Cristina Sciannamblo

Warner Bros fa shopping di cinema sul web

I prestigiosi studios hanno acquistato Flixster, piattaforma social specializzata nelle recensioni cinematografiche. Il pacchetto comprende anche Rotten Tomatoes. Scontro serrato sul mercato dei contenuti digitali

Roma - Warner Bros Home Entertainment riempie il proprio carrello della spesa con due prodotti d'eccezione: il sito social di recensioni cinematografiche Flixster e Rotten Tomatoes, altro sito che tratta di commenti, informazioni e notizie su film e videogiochi.

Anche se la nuova proprietà ha assicurato che entrambe le piattaforme rimarranno autonome nello sviluppo dei propri contenuti, i piani di Warner Bros sembrano aver già assegnato una funzione ai nuovi acquisti.

In particolare, Flixster dovrebbe estendere il proprio servizio oltre la mera offerta di notizie, diventando proprietaria di contenuti digitali e attivando una distribuzione su tutti i dispositivi mobili. Warner, inoltre, ha dichiarato che collegherà Flixster con Digital Everywhere, un'applicazione progettata per permettere agli utenti di accedere ai cataloghi digitali attraverso i gadget mobili.
Rotten Tomatoes, acquistato da Flixster nel 2010, continuerà a lavorare come prima. La mossa di mercato ha tutta l'aria di essere un tentativo, da parte di Warner, di estendere la propria distribuzione sul fronte delle piattaforme digitali mobili. Tale orientamento è confermato dalle parole dei diretti interessati: "Guidare la crescita della proprietà sul digitale è un obiettivo centrale e strategico per Warner Bros" ha dichiarato Kevin Tsujihara, presidente dell'Home Entertainment Group. "L'acquisizione di Flixster ci consentirà di supportare tale strategia e promuovere le iniziative utili alla crescita della presenza nel digitale", conclude Tsujihara.

Dando uno sguardo al fervente mercato dei contenuti digitali a stelle strisce, l'operazione condotta da Warner Bros sembra essere una risposta ai movimenti di mercato compiuti dalla concorrenza. Il mercato dello streaming cinematografico, in particolare, è diventato, secondo gli osservatori, il territorio da conquistare. YouTube, Amazon Prime, Apple TV, Google TV, Hulu Plus, Epix HD, Netflix e ora anche Warner Bros Home Entertainment sono gli aspiranti in gara per la conquista della leadership.

Cristina Sciannamblo
Notizie collegate
  • BusinessHulu: un'altra TV è possibileIl CEO della piattaforma video statunitense critica duramente i grandi network proprietari di Hulu. Gli investimenti pubblicitari e gli accordi sulle licenze digitali al centro dello scontro. Intanto, Viacom torna su Hulu
  • Digital LifeNetflix: presto serie tutte nostreIl servizio di videonoleggio starebbe per concludere un accordo con gli studios: prevede la produzione di serie tv inedite. In cantiere una fiction firmata David Fincher
  • BusinessWarner Bros, film APPetitosiNuovo canale di offerta per i film della major: giungeranno via app ai dispositivi con la Mela