I dischi di Seagate tornano sui notebook

I nuovi dischi da 5.400 RPM secondo Seagate non superano i consumi dei tradizionali hard disk da 4.200 RPM. Un big torna a sfidare i leader di mercato

Scotts Valley (USA) - Dopo quasi dieci anni di assenza dal mercato dei driver per notebook, Seagate torna su questo segmento con una nuova linea di dischi rigidi a basso consumo, Momentus, capaci di offrire da subito velocità di 5.400 rotazioni per minuto (RPM) e alcune caratteristiche che, secondo l'anziano produttore di dischi rigidi, abbattono i consumi e la rumorosità.

I drive della linea Momentus utilizzano un singolo piatto e si compongono, al momento, di due soli modelli: uno da 20 GB e uno da 40 GB. Entrambi sono equipaggiati con un buffer da 2 o, opzionalmente, da 8 MB, e dalle tecnologie SoftSonic Fluid Dynamic Bearing e QuietStep: entrambe servono per ridurre la rumorosità dei dischi e quest'ultima, in particolare, attenua il tipico suono emesso dagli hard disk quando "parcheggiano" le testine nella modalità stand-by.

Seagate sostiene che, nonostante i propri hard disk mobile girino a 5.400 RPM, competono per consumi con i tradizionali dischi da 4.200 RPM. Sul lato delle prestazioni, Seagate afferma che i Momentus sono più veloci, rispetto ad un drive da 4.200 RPM, di un fattore compreso fra il 30% e il 47%: la cache da 8 MB spingerebbe invece le performance di un ulteriore 15%.
"Negli ultimi cinque anni abbiamo migliorato ogni area di business in modo da poter rivolgere la nostra offerta a ciascuno dei principali mercati disc drive con lo stesso successo già ottenuto nei segmenti desktop ed enterprise", ha commentato Steve Luczo, CEO di Seagate. ?Questo impegno ci ha portato a valorizzare al meglio il nostro design, la nostra tecnologia, la produzione e la piattaforma di gestione dei processi cliente, e tutto ciò ci consente di accedere ai nuovi mercati in modo sempre affidabile ed economico. Oggi siamo orgogliosi di poter entrare nel mercato dei notebook con un drive di qualità che ci permetterà di soddisfare pienamente le richieste di prestazione e di affidabilità dei nostri clienti".

Secondo IDC, il mercato degli hard drive per notebook sta crescendo più rapidamente rispetto a quello degli hard drive per PC o per l'utenza aziendale e raggiungerà i 50 milioni di unità nel corso del 2004. Considerando il numero limitato di produttori degli hard drive per notebook, il mercato è difficile per i nuovi vendor che tentano di emergere. Seagate deve confrontarsi, in particolare, con Hitachi, Toshiba e Fujitsu, tre produttori che vendono già dischi rigidi per notebook da 5.400 RPM con capacità simili ai Momentus o, come nel caso di IBM, pari a 80 GB. Proprio di recente Hitachi ha invece introdotto i primi drive da 2,5 pollici con velocità di 7.200 RPM.

Fra i primi produttori ad offrire i dischi di Seagate sui propri notebook vi sono HP e Acer.
TAG: hw