVIDIA e la class action che non passaIl produttore californiano ancora sulla graticola per presunto comportamento "ingiusto" nei confronti dei promotori della class action contro le "GPU maledette". C'è chi pretende sostituzioni degne
20 Commenti alla Notizia GPU difettate, un sostituto vale l'altro
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)