Torvalds lascia Transmeta per Linux

Il babbo di Linux ha deciso di lasciare la piccola Transmeta per dedicarsi anima e corpo a Linux. Questa sua scelta lo porterà a lavorare in uno dei più grandi laboratori no profit per lo sviluppo del Pinguino

Roma - Dopo aver lavorato per oltre sei anni alle dipendenze di Transmeta - la piccola società che, come noto, progetta processori a basso consumo - Linus Torvalds, lo storico papà di Linux, ha annunciato sulla Linux Kernel Mailing List l'intenzione di lasciare l'attuale impiego per "lavorare a tempo pieno sul kernel di Linux".

Dal prossimo primo luglio Torvalds lavorerà presso l'Open Source Development Lab (OSDL), un consorzio non profit fondato nel 2001 da colossi come HP, Intel, IBM, Dell e da alcuni fra i maggiori distributori di Linux, con l'intento di accelerare l'adozione di Linux e finanziare numerosi progetti legati allo sviluppo di applicazioni di classe enterprise.

"Transmeta è sempre stata davvero generosa - si legge nel messaggio di Torvalds - nel lasciarmi passare una smisurata quantità di tempo dietro a Linux, ma come risultato mi sono sentito un po' colpevole di quanto poco "vero lavoro" stessi facendo negli ultimi tempi. Per sistemare la cosa, ho deciso che andrò a lavorare presso OSDL, facendo finalmente di Linux il mio lavoro principale".
Con l'occasione Torvalds ha ringraziato il supporto di Transmeta verso Linux e ha reso pubblica quella che a breve sarà la sua nuova e-mail: torvalds @ osdl.org.
99 Commenti alla Notizia Torvalds lascia Transmeta per Linux
Ordina

  • Il ritorno di Linus Torvalds a tempo pieno è ben più di una buona notizia, i linux-dirigenti della combriccola ultimamente si stavano montando la testa e cominciavano a dare segni di megalomania infantile.

    Questa è una chicca di qualche giorno fa che vi ripropongo volentieri:

    -----------------------------------------------
    Questo a parole, poi nei fatti sai che succede dietro le quinte della "dirigenza" Linux?

    Te lo spiego in due parole. Hai presente le webcam Philips?
    Philips ha realizzato un driver per Linux (pwcx.o) in formato binario e non open.
    Questo per fare un regalo ai clienti Philips che desiderano usare le webcam Philips su Linux.
    Philips ha ritenuto legittimamente di non licenziare sotto GPL il suo driver ,è un suo diritto no?, lei ci ha messo i soldi.

    Ora, il gruppo di bambinoni che sovraintende alle decisioni strategiche sul kernel ha deciso che se di modulo viene fornito solo il binario, esso non può accedere alle risorse messe a disposizione dai moduli GPL del kernel !

    Come dire, voi non ci date i sorgenti dei vostri giocattoli? E noi non vi facciamo usare i nostri giocattoli così imparate ! Tie! Tie! Tie!

    Della serie: asilo infantile , l'unico che ci rimette è l'utente che così non può usare di fatto i driver non GPL.

    Non rispettando il fatto che io ho speso soldi per lo sviluppo e ti vendo l'auto, non i progetti industriali per realizzarla.

    Puoi avvertirmi, (come del resto già succede in modo abbastanza irritante peraltro), che il modulo non è GPL, e puoi evitare di inserirlo nel già voluminoso package del kernel, ma come fai a giustificare il fatto di vietarmi di poter accedere a quel modulo esterno se non ne ho i sorgenti?

    E' la tua religione che ti impone di condividere i sorgenti, non la mia, io ti faccio condividere il prodotto finale, ma il sorgente non te lo posso dare perchè devo ammortare il costo di sviluppo.
    Allora come pensi di far convivere in modo produttivo il mondo open con il mondo closed?

    Linux non gradisce i binari? Bene, vorrà dire che Philips non spenderà neanche un centesimo per scrivere nuovi drivers. E forse gli conviene pure , considerando che gli utenti desktop Linux interessati non gli coprirebbero nemmeno il costo di sviluppo...
    -------------------------------------------------------

    Bella storia vero? In extremis, grazie all'intervento del papà Linus Torvalds, i bambinoni sono stati convinti a permettere l'accesso almeno alle funzioni finora scritte nel kernel.
    Ma le nuove funzionalità che verranno aggiunte in futuro non potranno essere utilizzate da moduli non GPL.

    Alla faccia della convivenza tra open e close !!!!

    Tamerlano

    non+autenticato

  • te lo hanno già detto che non includono i dirver philips per motivi di stabilità e sicurezza.

    Ma tu insisti con le tue buffonate !

    Sai come si chiama il tuo ?

    FUD


    A laurà !
    non+autenticato
  • >
    > te lo hanno già detto che non includono i
    > dirver philips per motivi di stabilità e
    > sicurezza.

    Che difesa d'ufficio triste, perchè non ammetti che non vogliono includere drivers binari per partito preso?

    Per tua informazione i driver philips sono estremamenti stabili e performanti, l'unico difetto che hanno secondo i linux-capoccia consiste nel fatto che non vengono rilasciati i sorgenti.
    Che cattivoni alla philips eh?

    Sul mio sistema open-source avrò il diritto di usare i driver che mi pare e piace o devo chiedere il permesso alla linux-cupola ?
    Mica ho chiesto di certificarli e inserirli nel kernel, ma solo di poterli agganciare se ne ho bisogno, anche se ne possiedo solo il binario.

    Loro invece sono così carini che mi impediscono di farlo perchè gli rode alquanto che un azienda metta disposizione solo i binari dei drivers.
    Se non è infantilismo questo....

    Leggiti qualche info in più:

    http://www.smcc.demon.nl/webcam/tainting.html#pers...

    Tamerlano






    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > te lo hanno già detto che non includono i
    > > dirver philips per motivi di stabilità e
    > > sicurezza.
    >
    > Che difesa d'ufficio triste, perchè non
    > ammetti che non vogliono includere drivers
    > binari per partito preso?


    Ma falla finita! Hai travisato i fatti, e te ne vanti pure! Per chi fosse nuovo, prima di credere alle parole di questo mentecatto, cercatevi gli altri suoi post e capirete che razza di tremarelli sia
    >
    > Per tua informazione i driver philips sono
    > estremamenti stabili e performanti, l'unico
    > difetto che hanno secondo i linux-capoccia
    > consiste nel fatto che non vengono
    > rilasciati i sorgenti.
    > Che cattivoni alla philips eh?
    >
    > Sul mio sistema open-source avrò il diritto
    > di usare i driver che mi pare e piace o devo
    > chiedere il permesso alla linux-cupola ?
    > Mica ho chiesto di certificarli e inserirli
    > nel kernel, ma solo di poterli agganciare se
    > ne ho bisogno, anche se ne possiedo solo il
    > binario.
    >
    > Loro invece sono così carini che mi
    > impediscono di farlo perchè gli rode
    > alquanto che un azienda metta disposizione
    > solo i binari dei drivers.
    > Se non è infantilismo questo....
    >
    > Leggiti qualche info in più:
    >
    > http://www.smcc.demon.nl/webcam/tainting.html
    >
    > Tamerlano
    >
    >
    >
    >
    >
    >
    non+autenticato

  • > Ma falla finita! Hai travisato i fatti, e te
    > ne vanti pure! Per chi fosse nuovo, prima di
    > credere alle parole di questo mentecatto,
    > cercatevi gli altri suoi post e capirete che
    > razza di tremarelli sia

    Complimenti. Vecchia tecnica dialettica usata per delegittimare l'interlocutore senza fornire uno straccio di contro-argomentazione.

    Negli altri post ho espresso opinioni che sono state argomentate, confutate da qualcuno, appoggiate da altri.

    Il problema è che davvero stai penosamente tentando di insabbiare questioni che a scelta:
    a) non comprendi, è un tuo limite, pace.
    b) comprendi bene ma preferisci mettere la testa sotto la sabbia.

    Nel caso b) probabilmente del futuro di Linux te ne frega ben poco....
    Nel caso a) buon gameboy.....

    P.S: forse manco conosci l'inglese e non hai compreso una parola del link che ho riportato?

    Tamerlano






    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Ma falla finita! Hai travisato i fatti, e
    > te
    > > ne vanti pure! Per chi fosse nuovo, prima
    > di
    > > credere alle parole di questo mentecatto,
    > > cercatevi gli altri suoi post e capirete
    > che
    > > razza di tremarelli sia
    >
    > Complimenti. Vecchia tecnica dialettica
    > usata per delegittimare l'interlocutore
    > senza fornire uno straccio di
    > contro-argomentazione.

    Lo straccio di controargomentazione è banale: linux lo puoi compilare. Ogni distribuzione decide se attivare le opzioni del kernel o meno, fra cui l'opzione di non permettere ai moduli binari di accedere a tutte le risorse. Gli sviluppatori del kernel ti hanno dato la scelta, non sta a loro scegliere per te; siccome loro non possono sapere che cosa fa un modulo chiuso, ti danno la scelta di limitarne l'uso di risorse.

    Ti ricordo che stiamo parlando di un kernel monolitico, dove l'accesso indiscriminato alle risorse può signicare un deadlock difficilmente debuggabile se il modulo è privo del sorgente.

    > Il problema è che davvero stai penosamente
    > tentando di insabbiare questioni che a
    > scelta:
    > a) non comprendi, è un tuo limite, pace.
    > b) comprendi bene ma preferisci mettere la
    > testa sotto la sabbia.
    >

    Comprendo bene, sei tu che tratti da talebani gli sviluppatori del kernel, che lavorano per un progetto free, quindi probabilmente sono a favore del software free.

    > Nel caso b) probabilmente del futuro di
    > Linux te ne frega ben poco....

    Dici? E per quale motivo dici questo? Non mi pare che tutti quelli che hanno scritto un driver per linux si sono rifiutati di rilasciare i sorgenti. E non mi pare che tu sappia quello che dici, altrimenti ti verrebbero in mente i tanti casi di driver di terze parti ma open source. Non vedo proprio quale tecnologia da nascondere ci possa essere in un driver per una webcam.

    > Nel caso a) buon gameboy.....
    >
    > P.S: forse manco conosci l'inglese e non hai
    > compreso una parola del link che ho
    > riportato?
    >

    Hai riportato una lettera in italiano veramente.

    > Tamerlano
    >
    >
    >
    >
    >
    >   
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Che difesa d'ufficio triste, perchè non
    > ammetti che non vogliono includere drivers
    > binari per partito preso?

    Perchè non avevo letto il link che mi hai datoSorride
    Inoltre non mi ero mai accorto di tale testo anche se ho una webcam philips pure io e sono andato sulle stesse pagine in passato a prendere i binariSorride)

    > Per tua informazione i driver philips sono
    > estremamenti stabili e performanti, l'unico
    > difetto che hanno secondo i linux-capoccia
    > consiste nel fatto che non vengono
    > rilasciati i sorgenti.
    > Che cattivoni alla philips eh?

    Si, brutti e cattivi !
    Scherzi a parte, non riesco comunque a capire cosa ci possa essere di tanto segreto nel sorgente dei driver di una webcam !!
    E poi perchè invece i driver invidia (che sono binari pure loro) non hanno lo stesso problema ?
    Forse non sono binari ?
    E la ATI ? Come fa con i driver del radeon ?

    > Sul mio sistema open-source avrò il diritto
    > di usare i driver che mi pare e piace o devo
    > chiedere il permesso alla linux-cupola ?
    > Mica ho chiesto di certificarli e inserirli
    > nel kernel, ma solo di poterli agganciare se
    > ne ho bisogno, anche se ne possiedo solo il
    > binario.

    Concordo, penso però che gli sviluppatori sono loro, se non ti va diventi sviluppatore, partecipi alle discussioni e cerchi di far prevalere la tua opinione.
    Troppo facile non fare niente e giudicare le decisioni degli altri.
    Io non sono sviluppatore del kernel e non mi permetto di dire che quelli sono una linux.cupola, accetto le loro decisioni fintanto che sono un utente passivo.
    Anche se non sono d'accordo.

    > Loro invece sono così carini che mi
    > impediscono di farlo perchè gli rode
    > alquanto che un azienda metta disposizione
    > solo i binari dei drivers.
    > Se non è infantilismo questo....

    E' questione di punti di vista credo, loro dicono "io sono qui a farmi il mazzo e a rendere pubblico e GPL il mio codice, non vedo perchè una società non debba fare altreattanto".
    Certo, commercialmente parlando non è un discorso molto lungimirante, ma ideologicamente si.
    E c'è anche chi è idealista fino in fondo, e se anche è una cosa che mi da sui nervi, fintantoche uso qualcosa fatto da lui non posso lamentarmi.

    > Leggiti qualche info in più:
    >
    > http://www.smcc.demon.nl/webcam/tainting.html

    FattoSorride

    > Tamerlano

    Spesso non ti capisco, mi sembri uno che ne capisce di Linux e che magari è anche appassionato, però poi dai dei giudizi così drasticamente negativi su di esso e su chi ci lavora.

  • > Scherzi a parte, non riesco comunque a
    > capire cosa ci possa essere di tanto segreto
    > nel sorgente dei driver di una webcam !!

    Il problema è chiaramente di principio, anche se fosse un modulino da 1K che carichi dinamicamente a runtime deve essere un sacrosanto diritto di chi l'ha prodotto a non doverne rilasciare i sorgenti, esattamente come per qualunque applicazione enduser.
    A prescindere dalle motivazioni sottostanti, altrimenti la cooperazione open-close diventa un dialogo fra sordi.

    Pensa che estendendo lo stesso ragionamento potresti impedire di far girare applicazioni closed sul kernel linux adducendo come motivazione il fatto che se non si hanno i sorgenti non si possono correggere i bugs che rendono instabile il sistema (e da X si possono ottenere dei freeze formidabili di tutta la macchina senza dover scomodare i moduli del kernel...).

    ma che diamine: se il sistema diventa instabile sarà interesse del produttore del modulo esterno a correggere eventuali bugs.
    Il produttore non li corregge?
    Vorrà dire che l'utente non richiamerà a runtime quel modulo. Non lo userà affatto, ma per sua scelta, non per divieto aprioristico della dirigenza linux.

    Magari a quell'utente linux va benissimo di usare quel driver seppur bacato, pur di poter usare il relativo dispositivo, magari rinunciando a qualche funzionalità non ancora terminata dal produttore.

    E l'addurre motivazioni legate alla licenza è solo una mera giustificazione formale, tant'è che finora i moduli binari a runtime sono stati finora all'ordine del giorno.    
    La vera ragione purtroppo è politico-strategica: pur di convincere le aziende a rilasciare i sorgenti dei loro moduli si arriva a vietare loro l'uso dei binari a runtimes se privi della marchiatura GPL.

    E in questo braccio di ferro tra linux-strateghi e aziende chi rischia di rimetterci è proprio l'utente finale, il quale già oggi non è più in grado di scegliere cosa poter lanciare e cosa no.
    Grazie all'intervento di Torvalds questa decisione arbitraria non è retroattiva (ma ci è mancato poco...) ed è limitata alle nuove funzioni del kernel aggiunte da ora in poi.

    Allora se le aziende rideranno di fronte alla pretesa di rilascio dei sorgenti dei loro drivers allora la mazzata pesante cadrà proprio sull'utente Linux. E non è escluso che in quel caso la resistenza dei linux-strateghi si spezzi di fronte al sogghigno delle aziende.

    Se saranno le aziende a cedere perchè i volumi di utenza linux diverranno economicamente interessanti allora sarà una vittoria della linea dura, ma è su questo punto che sono fondamentalmente pessimista, da qui l'esigenza di porre all'attenzione e al confronto un problema "reale" che pochi utenti linux probabilmente conoscono.


    > E poi perchè invece i driver invidia (che
    > sono binari pure loro) non hanno lo stesso
    > problema ?
    > Forse non sono binari ?
    > E la ATI ? Come fa con i driver del radeon ?

    grazie a torvald il divieto non è retroattivo.

    > Io non sono sviluppatore del kernel e non mi
    > permetto di dire che quelli sono una
    > linux.cupola, accetto le loro decisioni
    > fintanto che sono un utente passivo.
    > Anche se non sono d'accordo.

    linux = monarchia assoluta ?

    la discussione serve proprio a mettere in evidenza i possibili problemi e ad analizzare criticamente ciò che viene deciso dall'alto.
    Se poi i linux-gerarchi fanno come gli pare al linux-suddito non resta che adeguarsi.
    Ma non puoi togliergli la libertà di esprimere un'opinione contraria alla linea del "partito".


    > E' questione di punti di vista credo, loro
    > dicono "io sono qui a farmi il mazzo e a
    > rendere pubblico e GPL il mio codice, non
    > vedo perchè una società non debba fare
    > altreattanto".

    Per il semplice fatto che le società non sono operatori noprofit ed operano con logiche commerciali.   La questione quindi è sempre politica: collaborazione o scontro?

    Si è scelto lo scontro.
    Vediamo come va a finire.

    > Spesso non ti capisco, mi sembri uno che ne
    > capisce di Linux e che magari è anche
    > appassionato, però poi dai dei giudizi così
    > drasticamente negativi su di esso e su chi
    > ci lavora.

    Proprio perchè non è una posizione ideologica, vedo molti lati positivi ma anche pericolosi lati negativi che sarebbe da ipocriti misconoscere.

    Tamerlano
    non+autenticato
  • il mondo closed e il mondo open hanno bisogno entrambi di un rivale per migliorare e sopravvivere, la concorrenza da vita, se sparisce linux windows si siede di più ma se sparisce windows nemmeno linux migliora. E assusro però pensare che tutto possa essere open e free, si è visto che l'open e free non sempre bastanoed è giusto che i produttori di hardware che hanno margini sempre più bassi si tutelino come chi vuole fare programi a pagamento per linux li faccia, il vero mondo free e open e quello che non mette limiti, se qualcuno mette limiti a linux allora rende linux meno free-open
    non+autenticato
  • pian col fagian!

    se tu mi dai un driver binario per una periferica... beh, io evito di comprare quella periferica! E non lo faccio per principio, ma perché ho già un sacco di periferiche di cui i produttori non hanno mai rilasciato specifiche o driver open... beh, giacciono inutilizzate, visto che non hanno più aggiornato i driver e che sui nuovi OS Micros~1 non funzionano più!

    Invece, guarda caso, da quando ho capito che i produttori di hardware come la Philips sono farabutti nati, acquisto solo da chi è onesto e rilascia il codice... beh, da allora tutte le mie periferiche vengono viste subito da Linux (alla faccia che è difficile configurare l'hardware sotto Linux... comprate hardware sano!), e sotto Windows continuo ad avere supporto... a volte con driver non ufficiali fatti da un 14enne[*], ma continuo ad avere supporto!


    [*] vedi la mia scheda TV che funziona sotto windows xp solo grazie ad un progetto open source!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ---------------------------------------------
    >
    > Bella storia vero? In extremis, grazie
    > all'intervento del papà Linus Torvalds, i
    > bambinoni sono stati convinti a permettere
    > l'accesso almeno alle funzioni finora
    > scritte nel kernel.
    > Ma le nuove funzionalità che verranno
    > aggiunte in futuro non potranno essere
    > utilizzate da moduli non GPL.
    >
    > Alla faccia della convivenza tra open e
    > close !!!!
    >
    > Tamerlano
    >
    E' sempre molto piu' pragmatico torvalds...
  • Meglio scappare prima che la nave affondi. Sorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Meglio scappare prima che la nave affondi.
    > Sorride

    penso che l'ultimo dei problemi di Linus sia di rimanere disoccupato perche' l'azienda per la quale lavora fallisce...

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Meglio scappare prima che la nave affondi.
    > > Sorride
    >
    > penso che l'ultimo dei problemi di Linus sia
    > di rimanere disoccupato perche' l'azienda
    > per la quale lavora fallisce...
    >

    Casomai l'ultimo dei problemi di Torvalds sia rimanere al verde, visti i soci fondatori della sua nuova sede di lavoro...Sorride
    spino
    1093

  • - Scritto da: Anonimo
    > Meglio scappare prima che la nave affondi.
    > Sorride

    (seriamente)
    è una tua idea o hai qualche dato alla mano?

    ciao
  • - Scritto da: Anonimo
    > Meglio scappare prima che la nave affondi.
    > Sorride

    Ah sì? Fallimento? A me non risulta...

    Regards,

    Stevie
  • anche a me non risulta..... c'è chi si sta facendo i soldi con le sue azioni...
    non+autenticato
  • Se sei un tagliato fuori in sistemistica linux,
    evita molto umilmente di denigrare il lavoro degli altri e continua a giocare con i tuoi mac, che hanno cominciato a funzionare dopo che hanno copiato la logica di linux.
    Buffone...
    non+autenticato
  • A parte occuparsi del kernel indendo. Cioe', cosa faceva PER transmeta ?

    So che i loro processori sono supportati da Linux, ma non penso fosse questa l'occupazione principale di Torvalds li.

    Ne sapete qualcosa ?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > A parte occuparsi del kernel indendo.
    > Cioe', cosa faceva PER transmeta ?
    >
    > So che i loro processori sono supportati da
    > Linux, ma non penso fosse questa
    > l'occupazione principale di Torvalds li.
    >
    > Ne sapete qualcosa ?

    suppongo di software. Se non sbaglio nei processori tipo crusoe e' implementata anche una parte software usata per ridurre in qualche modo il carico del processore..

  • - Scritto da: leonardo()
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > A parte occuparsi del kernel indendo.
    > > Cioe', cosa faceva PER transmeta ?
    > >
    > > So che i loro processori sono supportati
    > da
    > > Linux, ma non penso fosse questa
    > > l'occupazione principale di Torvalds li.
    > >
    > > Ne sapete qualcosa ?
    >
    > suppongo di software. Se non sbaglio nei
    > processori tipo crusoe e' implementata anche
    > una parte software usata per ridurre in
    > qualche modo il carico del processore..
    DuDe
    896
  • Midori Linux, una versione ottimizzata per i processori Transmeta - che ha appena fatto un accordo per la distribuzione in larga scala sul mercato cinese di Crusoe+Midori Linux
    non+autenticato
  • ..i processori crusoe hanno uno strato sw di traduzione in real-time del set di istruzioni....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ..i processori crusoe hanno uno strato sw di
    > traduzione in real-time del set di
    > istruzioni....

    piu' precisamente: I crusoe sono processori di base RISC (come gli Apple le Sun le SGI e le PlayStation)
    ma comprendono un microcodice che gli permette di tradurre il set di istruzioni CISC (i comuni pc x86) e di far girare applicazioni e sistemi operativi compilati per x86.
    L'altro grandissimo punto di forza dei crusoe e' il bassissimo consumo energetico che gli garantisce un'autonomia a batteria (non a caso molti tablet pc e laptop moderni hanno crusoe) fino a 5 ore a regime medio alto.
  • > A parte occuparsi del kernel indendo.
    > Cioe', cosa faceva PER transmeta ?
    >
    > So che i loro processori sono supportati da
    > Linux, ma non penso fosse questa
    > l'occupazione principale di Torvalds li.
    >
    > Ne sapete qualcosa ?
    >

    voleva fare anche quelli open source,
    lo hanno scoperto e lo hanno cacciato
    Sorride sorry couldn't resist Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Piu' o meno quello che fa David Miller (per chi nn lo sapesse: maintainer del network layer v4 per linux) in RedHat o Alan Cox (maintainer kernel serie -ac, driver audio e altre cose) sempre in RedHat: fondalmentalmente NIENTE per RedHat in quanto tale, ma il loro lavoro viene utilizzato direttamente da RedHat stessa oltre che dalla comunita' linux.

    Credo sia una forma di controllo da vicino dello sviluppo linux: non potendo, giustamente, controllarlo direttamente, assumono gli sviluppatori e i maintainer vari del kernel linux.

    Probabilmente, se non lo facessero, queste persone non avrebbero tutto quel tempo da dedicare allo sviluppo.

    In italia un concetto del genere non e' neanche, purtroppo, immaginabile.

    cuba|ibre
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Piu' o meno quello che fa David Miller (per
    > chi nn lo sapesse: maintainer del network
    > layer v4 per linux) in RedHat o Alan Cox
    > (maintainer kernel serie -ac, driver audio e
    > altre cose) sempre in RedHat:
    > fondalmentalmente NIENTE per RedHat in
    > quanto tale, ma il loro lavoro viene
    > utilizzato direttamente da RedHat stessa
    > oltre che dalla comunita' linux.
    >

    io sapevo che sviluppava il livello ISA dei loro processori veramente... o qualcosa di simile.

  • - Scritto da: Anonimo
    > A parte occuparsi del kernel indendo.
    > Cioe', cosa faceva PER transmeta ?
    >
    > So che i loro processori sono supportati da
    > Linux, ma non penso fosse questa
    > l'occupazione principale di Torvalds li.
    >
    > Ne sapete qualcosa ?
    >

    Ma che faceva per la Transmeta... Nulla, veniva pagato per parlare di linux in giro, e per far vedere la sua faccia e per dire che lavorava alla Transmeta, ma che faceva.....
    Certo non processori Ficoso
    Lo avevano assunto perchè senno la gente avrebbe continuato a dire TRANSCHE?
    Invece così era l'azienda dove lavorava IL PADRE DEL PINGUINO.
    Ma ve pare difficile capire che lo pagavano per andare in giro e fare pubblicità alla Transmeta?
    Elwood

  • - Scritto da: Anonimo
    > A parte occuparsi del kernel indendo.
    > Cioe', cosa faceva PER transmeta ?
    >
    > So che i loro processori sono supportati da
    > Linux, ma non penso fosse questa
    > l'occupazione principale di Torvalds li.
    >
    > Ne sapete qualcosa ?
    >

    Chi ha letto il suo libro "Come ho creato Linux - solo per divertirmi" sa cosa fa/faceva Linus in Transmeta.

    Si occupava di programmazione a basso livello del software dei processori (o una cosa del genere... l'ho letto qualche mese fa e non mi ricordo di certo esattamente parola per parolaSorride )

    Ciao!
    non+autenticato
  • Tanto il futuro è Microsoft e basta.
    Linux è una illusione che presto finirà.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Linux è una illusione che presto finirà.

    hey raga è venuto a trovarci l'oracolo di Matrix! ocio a non rompergli di nuovo il vaso di fiori eh!Sorride
  • Bellissima ...
    Ora vado a nanna ridendo A bocca aperta
    Cla
    cla
    397
  • Come siete tristi voi, gente incapace di avere dei sogni.
  • > Come siete tristi voi, gente incapace di
    > avere dei sogni.

    ma per piacere...
    almeno qualcuno cerca di buttarla sulla
    consistenza, ma buttarla sugli idealismi
    è proprio triste e dire che non sei proprio
    un ragazzetto
    non+autenticato

  • - Scritto da: Vaira
    > Come siete tristi voi, gente incapace di
    > avere dei sogni.

    Non sono sogni... sono incubi....

    Pensa per un carciofo del genere cosa vuol dire dover lavorare su un sistema dove non basta un colpo di click per spacciarsi da super-esperto.... e dove non ti puoi salvare in corner per ogni minimo problema dicendo che è necessario riformattare il disco....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Vaira
    > > Come siete tristi voi, gente incapace di
    > > avere dei sogni.
    >
    > Non sono sogni... sono incubi....
    >
    > Pensa per un carciofo del genere cosa vuol
    > dire dover lavorare su un sistema dove non
    > basta un colpo di click per spacciarsi da
    > super-esperto.... e dove non ti puoi salvare
    > in corner per ogni minimo problema dicendo
    > che è necessario riformattare il disco....

    Gia', adesso pero' mettiti nei panni di un utente, non di un sysadmin, a cui i click piacciono e molto.. come la mettiamo?
    Che vantaggio ha un utente ad usare linux come desktop?
    Si trovera' meglio?
    Ma qualcuno ONESTO, che dica che il passaggio a Linux comporta e comportera' disagi anche non brevi nel tempo, c'e'?
    Oppure siete tutti convinvti che Linux sia sempre e comunque, ed in ogni ambito, la migliore delle soluzioni possibili? Dovete per forza contrastare notizie futili con argomenti ancora piu' futili?

    Forza. Attendo risposte. SERIE. Possibilmente non da anomini.

    Saluti.

  • - Scritto da: Sarge
    > Gia', adesso pero' mettiti nei panni di un
    > utente, non di un sysadmin, a cui i click
    > piacciono e molto.. come la mettiamo?

    Kde, Gnome, ed altre che non cito perche' non me le ricordo, pure li clicchi, e se hai voglia e sei capace, molto meglio che su win*

    > Che vantaggio ha un utente ad usare linux
    > come desktop?
    Un sistema che se clicchi a vacca, non esplode?
    un sistema un po' piu' stabile? un sistema che costa quasi ZERO?

    > Si trovera' meglio?
    > Ma qualcuno ONESTO, che dica che il
    > passaggio a Linux comporta e comportera'
    > disagi anche non brevi nel tempo, c'e'?
    > Oppure siete tutti convinvti che Linux sia
    > sempre e comunque, ed in ogni ambito, la
    > migliore delle soluzioni possibili? Dovete
    > per forza contrastare notizie futili con
    > argomenti ancora piu' futili?
    >
    > Forza. Attendo risposte. SERIE.
    > Possibilmente non da anomini.

    I Disagi sicuramente ci saranno, e questo e' valido sempre quando si passa da una tecnologia ad un'altra, ci sono stati pure da win 3.1 a win 95 e sono della stessa razza, figuariamoci con S.O. di razze diverse .
    Se persone qualificate, e non il solito super-esperto di PC che e' tale eprche' sa' configurare outlook, configureranno a dovere un desktop, i disagi sono ridotti al minimo, certo che se la gente e' idiota e il cervello lo usa per spartire le orecchie, continueranno ad usare cio' che si trovano, ma questo e' vero sia se ci fosse stato linux, che fuffo os che os2 e quant'altro.
    Lo vogliamo capire o no che il pc non e' un'elettrodomestico, che inserisci la spina, e vai, lo vogliamo capire o no, che complice l'instabilita' delle finestre e la deficenza dei certi utonti, provoca dannni ( vedi bugbear e affini)
    m$ ci ha dato la falsa sicurezza di avere il controllo sul sistema, e cio'non e' possibile se non conosci il sistema, e' vero che per guidare una macchina non devo conoscere i principi termodinamici su cui si basa, se mi va me li studio, ma come minimo devo sapere che si guida a destra, che devo rispettare una serie di norme, altrimenti pago, ovvio che con l'auto uccido gente col pc no, ma era per fare un paragone.
    Quello che io dico, provatelo, se vi piace lo tenete, se no, cancellatelo, spende x centinaia di euro in licenze e vivete felici, che vi devo dire, vi piace foraggiare una compagnia americana, quando gia' ne foraggiamo una cifra, ma un Minimo di orgoglio italiano lo avete?
    Immaginate solo per un'attimo che linux prenda piede nei desktop, ci vuole gente che lo sappia configurare, e gente ce n'e' ed e' italiana, aziende potrebbero nascere con queste specifiche mansioni, ma sarebbero aziende italiane, e ci sarebbe un'incremento di lavoro, e aggiungo pure selettivo, visto che sistemare uno *nix, non e' roba per il primo che clicca a casaccio, quindi? gente preparata per fare un lavoro specializzato, mbe'? che c'e' di male?
    Oppure debbo dedurne che i window-taleban hanno paura di usare il cervello?
    DuDe
    896

  • - Scritto da: DuDe

    > > Che vantaggio ha un utente ad usare linux
    > > come desktop?
    > Un sistema che se clicchi a vacca, non
    > esplode?
    > un sistema un po' piu' stabile? un sistema
    > che costa quasi ZERO?

    Intanto occorre sfatare il discorso stabilita', anche perche' chi ha windows 2000 o XP non ti capirebbe... il PC da cui ti scrivo e' acceso da settimane, non e' un server, ci carico e installo di tutto, e non ha linux. Non e' una discrimintate questa. Non piu', per lo meno. Se mi dici che sono fortunato ti dico anche che ho HW medio, mb da 90 euro, processore athlon XP, niente di che. E non sono fortunatoSorride

    Il costo invece e' un discorso serio. Dipende se accetti che gratis = meglio sempre e comunque.
    Comunque riconosco che windows dovrebbe costare di meno. Di certo non zero.

    > > Forza. Attendo risposte. SERIE.
    > > Possibilmente non da anomini.
    >
    > I Disagi sicuramente ci saranno, e questo e'
    > valido sempre quando si passa da una
    > tecnologia ad un'altra, ci sono stati pure
    > da win 3.1 a win 95 e sono della stessa
    > razza, figuariamoci con S.O. di razze
    > diverse .

    Non parlo di transizioni, purtroppo non mi sono spiegato bene.
    Parlo ANCHE della transizione da windows a linux, ma parlo anche di disagi causati da software non sempre all'altezza. A cui si perdona tutto perche' e' open source.
    Ma fidatevi, mentre il sysadmin dispone, sotto linux, di strumenti collaudati ed affidabili, all'utente finale questo non interessa. Vuole software di qualita'. E' molto molto schizzinoso. Odia arrangiarsi, editanto rognosissimi files di configurazione. Odia riavviare KDE perche' qualcosa te lo crasa (e puo' capitare).
    Ecco, il disagio e' questo, nel senso che usare linux impone una mentalita' differente. Non sempre richiesta.


    > Se persone qualificate, e non il solito
    > super-esperto di PC che e' tale eprche' sa'
    > configurare outlook, configureranno a dovere
    > un desktop, i disagi sono ridotti al minimo,

    Che vuol dire persone qualificate?
    Chiariscimi una cosa... secondo te il pc deve diventare o no piu' semplice?
    Rifletti, quanto compiti fa un sysadmin che potrebbero non essere automatizzati?

    > linux, che fuffo os che os2 e quant'altro.
    > Lo vogliamo capire o no che il pc non e'
    > un'elettrodomestico, che inserisci la spina,
    > e vai, lo vogliamo capire o no, che complice
    > l'instabilita' delle finestre e la deficenza
    > dei certi utonti, provoca dannni ( vedi
    > bugbear e affini)

    Discorsi come questi hanno portato all'NGSCP. Tanto quello che sai adesso potrebbe non esserti sufficiente domani, il "controllo" e' pura utopia. I "danni" di bugbear sono stati ben limitati, alla fine...


    > m$ ci ha dato la falsa sicurezza di avere il
    > controllo sul sistema, e cio'non e'
    > possibile se non conosci il sistema, e' vero

    Il problema e' che il controllo non ce l'hai MAI, alla fine.
    Credi di poter sapere tutto sul SO solo perche' visualizzi le porte TCP/UDP aperte da ogni applicativo? Cosa dovresti monitorare, istante per istante? Quanti microsecondi avresti liberi nella giornata?

    > Quello che io dico, provatelo, se vi piace
    > lo tenete, se no, cancellatelo, spende x
    > centinaia di euro in licenze e vivete
    > felici, che vi devo dire, vi piace
    > foraggiare una compagnia americana, quando
    > gia' ne foraggiamo una cifra, ma un Minimo
    > di orgoglio italiano lo avete?

    Secondo te in Italia per la MS quante persone lavorano?
    Vagli a dire che pagargli lo stipendio e' uno sputo in faccia all'italianita'... e poi chi foraggi scaricando una redhat?

    > Immaginate solo per un'attimo che linux
    > prenda piede nei desktop, ci vuole gente che
    > lo sappia configurare, e gente ce n'e' ed e'
    > italiana, aziende potrebbero nascere con
    > queste specifiche mansioni, ma sarebbero
    > aziende italiane, e ci sarebbe un'incremento
    > di lavoro, e aggiungo pure selettivo, visto
    > che sistemare uno *nix, non e' roba per il
    > primo che clicca a casaccio, quindi? gente
    > preparata per fare un lavoro specializzato,
    > mbe'? che c'e' di male?

    C'e' di male che si presuppone che il PC e' e rimarra' sempre un coso complicato, che richiede gente qualificata.
    La mia impressione e' che si voglia farlo rimanere cosi'. Da una parte Sacerdoti e guru e dall'altra utonti (termine casualmente coniato da molti sostenitori di linux...)
    Potrei raccontarti decine di esperienze in merito, ma il sunto e' che solitamente questi guru sono molto restii a rivelarti la loro "conoscenza" (sai che roba, poi... quattro cose sui protocolli, le porte ed i firewall, era quello che mi serviva al tempo, giusto per citare un caso). L'atteggiamento e' "io so, tu non DEVI sapere, se sai sei una minaccia, per cui al max ti spiego le cose a meta' ".
    Che patetico atteggiamento...

    > Oppure debbo dedurne che i window-taleban
    > hanno paura di usare il cervello?

    Io non conosco molti windows-taleban, ma sicuramente sono nati di riflesso... d'altronde che motivo avrebbe un utente windows per prendere in giro qualcuno che usa linux? Fino ad un po' di tempo fa neanche si sapeva cosa fosse, mentre adesso e' LA buzzword per eccellenza... ma la percentuale di W-Taleban e' di gran lunga minore, questo di sicuro.

    Saluti.

  • - Scritto da: Sarge
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Vaira
    > > > Come siete tristi voi, gente incapace
    > di
    > > > avere dei sogni.
    > >
    > > Non sono sogni... sono incubi....
    > >
    > > Pensa per un carciofo del genere cosa vuol
    > > dire dover lavorare su un sistema dove non
    > > basta un colpo di click per spacciarsi da
    > > super-esperto.... e dove non ti puoi
    > salvare
    > > in corner per ogni minimo problema dicendo
    > > che è necessario riformattare il disco....
    >
    > Gia', adesso pero' mettiti nei panni di un
    > utente, non di un sysadmin, a cui i click
    > piacciono e molto.. come la mettiamo?
    > Che vantaggio ha un utente ad usare linux
    > come desktop?
    > Si trovera' meglio?
    > Ma qualcuno ONESTO, che dica che il
    > passaggio a Linux comporta e comportera'
    > disagi anche non brevi nel tempo, c'e'?
    > Oppure siete tutti convinvti che Linux sia
    > sempre e comunque, ed in ogni ambito, la
    > migliore delle soluzioni possibili? Dovete
    > per forza contrastare notizie futili con
    > argomenti ancora piu' futili?
    >
    > Forza. Attendo risposte. SERIE.
    > Possibilmente non da anomini.

    A post seri si risponde con post seri. A trollate si risponde con trollate.... e non mi pare di aver visto un tuo post criticare la trollata originale.... o sbaglio ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > A post seri si risponde con post seri. A
    > trollate si risponde con trollate.... e non
    > mi pare di aver visto un tuo post criticare
    > la trollata originale.... o sbaglio ?

    Scusa, quindi se non si premette con critiche al primo post (troppo breve per meritare qualunque cosa), ogni messaggio e' da cestinare? Spiegami su, anonimo... sono molto interessato.

    Saluti

CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)