Londra perdona chi possiede webfoto pedofile

Le nuove regole di Scotland Yard prevedono che chi sul computer ha meno di 16 foto di pornografia infantile possa cavarsela con un avvertimento. E senza processo

Londra - Sta destando scalpore la notizia riportata dal quotidiano britannico Sun, secondo cui le autorità inglesi hanno intenzione di non perseguire chi ha scaricato fotografie di pornografia infantile dalla rete, magari pagandole, e ne ha meno di 16 sul proprio computer.

Le nuove regole sono state decise da Scotland Yard e dai procuratori londinesi che quindi porteranno in tribunale soltanto coloro che dispongono di ampi database di questo genere di immagini illecite o quelli che hanno già dei precedenti in materia di abuso pedofilo.

La nuova policy, che sta suscitando già forti polemiche per il trattamento "buonista" riservato ai "piccoli scaricatori" di quelle immagini, è stata varata dopo l'operazione "Ore", nella quale in tre anni sono stati individuati 7mila acquirenti di fotografie di pornografia infantile presso un sito ospitato da un server texano. La polizia ha rinvenuto sui computer di questi compratori, in molti casi, solo poche o pochissime foto pedopornografiche. Ed è quindi facile vedere una relazione diretta tra questa indagine e la decisione di non inquisire tutti indiscriminatamente.
Nella nuova policy c'è anche l'indicazione per la polizia di non informare la stampa degli arresti, evidentemente per proteggere gli indagati almeno fino all'inizio del processo o fino ad una sentenza.

Va detto che non tutti sono d'accordo con le nuove regole. L'ex direttore della divisione di Scotland Yard che si occupa di violenza pedofila, Bob McLachlan, ha dichiarato al Sun che limitarsi ad "avvertire questa gente vuol dire rimettere in libertà persone potenzialmente pericolose". Secondo McLachlan proprio chi scarica poche foto e di non particolare brutalità rappresenta "il massimo rischio". Lo direbbero gli esperti e l'esperienza.

Ma un portavoce di Scotland Yard ha risposto a McLachlan spiegando che "la policy prende in considerazione tutti i materiali a disposizione nonché le decisioni e le linee guida suggerite dal ministero dell'Interno".
TAG: mondo
54 Commenti alla Notizia Londra perdona chi possiede webfoto pedofile
Ordina
  • Così può tenere 160 foto

    che legge del c**zo
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Così può tenere 160 foto
    >
    > che legge del c**zo

    Non e' una legge mi pare
    non+autenticato
  • Ma perché 16? Cos'è, l'applicazione dell'art. 18 su "aziende" con meno di 16 foto-dipendenti?
    Chi schifezza è mai questa? Ci stiamo per caso avvicinando alla "modica quantità" anche per la pedopornografia? Se è così, ditemelo ché me ne vado in Alasca Triste((((
    non+autenticato
  • Chi ne ha meno di sedici non puo' essere punito?

    Certo e' solo una modica quantita' per uso personaleA bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    Chi fa le leggi in Inghilterra? kafka?
    non+autenticato
  • Meglio che da noi, dove ultimamente sembra le faccia Mussolini ...... quello del ventennio, tanto per essere precisi e non sua nipote.
    non+autenticato
  • Sembra di si', se chi scarica non verifica cosa ha scaricato.

    Esempio tipico: ho un programma di file-sharing, guardo la lista dei file che un utente condivide. Dai titoli sembrerebbe materiale porno. Seleziono a caso tra i contenuti e metto a scaricare. Faccio questa operazione con altri utenti e cosi', con Alice Mega, a fine giorno, con la connessione "a palla" avro' scaricato direi 90.000 immagini (ipotizzando una immagini al secondo). E cosi' per un anno.

    Si riescono a visionare tutte? Pensate che i filename siano significati?

    Se metto quelle immagini in condivisione automatica (come tra l'altro si usa), e' praticamente certo che finiro' in galera.

    Ecco perche' plaudo all'iniziativa, anzi alzerei il tetto al 5% delle immagini in totale possedute e comunque non oltre 200 immagini.

    In questo modo si impone agli utenti un lavoro che prima non facevano (sono certo!) di scansione dei propri archivi, e se scappano al controllo 200 su 4000 (magari perche' scaricate di recente) ... puo' andare bene una multa o una ramanzina.

    Diversamente, irrigidirei le pene per i pedofili veri (quelli veri, non gli scaricatori generici) e per chi scatta le foto, immettendole in rete.

    Secondo punto che vorrei toccare, ma l'accenno solo, e' il caso di Forza Chiara, il filmato di una quasi-maggiorenne che fa l'amore col suo ragazzo. La ragazza e' consapevole che sono in corso riprese (quindi si puo' pensare ad un filmino amatoriale, ed infatti e' cosi'), ma ignora che sara' pubblicato sulla rete. Scaricare quel filmato mette le persone nei guai con la giustizia. Mi chiedo come si fa a sapere l'eta' esatta di una protagonista di un filmato (18 o 17 anni?) e se lei e' consapevole o meno del fatto che finira' in internet. Anche qui la mannaia della giustizia si abbatte "alla ceca" (a mio avviso) sugli utenti.

    Conclusione: so che chi non scarica pornografia vorrebbe la misura drastica (in generale sono "drastico" anche io), ma occorre anche ricordare che oltre il 50% dei navigatori internet, senza falsi moralismi, va alla ricerca di materiale pornografico nel quale puo' incappare involontariamente, e' PALESEMENTE INNEGABILE, una percentuale di materiale indesiderato. Occorre una certa flessibilita' mentale nell'accettare gli altri, pur rimanendo fermi nel combattere il piu' atroce dei delitti che e' la pedopornografia.
    non+autenticato
  • Oltre il 50% ? La percentuale è di gran lunga più alta secondo le statistiche.
    Non ricordo dove l'ho letto, ma pare che proprio l'industria del porno in Internet sia una delle poche in attivo..ma non solo in Internet. I gestori delle videoteche della mia città dichiarano apertamente che se non nolegiassero videocassette a luci rosse avrebbero già chiuso baracca da tempo!
    La realtà è che attorno alla pornografia gli interessi sono enormi, non solo per chi la produce, per cui cercare di eliminarla non è certo nella volontà di coloro che in qualche modo ne traggono profitto.
    Che si possa incappare "involontariamente" in un certo tipo di materiale invece mi sembra un pò meno probabile, ma qualche volta può capitare anche quello.
    A prescindere da tutto ciò però è importante, a mio parere, fare più chiarezza dal punto di vista legislativo. Effettivamente mi sembra assurdo che chi scarica le immagini vada in galera, mentre chi le produce continui a metter su un sito dopo l'altro. Vista la diffusione che, stando alla cronaca, ha raggiunto il fenomeno della pornografia minorile, almeno una riflessione è necessaria. Ma per poter riflettere è necessario un clima più "sereno". Nessuno ad esempio dice che gli psicologi hanno una visione critica rispetto a ciò che prevede la legge. Si discute tanto su come fermare la violenza nelle strade, ma quando si tratta di combattere la pedofilia sembra quasi che ci si ritrovi di fronte a un tabù di cui non si può nemmeno citare il nome, non si sa mai..
    La repressione "senza se e senza ma" è perfettamente inutile nonchè controproducente se non si interviene su più fronti, ma soprattutto alla radice del problema. Internet è solo la punta dell'iceberg, altro che discutere su 16 o 500 foto..

    - Scritto da: Anonimo

    > Conclusione: so che chi non scarica
    > pornografia vorrebbe la misura drastica (in
    > generale sono "drastico" anche io), ma
    > occorre anche ricordare che oltre il 50% dei
    > navigatori internet, senza falsi moralismi,
    > va alla ricerca di materiale pornografico
    > nel quale puo' incappare involontariamente,
    > e' PALESEMENTE INNEGABILE, una percentuale
    > di materiale indesiderato. Occorre una certa
    > flessibilita' mentale nell'accettare gli
    > altri, pur rimanendo fermi nel combattere il
    > piu' atroce dei delitti che e' la
    > pedopornografia.
    non+autenticato
  • lo so che sembra cinico

    ma scaricare foto pedofile (5 o 100 o 1000) gratuitamente e senza in cambio dar nulla dovrebbe essere semplicemente un illecito amministrativo, violazione della privacy (non è possibile -che io sappia- diffondere foto di xxx o yyy, indipendentemente dal fatto che xxx sia nuda e minorenne e yyy vestita e maggiorenne)

    poi... parliamo tanto di violenze pedofile, come se le violenze alle persone maggiorenni fossero meno gravi..


    in verità è tutta una mossa per far clamore, e poter colpire arbitrariamente chi più sta antipatico al ganzo di turno con lo scettro del potere.



    si puniscano gli stupratori
    si puniscano i fotografi
    si punisca chi copre 'sta gentaglia
    si puniscano i clienti che comprano




    ma allargare la pena ad un'audience di vastità indefinita equivale a sminuirne il valore.

    avvelenato che alle donne regala rose, e schifa chi a loro regala spine.
  • 90000 foto al giorno?
    si tratta di un maniaco vero?
    poi che senso ha scaricare le foto e non guardarle?
    cmq anche solo chi scarica 1 foto in italia è persegubile

  • - Scritto da: vegeta
    > 90000 foto al giorno?
    > si tratta di un maniaco vero?
    > poi che senso ha scaricare le foto e non
    > guardarle?
    > cmq anche solo chi scarica 1 foto in italia
    > è persegubile

    Come al solito non hai capito nulla.

    Non ha mai parlato di uno che scarica 90'000 foto pedofile.

    Ha parlato di qualcuno che scarica 90'000 foto al giorno, dicendo che è molto probabile che tra queste ci siano anche foto pedofile, e visto che il tempo di guardarle tutte in un giorno non esiste non potrà rendersene conto che quando è ormai troppo tardi.

    Poi se chi scarica 90'000 foto al giorno ha dei problemi è innegabile (il suo HD sarà sempre pieno). Ma in ogni caso non vedo perchè dovrebbe rischiare la galera. Al limite potrebbe trattarsi di un peccato di ingenuità.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: vegeta
    > > 90000 foto al giorno?
    > > si tratta di un maniaco vero?
    > > poi che senso ha scaricare le foto e non
    > > guardarle?
    > > cmq anche solo chi scarica 1 foto in
    > italia
    > > è persegubile
    >
    > Come al solito non hai capito nulla.
    >
    > Non ha mai parlato di uno che scarica 90'000
    > foto pedofile.

    nemmeno io


    > Ha parlato di qualcuno che scarica 90'000
    > foto al giorno, dicendo che è molto
    > probabile che tra queste ci siano anche foto
    > pedofile, e visto che il tempo di guardarle
    > tutte in un giorno non esiste non potrà
    > rendersene conto che quando è ormai troppo
    > tardi.

    appunto è questo il problema.il tuo ragionamento.chi scarica 90000 foto?che sensio ha SCARICARLE SE NON QUELLO DI VEDERLO
  • > 90000 foto al giorno?

    Confermo come ti hanno gia' risposto che 90.000 e' un numero x, teorico, messo li' per dare una stima di cio' che potrebbe accadere. Diciamo un esempio un po' forzato ...

    > si tratta di un maniaco vero?

    Nel mio intervento non mi riferivo a me stesso, comunque ritengo che il bello di internet, del p2p, dell'ADSL, del masterizzatore e della flat e' che puoi scaricare quanto ti pare e conservare

    > poi che senso ha scaricare le foto e non
    > guardarle?

    Tutti i casi che conosco sono di persone che non "hanno coscienza" della totalita' del materiale scaricato - fari una stima dell'80% del totale, ma non ci giurerei. Il senso e' che intanto scarichi, poi quando hai voglia o tempo visioni. Credimi se ti dico che questo vale addirittura per i divx. C'e' gente che ne scarica tanti (e ogni divx sono almeno 640 mb circa) che poi manco li guarda tutti

    > cmq anche solo chi scarica 1 foto in italia
    > è persegubile

    Appunto. Figuriamoci.



    Ne approfitto per inserire un altro punto, un po' off topic, poco correlato con quanto dicevamo prima. Per fortuna loro (degli "scaricatori di porno") e' nato un nuovo genere, amatorial. Con questo genere persone consenzienti scambiano i filmati girati in casa. A questo punto lo scambio di materiale pornografico su internet e' ancora piu' difficile da combattere in nome dei diritti d'autore, perche', come (in teoria) per i newsgroup, chi immette il materiale ne detiene, fino a prova contraria, i diritti ed implicitamente autorizza alla condivisione e allo scambio.

    Quindi se io 18enne (e' un esempio, non ho 18 anni) faccio un video con la mia ragazza e lo metto in internet col consenso di lei per scambiarlo con altre persone che fanno lo stesso, non commetto un reato.
    Rientro in argomento dicendo che chi scarica puo' benissimo partire da qui: vediamo se ragazzi un po' voyeur mettono online il loro materiale. Forza Chiara sembra essere proprio quello, chi poteva sospettare altro?

    Ovviamente un video pedopornografico con bambine di 10 anni non puo' essere scambiato con ragazze di 18, pero' in quei casi vale l'ipotesi del dubbio. Chi in buona fede ha scaricato e non ha mai visto cio' che ha scaricato, puo' essere ritenuto a tutti gli effetti responsabile del contenuto? A che titolo? Dal filename?

    Forse la caccia (con cui concordo) ai pedofili andrebbe fatta in altre direzioni. Attraverso le chat con poliziotti che si fingono bambini, attraverso intercettazioni telefoniche (quando leggittime), attraverso sistemi che individuino con certezza la volonta' dell'imputato, non la presunta volonta'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > 90000 foto al giorno?
    >
    > Confermo come ti hanno gia' risposto che
    > 90.000 e' un numero x, teorico, messo li'
    > per dare una stima di cio' che potrebbe
    > accadere. Diciamo un esempio un po' forzato
    > ...
    >
    > > si tratta di un maniaco vero?
    >
    > Nel mio intervento non mi riferivo a me
    > stesso, comunque ritengo che il bello di
    > internet, del p2p, dell'ADSL, del
    > masterizzatore e della flat e' che puoi
    > scaricare quanto ti pare e conservare
    >
    > > poi che senso ha scaricare le foto e non
    > > guardarle?
    >
    > Tutti i casi che conosco sono di persone che
    > non "hanno coscienza" della totalita' del
    > materiale scaricato - fari una stima
    > dell'80% del totale, ma non ci giurerei. Il
    > senso e' che intanto scarichi, poi quando
    > hai voglia o tempo visioni. Credimi se ti
    > dico che questo vale addirittura per i divx.
    > C'e' gente che ne scarica tanti (e ogni divx
    > sono almeno 640 mb circa) che poi manco li
    > guarda tutti
    >
    > > cmq anche solo chi scarica 1 foto in
    > italia
    > > è persegubile
    >
    > Appunto. Figuriamoci.
    >
    >
    >
    > Ne approfitto per inserire un altro punto,
    > un po' off topic, poco correlato con quanto
    > dicevamo prima. Per fortuna loro (degli
    > "scaricatori di porno") e' nato un nuovo
    > genere, amatorial. Con questo genere persone
    > consenzienti scambiano i filmati girati in
    > casa. A questo punto lo scambio di materiale
    > pornografico su internet e' ancora piu'
    > difficile da combattere in nome dei diritti
    > d'autore, perche', come (in teoria) per i
    > newsgroup, chi immette il materiale ne
    > detiene, fino a prova contraria, i diritti
    > ed implicitamente autorizza alla
    > condivisione e allo scambio.
    >
    > Quindi se io 18enne (e' un esempio, non ho
    > 18 anni) faccio un video con la mia ragazza
    > e lo metto in internet col consenso di lei
    > per scambiarlo con altre persone che fanno
    > lo stesso, non commetto un reato.
    > Rientro in argomento dicendo che chi scarica
    > puo' benissimo partire da qui: vediamo se
    > ragazzi un po' voyeur mettono online il loro
    > materiale. Forza Chiara sembra essere
    > proprio quello, chi poteva sospettare altro?
    >
    > Ovviamente un video pedopornografico con
    > bambine di 10 anni non puo' essere scambiato
    > con ragazze di 18, pero' in quei casi vale
    > l'ipotesi del dubbio. Chi in buona fede ha
    > scaricato e non ha mai visto cio' che ha
    > scaricato, puo' essere ritenuto a tutti gli
    > effetti responsabile del contenuto? A che
    > titolo? Dal filename?
    >
    > Forse la caccia (con cui concordo) ai
    > pedofili andrebbe fatta in altre direzioni.
    > Attraverso le chat con poliziotti che si
    > fingono bambini, attraverso intercettazioni
    > telefoniche (quando leggittime), attraverso
    > sistemi che individuino con certezza la
    > volonta' dell'imputato, non la presunta
    > volonta'.

    Anche questo è un sistema perverso però. Da quando si arresta qualcuno per la sola volontà? Mi pare che per qualsiasi cosa si debba arrivare molto vicino al crimine per essere arrestato.
    Inoltre chattare con un poliziotto che si finge una bambina non mi pare che sia un reato, si tratta di una discussione tra due adulti anche se una discussione un po' perversa.
    non+autenticato
  • > Anche questo è un sistema perverso però. Da
    > quando si arresta qualcuno per la sola
    > volontà? Mi pare che per qualsiasi cosa si
    > debba arrivare molto vicino al crimine per
    > essere arrestato.

    La volonta' di commettere un crimine, nel senso di premeditazione o di coscienza. Se metto su un archivio con sole immagini pedopornografiche direi che si puo' parlare di volonta', se ho un grande archivio e me ne capita una dentro per errore, mi sembra differente.

    > Inoltre chattare con un poliziotto che si
    > finge una bambina non mi pare che sia un
    > reato, si tratta di una discussione tra due
    > adulti anche se una discussione un po'
    > perversa.

    Anche qui non concordo. Per me, addirittura, si profilano gli estremi di reati. Se tu hai una conversazione di natura sessuale con un presunto minore (discussione adulto - minorenne), a meno che non riesci a dimostrare di aver capito che non era un minore (e quindi rientresti nella tua discussione tra 2 adulti), tu hai gia' iniziato una violenza psicologica nei riguardi dell'altro. Non trovi? Se poi il dialogo "perverso" ha i crismi di un reato, per me puo' andare bene, sara' un giudice a deciderlo sulla base delle leggi e del "buon senso".
    non+autenticato

  • - Scritto da: vegeta
    > 90000 foto al giorno?
    > si tratta di un maniaco vero?
    > poi che senso ha scaricare le foto e non
    > guardarle?
    > cmq anche solo chi scarica 1 foto in italia
    > è persegubile

    Solito genio, eh ???
    Ti ho giò spiegato ALMENO 4 VOLTE che scaricarle non si può essere perseguiti, se non da qualche giudice in cerca di notorietà dai telegionali. ( ti ho perfino citato gli articoli di legge !!!)
    In Italia è vietato il possesso, non lo scaricarle.
    Per cui le guardi, ti rendi conto di che cosa è, poi le butti.
    E sei a posto con la legge.
    non+autenticato
  • > In Italia è vietato il possesso, non lo
    > scaricarle.
    > Per cui le guardi, ti rendi conto di che
    > cosa è, poi le butti.
    > E sei a posto con la legge.

    Già, meno male..quello che mi chiedo è come evitare che la legge, venendo a controllare se allo scaricamento è seguito il possesso, non ti rovini la vita con perquisizioni e sequestri di materiale informatico che forse ti renderà dopo mesi o forse ti perderà/rovinerà, senza contare lo sputtanamento con vicini e parenti.

    Non posso che approvare pienamente la lotta alla pedofilia ed ai VERI pedofili (ed a questo proposito sono mooolto perplesso per la notizia...non importa se scarichi o compri, conta solo il quantitativo...MA SIAMO IMPAZZITI? Conta sopratutto COME te le sei procurate).

    Tuttavia il reperimento di materiale "pericoloso" attraverso i sistemi di file sharing è attualmente TROPPO facile e può avvenire anche per caso (o per imbecille curiosità) ..mi sembra eccessivo dare il via ad un procedimento degno di un capomafia in base a qualcosa di così aleatorio.
    Diverso è il caso in cui uno paga, diverso è il caso dell'adescamento via chat, diverso è il contatto con siti a pagamento con tanto di password.

    Non mi sembra ci sia molta chiarezza in proposito.
    non+autenticato
  • Ho conosciuto il problema personalmente, ho 22 anni e non ho mai visto volontariamente una foto pedofila e tantomento mi interessa ma involontariamente mi è capitato di scaricarla da kazaa convinto di scaricare dell'altro.(era rinominata playboy)
    Accorto dell'errore ho provveduto a cancellarle (3 foto) immediatamente.
    Casualmente visitando dei siti per adulti, ne ho trovato uno di mio interesse e l'ho messo nei preferiti. Tutte foto legali e di maggiorenni e per questo mi sono sentito nella legalita' e ho ritenuto di stare tranquillo.
    Un anno dopo mi suona la pol postale a casina accusandomi di aver scaricato sul pc foto pedofile e quindi di incentivare lo sfruttamento sessuale di minori di anni 18.
    Capite bene il casino in casa mia, era persino sotto accusa un mio sito su digilander che non c'entrava nulla ma l'hanno messe dentro l'inchiesta perchè c'erano tracce del mio ip anche lì.
    La storia non è ancora finita ma ho parlato con il delegato del PM e con gli organi superiori della polizia postale di qui (meglio non dire di dove) e mi hanno riferito che cercano ben altri non certo un ragazzo di buona famiglia che è incappato in tutto questo per una fatalità, senza aver commesso il reato.
    Cmq sia, io l'avvocato l'ho dovuto nominare obbligatoriamente e dovro' pagarlo, senza aver commesso alcunche'.
    Vorrei aggiungere che mi hanno perquisito la casa e non hanno trovato nulla e mi hanno sequestrato il pc. Dopo accurate scansioni dell'HDD con un "rivoluzionario software americano" hanno trovato 3 foto CANCELLATE! quindi nulla era rimasto sul pc ma possono bastare per commettere il reato! Inoltre una foto ritraeva una donna di minimo 25 anni in atteggiamenti "bambineschi" tipo treccine e cose simili...cioè simulava...ma guarda sti qua....
    Concludendo ritengo che sia giustissima la lotta ai pedofili, a quelli recidivi, alle persone disturbate, a chi scarica foto volontariamente, ma bisognerebbe veramente evitare questa caccia alle streghe perchè ci finiscono di mezzo persone innocenti che dovrebbero essere indagate con delle prove e non con la scusa di doverle trovare!
    Alla fine mi assolveranno perchè non ho commesso il reato, ma capirete il mio stato d'animo ...


    A qualcuno che ho conosciuto per l'occasione è andata peggio, a 17 anni ha scaricato 1 foto pedofila, diciamo volontariamente x curiosità (abita a pordenone) la polizia postale di Catania ha ordinato l'arresto e la polizia postale di venezia sono andati a predere alle 6 di mattina a casa e l'hanno portato in carcere a Napoli. Ci è rimasto 15 giorni per una foto! in mezzo a delinquenti comuni e l'hanno VIOLENTATO.
    Ora la sua vita è rovinata per una censura così invadente che lo stato di polizia è solito oramai usare per reprimere questi meschini reati.

    Marco,
    Cordialmente.
    Complimenti per il giornale.
    non+autenticato
  • la pedofilia è un crimine che scuote le nostre emotività.. quando si parla di rapina o di stupri ci si può illudere di una qualche percentuale di sicurezza che ci fornisce il sistema d'allarme o il corso d'autodifesa o l'arma che teniamo sempre a portata di mano

    invece il bambino è SEMPRE impotente, e questo è frustrante.


    però non ci si deve comportare come delle furie cieche che nella foga di voler contrastare la pedofilia, di fatto violentano altre persone, maggiorenni sì, ma indifesi comunque, colpevoli di aver avuto la sfortuna (nel tuo caso) o la malizia (nel caso del tuo amico) di scaricarsi delle foto incriminate.


    secondo me questo non aiuta i bambini. Che le pene vengano riservate a chi realmente violenta o incoraggia la violenza... chi scarica aggratisse 15 o 1000 foto deve venir multato, ma non messo in carcere.... c'è da giurarci che probabilmente queste persone mai avrebbero fatto del male a una mosca.

    avvelenato disgustato dal clima di terrore che stanno instaurando
  • > secondo me questo non aiuta i bambini. Che
    > le pene vengano riservate a chi realmente
    > violenta o incoraggia la violenza... chi
    > scarica aggratisse 15 o 1000 foto deve venir
    > multato, ma non messo in carcere.... c'è da
    > giurarci che probabilmente queste persone
    > mai avrebbero fatto del male a una mosca.

    Il 99% di queste persone non avrebbero fatto male ad una mosca, cmq molti sostengono che avere quel materiale può indurre a produrne altro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > secondo me questo non aiuta i bambini. Che
    > > le pene vengano riservate a chi realmente
    > > violenta o incoraggia la violenza... chi
    > > scarica aggratisse 15 o 1000 foto deve
    > venir
    > > multato, ma non messo in carcere.... c'è
    > da
    > > giurarci che probabilmente queste persone
    > > mai avrebbero fatto del male a una mosca.
    >
    > Il 99% di queste persone non avrebbero fatto
    > male ad una mosca, cmq molti sostengono che
    > avere quel materiale può indurre a produrne
    > altro.

    non puoi punire una persona per quello che potrebbe fare.

    ah già, è vero, già ci multano perchè potremmoduplicare cd.


  • - Scritto da: avvelenato
    > la pedofilia è un crimine che scuote le
    > nostre emotività.. quando si parla di rapina
    > o di stupri ci si può illudere di una
    > qualche percentuale di sicurezza che ci
    > fornisce il sistema d'allarme o il corso
    > d'autodifesa o l'arma che teniamo sempre a
    > portata di mano
    >
    > invece il bambino è SEMPRE impotente, e
    > questo è frustrante.
    >
    >
    > però non ci si deve comportare come delle
    > furie cieche che nella foga di voler
    > contrastare la pedofilia, di fatto
    > violentano altre persone, maggiorenni sì, ma
    > indifesi comunque, colpevoli di aver avuto
    > la sfortuna (nel tuo caso) o la malizia (nel
    > caso del tuo amico) di scaricarsi delle foto
    > incriminate.
    >
    >
    > secondo me questo non aiuta i bambini. Che
    > le pene vengano riservate a chi realmente
    > violenta o incoraggia la violenza... chi
    > scarica aggratisse 15 o 1000 foto deve venir
    > multato, ma non messo in carcere.... c'è da
    > giurarci che probabilmente queste persone
    > mai avrebbero fatto del male a una mosca.
    >
    > avvelenato disgustato dal clima di
    > terrore che stanno instaurando


    la legge prevede la multa e il carcere.se non sei incensurato vai in galera se no credo che con la multa te la cavi...

  • - Scritto da: vegeta
    > la legge prevede la multa e il carcere.se
    > non sei incensurato vai in galera se no
    > credo che con la multa te la cavi...

    la legge è sbagliata

    multa per download gratuito e reiterato

    in carcere solo se fai o finanzi o copri chi fa.

    saluti avvelenati.

  • - Scritto da: avvelenato
    > - Scritto da: vegeta
    > > la legge prevede la multa e il carcere.se
    > > non sei incensurato vai in galera se no
    > > credo che con la multa te la cavi...
    >
    > la legge è sbagliata
    >
    > multa per download gratuito e reiterato
    >
    > in carcere solo se fai o finanzi o copri chi
    > fa.
    >
    > saluti avvelenati.

    io ke ho detto grosso modo

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo

    [cut]

    > A qualcuno che ho conosciuto per l'occasione
    > è andata peggio, a 17 anni ha scaricato 1
    > foto pedofila, diciamo volontariamente x
    > curiosità (abita a pordenone) la polizia
    > postale di Catania ha ordinato l'arresto e
    > la polizia postale di venezia sono andati a
    > predere alle 6 di mattina a casa e l'hanno
    > portato in carcere a Napoli. Ci è rimasto 15
    > giorni per una foto! in mezzo a delinquenti
    > comuni e l'hanno VIOLENTATO.
    > Ora la sua vita è rovinata per una censura
    > così invadente che lo stato di polizia è
    > solito oramai usare per reprimere questi
    > meschini reati.

    Ma che cazzate vai dicendo? Non c'è l'arresto immediato per questo tipo di reato! Ci si arriva.. eventualmente, dopo una lunga serie di "passi" giudiziari!

    ...e poi che cazzo di giro.. la polizia di catania, preso a pordenone da quella di venezia per portarlo in carcere a napoli.. LOL!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    >
    > [cut]
    >
    > > A qualcuno che ho conosciuto per
    > l'occasione
    > > è andata peggio, a 17 anni ha scaricato 1
    > > foto pedofila, diciamo volontariamente x
    > > curiosità (abita a pordenone) la polizia
    > > postale di Catania ha ordinato l'arresto e
    > > la polizia postale di venezia sono andati
    > a
    > > predere alle 6 di mattina a casa e l'hanno
    > > portato in carcere a Napoli. Ci è rimasto
    > 15
    > > giorni per una foto! in mezzo a
    > delinquenti
    > > comuni e l'hanno VIOLENTATO.
    > > Ora la sua vita è rovinata per una censura
    > > così invadente che lo stato di polizia è
    > > solito oramai usare per reprimere questi
    > > meschini reati.


    > Ma che cazzate vai dicendo? Non c'è
    > l'arresto immediato per questo tipo di
    > reato! Ci si arriva.. eventualmente, dopo
    > una lunga serie di "passi" giudiziari!
    >
    > ...e poi che cazzo di giro.. la polizia di
    > catania, preso a pordenone da quella di
    > venezia per portarlo in carcere a napoli..
    > LOL!

    Ciao, no no guarda che è tutto vero non sono voci ma ho assistito a questa storia.
    Dato che la segnalazione proveniva da Catania e la polizia di Venezia non sapeva nulla doveva solamente rispettare gli ordini non possono stare lì a discutere.
    Il PM a Catania dopo le indagini delle polizia postale di Catania ha ordinato l'arresto immediato perchè non sapeva chi aveva di fronte (questo è successo 2 anni e mezzo fa ora è un po' diverso) Venezia si è vista costretta ad andare a pordenone a prelevarlo.
    Chi sa di queste cose sa anche che la logica a volte viene messa da parte, e quindi non c'e' da scandalizzarsi se l'hanno mandato a Napoli. Ma aime' è vero.
    Tutti quando hanno a che fare con queste cose per la prima volta stentano a crederci. Ci è rimasto 15 giorni in carcere in attesa degli arresti domiciliari. Alla fine l'hanno assolto x' le foto erano di 15enni e no di bambini, ricordo reato molto più grave.
    Naturalmente non dico balle, non mi va di perdere tempo nel raccontare qualcosa che non serve al fine del dialogo e del forum;)
    Saluti,
    Marco
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > [cut]
    > >
    > > > A qualcuno che ho conosciuto per
    > > l'occasione
    > > > è andata peggio, a 17 anni ha
    > scaricato 1
    > > > foto pedofila, diciamo volontariamente
    > x
    > > > curiosità (abita a pordenone) la
    > polizia
    > > > postale di Catania ha ordinato
    > l'arresto e
    > > > la polizia postale di venezia sono
    > andati
    > > a
    > > > predere alle 6 di mattina a casa e
    > l'hanno
    > > > portato in carcere a Napoli. Ci è
    > rimasto
    > > 15
    > > > giorni per una foto! in mezzo a
    > > delinquenti
    > > > comuni e l'hanno VIOLENTATO.
    > > > Ora la sua vita è rovinata per una
    > censura
    > > > così invadente che lo stato di polizia
    > è
    > > > solito oramai usare per reprimere
    > questi
    > > > meschini reati.
    >
    >   
    > > Ma che cazzate vai dicendo? Non c'è
    > > l'arresto immediato per questo tipo di
    > > reato! Ci si arriva.. eventualmente, dopo
    > > una lunga serie di "passi" giudiziari!
    > >
    > > ...e poi che cazzo di giro.. la polizia di
    > > catania, preso a pordenone da quella di
    > > venezia per portarlo in carcere a napoli..
    > > LOL!
    >
    > Ciao, no no guarda che è tutto vero non sono
    > voci ma ho assistito a questa storia.
    > Dato che la segnalazione proveniva da
    > Catania e la polizia di Venezia non sapeva
    > nulla doveva solamente rispettare gli ordini
    > non possono stare lì a discutere.
    > Il PM a Catania dopo le indagini delle
    > polizia postale di Catania ha ordinato
    > l'arresto immediato perchè non sapeva chi
    > aveva di fronte (questo è successo 2 anni e
    > mezzo fa ora è un po' diverso) Venezia si è
    > vista costretta ad andare a pordenone a
    > prelevarlo.
    > Chi sa di queste cose sa anche che la logica
    > a volte viene messa da parte, e quindi non
    > c'e' da scandalizzarsi se l'hanno mandato a
    > Napoli. Ma aime' è vero.
    > Tutti quando hanno a che fare con queste
    > cose per la prima volta stentano a crederci.
    > Ci è rimasto 15 giorni in carcere in attesa
    > degli arresti domiciliari. Alla fine l'hanno
    > assolto x' le foto erano di 15enni e no di
    > bambini, ricordo reato molto più grave.
    > Naturalmente non dico balle, non mi va di
    > perdere tempo nel raccontare qualcosa che
    > non serve al fine del dialogo e del forum;)
    > Saluti,
    > Marco

    se non hai prove è meglòio non parlarne....sembra una bufala

  • - Scritto da: vegeta
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > [cut]
    > > >
    > > > > A qualcuno che ho conosciuto per
    > > > l'occasione
    > > > > è andata peggio, a 17 anni ha
    > > scaricato 1
    > > > > foto pedofila, diciamo
    > volontariamente
    > > x
    > > > > curiosità (abita a pordenone) la
    > > polizia
    > > > > postale di Catania ha ordinato
    > > l'arresto e
    > > > > la polizia postale di venezia sono
    > > andati
    > > > a
    > > > > predere alle 6 di mattina a casa e
    > > l'hanno
    > > > > portato in carcere a Napoli. Ci è
    > > rimasto
    > > > 15
    > > > > giorni per una foto! in mezzo a
    > > > delinquenti
    > > > > comuni e l'hanno VIOLENTATO.
    > > > > Ora la sua vita è rovinata per una
    > > censura
    > > > > così invadente che lo stato di
    > polizia
    > > è
    > > > > solito oramai usare per reprimere
    > > questi
    > > > > meschini reati.
    > >
    > >   
    > > > Ma che cazzate vai dicendo? Non c'è
    > > > l'arresto immediato per questo tipo di
    > > > reato! Ci si arriva.. eventualmente,
    > dopo
    > > > una lunga serie di "passi" giudiziari!
    > > >
    > > > ...e poi che cazzo di giro.. la
    > polizia di
    > > > catania, preso a pordenone da quella di
    > > > venezia per portarlo in carcere a
    > napoli..
    > > > LOL!
    > >
    > > Ciao, no no guarda che è tutto vero non
    > sono
    > > voci ma ho assistito a questa storia.
    > > Dato che la segnalazione proveniva da
    > > Catania e la polizia di Venezia non sapeva
    > > nulla doveva solamente rispettare gli
    > ordini
    > > non possono stare lì a discutere.
    > > Il PM a Catania dopo le indagini delle
    > > polizia postale di Catania ha ordinato
    > > l'arresto immediato perchè non sapeva chi
    > > aveva di fronte (questo è successo 2 anni
    > e
    > > mezzo fa ora è un po' diverso) Venezia si
    > è
    > > vista costretta ad andare a pordenone a
    > > prelevarlo.
    > > Chi sa di queste cose sa anche che la
    > logica
    > > a volte viene messa da parte, e quindi non
    > > c'e' da scandalizzarsi se l'hanno mandato
    > a
    > > Napoli. Ma aime' è vero.
    > > Tutti quando hanno a che fare con queste
    > > cose per la prima volta stentano a
    > crederci.
    > > Ci è rimasto 15 giorni in carcere in
    > attesa
    > > degli arresti domiciliari. Alla fine
    > l'hanno
    > > assolto x' le foto erano di 15enni e no di
    > > bambini, ricordo reato molto più grave.
    > > Naturalmente non dico balle, non mi va di
    > > perdere tempo nel raccontare qualcosa che
    > > non serve al fine del dialogo e del
    > forum;)
    > > Saluti,
    > > Marco
    >
    > se non hai prove è meglòio non
    > parlarne....sembra una bufala

    E che cosa vorresti? nome e cognome?

    Conoscendoti saresti capace di andargli a rompere la faccia. Per te un presunto pedofilo è un pedofilo e basta. Ho gia letto diversi tuoi commenti e mi pare di aver capito come ragioni.

    A mio avviso quello che ha detto è perfettamente credibile, viste poi le disfunzioni del sistema giudiziario e poliziesco italiano.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)